Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    dr Cimurro buondi’,
    sono stato operato alcuni mesi fa di un tumore alla gola subendo la totale asportazione della trachea,ora in seguito a un esame di controllo{TC con mdc} e stata individuata un’ernia iatale volevo chiedere se seguire una normale cura o altro,cortesemente la saluto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È probabile che il medico opterà per una cura tradizionale.

  2. Anonimo

    Bene Dottore ora mi sembra tutto molto piu chiaro,in effetti ripensandoci anni fa, malgrado il cito test non è da prendere sul serio, risultai intollerante in maniera forte al grano e feci lunghi periodi d astinenza,all inizio stetti meglio ma come le ho scritto in precedenza iniziai di nuovo a star male,magari perche non eliminai forse del tutto il glutine.ci provero e le scrivero ancora per farle sapere.la ringrazio di CUORE.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ok, aggiungo solo che eliminare il glutine non significa eliminare solo il grano.

  3. Anonimo

    Grazie dottore,ho letto i commenti che mi ha suggerito.si parla quindi di sensibilita verso il glutine e nn di celiachia da quanto ho capito,anche con test negativi e gastroscopia?perche solo il glutine e non altri alimenti?cioe voglio dire è specificamente il glutine a scatenare i sintomi?sensibilita e intolleranza è lo stesso?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è solo il glutine e sensibilità ed intolleranza sono due forme nettamente diverse e solo nel secondo caso diagnosticabile con esami.

  4. Anonimo

    attualmente non ho escluso il glutine dalla mia dieta,dovrei farlo?potrebbero i miei disturbi essere associati a carenze di ferro o minerali e vitamine?a pranzo mangio leggero perche non voglio gonfiarmi se no sto male, la sera pero mangio abbondantemente e non mi gonfio e magari mi sento anche meglio…

  5. Anonimo

    Gentile Dottore,sono una donna di 35 anni un po stanca perche non riesco a venire a capo nei miei problemi di salute che rendendo la mia vita impossibile, compresi i miei rapporti sociali..quindi le scrivo perche spero in un suo prezioso consiglio.Da qualche anno ho vari disturbi,mal di testa tutti i giorni,nausea e dolori allo stomaco,quando sento di andare di corpo mi sento mancare,ho frequenti extrasistole,dolori articolari e muscolari diffusi,senso di oppressione toracica,anemia,stanchezza cronica,olfatto e gusto alterati, lingua che brucia,sinusiti ricorrenti che curo e nn spariscono,tipo allergia,perdita di lucidita mentale,mancanza di concentrazione,dolore agli occhi.con il tempo quasti sintomi sono diventati quotidiani,esami cardiologici (ecg,eco cg,holter,prova da sforzo)nella norma,gastroscopia del 6 sett 2013, con esito di cardias incontinente ,curato con esomeprazolo e gaviscon,esami immunoglobuline neg,ormoni tiroidei normali,tampone faringeo neg,rx torace con minimo rinforzo della trama vascolo bronchiale a sede iloperilare dx.nei cambi di stagione come adesso la situazione degenera notevolmente,ho avuto una specie d influenza con tracheite e febbricola durata circa 30 gg e da li i sintomi sopraelencati non accennano a diminuire,cosa devo fare,prove allergiche?,consultare un otorinolaring?anni fa per la stessa causa feci lo stesso interminabile giro di specialisti seza risultato,poi m imbattei in un medico biologo e feci un test per le intolleranze alimentari,il citotest ,con la cura(astinenza da molti cibi) i sintomi dapprima sparirono per poi ripresentarsi dopo alcuni mesi e tra l altro la mia gastroenterologa non crede in questi test,a volte sento parlare di intossicazioni da amalgame denterie e comunque problemi odontoiatrici vari,non so piu che fare e a volte vorrei credere che sia tutto un brutto sogno..sento che i miei sintomi siano collegati a una sciocchezza che mi tormenta da anni ,non penso a nulla di brutto altrimenti dovrei essere gia finita all altro mondo!cerco di mantenere la calma e sopportare….grazie e scusi se mi sono dilungata troppo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sul citotest sono della stessa idea della sua specialista.
      2. Non credo molto alle intossicazioni da amalgama.

