Tutti i commenti e le FAQ per Epididimite: sintomi, terapia e cause

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Dottore non saprei dove altro scrivere, il mio fidanzato durante una partita di calcetto ha ricevuto una botta ai testicoli. La sera siamo tornato a casa, dopo il forte dolore la situazione si era un attimo attenuata, ma poi il dolore è continuato, anche se attenuato…è persiste anche adesso localizzato sotto al testicolo sinistro e un po’ sopraAlla pancia dalla stessa parte.
    È restio ad andare dal medico… Ma è normale che il dolore perduri così tanto?
    Cosa possiamo fare per conseguire un’autoanalisi di modo che ci si possa tranquillizzare un attimo?
    La ringrazio

    1. Anonimo

      dottore buonasera k ne dice se contatto un chirurgo? Xk ho paura k sia tutto dovuto dalla rete dell’ernia. Potrebbe essere un nervo intrappolato?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi ricorda quando ha subito l’intervento e da quanto è nato il fastidio?

    3. Anonimo

      l’ intervento di ernia risale nel 2008 il fastidio e iniziato 5 mesi fa’. Oggi sono ritornato dal mio medico curante mi ha dato il toradol per tre giorni. K ne pensa lei?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ritengo poco probabile che sia l’ernia, dopo più di un anno e mezzo.

    5. Anonimo

      dott buonasera sono passati cinque anni dall’intervento di ernia ieri il medico curante mi ha dato il toradol ne ho presi già due ma non ho avuto alcun beneficio come faccio?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma davvero una situazione al di là delle mie competenze.

  2. Anonimo

    dott buongiorno e da più di sei mesi k soffro di un eppidimite almeno così mi e stato detto. Soffro di dolore al testicolo sx specialmente dopo rapporti sessuali. Ho fatto spermiocoltura con antibiog e risultato positivo a e.coli il mio urologo mi ha dato delle erbe sys serenoa e mi ha detto k va via molto tempo x andar via. Mi devo fidare grazie x una vs risposta

    1. Anonimo

      no non ha prescritto antibiotici xk dice k la carica batterica e bassa. Ma come faccio con questi dolori?domani devo ritornare dall’urologo perché non ce la faccio più ma secondo lei va via molto tempo grazie x la ris dottore

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo specialista potrebbe decidere di associare un antidolorifico.

    3. Anonimo

      buongiornon dottore sono ritornato dall’urologo e mi ha detto k non mi vuol dare antibiotici perché x lui non c’e ne bisogno. Mi ha detto di continuare con il pronat. Ha detto k può essere una forma di congestione dei tessuti in quanto ho avuto un operazione di ernia inguinale. Secondo lei e la strada giusta! Mi ha anche detto di non andar più in palestra x un po’. Spero di fidarmi e fare bene grazie x la vostra ris sempre immediata

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo per dubitare, anzi, è raro vedere questa sicurezza nell’evitare l’antibiotico, quindi seguirei scrupolosamente le indicazioni.

    5. Anonimo

      buongiorno dottore si io le indicazioni le sto seguendo ma purtroppo il dolore e sempre presente. A volte non ce la faccio proprio più. Ieri sono andato dal mio medico curante k mi ha detto le stesse cose dell’urologo e mi ha detto di aver pazienza. Ma quanto tempo devo aspettar ancora? Grazie dottore

  3. Anonimo

    Gent.mo Dottore ho praticato una terapia di Antabiotci tra cui il Rocefin poi Unasyn e bentelan Tazocin bentela e Catasma x bronchite asmatica tutto x circa 30 gg e possibile che uno di questi mi porta alla sordita’
    con affetto la saluto. GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi verifica il nome dell’ultimo, catasma non mi risulta.

  4. Anonimo

    buonasera,

    si tutti e due le volte. resistenza solo a amoxicillina e ampicillina.
    mi sono dimenticato anche di dirle che 3 giorni fa prima di iniziare la cura ho fatto anche un’ urinocultura positivo per pseudonomas aeroginosa.ma il medico mi ha detto di continuare la terapia.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se la ciprofloxacina non è fra le resistenze non è sbagliato ripeterlo.

