1. Anonimo

    Essendo stato operato di ernia al disco circa una decina di giorni fà, (L5-S1), Vorrei sapere se camminare anche per lunghi periodi fa bene, anzichè stare seduti e/o sdraiati. Grazie per la risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non so cosa intenda per lunghi periodi, ma a mio avviso è meglio evitare sforzi prolungati nell’immediato, aumentando invece gradualmente durata ed intensità degli esercizi.

    2. Anonimo

      Chiedo scusa, per lunghi periodi intendo camminare per mezz’ora e/o tre quarti d’ora a passo regolare, ovviamente con il busto semirigido e scarpe da ginnastica. Tenga presente che ho iniziato abbastanza gradualmente, prima passeggiando in casa, poi brevi uscite, sino ad aumentare. Grazie per la risposta.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non sente NESSUN tipo di fastidio o stanchezza probabilmente non c’è problema, ma le raccomando comunque cautela, attenzione e gradualità.

  2. Anonimo

    Buonasera, ho subito una microdiscectomia per grossa ernia estrusa L5-S1 35 giorni fa. Mentre per il primo mese non avvertivo dolore e ho ripreso a camminare e la vita normale velocemente, da circa una settimana avverto dolore alla schiena , sempre nella stessa zona di prima e anche un certo fastidio alla gamba. Non capisco a cosa sia dovuto questo dolore. Pensa che sia utile che cominci a fare degli esercizi di ginnastica lombare o è troppo presto? E’ meglio che stia a riposo? Poichè stavo bene dopo l’intervento non vorrei aver cominciato a camminare troppo presto…Sono molto confusa. Grazie per la risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ senza dubbio importante assoluto risposo ed un parere del chirurgo.

  3. Anonimo

    Risposta sulla risonanza magnetica.
    canale osseo vertebrale ampio su tutti i distretti. A livello L5/S1 si apprezza una grossolana osteofitosi posteriore del corpo vertebrale della L5, paramediana dx che riduce sensibilmente il forame di congiunzione e risulta importante causa irritativa a livell dell’eminenza radicolare S1 di dx per compressione sul sacco durale. manifestazioni osteofitosiche artrosiche posteriori sono evidenziabili anche in L4/L5 ma in minor grado rispetto a quanto segnalato in L5/S1a dx, si associano manifestazioni di artrosi interapofisaria prevalenti da L3 ad S1 ed in LL3/L4/L5, più evidenti in L4/L5 ed L5/S1. perdita della fisiologica lordosilombare in accordo ad atteggiamento antalgico. ostococondrosi delle limitanti intersomatiche e nuclei di schmorl della limitante somatica inferiore di L4 e L5. regolare il cono midollare-cauda equina. GRAZIE…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non sento di avere le competenze necessarie alla valutazione, che risulterebbe decisamente supeficiale. Mi dispiace.

    2. Anonimo

      mi potrebbe suggerire dove potrei rivolgermi..? GRAZIE

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Oltre al suo medico, potrebbe provare sul sito medicitalita.it:

    4. Anonimo

      caro dottore volevo sapere se con l’ernia al disco prende anche la gamba.grazie

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, può dare fastidio o causare dolore anche alla gamba.

  4. Anonimo

    Salve, io mi sono sottoposto all’intervento chirurgico, togliendo un’ernia all’altezza L4-L5, ho ancora due protusioni di cui una l5-s1. Dopo l’intervento i dolori e i fastidi(molti) che avevo prima sono spariti, ma ora dopo 4 mesi dall’intervento, faccio ancora fisioterapia e nuoto, mi sento dei fastidi intorno alla parte operata che non mi sembrano normali. Ora mi chiedo se tutto ciò sia regolare, i dottori mi dicono che è una questione di tempo, che ci voglio 6 mesi, ma io sento fastidi, come bruciore, soprattutto di notte, mi dicono che dipende dal freddo, dipende dal tempo che passo in piedi. Ma 4 mesi dall’intervento è normale? Io ho paura che sia la protusione l5-s1 che dia fastidio, dal controllo(Risonanza) fatto di recente(dopo l’intervento) questa non risulta variata, ma allora che i sta succedendo? qualcuno mi sà spiegare? è solo questione diu tempo…o non sò….

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Molto probabilmente è effettivamente questione di qualche settimana ancora.

    2. Anonimo

      Salve sono oramai 7 mesi e il dolore continua a persistere i dottori mi dicono che è normale, ma a me sembra assurdo, avevo si, una bella ernia(bilaterale), ma i tempi di recupero erano previsti per 6 mesi, sono a sette e sento ancora le scosse, fastidi, la notte non riesco a dormire su di un lato, che succede? sono scettico sull’esito dell’intervento.. secondo me non tutto è andato per il verso giusto. Ho consultato altri dottori, ma i pareri sono contrastanti, il mio neurochirurgo dice che ho bisogno di ginnastica(stratching) e nuoto,fatto…ma niente. Un’altro neurochirurgo mi ha messo a riposo, antibiotici e busto…niente. L’ultimo mi ha dato vitamine(b12,b6) e un’integratore alimentare, sei settimane, sono alla prima ma niente di meglio. Io sono sempre del parere che è difficile che tornerò come prima, l’intervento a differenza di quello che dicono i medici..è andato male ed è evidente, non riesco a chiedere la schiena a chiocciola e stare in piedi per molto, la notte mi dà fastidio.. ma secondo voi che succede? è consigliato la ginnastica per distendere la schiena o preferibile il riposo assoluto? che devo fare…

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non occupandomi di questo campo temo purtroppo di non saperla aiutare; per quanto riguarda la questione dell’esercizio fisico, a lei sembra che le dia sollievo o che sia affaticante per la schiena?

