1. Anonimo

    b sera faccio nuoto da 15 anni a livello agonistico da poco ho un epicondilite al gomito dx non vorrei smettere di fare nuoto anche perche ci sono eventi importanti cosa mi consigliate?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Provi a sentire un ortopedico od uno specialista di medicina sportiva, per valutare con lui se provare a tamponare con antinfiammatori.

  2. Anonimo

    Saluti a chi legge, io sono un elettricista e da circa sei mesi soffro di epicondilite, ho fatto due infiltrazioni di cortisone….la prima aveva tolto i dolori e recuperato forze ma dopo l’ennesimo taglio di cavi, uno strappo ha riacutizzato il dolore…rifaccio la seconda infiltrazione senza beneficio, ho lavorato malgrado il dolore e da circa un mese il dolore è diventato forte!!!
    Sono andato da un fisioterapista che mi ha smontato braccio e spalla che nel frattempo ho inarcato a causa dei dolori…..martedì ho preso un’appuntamento con un ortopedico….staremo a vedere…..mando un augurio di guarigione a tutti voi/noi vittime di questo dolore indescrivibile e fortemente invalidante!!!!!

  3. Anonimo

    salve sono marco da cuneo faccio il fabbro e da quasi un anno che ho epicondilite braccio dx ultrasuoni laser cortisone ago puntura azoto liquido risultati zero a metà febbraio al day ospital di sestri ponente genova mi devono fare scarificazione fattori di crescita se non avrò risultati mi farò operazione spero per la prima opzione ciao ciao

    1. Anonimo

      prova con l’ozono terapia a me ha dato ottimi risultati.punture di ozono nella zona dolorante.

  4. Anonimo

    Buongiorno,
    la mia ragazza vorrebbe fare l’intervento chirurgico mini intrusivo al gomito in quanto affetta da epicondilite. Pensa a questa soluzione in quanto non riesce a curarsi con le varie creme etc etc. Sapete se c’è uno specialista in questo intervento? noi siamo del Veneto ma possiamo spostarci ovunque.
    Saluti
    Marco

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non so risponderle, provi però a verificare periodicamente la pagina perchè magari qualche altro lettore sa indicarci un centro specializzato.

    2. Anonimo

      ciao io ho provato molte cose e l’unica cosa che ha funzionato sono state infiltrazioni di ozono veramente efficienti

  5. Anonimo

    Buongiorno dottore,
    a seguito di un periodo piuttosto intenso di attività sportiva (ciclismo su strada), ho accusato dapprima un leggero dolore interno in corrispondenza dell’articolazione del gomito, poi il dolore è andato via via aumentando estendendosi anche ai muscoli dell’avambraccio. Ho dovuto ovviamente sospendere l’attività sportiva (il dolore era davvero insopportabile) e per un mese ho avuto anche difficoltà ad utilizzare il braccio per le normali attività quotidiane. Ho fatto diversi cicli di ultrasuoni, tecar e alla fine anche 2 infiltrazioni. Adesso sono passati due mesi, il dolore è molto migliorato, ma permane dolore in fase di estensione del braccio, rotazione dello stesso e, soprattutto, non riesco a chiudere il pugno, se abbasso il polso, sia con il gomito piegato che in estensione. Il risultato è forte dolore che si irradia dal polso, fino al gomito.. Cosa mi consiglia? E’ possibile che oltre ad una infiammazione causata da sovraccarico per l’attività sportiva ci sia stata anche una lesione ai muscoli/tendini?
    La ringrazio fin d’ora per la cortese risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      C’è stata una diagnosi medica precisa?
      A parte la sospensione dell’attività sportiva ha avuto modo di tenerlo essenzialmente a riposo o lo usa per lavoro?

    2. Anonimo

      Buongiorno,
      la diagnosi medica (senza accertamenti diagnostici tipo ecografia e/o quant’altro) è stata di epicondilite e epitrocleite, sia da parte del fisioterapista, che dell’ortopedico.
      Il braccio l’ho tenuto molto a riposo, spesso nella posizione che era meno dolorante (leggermente piegato) e spesso con il supporto di una gomitiera con pressori. Come lavoro sono impiegata e uso molto il computer tuttavia il braccio infortunato è il sinistro che in generale uso poco poichè sono destra.
      La ringrazio per quanto potrà consigliarmi,
      Cordiali Saluti

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se c’è stato miglioramente continuerei su questa strada, facendo eventualmente piccoli cicli di antinfiammatori e terapia con ghiaccio: il riposo rimane probabilmente fondamentale.