  5. Anonimo

    BUONASERA DOTTORE,
    UN MESE FA HO FATTO UNA CURA CON CIRPOXIN 1000 PER E.COLI. POSITIVA SULLO SPERMIOCULTURA.
    TRE GIORNI FA HO RIPETUTO IL TAMPONE E SPERMIOGRAMMA E IL RISULTATO E’ STATO, CHE SPERMIOGRAMMA OK, MA SPERMIOCULTURA DI NUOVO POSITIVO PER E. COLI. IL MEDICO MI HA PRESCRITTO DI NUOVO LA CURA CON IL CIPROXIN.
    VOLEVO CHIEDERLE SE SECONDO IL SUO PARERE E’ CORRETTO RIPETERE LA TERAPIA CON LO STESSO FARMACO IN QUANTO LA PRIMA VOLTA NON E’ STATO EFFICACE?
    i sintomi che ho tuttora sono solo bruciore durante l’eiaculazione anche assumendo il ciproxin

  6. Anonimo

    Buonasera dottore, un paio di mesi or sono mi è stata riscontrata la gonorrea e curata con Rocefin.
    Il controllo successivo ha dato esito negativo.
    Tuttavia periodicamente sento dolori al testicolo sx e mi sembra anche sia leggermente gonfio. I dolori poi quando sono più forti si espandono alla coscia e verso la pancia.
    Cosa mi suggerisce di fare? Le preciso che tutti gli esami MTS hanno dato esito negativo
    Grazie per la risposta che mi darà.
    La saluto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’urologo cosa ne pensa? Ha prescritto antinfiammatori al bisogno?

  7. Anonimo

    Quando sono seduto a casa o in ufficio avverto una forte sensazione di bruciore e fastidio che si irradia nei testicoli, mentre se sto in piedi o disteso sul letto la sensazione quasi sparisce. Sto seduto diverse ore al giorno ma faccio anche molta attività fisica per 3 volte a settimana (faccio circa 30 km di jogging in totale). Quando corro non ho alcun fastidio. L’anno scorso ho fatto una cura di permixon per problemi di prostata con presenza di grumi semisolidi di colore giallognolo nello sperma. Questo problema ora è risolto ma è da qualche mese che quest’altro fastidio mi tormenta…A suo tempo feci esame urine e spermiogramma dal quale non è emersa alcuna componente batterica ma presenza di qualche leucocita nel liquido seminale. Dopo questi esami non ho più avuto rapporti sessuali. Può essere epididimite? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sinceramente non credo, se ci sono dei precedenti problemi di prostata è possibile che il problema sia collegato.

  8. Anonimo

    Salve ! Volevo chiederle un parere visto che da due anni e pass soffro di dolori saltuari al testicolo sinistro , che avvengono tipo 2 o 3 volte al mese e col tempo pensavo passassero invece no ! Pochi mesi fa feci un ecografia ai testicoli e non è risultata nessuna malformazione o formazione irregolare . Solo che in questi giorni ho scoperto palpando il testicolo sinistro che ho una piccola pallina sullo stesso nella parte finale in basso . Poi da tempo soffro anche di minzione frequente e sono andato a fare l’esame delle urine e non è uscita alcuna infezione ! Quindi ho paura di avere una prostatite in quanto ogni giorno ho la necessità di andare a urinare ogni ora o poco più ! Forse è tutto collegato ? Ho riscontrato diversi sintomi presenti in questo articolo quindi secondo lei che esami approfonditi devo fare ? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non consiglio mai esami, meglio invece appoggiarsi ad un urologo che dopo la visita suggerirà quelli più utili.

  9. Anonimo

    Buongiorno dott, mio marito ha un dolore fisso al testicolo sinistro solo quando lo tocca o capita quando ha i jeans? Lui pensa stress è possibile?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Solo stress mi sembra improbabile, sentirei senza dubbio il medico.

  10. Anonimo

    Salve,
    pochi giorni fa ho avuto un rapporto di semplice petting con la mia ragazza, subito dopo ho avvertito dei forti dolori e gonfiore al testicolo crescene, insomma dopo un paio di giorni il parere dell urologo, con tanto di ecografia, è stato di epididimite. Dato questo fatto, dovrei consigliare alla mia ragazza di fare degli esami per verificare se anche lei ha contratto un eventuale batterio/virus? di che genere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, ma senta il parere dell’urologo o del ginecologa della ragazza.