      Due domande, anche se purtroppo non posso sperare di riuscire dove non ce l’hanno fatta gli specialisti consultati:

      1. Soffre d’ansia (ma non credo) o di depressione?
      2. Ha provato 2-3 settimane senza glutine (anche se si fosse già esclusa la celiachia)?

    2. Anonimo

      soffro d ansia e sono stata molto tempo senza assumere farinacei all epoca,ora ho abolito del tutto ilatte e derivati che mi aumantavano le extrasistole ma dopo qs 1 anno le ho piu di prima.la gastroenterologa le collego alla carenza di ferro.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha provato 2-3 settimane senza glutine?

  6. Anonimo

    Sono stato operato da un mese circa di collecistomia, e soffrivo già in precedenza di esofagite da reflusso con ernia iatale, che però non mi dava fastidio da molto tempo, prendevo solo un pasticca di pantorc al mattino se andavo ad una cena impegnativa o matrimoni, per il resto tutto ok, ora il sintomo si ripresenta, dopo l’operazione, con complicanze anche a livello respiratorio nella fase digestiva, fame d’aria abbastanza fastidiosa, prendo una pasticca da 40 di pantorc la mattina e gaviscon dopo i pasti, l’alimentazione è senza grassi, ma ancora non trovo benefici, poi considerando che soffro anche di ansia, a volte la situazione è problematica, che fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il cambio di stagione non aiuta; da quanto ha ricominciato Pantorc e Gaviscon?

    2. Anonimo

      Subito dopo l’intervento, visto che ero sotto antibiotici per via dell’infiammazione della collecisti, prima tramite flebo, poi ho continuato per via orale, lo assuma dall’8 settembre circa.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Insisterei ancora, mi aspetterei che la situazione possa migliorare, in ogni caso senta anche il parere del medico.

    4. Anonimo

      Grazie mille Dr. Cimurro

  7. Anonimo

    Buongiorno dottore sono circa dieci giorni che ho un dolore fortissimo al centro delle spalle avendo fatto delle lastre alle spalle ed anche una mammografia ma con esito negativo consultando il medico mi ha detto visto che da qualche giorno ho anche fastidio allo stomaco che potrebbe assere in ernia iatale ancora non ho fatto nessuna cura cosa mi consiglia ma il mio più grande fastidio e’ il dolore alle spalle che è continuo grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il medico non le ha prescritto nulla?

  8. Anonimo

    Salve dottore,
    ho 40 anni alto 1,73 peso 71kg. Da circa 3/4 mesi soffro di disturbi che mi fanno pensare a reflusso:
    tutto è iniziato con un senso di “nodo alla gola” che poi è sparito in qualche settimana. Ora il senso di “ostruzione”, difficoltà a deglutire…non so come spiegare, lo sento più in basso lungo l’esofago. Non ho rigurgiti, niente nausea. Mi capita spesso di dover “raschiare la gola”…..Ma sto fastidio mi prende al mattino appena sveglio e lo porto fino a sera. Ogni tanto ho delle eruttazioni che, dopo aver eruttato, mi danno un pò di sollievo. Ho fatto una cura per un mese con Nexium 40mg e motilex prima dei pasti. Non mi sembra di avere grandi miglioramenti. Il mio medico mi consiglia la gastroscopia ma ho una paura tremenda di farla…..

    Sono sintomi riconducibili a reflusso o potrebbe essere qualcosa di più grave?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le confermo che l’ipotesi reflusso (e forse rallentato svuotamente gastrico) è assolutamente plausibile.

  9. Anonimo

    buongiorno dottore, a fine agosto ho iniziato,,ad avere pesantezza alla bocca dello stomaco, nausea e bruciore. mia cognata medico, mi ha fatto una puntura di plasil e malox, e la situazione è migliorata. tornato a roma sono stato bene qualche giorno, ma ora, ho quasi tutti i giorni un po di bruciore, difficoltà digestive e parecchia aerofagia. prendo solo malox prox sett andrò da gastroenterologo, anni fa da gastroscopia era emersa gastrite ed hp, feci cura antibiotica. La scorsa sett, ho fato esame feci, per vedere se avessi ancora hp, ma risulta assente, da piccolo avevo spesso problemi con la colite. Cosa potrei avere? soffro spesso di catarro tubarico ho 42 anni.
    grazie
    fabio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Colite e/o gastrite sono le ipotesi più probabili, anche perchè frequenti nei cambi di stagione.

