Tutte le domande e le risposte per Ernia iatale dello stomaco: sintomi, dieta e rimedi
  1. Anonimo

    grazie per la sincerita,e per la risposta,adeso vi prego un altra roba dove poso trovare una lista intera con coza se po mangiare e coza no se po mangiare per gastrite e ernia iatale che su un posto o trovato che latte fa bene su un altro sito era scritto de no dove poso trovare quella benedetta lista, grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il latte è da evitare, alcune altre indicazioni le trova nell’ultimo paragrafo del testo.
      In generale consiglio comunque di verificare personalmente quali sono gli alimenti che le danno fastidio.

    2. Anonimo

      ciao vi pongo il mio caso . 2 anni fa ho eseguito un bendaggio gastrico pesavo 96 kili adesso sono 63 kili fin qui tutto bello ma da cirva 3 mesi soffro di reflusso gastrico, prendo antiacidi cerco sempre nuovi metodi per migliorare il mio stare bene ,tipo ceno con uno yogurt o un gelato entro le 18 sino ad adesso risultato notti insonni sos aiuto tra le cose che sono vietate da mangiare c e anche il latte e le mozzarelle? grazie attendo risposta un bacio a presto

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Latte e latticini sono soggettivi, ma una grossa fetta della popolazione oltre una cera età tra beneficio da una decisa riduzione delle quantità assunte; in altre parole vale la pena provare a diminuire sensibilmente le dosi per almeno 2-3 settimane e vedere come va.

  2. Anonimo

    b sera gentile dottore sono una signora di 31 anni da circa 1 settimana ho delle coliche alla pancia , diarrea e aria molta ,alcune volte vado in bagno e faccio aria e sangue il medico di base mi ha prescritto delle cp x le emorroidi che sinceramente tempo fa’ ho sofferto ma con le cp nulla e’ cambiato poi mi ha prescritto normix piu’ loparamide x la diarrea ma nonostante non e’ che sia cambiato tanto lei saprebbe dirmi di cosa piu’ o meno si tratti?la ringrazio in anticipo.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Normix per quanti giorni l’ha assunto? Quanti al giorno? E’ un periodo stressante?

  3. Anonimo

    il medico ha detto 2 mattina e 2 sera x 5 giorni di normix sono due giorni che li sto’ prendendo in piu’ fermenti lattici di periodo stressante ce ne’ un po ‘ ma la cosa che mi preoccupa e che ho aria continuai n tutta la giornata e spesso faccio aria o feci liquida con sangue gz x la sua rapida risposta ancora cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Diamo tempo a Normix di fare il suo effetto (l’aria è diretta conseguenza del malassorbimento che provoca diarrea, quindi risolvendo uno passa anche l’altro); quello lascia un po’ più perplessi è il sangue, ma se al termine dei 5 giorni non sarà passato le verranno probabilmente suggeriti ulteriori esami.

  4. Anonimo

    Salve ho 30 anni sono alto 1,78 e peso 67kg sono sempre stato in buona salute ma
    da circa 4 mesi soffro prostatite e di fastidi gastrici vari:
    difficoltà a digerire, eruttazioni continue(anche a letto ma mentre dormo no, ho rialzato il letto per evitare il reflusso),reflusso di acidi dello stomaco, bocca amara, bruciore di allo stomaco e alla pancia,stitichezza e altra volte diarrea mai normale insomma.
    Il gastroenterologo sospetta un ernia itale e mi ha prescritto una gastroscopia e dei farmaci
    Ranitidina 300mg (che ferma il reflusso e diminuisce le eruttazioni e i bruciori ma non li ferma)
    e due bustine dopo pasto Sucramal(che mi sembra non servono a nulla)

    Da 4 mesi sto attento a cosa mangio e bevo solo acqua sono disperato

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per quando è prenotata la gastroscopia?

  5. Anonimo

    devo ancora prenotare ma immagino non prima di 2 o 3 mesi.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per ora è difficile fare ulteriori ipotesi; i farmaci dovrebbero calmare i sintomi nel giro di 10-15 giorni al massimo, se fosse già trascorso questo lasso di tempo contatti il medico per aggiornarlo sulla inefficacia dei farmaci.

  6. Anonimo

    Si si, no ho più il reflusso con i farmaci però ho sempre queste eruttazioni continue

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ stressato? Mangia troppo velocemente?

  7. Anonimo

    Stressato no però ovviamente tutti questi problemi mi danno fastidio, cerco di mangiare lentamente ma le eruttazioni mi accompagnano dalla mattina appena mi sveglio ( a digiuno) fino a quando non mi addormento.
    P.S. oggi ho pure il palato infiammato forse sono questi farmaci che prendo non so

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Provi eventualmente ad associare del carbone vegetale dopo i pasti, magari chiedendo prima il parere del medico o del suo farmacista.

    2. Anonimo

      ok grazie,sentirò

  8. Anonimo

    Un’ernia iatale può provocare una fibrillazione al cuore? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è certamente possibile.

    2. Anonimo

      grazie mille

  9. Anonimo

    Salve ho 33 anni e sono stata operata da 4 giorni di ernia iatale da scivolamento con metodo Nissen.. Volevo sapere se era un cosa normale avere problemi di aria nella pancia, non riuscire a evacuare tranquillamente e avere la sensazione di intestino intasato. Ho provato a fare dei clisterini ma non risolvo a pieno il problema.. Cosa potrebbe consigliarmi?
    PS: il problema dell’aria ho provato a risolverlo con del carbone attivo ma non funziona.
    Grazie in anticipo!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Direi che è tutto considerabile normale; è dal giorno dell’intervento che non evacua?

  10. Anonimo

    Diciamo che ho evacuato poco dopo l’intervento (2 volte), per lo più ho avuto diarrea, ma questo “credo” dipenda dal cibo semiliquido che sto ingerendo.
    Quando ho la sensazione di pancia gonfia comuque ho fastidio alla parte operata dello stomaco e non capisco perchè questo si irradia alla spalla sinistra!
    Comunque stamattina ho evacuato un altro pochino con l’aiuto però di 3 pillole alle erbe che ho preso ieri sera.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima l’intestino dovrebbe riprendere a lavorare regolarmente poco per volta, ma finchè non riprenderà una dieta più solida è assolutamente normale avere difficoltà e non necessariamente è indispensabile evacuare quotidianamente.