  11. Anonimo

    salve a tutti,
    sono una moglie disperata:
    a nov del 2011 torna mio marito dal lavoro ( autista) con un forte dolore al testicolo dx ed era motlo gonfio. diagnosi: epididimite, fatte visite, esami, accertamenti e l ha curato con una miriade di antibiotici, antinfiammatori, antidolorifici….dopo un mese circa è tornato alla vita di sempre; ma non è come prima! nei successivi mesi almeno 2 volte al mese, tornava a casa con febbre e cistite. Dopo un anno, ovvero sotto Natale di quest anno, l ho portato al pronto soccorso per forti dolori all addome e ai reni, diagnosi: colica renale! esami vari, ecografie e cura…solito! ma da Dicembre le coliche si sono ripresentate altre 2 volte (nonostante ha seguito una dieta alimentare visto ke si trattava di acidi urici).Quest ultima volta, ovvero fine febb. accusa dolori ai reni, all addome e sopra la testicolo e febbre molto alta, diagnosi: epididimite e idrocele. premetto ke già da ragazzo si era operato sia di idrocele le varicolcele.
    Ora io domando: ne verremmo fuori?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, ne verrà fuori, anche se mi rendo conto che adesso si pensi il contrario.
      I medici come spiegano queste continue ricadute?

  12. Anonimo

    Salve, volevo chiederle un consiglio: stamattina ho avuto un rapporto con la mia partner e appena prima dell’eiaculazione ho provato un dolore lancinante nella zona del basso addome e del testicolo sinistro, che è durato parecchio tempo (direi almeno 15 minuti), al che mi sono sdraiato finchè non mi è passato. Svariate ore dopo è successa la stessa cosa, ma il dolore era molto più forte e sempre nella stessa zona. Ho provato un leggero dolore anche sforzando leggermente quando urinavo. Infine non ho mai avuto malattie sessualmente trasmissibili e i miei rapporti sono sempre protetti. Purtroppo mi sono ritrovato un pò fra i sintomi descritti in questa pagina, e volevo chiederle se era il caso di sentire il medico per una diagnosi più accurata. La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sicuramente sì, serve il parere di un medico; in genere questo genere di dolore non è associato a patologie gravi, ma ovviamente va approfondito e chiarito.

  13. Anonimo

    Non posso nemmeno escludere che sia stato strizzato durante il famoso rapporto dove e’ iniziato tutto…Infatti all’inizio credevo fosse un piccolo trauma…ma son passati circa 10 giorni e credo sarebbe dovuto passare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non è il mio campo e non sono quindi la persona più adatta a cui chiedere (su medicitalia.it può invece mettersi in contatto con specialisti), ma potrebbero essere sia cause di natura infiammatoria che infettiva. Suggerirei di astenersi dai rapporti per qualche giorno e, in ogni caso, un parere di un medico rimane indispensabile.

  14. Anonimo

    ” settimane fa durante un rapporto con mia moglie ho sentito un dolore al testicolo sx durante l’eiaculazione…premetto che non sento mai dolore nemmeno ora ma da quel giorno ogni volta che sono in prossimita’ dell’eiaculazione sento dolore..piu’ che altro un dolorino sempre al testicolo sx…e Guardandomi allo specchio il sx rimane sempre piu’ in alto del destro …Ho anche notato che quando invece e’ basso come l’altro se ritraggo la pancia il sx ritorna in alto e il destro rimane nella solita posizione…

    1. Anonimo

      Siccome ora sono via per lavoro in Africa e qui meglio che nemmeno mi faccia vedere vorrei un parere su cosa potrebbe essere..il dolore e’ solo in presenza di eiaculazione…non ho fuoriuscite di sangue ne di nulla…sento come un nervetto che quando sto per eiaculare tira e fa male

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si formalizzi troppo sulla posizione, è normale che un testicolo sia più in basso dell’altro e la posizione cambia in base alla temperatura ambientale.
      La fuoriuscita di sperma è normale o ridotta?

