Tutte le domande e le risposte per Embolia polmonare: sintomi, terapia, prevenzione
  1. Anonimo

    Salve. Volevo togliermi una curiosità. Sono una ragazza di 20 anni;circa una settimana fa sono stata sottoposta ad un intervento laparoscopico per rimuovere due cisti. Durante la permanenza in ospedale,durata circa 4 giorni, non mi hanno mai fatto punture per la coagulazione del sangue perché, a detta loro, sono troppo giovane e non ne ho bisogno. Parlando con diversi coetanei ho saputo che loro, a differenza mia, queste punture le hanno fatte,anche per un arco di tempo di 15 giorni. Volevo sapere da che cosa dipende la scelta,da parte dei medici, di fare o non fare questa “cura” post-operazione e che rischio ho di avere un’eventuale embolia. La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se ormai è passata una settimana può stare tranquilla; la scelta se fare o meno la terapia dipende dal periodo di immobilità, altri fattori di rischio (sovrappeso, età, …) e dal tipo di intervento.

  2. Anonimo

    gent.Dott. ho perso mia madre da pochi giorni.Ricoverata per embolia polmonare(d-dimero 3787) e versamento pleurico e pericardico.Le è stata somministrata eparina a dosi massicce(clexane 6000 per 2);ripetuta tc dopo 20 giorni mi hanno detto che l’embolo era scomparso ma lo stesso giorno mia madre è morta per tamponamento cardiaco:Vorrei sapere se l’embolia,dato che non mi hanno saputo spiegare da cosa è stata causata(eco-doppler arti inferiori negativo) potrebbe essere stata conseguenza di un eventuale tumore(non polmonare dato che dalla tc non è risultato)

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sinceramente non credo.

  3. Anonimo

    CARO DOTTORE è PROPRIO DIFFICILE LA VITA………

  4. Anonimo

    buonasera dottore,mio padre è in cura con il coumadin da 5 mesi e adesso i valori di inr si sono stabilizzati in 2.1 e non oscillano più.è una cosa normale?grazie per la risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi sembra che vada benissimo.

  5. Anonimo

    salve,
    ieri ho avuto una forte fitta alla spalla destra che mi impediva di respirare e di fare movimenti…..tutto ciò è durato x una decina di minuti.
    premetto che stavo facendo dei piccoli sforzi fisici e che ho due ernie cervicali
    può essere dipeso da quello o cosa potrebbe essere?
    la ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Tutto fa pensare ad uno sforzo eccessivo.

  6. Anonimo

    quindi posso escludere l’eventualità di un’embolia polmonare?perchè ho controllato i sintomi ma a parte quella che le ho scritto non ce ne sono stati altri

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Con tutti i limiti di un parere a distanza a mio avviso sì.

    2. Anonimo

      ok…la ringrazio

  7. Anonimo

    Ho35 anni 180x132kg.ho gambe e caviglie gonfie da almeno 3 giorni e proprio ieri ho avuto un dolore forte al torace per almeno 5 minuti che mi saliva fino al collo e dietro le spalle poi e passato.oggi ho ancora piedi e caviglie gonfie ma meno di ieri ma continuano a darmi un certo fastidio di calore e bruciore.che cosa puo essere? spero in una risposta urgente.graxie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Raccomando una visita urgente dal medico; il gonfiore agli arti inferiori è segno di insufficienza venosa e ristagno di liquidi, il dolore spero possa essere stato di origine gastrica (stomaco) ma vanno esclusi interessamenti cardiaci (cuore).

    2. Anonimo

      Grazie mille per avermi risposto.qiundi posso escludere che il tutto possa essere o trombosi o embolia?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A distanza non posso escludere nulla, proprio per questo motivo raccomando una certa urgenza per una verifica medica.

  8. Anonimo

    buon giorno dr.stamattina ho fatto il solito prelievo..x INR risultato un po alto 3,70. e sempre stato tra i 2. e 3. e normale o dovrei preoccuparmi. hanno anticipato di qualche giorno il prossimo prelievo..e abbassato la dose.grazie x la sua disponibilita…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può succedere, raccomando di sottoporsi come consigliato al prossimo esame ed attenzione all’alimentazione.

  9. Anonimo

    Salve vorrei sapere, se il coumadin che è un medicinale che prendo da anni, si può trovare anche in altri paesi del mondo come in asia per esempio, mi piacerebbe viaggiare ma purtroppo non posso farne a meno…se dovessi star via per tanto tempo come faccio…????grazie…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non conosco i normi nei Paesi esteri (spesso è sempre Coumadin, ma non sempre), ma penso sia un farmaco usato in tutto il mondo; non posso in ogni caso garantirglielo.

  10. Anonimo

    buongiorno dottore, una semplice informazione in quanto tempo si muore con trombosi non curata.