Tutte le domande e le risposte per Extrasistole e cuore: sintomi, cause, rimedi
  1. Anonimo

    buona sera, sono un ragazzo di 32 anni e da circa 1 mese che mi capita di avvertire sotto lo sterno un colpo che coincide con il battito cardiaco variandone di poco la frequenza. Ho fatto diversi ecg al pronto soccorso che hanno dato tutti esito negativo, sino a quando sono stato da un cardiologo che mi ha diagnosticato dopo una lunga visita una probabile aritmia extrasistolica. Tengo a precisare che questi disturbi sono molto frequenti nei momenti in cui non lavoro, quando ad esempio la sera sono a casa o in giro in macchina. Il cardiologo mi ha consigliato di prendere il bisoprololo sandoz da 1,25 mg. (una compressina al giorno verso le ore 16 per due settimane ) dicendomi che dopo sarei stato di nuovo meglio. Concludendo mi ha detto che queste extrasistoli sono di natura secondo lui, frutto di uno stile di vita stressato, in quanto nell’ecocardiogramma il cuore risulta sano tranne una minima insufficienza mitralica. Lei cosa ne pensa ?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Con tutti i limiti di un parere a distanza posso sicuramente condividere che la causa sembri prettamente da stress e/o psicosomatica: più ci pensa e più lo sente.

  2. Anonimo

    Salve Dottore, ho 45 anni e da settembre di anno scorso mi sono tornate fuori queste “benedette” extrasistole con una crisi molto forte, circa 600 “salti” al dì. Ho detto tornate fuori perchè la prima crisi risale a quando avevo 17 anni, poi è andata sciamando nel giro di 3 mesi. Ora mi sono accorto che in questo momento, nonostante sono diminuite notevolmente da settembre, queste crisi di extrasisitole mi prendono quando stò seduto o in poltrona e spesso quando vado a letto e mi stendo, qindi basta che mi rimetto in piedi e la situazione torna alla normalita in breve tempo. Faccio presente che non fumo e non bevo alcolici e i vari controlli che ovviamente ho sostenuto sono tutti regolari (holter, visita eco-cardiaca, analisi del sangue ecc…).
    La ringrazio anticipatamente per in suo interessamento e per qualche eventuale consiglio.
    Cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ha mai fatto accertamenti relativi a reflusso gastroesofageo ed ernia iatale?

    2. Anonimo

      Buonasera Dott., no quelli ancora non li ho fatti, infatti documentandomi sul web ho visto che potrebbe essere la causa di questo problema, ma tengo a dirgli che seguo una dieta regolare senza abusare di grassi e carboidrati con cene leggere a base di verdure e carne bianca. C’è qualche rimedio eventualmente per l’ ernia iatale?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I rimedi per l’ernia iatale ci sono, ma prima dobbiamo capire se la causa sia quella.

    4. Anonimo

      O.K. grazie, farò un controllo da un gastroenterologo.

  3. Anonimo

    salve sono una ragazza di 22 anni e premetto che ho fatto ecocardiogramma 2 anni fa è tutto a posto
    ogni tanto sento nella zona del cuore verso sinistra., come delle punturine che durano pochi secondi e poi passano
    io essendo una tipa ansiosa e leggermente ipocondriaca..mi spavento
    vorrei sapere cosa ne pensa
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente è proprio solo ansia, oppure in alcuni casi sono segnali relativi a piccoli problemi di stomaco (reflusso, per esempio); in ogni caso lo segnali al medico.

    2. Anonimo

      ho capito grazie
      no lo stomaco è a posto
      quindi credo sia solo tensione

  4. Anonimo

    Salve dottore in qst gg senza apparente motivo sento l ansia che mi fa sentire una morsa al petto e si conseguenza battiti accelerati , se poi ci penso allora ancora di più quindi respirò lungo come se cercasi aria ma sento proprio che questo disturbo e’ legato al pensiero. Per esempio quando Guido mi sento calma…eppoi mi sono messa in mente di avere qualcosa al cuore. Eppure lo scorso anno ho fatto delle escursioni in montagna specie nelle salute col cuore che batteva a mille..se avessi avuto qualcosa al cuore creda sarei già chissà dove….ultima visita cardiologi a 4 anni fa tt Bene extrasistolia ma che ho da almeno 30 anni, altra cosa ernia iatale con helico bacteris. Cosa posso fare x non soffermarmi sul cuore di continuo e quindi avere i sintomi sopra descritti ?? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Per l’ernia iatale assume farmaci?

    2. Anonimo

      No nulla

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Inizierei a curare quel disturbo, insieme all’helicobacter, è molto probabile che i sintomi scompaiano.

      Ovviamente è importante escludere con il suo medico un problema cardiaco, che tuttavia mi sembra poco probabile.

    4. Anonimo

      Grazie dottore dei suoi consigli penso anch io più probabile l ernia e l helicobacteris ….ho fatto anni fa anche l holter x le extrasistole ma a parte queste ultime che sono poi risultate benigne e mono morfe altro non x c era! Ma poi le dicevo in montagna ho fatto salite estenuanti da 150 e più sarei morta a quest ora penso sulla stata una prova veramente da sforzo!!!