    3. Anonimo

      La fuoriuscita mi sembra nella norma è il dolore arriva qualche istante prima dell’orgasmo per poi cessare gia’ durante lo stesso

  15. Anonimo

    Buongiorno
    è da circa un mese che ho un dolore al testicolo sinistro, premetto che 15 anni fa sono stato operato di varicocele ed ogni tanto spece con calzoni stretti da fastidio ma il tutto si risolve senza medicine nel giro di una giornata
    ora la storia si fa pesante perchè il dolore è fisso tutti i giorni,
    il mio medico curante mi ha dato il FLOMAX
    che prendo due volte al gg da una settimana
    ma senza risultati mi provoca invece giramenti di testa. Ho fatto sabato una ecografia privata in quanto non sopportavo più questo dolore che mi da senso di pesantezza fisica. E risultato a posto
    ma oggi è peggio di ieri e via seguendo
    non vedo particolare gonfiore
    che altro mi consiglia oltre alla visita urologica che con la mutua purtroppo devo aspettare ancora per un mese
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo al momento credo che non ci sia altro che possa fare; suggerisco tuttavia di valutare un antinfiammatorio diverso, se Flomax non viene tollerato.

  16. Anonimo

    Esiste il testicolo mobile che quando ci sono delle particolari condizoni “esce” dalla sacca e va verso il canale inguinale,io volevo capire se questo puó avvenire in senso inverso verso il basso ossia se è possibile che vada verso il perineo,oppure se come spero è normale che essendo presente la ciste all’epididimo il testicolo rimane piu basso e mi da quella sensazione li come se andasse piu giu della sacca a me ma che non è possibile che esca verso il basso,capisce cosa intendo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Essendo nella scroto (sacca) non capisco dove altro potrebbe andare se non verso il canale inguinale, quindi in linea di massima la risposta è no. Ovviamente raccomando di valutarlo anche con il suo medico, che visitandola e vedendo di persona potrà dirimere ogni dubbio.

  17. Anonimo

    Praticamente con temperature normali il testicolo dx rimane piu basso per via della ciste e fino qui ci siamo. Detto questo quando è piu freddo la sacca come di normale invece di stare molle si avvicina per la temperatura. In questo caso il testicolo destro rimane comunque piu indietro rispetto al sinistro ma visto che la sacca è più piccola e meno molle il testicolo destro che vada piu giu e di conseguenza con la sacca vicina sembra che si appiattisca il testicolo e sia piu (per capirsi) verso il perineo. Chiaramente il testicolo non è nel perineo l’ho scritto per cercare di fargli capire che si sposta piu in basso. È mai esistito che il testicolo esca dalla sacca ma verso il basso?è possibile nel corpo umano?puô essere pericoloso per il testicolo?ha capito cosa intendo?è normale secondo lei o comunque nonostante la ciste il testicolo dovrebbe essere comunque al pari dell’altro?grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È normale che un testicolo rimanga più basso, ma non ho capito l’altra domanda.

  18. Anonimo

    Ho una ciste all’epididimo destro,le vorrei chiedere se secondo lei è normale questa cosa.
    il testicolo dove ho presente la ciste (quello destro) nei momenti in cui è freddo e quindi i testicoli si avvicinano per mantenere la temperatura rimane più basso comunque dell’altro (sinistro) ed è come se andasse più indietro rispetto all’altro credo per la presenza della ciste.
    La ciste è all’epididimo alto se cosi si puo dire.
    Praticamente vorrei capire se è normale che il testicolo sx si avvicina ed anche il destro solo che una parte all’interno della sacca è composta anche dalla ciste, il testicolo destro quindi rimane piu indietro e essendo la sacca piu attaccata perche si avvicina il testicolo sembra che sia più verso il perineo per capirsi anche se naturalmente non è li peró è piu basso rispetto al sinistro,è normale secondo lei?Naturalmente quando la temperatura è normale tutto questo non avviene,il testicolo è piu basso per la presenza della ciste e penso sia normale ma niente di eclatante o clamoroso.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se devo essere sincero non è mi chiarissima la situazione, ma le confermo che è assolutamente normale che uno dei due testicoli sia più basso dell’altro.

  19. Anonimo

    a fine ottobre ho sentito improvvisamente un forte bruciore allo scroto e un doloretto al testicolo sin.che si irradiava lungo l interno coscia poi nei gg seguenti ho cominciato ad urinare con frequenza sempre maggiore, anche una volta all ora. Contemporaneamente ho avuto infiammazione al retto. Ho fatto un ciclo di tre settimane con tavanic 500 ma la disuria e’ cessata solo diversi giorni che avevo terminato antibiotico. Colonscopia ha evidenziato solo diverticoli. Ecografia addome ok, salvo calcificazione coda epididimo sin. Psa ok. Visita urologica..prostata ok. Adesso, dopo due mesi mi ritrovo con un dolore continuo al testicolo sinistro, esattamente come due mesi fa e fra l altro lo scroto si e’ notevolmente rattrappito, soprattutto a sinistra. Mi consiglia qualche esame diagnostico? Di cosa potrebbe trattarsi, a suo avviso? Grazie