    4. Anonimo

      La ringrazio per la cortese e tempestiva risposta,
      Cordiali Saluti

  6. Anonimo

    e dal mese di dicembre che mi hanno diagnosticato una epicondolite al gomito dx. inail me l ha riconosciuta come malattia professionale e dopo avermi fatto fare laserterapia e tekarterapia (senza grossi risultati) mi sta facendo fare le onde d urto (molto dolorose) senza risultati…… cosa posso fare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Riposo assoluto e valuti con uno specialista altre forme di cura (antinfiammatori, infiltrazioni, …).

    2. Anonimo

      la ringrazio tanto per avermi risposto subito,,,,,,, le infiltrazioni le ho gia fatte , il riposo lo sto facendo (da dicembre nn lavoro) sara il caso che per guarire serva l operazione? la rigrazio tanto

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A questo punto sì, è possibile, ma non avendo competenze specifiche e sopratutto non conoscendo nel dettaglio il suo caso non posso darglielo per certo.

  7. Anonimo

    Buonasera,
    Vorrei capire se i sintomi che io sento possono essere riconducibili all’epicondinite.
    Da+ di un mese e mezzo soffro di un forte dolore al gomito gestro e precisamente all’esterno. il dolore si presenta con fortissime fitte quando tendo il braccio, quando cerco di prendere degli oggetti pesanti sia dall’alto verso il basso sia dal basso verso l’altro, sento un fortissimo dolore quando stringo la mano alle persone ( e io per lavoro lo faccio spesso durante il giorno), e soprattutto di notte quando per girarmi nel letto sposto il braccio il dolore e talmente acuto da svegliarmi.
    Premetto che fino a qualche mese fà giocavo a pallavolo, che per lavoro uso tantissimo il mouse e il computer, e che comunque per tutte le faccende uso solo e frequentemente il braccio DX.
    Quale sistema diagnostico posso fare per avere certezza.

  8. Anonimo

    Mi corrego, non mi fa vale solamente quando sollevoqualcosa di pesante ma quanche quando prendo un bicchiere, un piatto addirittura una posata.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, mi sembra plausibile; per averne la certezza il modo più semplice è una visita medica.

  9. Anonimo

    Ho letto molte inesattezze circa l’argomento. L’unico vero rimedio per la fase acuta è l’uso del ghiaccio per sfiammare la parte interessata e l’utilizzo di farmaci antiinfiammatori comuni, tipo Orudis o Aulin. Circa la terapia risolutiva, esiste solo una tecnica non invasiva, per risolvere il problema in circa tre sedute e sono le ” Onde d’urto “. Consiste praticamente in una sorta di litotripsia della zona infiammata, come i comuni calcoli renali. Sono assai dolorose, quando l’apparecchio colpisce come una sorta di martello pneumatico il punto dell’infiammazione, ma è un trattamento che dura circa 3 minuti per ogni applicazione, senza alcun tipo di anestesia e comodamente sdraiati su di un lettino. Sono un infermiere e in passato sono stato anche un paziente che ha dovuto sperimentare questa tecnica innovativa.

  10. Anonimo

    Buongiorno dottore, sono 3 anni esattamente da gennaio 2009 che ho iniziato ad accusare dolore al braccio destro da quando facevo palestra ed usavo i pesi. Ho dovuto smettere di far palestra perchè il dolore non passava. Da allora ho fatto diverse visite ortopediche anche a pagamento, ho fatto le terapie che mi hanno prescritto e cioè prima un ciclo di 3 infiltrazioni poi a distanza di tempo un altro ciclo di 12 infiltrazioni. Visto che non passava ho fatto 2 cicli di laserterapia intervallate da un tempo di 6 mesi ed il dolore si era quasi tolto totalmente. Adesso da diversi mesi è ritornato e praticamente il dolore si sposta attaverso il braccio dal gomito fino al polso. Sto usando diverse creme antiffiammatorie ma il dolore non passa. I dottori mi hanno detto che la causa potrebbe essere anche lo sforzo poichè come lavoro faccio il farroviere macchinista e solitamente porto una borsa abbastanza pesante con il braccio destro. La prego gentilmente di darmi qualche consiglio perchè non ne posso più, non so più cosa fare. Mi hanno consigliato di fare le “onde d’urto”. All’ultima visita che ho fatto di recente il dottore mi ha detto che se non passa deva fare l’intervento chirurgico.Lei cosa mi consiglia, continuare con le terapie o fare l’intervento?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non ho competenze approfondite, ma data la descrizione farei ancora un tentativo con antinfiammatori (per bocca o nuovamente infiltrazioni) e sopratutto evitare di usare il braccio per qualsiasi attività che richieda sforzi (mi rendo conto che non posso consigliarle una vacanza di 2-3 mesi, ma anche solo la borsa pesante la porti con il sinistro).
      Prima dell’intervento farei ancora un tentativo così: questi problemi spesso con il riposo si risolvono, il fatto è che ad oggi un riposo assoluto è impossibile per chiunque.