    4. Anonimo

      Ma a me sembra che mi dia sollievo, nel senso che provo dolore, ma come non effettuo gli esercizi,sono soggetto a contratture alla schiena…e dolori forti, alcuni dottori mi hanno detto di fermarmi, il neuro chirurgo che mi ha operato dice che questi esercizi oramai li devo sempre fare…a chi credere? non vorrei che facendoli forzo? che ne pensate? oramai sono sfiduciato non credo che torni tutto a posto. Ma quanto sono i tempi di norma per il recupero? A chi mi posso rivolgere…

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi occupo di questo campo e non sono in grado di fare valutazioni concrete; se comunque fino ad oggi ha sempre fatto l’attività fisica consigliata non credo ci siano controindicazioni ad interromperla per 3-4 settimane e vedere come va.

    6. Anonimo

      ciao Danilo, mi dispiace per la tua brutta situazione, hai fatto una risonanza dopo 4 mesi dall’operazione e risulta invariata?? Prova a contattare un CHIRURGO VERTEBRALE.
      Mi avevano indirizzato da un NEUROCHIRURGO ma per mia fortuna mi ha operato un chirurgo vertebrale, che a differenza del neurochirurgo il suo lavoro è esclusivamente nella colonna vertebrale.
      Prova. Io ora sono in attesa di fare fisioterapia per almeno 1 anno. Ciao

  5. Anonimo

    Salve, Io sono un istruttore di arti marziali, ho 28 anni e vivo a Sydney, ho un ernia al disco, l’ osteopatia mi ha aiutato molto, pero’ tutt’ ora sento dei lievi disturbi alla gamba sinistra e alla schiena dopo le mie sedute di allenamento e sparring e a volte anche durante le mie lezioni, provero adesso con la fisioterapia, la mia domanda e’, riusciro’ mai a tornare a calciare e a competere come ho sempre fatto prima dell ernia? principalmente m’ interessa perche’ il mio lavoro si basa sulla mia abilita’ nel sollevare la gamba.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non mi occupo di questo campo, nel suo caso proverei a valutare con un chirurgo di fiducia la possibilità di intervenire.

  6. Anonimo

    Aiah, Proprio quello che volevo evitare, cmq la ringrazio del suo aiuto e terro’ in conto il suo suggerimento, ancora grazie e buon lavoro.

  7. Anonimo

    buon giorno mi chiamo vittorio ho 43 anni sono stato operato all’ernia del disco tra L5 S1 esattamente 3 settimane fa ma ho gli stessi dolori che partono da dentro la parte superiore della coscia sino al polpaccio esterno sono preoccupato perche’ proprio per quel motivo mi sono operato non so se ho risolto il problema e sto sempre prendendo due volta al giorno anti infiammatori i primi 14 giorni il bruffen e da una settimana il celebrex ringrazindoVi per una Vostra gentile risposta porgo distinti saluti vittorio grieco

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In questo momento è a riposo? Che tempi di guarigione le ha prospettato il chirurgo?

  8. Anonimo

    SALVE HO UN ERNIA DEL DISCO L5S1 E DA CIRCA 15 GIORNI HO DEI DOLORI MOLTO FORTI HO FATTO LA CURA CON IL CORTISONE CHE HA ALLEVIATO MOLTO IL DOLORE MA NON E è PASSATO DEVO INCOMINCIARE A FARE FISIOTERAPIA MA SONO DUE GIORNI CHE IL DOLORE è TORNATO PIU’ FORTE COSA MI CONSIGLIA GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non ho modo di aiutarla concretamente, ma valuterei con il medico se ripetere un ciclo di antinfiammatori o, se possibile, prendere in considerazione l’intervento.

  9. Anonimo

    Salve….mi chiamo Serena e sono stata operata circa 25 gg fa di ernia al disco in zona L5 S1…a livello di dolori post.operatori non ho avuto problemi,ma ciò che mi tormenta è un dolore al polpaccio…e alla gamba interessata…volevo sapere se tutto questo era normale…grazie e saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ stata per molto tempo a letto nei giorni prima e dopo l’intervento? Ha assunto farmaci o le sono state praticate iniezioni subito dopo l’operazione?

  10. Anonimo

    Buongiorno, sono stata operata di ernia al disco (intersisziale L3) il 20 dicembre 2010 che mi ha causato forti dolori fino allo stinco ma soprattutto al ginocchio sx. Ancora oggi non mi sento in forma. Infatti ho ancora dei dolori e non ho forze sulla gamba interessata.
    C’è anche da dire che permanendo il dolore al ginocchio, tanto da dover usare la stampella per deambulare, il neurochirurgo mi ha consigliato di fare una visita ortopedica dove mi hanno riscontrato una meniscopatia per la quale ho fatto un’infiltrazione e solo dopo più di 20 giorni è cominciato a scomparire il dolore intenso al ginocchio. Purtroppo ancora oggi, come dicevo, sento dei dolori oltre che al ginocchio anche sui fianchi e una pesantezza sulla schiena che mi procura difficoltà nel girarmi a letto. Sto usando ancora il busto semi rigido e da una settimana ho ripreso a lavorare (in ufficio dove sto seduta). Purtroppo non ho fatto ancora della fisioterapia anche perchè nessuno mi ha spiegato se è utile farla in questo stato. Mi sento infatti contratta anche perchè il fastidio del ginocchio mi condiziona sul modo di camminare. Alla luce di quanto suddetto,gradirei conoscere se posso fare fisioterapia e quali esercizi consigliate grazie.
    Distinti Saluti Rosella60

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso potrebbe essere utile fare fisioterapia, è necessario rivolgersi ad un fisioterapista non improvvisato che saprà consigliarle gli esercizi più adatti a velocizzare la ripresa.