  5. Anonimo

    Salve,
    Ho 22 anni ed è un anno circa che mi sento il cuore che sbatte forte da fare male il petto, ho le vertigini e mi tremano le mani. Il mio medico dice che è legato all’ansia essendo un sogetto molto ma molto ansioso.
    Il problema è che da un mesetto sono peggiorata e la frequeza di queste aritmie da una volta alla settimana, vengono quasi tutti i giorni insieme a forti mal di testa, vertigini, mancanza di respiro ecc.
    Le posso assicurare che conduco una vita sana.
    Saprebbe dirmi secondo se anche secondo lei rimane qualcosa di legato all’ansia o se mi devo preoccupare di più?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A mio avviso va verificato un’unica volta con un cardiologo lo stato di salute del cuore: mi aspetto che non emergano sorprese ed a quel punto avremo la certezza che si tratta di ansia (come anch’io credo).

    2. Anonimo

      Essendo stata operata a 16 anni feci un controllo, però sono passati circa 6 anni… il medico che mi ha visitata invece qualche anno fa, non è un cardioloco bensì un parente medico che ha dato le sue supposizioni sulla base di una conoscenza personale.
      Comunque eventualmente sia solo ansia, come ha detto lei, anche io credo, c’è un modo per liberarmene? mi fa stare male!!

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Farmaci e/o supporto psicologico.

  6. Anonimo

    buonassera dottore, le chiedo se mi può dire se la causa di una leggera tachicardia mattutina può dipendere da una bolla d aria che si forma nello stomaco visto che sento la tachi sdraiata ma come mi siedo sul letto e faccio qualche eruttazioni (che cmq poi arrivano) dopo un pò passa!!! ogni tanto mi succede quando magari la sera ceno un pò non proprio abbondante ma con alimenti un pò sostenuti: Poi durante la giornata più nulla, succede solo la mattina non tutte ma capita ogni tanto specie quando ho un pò di gonfiore di stomaco tra l altro ho l ernia iatale con helicobacris pilori…grazie per la sua attenzione Antonella

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      La causa è probabilmente l’ernia iatale.

  7. Anonimo

    Salve dott.Cimurro,

    devo risolvere un piccolo problema: ho la mania di contare i battiti cardiaci e ormai è diventato un’ossessione e mi viene l’ansia.

    come faccio a superare questa mania?

    premetto che ho fatto tre elettrocardiogramma tutto nella norma.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Provi ad imporsi un numero massimo di misurazioni al giorno, che andrà gradualmente riducendo nel tempo.

      Ad oggi quante volte al giorno li conta?

    2. Anonimo

      anche 10 volte

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ok, da oggi ci imponiamo di non superare le 9 volte.

      Da domani, fra 2-3 giorni o fra 1 settimana (decida lei, ma lo decida adesso scrivendolo sul calendario, su un’agenda o da qualche altra parte, oppure comunicandolo ad un famigliare), il limite giornaliero sarà 8.

      Proceda così fino ad numero soddisfacente, che potrebbe essere 1-2 volte alla settimana.

      Non abbia fretta, anche se ci mettesse 6 mesi non è un problema, ma sia ligio all’impegno che di volta in volta prende.

  8. Anonimo

    Salve,

    una domanda di curiosità:

    se una persona ha 80/85 batitti al minuto è preoccupante??

    di norma quanti battiti devono essere al minuto?

    sottosforzo tipo dopo aver fatto una camminata come si fa a calcolare i battiti per verificare la regolarità.

    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’indicazione principale è, a riposo, sotto i 70.

  9. Anonimo

    Salve sono Jury ho 32 anni e da breve noto delle extrasistoli che sono frequenti nel corso della giornata , visto la persistenza mi sono recato una sera al pronto soccorso e mi hanno fatto le analisi del sangue e ECG ! Sulle analisi non hanno riscontrato niente a parte il potassio nei limiti minimi ma sempre nella norma mentre ECG ha identificato extrosistolia,il cardiologo ha emesso questo ritmo sinusale con occasionali extrasistoli sopraventricolari ipertrofia ventricolare sinistra, lieve ritardo destro, lesione subendocardica -ischemia subepicardica antero puntale e laterale bassa copia conforme! Mi hanno dimesso solo con il consiglio di fare una cura di potassio! Io ho una ernia iatale in più ho effettuato in passato una coronarografia per una sospetta ischemia ma non risultata! Devo preoccuparmi di tutto ciò o devo cercare di conviverci? Tengo a precisare che ho una vita anche frenetica ! Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Inizierei diminuendo lo stress (per quanto possibile) ed integrando il potassio.

  10. Anonimo

    scusi se insisto ma il medico mi ha detto che il mio cuore è sano che queste extrasistole sono dovute dall’ansia,quindi xche potrei avere problemi cardiaci?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Vorrei poter essere più preciso, ma non conosco nel dettaglio la sua situazione: se interrompendo il farmaco si riprensentassero le extrasistole sarebbe comunque un problema, anche se queste fossero causate solo dall’ansia.

      Consiglio in ogni caso una visita cardiologica, presentando da subito allo specialista la propria volontà di gravidanza; in base alla visita e agli esiti degli esami fatti in passato le verrà consigliata la strada più sicura.

    2. Anonimo

      grazie mille x la sua disponibilità speriamo in bene arrivederci.