  10. Anonimo

    Ciao dottore io ieri o fatto una gastroscopia perch o sempre il lato sinistro gonfio e mi hanno trovat un ernia iatale che sintomi porta

  11. Anonimo

    Buongiorno dottore, volevo chiederle se il pariet 20 mg è un farmaco prodotto in Giappone. E poi dietro il blister ci sono i giorni della settimana, ma il mio medico nn mi aveva detto nulla. Ne devo tenere conto?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le compresse sono tutte uguali, non è necessario tenere conto dei giorni della settimana.
      In base al foglietto illustrativo mi sembra prodotto in Belgio o nel Regno Unito.

  12. Anonimo

    Buona sera dottore.
    Premetto di avere 38 anni.
    Le scrivo per avere alcune informazioni sulle norme da attuare per il seguente problema. Da quasi tre settimane soffro di bruciore alla bocca dello stomaco con senso di acidità che risale per la trachea sino alla gola. Non ho rigurgiti o vomito (anche se la sensazione c’è) nè diarrea, ma forse a causa dell’acidità sento i denti “strani” (non so ben spiegare come). Ho iniziato, dietro prescrizione medica, con omeprazolo 10 mg per i primi 4 giorni (una compressa al giorno) e successivamente, visto lo scarso risultato, per ulteriori 5 giorni con 2 compresse al giorno. Inoltre quotidianamente assumevo Gaviscon per 2 volte al giorno dopo i pasti principali (il tutto per un totale di 15 gg). Tuttavia non vi è stato alcun miglioramento. Da 5 giorni su consiglio del mio medico curante assumo il “Agradel” compresse (integratore a base di aloe) per due volte al giorno prima dei pasti principali, continuando nel contesto il Gaviscon. Ancora ad oggi non noto alcun miglioramento. Preciso che circa otto mesi fa ho sradicato con la terza cura antibiotica, e dopo quasi due anni dalla prima diagnosi, l’Helicobacter. Aggiungo infine che a cavallo dei mesi di Giugno e Luglio c.a. ho assunto alcuni ormoni (cerotti Dermestril ed aspirinetta) per effettuare un tentativo di fecondazione assistita in vitro, e che a metà Agosto ho assunto per 12 gg “augmentin” per la cura dell’nfiammazione della ghiandola di Bartolini (ancora esistente ma oramai l’ultimo dei miei pensieri). Soltanto da 5 gg ho cambiato abitudini alimentari mangiando poco (per scelta) ed “in bianco”.
    Sono molto preoccupata della mia salute e Le chiedo se i soli Agradel e Gaviscon mi possano aiutare a stare meglio o sia meglio assumere o farsi prescrivere altro.
    La ringrazio anticipatamente per la cortesia che avrà a mostrarmi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Bravissima per la dieta, in questa fase è indispensabile attenzione assoluta; avrei forse insistito con Omeprazen e Gaviscon, ma a questo punto continui così.

      L’helicobacter è stato verificato che sia risolto?

    2. Anonimo

      L’ultimo break test l’ho fatto quasi un anno fa ed era negativo. Quindi non mi consiglia di andare da un Gastroenterologo??

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Per ora proverei ancora a seguire i consigli del medico curante, se proprio non passasse sentirà lo specialista.

  13. Anonimo

    caro dott. sono un ragazzo di 33 anni. sono anni che porto questo problema un anno fa sonno stato ricoverato per accertamenti perche o fatto una pancia grossa mi hanno fatto castroscopia e mi hanno trovato iernia iatale enorme sterzata i medici dicono che non e operabile ma io non celafaccio piu sto sempre malato con tanti sintomi brutti prendo 2 andra al giorno e tutte le mattine che mi sveglio vomito tutto il mangiare del giorno prime uguale da come lo mangio a poi una volta o fatto l’egrogafia bevendo il bayer ma non siamo potuti completare perche il bayer tornava indietro mi puo aiutare la ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Età, peso ed altezza?
      Presta attenzione all’alimentazione?

