1. Anonimo

    Salve Dr Cimurro, viste le prossime vacanze volevo chiederle se le passeggiate in montagna ma in quota quindi anche salite possono nuocere a
    Mio marito che ha 70 anni, 2 anni fa stessa localita ‘ stesse escursioni ma tutto bene anzi tiro il fiato io che di base ho 80 pulsazioni e quindi maggior fiatone che li che e’ brachicardico (50/55 pulsazioni) lei cosa ne pensa ? Escursioni con soste senza affaticarsi troppo o cosa? Saluti Antonella!!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tutto quello che si sente di fare non è un problema (se la sua paura è la bradicardia).

  2. Anonimo

    buonassera dottore Cimurro, cosa vuol dire qandop si sentono come dei tremolii nei muscoli e nei nervi di tutto il corpo? premetto che è un periodo per me di grande tensione nervosa per vari motivi, e quando vado a letto appunto sento come vibrare in tutto il corpo, pensa che sia sintomo dello stress che sto subendo in questo periodo? grazie mille Paola

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo, l’ipotesi più probabile è proprio lo stress.

  3. Anonimo

    volevo anche dirle che sento anche fastidio della pelle fredda e sento appunto il bisogno di avere un golfino che mi riscaldi il muscolo alto del braccio invece il molto meno al muscolo sopra il polso, questo dall altro ieri che sono stata in montagna e faceva freddino.
    Ho letto il bugiardino dell Eutorox (50 e 75) che assumo alternativamente, che ci possono essere dolori muscolari, lei cosa ne pensa? non l ho sempre comunque anzi molto sporadicamente. grazie per la risposta. Patrizia

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I valori degli ormoni tiroidei nel sangue vanno sicuramente valutati periodicamente, ma i fastidi che descrive possono essere semplicemente dolori che è normale che aumentino con freddo/umidità.

    2. Anonimo

      GRAZIE MILLE DOTTORE, FARO’ ANCHE UN CONTROLLO DEGLI ORMONI TIROIDEI, L ANNO SCORSO IN OTTOBRE ANDAVANO BENE MA FORSE SARA’ MEGLIO CHE RICONTROLLO. CORDIALMENTE patrizia

  4. Anonimo

    62

  5. Anonimo

    Buon giorno, la disturbo per chiederle una sua opinione, in questi gg con l umnidità dell aria e anche un po’ frschina, da ieri noto che i muscoli alti della braccia mi fanno male ma non sempre ma quando sento delle fitte… e con l aria fredda mi da fastidio anche alla pelle, invece col sole e col caldo non sento questo disturbo, potrebbe spiegarmi cosa potrebbe essere? grazie mille, Patrizia

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Quanti anni ha?

  6. Anonimo

    E’ 2 ANNI CHE HO PROBLEMI DI MAL DI SCHIENA E SCIATALGIA.
    IERI SONO ANDATO A RITIRARE IL REFERTO DELLA RM DEL RACHIDE LOMBO-SACRALE.
    MANTENUTO L’ALLINEAMENTO METAMERICO DEL MURO POSTERIORE.
    NEI LIMITI DELLA NORMA LE DIMENSIONI DEL CANALE SPINALE.
    IL DISCO D10-D11 PROTRUDE DAI PROFILI OSSEI IN SEDE POSTERO-LATERALE DESTRA.
    LI DISCO L3-L4 PROTRUDE DAI PROFILI OSSEI IN SEDE POSTERO-LATERALE SINISTRA,DOVE IMPRONTA L’ASTUCCIO DURALE.
    IL DISCO L4-L5 PROTRUDE IN SEDE INTRA ED EXTRAFORAMINALE SINISTRA DOVE DETERMINA CONFLITTO CON L’EMERGENZA NERVOSA L4 OMOLATERALE.
    E’ RIDOTTO IL SEGNALE DEL DISCO L4-L5 IN RAPPORTO A DISIDRATAZIONE.
    LIEVE SPONDILOSI MARGINO-SOMATICA CON ASSOCIATE PICCOLE ERNIE INTRASPONGIOSE SI SCHMORL.
    IL CONO MIDOLLARE E NORMALE PER MORFOLOGIA, DIMENSIONI ED INTENSITA’ DI SEGNALE.

    LUNEDI’ HO UN APPUNTAMENTO CON IL FISIATRA , SARA’ ABBASTANZA UNA BUONA FISIOTERAPIA E UN ATTENTO CONTROLLO SVOLGIMENTO DI GIORNATA.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A mio avviso è difficile fare previsioni a priori, sono ottimista, ma non me la sento di garantirle al 100% che sarà sufficiente.

  7. Anonimo

    E’ stato, nelle sue argomentazioni molto esauriente e chiaro, posso dirlo con cognizione di causa in quando anch’io soffro di ernie discali e ultimamente sono a decidere se per intervenire chirurgicamente e che tipo di intervento, comunque una cosa che posso dire è che ogni caso va esaminato a se non si può generalizzare.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      “Ogni caso va esaminato a se non si può generalizzare”.

      Condivido pienamente.

  8. Anonimo

    affetta da crps e portatrice di pace maker midollare ricaricabile…………………………..con protusione discale L5-S1,L4………………..ma si posson operare?premetto che il problema è nato da un troncamento del nervo ischiatico

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ una situazione che va al di là delle mie competenze, mi dispiace.

  9. Anonimo

    Ciao a tutti, sono un ragazzo di 30 ani che da circa un anno soffre di ernia al disco L4/l5. Con l’ozonoterapia e vari farmaci (soldesan + nicetile) sono riuscito a rimettermi in piedi ma da circa un mese ho avuto un’improssiva ricaduta: di notte non c’è modo di stare sdraiaiti se non sul fianco altrimenti è un continuo dolore e irrigidimento dei muscoli..Volevo chiervi se un buon osteopata poteva aiutare in tal senso o se mi consigliate altre strade
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sentirei forse un ortopedico.

  10. Anonimo

    buogiorno, mi chiamo Marco ho 23 anni, pochi giorni fa sono stato operato per unernia al disco l5 s1 espulsa, dopo due giorni di degenza sono stato dimesso, e già durante l’ultimo giorno di degenza accusavo forti mal di testa quando provavo a mettermi in piedi, ora sono al quarto giorno di convalescenza e ancora accuso questi forti mal di testa, che si attenuano solo quando mi sdraio, volevo chiederle se è normale… il giorno prima dell’intervento ho avuto una febbricola che in ospedale non hanno capito da cose poteva dipendere, in quanto le mie analisi erano perfette, dal giorno dell’intervento non ho più avuto febbre ma solo questo forte mal di testa, sa dirmi se è normale? grazie Marco.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Può essere spiegabile come stress connesso all’intervento e forse temporanee conseguenze dell’anestesia, in ogni caso consiglierei di sentire anche il parere del medico.