    1. Anonimo

      Aggiungo che l urologo nella sua visita di qualche giorno fa ha imputato la questione al contenitore, diciamo cosi, del testicolo, dicendo che era sufficiente una sistemazione manuale del testicolo. Cosa che non e’ affatto sufficiente. E inoltre sostiene di aver rilevato emorroidi interne. Grazie di nuovo, sono piuttosto confuso, non mi era mai capitato nulla del genere. Evidentemente, compiere 60 anni ha scatenato un inferno. 🙂 attualmente sto facendo da ieri, su consiglio del mio medico di base levofloxacina 500 mg, senza alcun riscontro.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se entro lunedì l’antibiotico non avesse sortito effetti sentirei un nuovo parere dell’urologo, eventualmente diverso per avere una seconda opinione.

  20. Anonimo

    Gentile dottore,
    da due giorni ho il testicolo destro ingrossato, per ora non mi ha dato particolare dolore ma piu’ un fastidio, che si e’ propagato a tratti fino all’inguine e alla coscia, e solo per una mezz’ora stamani al rene, dopo aver urinato. Ho anche lavuto leggero bruciore nell’urinare, cosa che mi era accaduta anche una settimana fa, a testicolo perfettamente normale (ma non so se questo possa essere collegato). Altra cosa che forse puo’ entrarci poco e’ che circa 36 ore prima ho preso un leggero colpo fortuito a quel testicolo, ma lieve e doloroso solo per pochi secondi (un colpo fortuito che mi sono “dato” con la mia stessa mano, come puo’ capitare, per questo dico che a sensazione mi sembra solo una coincidenza). Chiudo dicendole che l’ultimo rapporto sessuale, peraltro protetto, risale a circa un mese fa e che non assumo farmaci sistematicamente, l’ultimo e’ stato benavtiv gola per circa tre giorni consecutivi, quattro giorni prima dell’insorgere di questo problema. Sono un ragazzo di 25 anni. Gradirei un suo parere in merito. Grazie, saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Consiglio senza dubbio una visita medica, dai sintomi si potrebbe pensare ad un’infezione.

    2. Anonimo

      Gentile dottore, le ho scritto tre giorni fa e come consigliatomi da lei l’indomani mi sono immediatamente recato dal mio medico (in realta’ dal suo sostituto perche’ era in ferie..). Dopo la visita mi ha diagnosticato una cistite, prescrivendomi antibiotico (ciproxin) per 5 giorni. Sono ormai al terzo giorno di terapia e se il bruciore o fastidio nell’urinare e’ scomparso, cosi come quasi completamente spariti sono anche i fastidi ai reni, non altrettanto posso dire del gonfiore ai testicoli (nel frattempo infatti anche il sinistro si e’ ingrossato, pur meno rispetto al destro). Non ho dolore ma solo fastidio da seduto. A questo punto le chiedo, e’ possibile che una cistite dia un gonfiore di questo tipo ai testicoli? E in secondo luogo, e’ possibile che dopo tre giorni di terapia antibiotica il gonfiore stesso non si sia affatto attenuato?
      Grazie, cordiali saluti e buon anno

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente il gonfiore non è dovuto alla cistite, se al termine della cura non fosse scomparso anche questo sintomo serve un nuovo parere medico per indagare più a fondo e magari prolungare la terapia oltre i cinque giorni.