  14. Anonimo

    ok la ringrazio

  15. Anonimo

    un pò perche’ dopo mangiato vado in eruttazione , e’ un lieve bruciore allo stomaco , il bruciore nn e’ fisso ma la puzza di acido si …

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al suo posto segnalerei al medico l’assenza di risultati; il fatto che nemmeno i sintomi della gastrite siano risolti non esclude il fatto che il medico possa aver ragione nella diagnosi, insisterei quindi su questa strada prima di valutare eventualmente una visita odontoiatrica.

  16. Anonimo

    caro dr e’ da una settimana che la bocca mi fà puzza di acido , il mio medico mi ha detto che proviene dalla ernia itale e’ mi ha prescitto l’ antra prima i pasti ma nn serve la puzza nn si toglie nn sò proprio cosa sia lei che mi consiglia ? grz in anticipo 🙂

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Da quanto usa Antra?

    2. Anonimo

      circa un mesetto perche’ soffro di gastrite

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      I sintomi della gastrite sono spariti?

  17. Anonimo

    Salve
    Dottore da due giorni presentò i seguenti sintomi forte dolore alla bocca dello stomaco aria e forti dolori a petto e spalle ..a seguito di controlli fatt negli anni scorsi il gasterologo mi disse che poteva trattarsi di erni iatale che io curai provvisoriamente ..mi chiedevo l ernia iatale presunta potrebbe portarmi questi dolori al petto e spalle ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, soprattutto se presente anche reflusso.

    2. Anonimo

      Cavolo quanto è brutto secondo lei nel giro di due settimane con adeguata dieta e mepral come cura potrei avere miglioramenti ?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, dovrebbero iniziare al massimo entro due settimane, ma possono servirne fino a 4 per arrivare all’effetto massimo.

  18. Anonimo

    Salve Dottore
    soffro di ernia iatale ed esofagite da reflusso, il tutto diagnosticato da gastroscopia. Ho fatto una cura con Esomeprazolo cp 40 mg 1 compressa al mattino per 6 settimane, il Peridon 20 mg prima dei pasti ed il Gaviscon per sei settimane. Fatta questa cura ho smesso di avere acidità di stomaco, ma continuo a soffrire molto spesso di pancia gonfia ed eruttazioni.
    Soffro inoltre di extrasistole dovute all’ernia iatale in quanto a livello cardiaco non ho nessuna patologia.
    Questa è la nota negativa della mia patologia: come posso liberarmi definitivamente di questo fastidiosissimo problema delle extrasistoli ? Sono ormai 2 anni che purtroppo continuo ad averle,in modo minore rispetto a prima della cura, procurandomi un forte disagio in quanto sembra sempre che il cuore si fermi. Fortunatamente non soffro di ansia, ma ci sono dei momenti in cui sembra davvero che mi venga un’infarto.
    Grazie di cuore se vorrà rispondermi e dare una soluzione al mio problema.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Durante la cura farmacologica ne soffriva?
      Peso ed altezza?

    2. Anonimo

      Buona sera
      si anche durante la cura soffrivo di extrasistole.
      Sono alto 1.74 80 kg

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Capita più di notte o di giorno?

    4. Anonimo

      capita piu di giorno, ma se dormo in posizione supina capita anche di notte.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Proverei a perdere peso, in modo da diminuire la compressione che l’ernia esercita sul diaframma; mi aspetto un deciso miglioramento di tutti i sintomi, extrasistole compresi.

    6. Anonimo

      Proverò a perdere 5-6 kg raggiungendo +/- il mio peso forma .
      Per quanto riguarda la pancia gonfia di aria, cosa posso prendere per “sgonfiarla” ? Ho notato che piu aria c’è nello stomaco e piu va ad impattare sull’ernia e quindi sulla frequenza delle extrasitoli.
      Grazie e buona giornata

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In realtà i chili da perdere sarebbero di più, ma in ogni caso dopo 5-6 dovrebbe già iniziare a vedere dei miglioramenti.
      Confermo la bonta dell’osservazione sugli effetti del gonfiore, ma purtroppo non posso prescrivere farmaci; dal punto di vista dietetico provi ad eliminare latte e latticini per vedere se migliora.

    8. Anonimo

      Grazie Dottore, gentilissimo.

