Tutte le domande e le risposte per Embolia polmonare: sintomi, terapia, prevenzione
  1. Anonimo

    L’embolia è sempre mortale?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, fortunatamente quando riconosciuta e trattata tempestivamente il paziente viene molto spesso salvato; secondo il manuale Merck “il tasso di mortalità, tra i pazienti in ospedale di età superiore ai 65 anni con embolia polmonare è del 21%. Se l’embolia polmonare è la diagnosi principale il tasso di mortalità è del 13%; se è una diagnosi secondaria, il tasso è del 31%.”

      Tra i fattori che più incidono sulla prognosi ricordiamo la dimensione dell’embolo, la causa, la tempestività con cui viene iniziato il trattamento e lo stato di salute generale del paziente.

  2. Anonimo

    Che differenza c’è tra embolo e trombo?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’embolo è nella maggior parte dei casi la complicazione di un trombo, ossia un piccolo frammento che si stacca e va a occludere un diverso vaso sanguigno rispetto a quello in cui si è formato; tecnicamente l’embolo può anche essere un elemento diverso, come ad esempio un liquido, un gas, del colesterolo, …

      L’effetto è paragonabile, ossia l’interruzione dell’afflusso di sangue (e quindi ossigeno e nutrimento) con conseguenze potenzialmente anche molti gravi all’organo destinazione del vaso ostruito.

  3. Anonimo

    Buonasera, mio padre ebbe ad agosto un embolia polmonare, che partivano dalla gamba ,i medici c’è l’hanno curata tutto bene, mio padre stava bene per un mesetto più o meno poi appena tolto il cortisone mio padre ha incominciato ad avere sempre la febbre che gli saliva sempre più o meno verso la sera questo durava alcune settimane lo abbiamo fatto ricoverare di nuovo e i medici di nuovo a farci analisi tanti prelievi ma le analisi escono tutte bene gli hanno fatto la tac con il contrasto gli è uscita un infezione al polmone quindi i medici gli hanno dato un antibiotico forte ma niente la febbre c’è sempre oggi gli hanno fatto la risonanza magnetica e tutto bene non è uscito niente quindi mio padre e ancora in ospedale che gli sale sempre la febbre e i medici dicono sempre che dobbiamo avere pazienza dobbiamo aspettare mi potete dare un consiglio per favore non sappiamo come muoverci

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Le terapie non funzionano sempre bene e soprattutto subito o in modo duraturo, molto dipende dal tipo di infezione in questione, che è di difficile diagnosi, sicuramente staranno facendo tutti i possibili controlli, non posso che conferma di avere pazienza.