    4. Anonimo

      Gentile dottore, torno a scriverle dopo qualche giorno. L’evoluzione della situazione che le avevo sottoposto e’ la seguente: ho consultato il mio medico, il quale ha detto che in questi casi puo’ capitare che il gonfiore ai testicoli sia particolarmente tenace e mi ha prolungato la terapia con Ciproxin per altri tre giorni. Al termine di questo tre giorni (lunedi) sembrava che le cose si stessero davvero risolvendo; il gonfiore si era attenuato quasi del tutto, e tendeva a ripresntarsi un pochino di piu’ solo nel caso rimanessi seduto per un po’. Il 9 pero’ ecco che improvvisamente la situazione e’ peggiorata di nuovo, il gonfiore si e’ ripresentato arrivando al livello iniziale, quello dei primi giorni… Nella tarda serata di ieri, per la prima volta, e’ comparso anche un po’ di dolore ai testicoli. Oggi il dolore e’ pian piano scomparso quasi del tutto, ma resta il gonfiore. So che in questa situazione la cosa migliore e’ una nuova visita, ma purtroppo sia un urologo che ho consultato, sia il mio medico curante possono ricevermi solamente lunedi mattina.. Il mio medico mi ha detto di attendere, ma essendo discretamente preoccupato ed essendoci sopratutto il fine settimana di mezzo, gradirei un suo parere o consiglio in merito. Cordiali saluti

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Direi che può tranquillamente aspettare fino a lunedì, a meno di ulteriore grave peggioramento.

    6. Anonimo

      Dottore torno a disturbarla. In attesa della visita di lunedi il gonfiore ai testicoli si e’ di molto attenuato, pur non scomparendo ancora del tutto. In compenso e’ pero’ insorto un nuovo problema: da stamattina ho il glande arrossato, in modo pressoche’ uniforme (ed anche una parte del prepuzio). Come accaduto (quasi) sempre nei giorni scorsi, anche questi sintomi “visivi” non sono accompagnati da alcun fastidio o dolore particolare. Come puo’ ben immaginare l’apprensione alla luce di questa novita’ e’ cresciuta, gradirei da lei un parere su quale tipo di problema possa dare sintomi simili, cioe’ a testicoli e pene in rapida successione, o quantomeno se e’ in grado di dirmi una gamma di possibili opzioni ed ipotesi in merito, in attesa della visita. La ringrazio ancora, come sempre

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La mia sensazione è che i due sintomi siano del tutto slegati e che l’arrossamento non sia di fatto un problema od un reale disturbo.

    8. Anonimo

      Grazie mille. Stavo considerando anche l’ipotesi di una sorta di allergia, avendo cambiato da pochi giorni sapone intimo. In prima battuta ho pero’ subito pensato con apprensione a un collegamento..

  21. Anonimo

    Buongiorno, ho 54 anni. Mi è stata diagnosticata una epididimite bilaterale ed ho il testicolo sx parecchio gonfio. L’urologo ha parlato di idrocele. Soffro di calcoli renali e sin da bambino ne elimino 2 o 3 all’anno. Inoltre ho un ernia del disco in zona lombare. Sento spesso dolori di cui non capisco la provenienza, ho fatto terapia antibiotica ed anti infiammatoria (Brufen e Keraflox) ma dopo qualche giorno il dolore è tornato. PSA totale 2,17 ng/ml.
    Grazie mille.

    1. Anonimo

      vorrei davvero risolvere…definitivamente. Sarebbe utile (e risolutivo) un ricovero? Quale specialista devo contattare? La ringrazio molto.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che la ricovererebbero; dovrebbe trovare un medico in grado di fare ordine tra i diversi problemi, ma direi che l’urologo potrebbe essere adatto. Non deve farsi problemi a rivolgersi nuovamente allo stesso specialista se non risolvesse con la prima cura prescritta.

    3. Anonimo

      Il mio medico, che è un chirurgo, mi ha detto ieri che ho un ernia inguinale a sx. Non ho chiaro però se le due cose possono essere in relazione, cioè se una cosa può aver causato l’altra. Tutto ciò, dolori a parte, mi crea parecchio stress e tensione. la ringrazio per un suo parere ulteriore…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente in effetti non è propriamente delle vie urinarie, ma relativa alla prostata; al suo posto sentirei un medico, proprio per evitare di cronicizzare il problema.

  22. Anonimo

    Più che sintomi dolorosi, sento un fastidio che mi fa pensare ad una prostatite o qualcosa di simile. Anni fa mi era stata stata diagnosticata un’infezione urinaria che però non ho curato fino in fondo causa controindicazioni che gli antibiotici mi provocavano. Dopodichè il disturbo ricompare e scompare nel giro di pochi giorni. Volevo sapere se è una cosa ormai diventuta cronica o se può essere risolta. Potrebbe provocare dei problemi nel caso di rapporti sessuali non protetti? Grazie.