  19. Anonimo

    salve ho un ernia hitale con esofagite di primo grado mucosa iperemica con 2 digitazioni longutidinali ore 3 ed oore 6 gastrite cronicaantrale con aree di iperemianon leisoni in bulbo ed in 2 porzione dudoenale

  20. Anonimo

    Buongiorno,
    Il gastroenterologo dopo avermi diagnosticato un’ernia jatale (gastroscopia) mi ha prescritto il pariet, da prendere praticamente sempre ( lo interrompo solo quando non ho la nausea) e il gavison all’occorenza. Da circa tre mesi ho una tosse persistente, si manifesta di giorno; il medico di base mi ha prescritto un sedativo della tosse (levotuss) il ripoan e un rx al torace. Mia mamma ha l’ ernia jatale e la tosse praticamente sempre. In effetti come ha descritto lei, sembra una tosse asmatica. Cosa posso fare per non avere la tosse?
    La ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questo periodo sta assumendo sia Pariet che Gaviscon?

    2. Anonimo

      Sono riuscita a sospendere il pariet a giugno, lo specialista mi ha dato la cura a novembre 2012….il gaviscon terminata la cura non l ‘ho più utilizzato…

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se il suo medico fosse d’accordo valuterei di provare a ripetere la cura, per verificare che non sia tosse da reflusso.

    4. Anonimo

      Grazie per l’indicazione…le farò sapere.
      Arrivederci

  21. Anonimo

    Grazie 1000 x La sua tempestiva risposta! Saluti

  22. Anonimo

    Buongiorno dott. Cimurro
    Le scrivo xkè volevo un informazione… Praticamente 2 anni fa mi sono operata di ernia iatale xkè dopo 15 anni di terapie con antiacidi ecc continuavo a stare male e quindi decisi di operarmi… La domanda è questa : passati i 2 anni dall intervento posso avere una gravidanza ? O ci sono complicanze? In attesa della vostra risposta la saluto e la ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso non c’è alcun problema, anche se ovviamente l’ultima parola spetta al ginecologo.

  23. Anonimo

    grazie dottore:-)

    1. Anonimo

      Buongiorno dottore,
      Ho da qualche mese un gonfiore localizzado in basso a destra dell addome soprattutto quando sono stesa mi esce tipo una bozza li ,senza dolore ma fastidio. Il guaio è che da qualche settimana il fastidio si é esteso alla bocca dello stomaco e spesso mi fa problemi di digestione , gonfiore a pancia dura! Inoltre ho il ciclo ritardato e molte perdite marroni .. Sono disperata non so a chi rivolgermi perchè non capisco se sia un problema ginecologico o di gastrologia.. Premetto che soffro di cisti ovariche ma queste sensazioni e gonfiori sono del tutto nuovi.. Grazie dell attenzione

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il primo passo è il medico di base che, attraverso una visita, potrà farsi un’idea di massima ed inviarla allo specialista più indicato.
      Il gonfiore fa effettivamente pensare ad un’ernia, ma è difficile metterla in relazione agli altri sintomi.

  24. Anonimo

    al momento mi hanno prescritto lansox 30mg una al giorno! puo bastare??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo! Non ne giudichi l’effetto prima di 15-20 giorni.

  25. Anonimo

    sn gia stato dal medico curante e anche lui mi ha detto che puo essere una causa!e cosa dovrei fare x stare neglio????

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Aspettiamo di vedere l’esito dell’helicobacter, in base a quello verranno prescritti i farmaci più adatti.

  26. Anonimo

    stanno analizzando a dire il vero!!!

    1. Anonimo

      se ho il batterio del quale al momento mi sfugge il nome!!

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Helicobacter; confermo che potrebbe influire sul respiro, ma le raccomando di segnalare il sintomo al medico per le opportune verifiche.

  27. Anonimo

    salve dottore ho effettutato una gastroscopia e mi hanno detto che go la bocca dello stomaco dilatata e gastrite! !a volte non riesco a completare il respiro! puo dipendere da questo??e cm potrei curarmi???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Età, peso ed altezza?

    2. Anonimo

      ho 24 anni, sono alto 1, 66 e peso 65 kg!!!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dalla gastroscopia è emerso anche reflusso?

  28. Anonimo

    cosa significa alterazioni mucosali di tipo villoso al bulbo ?
    istologico:mucosa amtrale con congestione ematica della lamina propria .hp- tutto il resto dell’istologico nei limiti della norma
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra un po’ di gastrite, ma il suo medico valutando tutta la gastroscopia sarà più preciso.

  29. Anonimo

    BUONASSERA DR CIMURRO, allora ho fatto gli esami del sangue e non sono intollerante ne al lattosio ne alla celialchia….ho fatto la gastroscopia con biopsia ed è risultato : GASTRITE CRONICA MODERATA ed helycobacteri pilori +++ prendo omeoprazolo 10 mg e GAVISCON dopo i pasti….a volte ancora bruciore che parte dal petto ed arriva fino alla gola e alla lingua e sento come grande calore ma non tt i gg…. non ho esofagite duodenite o lesioni ecc…ma non capisco allora come mai sento questi bruciori…sempre secondo lei il reflusso esofageo ed ernia iatale, in qst gg anche extrasistole che continuano cmq a farmi paura….. so che non può prescrivere farmaci ma secondo lei può bastare ciò che prendo? ma alla fine cos è il reflusso? io non ho rigurgiti… solo bruciore e stomaco dilatato. grazie dr Cimurro cordiali saluti VILMA

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Ha una gastrite cronica con helicobacter, è quella la causa; il suo medico le proporrà probabilmente di curare l’infezione.
      2. Il reflusso è la risalita degli acidi dello stomaco verso la bocca, spesso in modo del tutto inconsapevole (non arrivano in bocca).

  30. Anonimo

    caro dottore, diversi anni fa feci una gastroscopia per un forte maldistomaco . fu trovata una piccola ernia iatale ma il medico non gli dette nessuna importanza mentre era la bile che invece di scendere nell’intestino risaliva nello stomaco. Era un fatto di stress,mi dette una cura e tutto si risolse.A distanza di tanti anni mi siè formato un diverticolo piuttosto gosso nell’esofago ma tutti i medici mi consigliano di non operarlo.Da qualche mese ho lo stomaco molto gonfio, non mi fa male e digerisco benissimo . ci può essere qualche relazione tra il diverticolo e l’ernia iatale e il gonfiore di stomaco?La ringrazio tantissimo per un suo parere.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente l’ernia iatale è una (con)causa del gonfiore, mentre non vedo connessioni con l’esofago.

    2. Anonimo

      buongiorno dottor cimurro ,ho fatto la gastroscopia due settimane fa perchè non stavo bene con lo stomaco da mesi il più delle volte associato a tachicardia ho fatto tutti gli accertamenti al cuore con elettrocardiogramma e ecografia tutto bene mentre mi hanno trovato un inizio di ernia jatale all’esofago di circa 20millimetri,volevo chiederle il tutto è associato ?ci sono delle cure per farla rientrare oltre a seguire un’alimetazione corretta ,ci sono esercizi di respiro da fare e la perdita di peso può essere associato le ricordo che ho smesso di fare palestra perciò magari è solo massa muscolare che ho perso ,la ringrazio anticipatamente grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, probabilmente la causa è l’ernia iatale.
      2. Perdere peso, quando necessario, è indispensabile, ma in genere si può solo tenere sotto controllo i sintomi con stile di vita ed eventualmente farmaci.

    4. Anonimo

      il mio dottore ha detto che non ci sono cure e probabilmente potrebbe rientrare ,io sono quasi sicuro che è dovuta a uno sforzo addominale fatto in palesta perchè que giorno sono stato male quando ho smesso l’allenamento e prima non ho mai avuto nessun sintomo la mia domanda è ,è vero che potrebbe rientrare e in quanto tempo e devo seguire un’alimentazione dovuta al mio gruppo sanguigno A rh D POSITIVO

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il gruppo sanguigno non influenza in alcun modo l’alimentazione che deve seguire.
      Sono un po’ scettico sul fatto che possa rientrare; quanto tempo fa si è verificato l’episodio durante l’allenamento?

    6. Anonimo

      l’episodio si è verificato circa 5 mesi fa quando sono iniziati i primi sintomi ,posso riprendere a fare palestra e nel frattempo devo seguire una terapia ?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza dubbio sì, ma valuti con il medico quali esercizi evitare.

La sezione commenti è attualmente chiusa.