  23. Anonimo

    Buonasera, volevo chiedere se è possibile che in seguito ad un’infezione urinaria avuta qualche anno fa, di tanto in tanto io soffra di questo disturbo, il quale tende a comparire e a scomparire anche se non ricorrentemente. Grazie

  24. Anonimo

    Gentile Dottore, è possibile una epididimite in un bambino di 11 anni? Mio figlio, lamenta un dolore al testicolo ex, non ha bruciore o dolore durante la minzione. Usa spesso la bicicletta.
    La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Più probabilmente un piccolo trauma con la bici, ma lo segnali comunque al medico.

  25. Anonimo

    Salve Venerdì mi sono recato al PS per un forte dolore ai testicoli e all’addome basso.
    Dopo consulenza Urologica senza ecografia mi hanno dato una terapia (Rocefin fiale i.m. Per 6 giorni) per probabile infezione senza specificare quale. Oggi sono andato a fare un ecografia completa addome, reni, testicoli e mi e’ stata diagnosticata un’epididimite.
    Ora volevo chiedere se e’normale dopo il quarto giorno di Rocefin che persiste ancora algia?

    1. Anonimo

      No ho avuto rapporto non protetto con mia moglie il mercoledì antecedente all’algia, giovedì ho avuto qualche dolorino testicolare che è poi sfociato nel forte dolore di venerdì mattina che mi ha portato al PS.
      Oggi sono tornato all’ospedale in urologia per controllo e poichè non c’erano miglioramenti mi hanno cambiato molecola dandomi CEPIMEX i. m. 1g 2 volte al di per sei giorni e sabato devo ritornare per controllo.
      Le volevo chiedere non è che tutti questi antibiotici mi creano un intossicazione?
      Perchè io è dal mese di settembre che ho assunto tali farmaci:
      -Forte tosse: Velamox compresse per sei giorni
      -Piccolo intevento per asportazione dermatofibroma il 06 OTT con Augumentin per sei giorni.
      -14 OTT ricaduta influenzale con febbre e tosse: Levoxicil compresse per sei giorni, Medrol 3 giorni 1 cp e 3giorni 1/2 cp +aerosol.

      Quando tutto sembrava finire Venerdì è arrivato quanto raccontato ieri.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessun rischio di intossicazione, ma raccomando l’uso di fermenti lattici ad alto dosaggio per evitare piccoli disturbi in bocca e all’intestino.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non lo conosco, ma credo sia un gastroprotettore; forse varrebbe la pena valutare con il medico anche fermenti lattici.

  26. Anonimo

    Salve, da 2 giorni, compreso oggi, avverto un dolore al testicolo destro o per meglio dire alla parte che ricopre il testicolo, ho avuto un rapporto sessuale il giorno prima di iniziare ad avvertire il dolore(non ho usato alcuna prevenzione, so che è sbagliato) cosa devo fare? mi devo allarmare? Saluti

  27. Anonimo

    Ciao…in data 27 luglio 2012 sono stato operato al varicocele di secondo grado e mi è stata tolta una piccola cisti sempre al testicolo sinistro…siccome gioco a calcio, dopo il 15 agosto dello stesso anno, ho riiniziato a giocare ad un torneo di calcetto dove ho disputato 4 partite…l’ho ftt anche perchè il medico che mi ha operato mi ha consigliato di poter riprendere l’attività sportiva solo dopo tale data…però, il giorno della finale. si è ingrossata vistosamente la parte sinistra del testicolo dove sono stato operato…quindi mi sono recato dal medico, il quale dopo un analisi del caso tramite eco doppler testicolare, non ha riscontrato danni al testicolo stesso, diagnosticando soltanto un’infiammazione, una presunta epididimite…perciò mi ha dato questa cura: 1 compressa FLOGAN al giorno per 20 giorni e 1 supposta PROXELAN al giorno per 10 giorni…purtroppo dopo aver esaurito tale cura, non risultano miglioramenti e permane un piccolo dolore al testicolo…accetto consigli

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ a mio parere indispensabile sentire lui, potrebbe trattarsi di semplice infiammazione residua, ma va verificato.

    2. Anonimo

      nell’ultima visita, quella dell’ecodoppler, insieme all’altro chirurgo che mi ha operato, lo stesso dottore mi rassicurò dicendomi che non era niente di grave…a questo punto lo richiamerò per prenotare un ulteriore visita

La sezione commenti è attualmente chiusa.