Tutte le domande e le risposte per Dolore addominale: cause, esami, diagnosi e terapia
  1. Anonimo

    Il mio problema é il seguente: ho un ragazzino di tredici anni, in cura con il gastroenterologo, che gli ha diagnosticato una forte colite. Mio figlio è un pò cicciottello, soprattutto nella zona dell’addome. Ultimamente, ho notato nella parte sinistra dell’addome in corrispondenza della costola un rigonfiamento, che al tatto, con pressione, risulta dolorante. Cosa può essere?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sinceramente non saprei fare ipotesi, anche se per esperienza in genere in queste situazioni non si rileva da un punto di vista medico alcuna anomalia. La valuterei comunque con il medico.

  2. Anonimo

    Buonasera Dottore,
    Ho sempre sofferto di pancia gonfia, dura e che mi tira, dolori sotto l’ombelico (altezza ovaie), ma da qualche giorno ho anche dolore all’interno dell’ombelico (non riesco a toccarlo…come se avessi un livido interno). Dormendo di pancia in giù avverto di più il dolore, comunque sopportabile. Cosa può essere?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Difficile fare ipotesi a distanza, forse colon irritabile ma è solo una delle tante ipotesi.

    2. Anonimo

      Grazie Dottore! Ho fatto delle eco per capire se si trattasse di endometriosi, ma a parte una presenza notevole di follicoli non è stata rilevata nessuna cisti endometriosica. Ho in certi giorni la pancia piatta e in altri gonfia, dura e che mi tira, alcune volte ho bisogno di liberarmi ed evacuare. Non so da dove cominciare con li accertamenti, per ora attendo un responso per le analisi urine e sangue.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A meno che non emerga qualcosa dalle analisi (ne dubito purtroppo) mi rivolgerei ad un gastroenterologo.

    4. Anonimo

      Grazie per la risposta!

  3. Anonimo

    Buonasera dottore ,da tempo mi fa male la parte sx della pancia,faccio fatica a deglutire .Ma ultimamente sento dolore anche nella parte centrale della pancia,sotto l’ombelico come quando prendi un colpo ai testicoli.Di cosa si tratta?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Fa fatica a deglutire o digerire?

    2. Anonimo

      entrambe due le cose

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Le possibile cause sono molte, le più probabili forse colon irritabile od una leggera gastroenterite; sentirei in ogni caso il medico, che attraverso la visita potrà essere più preciso.

      Nel frattempo raccomando pasti leggeri e dieta in bianco.

    4. Anonimo

      La ringrazio per l’attenzione ed il consiglio.Buon Natale

  4. Anonimo

    Salve dottore, da circa 6 mesi mio padre accusa fortissimi dolori all’addome superiore che si estendono fino alla schiena e fino a ieri sera siamo andati al pronto soccorso dove gli hanno fatto una flebo ma il dolore non andava via..Successivamente è stata fatta una radiografia ma non è risultato nulla. Oggi mio padre accusa dolori più tenui e discontinui.
    Recentemente ha fatto la gastroscopia dove non è risultato nulla e una tac che invece ci sta preoccupando molto.
    L’esito della tac eseguita con mdc parla di:
    Fegato con regolari dimensioni nel cui loboi destro, al confine tra VII-VIII
    segmento si rileva una formazione ovalare ipodensa con diametro di 1,7 cm e
    lento, completo e globulare riempìmento, compatibile con formazione
    angiomatosa; si associa la presenza nel lobo destro di almeno cinque
    millimetriche formazioni costantemente ipodense prima e dopo sommìnistrazione
    di m.d.c. e.v., con diametro massimo di 4 mm circa, compatibìle con formazioni
    cistiche. Presenza, inoltre, di millimetrica calcificazione nel VII segmento
    epatico.
    Al confine tra corpo-coda del pancreas si rileva piccola areola ipodensa dopo
    somministrazione di m.d.c. iodato e.v. (diametro 8 mm), di non univoca
    interpretazione pertanto meritevole di controllo nel tempo con TC o RM con m.d.c, e.v..
    Millimetrica formazione litiasica nel lume della colecisti (diametro 6 mm),
    con ispessimento concentrico delle pareti.
    Non evidenti alterazioni di rilievo di milza, surreni e reni.
    Vescica scarsamente distesa,
    Prostata con regolari dimensioni e subcentimetrica calcificazioni
    parenchimali.
    Non linfonodi significativamente aumentati di dimensioni né versamento libero in addome.

    E’ grave la situazione?? Questa ereola ipodensa di 8mm cosa potrebbe essere? CI hanno detto di ripetere l’esame tra 4 mesi ma non ce la facciamo ad aspettare nel dubbio tutto questo tempo!
    Potrebbe darci qualche informazione utile?
    La ringrazio anticipatamente e scusi per la lunghezza del messaggio!

    Cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non ho le competenze per un caso simile; sentirei tuttavia un epatologo per chiarire la natura di quanto rilevato.

  5. Anonimo

    Buongiorno dottore, la risonanza magnetica senza contrasto (il radiologo ha ritenuto di eseguirla cosi) o l’ecografia addominale rilevano tumori o altro? Le spiego il motivo di questa domanda. Ho eseguito gli esami sopra citati e mi sono state diagnosticate 1 coste al pancreas 1 alla milza e 1 calcolo di 1 cm nella cistifellea…il medico mi ha detto che non c’è nulla di allarmante, ma è da qualche mese che ho dolori all’addome e non capisco quale può essere la causa. Premetto che soffro di stitichezza e ultimamente riesco ad evacuare solo con lassativi. I miei dolori sono localizzati appena sotto i costati da entrambe le parti, intorno all’ombelico e nella parte sopra di esso vicino allo stomaco, infine nelle parti basse sotto l’ombelico da entrambe le parti. Lei può dirmi a grandi linee di che si può trattare? Grazie dott. anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio parere una possibile causa potrebbe essere il calcolo alla cistifellea, ma sicuramente il primo tentativo che farei è di eliminare (con alimentazione e stile di vita) i problemi di stitichezza per escludere che possano essere la causa.

    2. Anonimo

      Dottore mi scusi se la disturbo ancora, mi sono dimenticata di dirle che le poche volte che vado in bagno (grazie ai lassativi) noto nelle feci delle striature gelatinose simili al muco. Io ho fatto presente al medico di base di questa cosa ma dopo aver visto l’esito dell’ecografia, della risonanza magnetica S/C e degli esami del sangue (solo una stellina nei granulociti eosinofili più bassi di 3 unità rispetto al valore minimo) ha detto che non c’e nulla di allarmante e di non fare altre indagini, nonostante la mia stitichezza segnalata sopra e i dolori addominali. Se ci fosse stato qualcosa di anomalo nell’intestino sarebbe uscito in uno dei 3 esami eseguiti? Grazie anticipatamente.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è detto, ma in ogni caso i sintomi non sembrano allarmanti.

  6. Anonimo

    Buongiorno dottore, ho 42 anni e ultimamente soffro di crampi addominali, forte stitichezza e dolore localizzato nella parte bassa a sinistra vicino all’inguine. Come mai?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per ovvie ragioni una diagnosi è impossibile, ma il primo tentativo che farei è migliorare la stitichezza, che potrebbe esere la causa di tutto.

  7. Anonimo

    salve ho 26 anni premetto che soffro di colon irritabile in generale con un infiammazione cronica alle mucose intestinali diagnosticate dalla colonscopia fatta dal mio gastroenterologo, in più soffro anche di gastro duodenite , malgrado la cura che sto facendo da un mese e mezzo dopo la colon con asacol, limpidex e clipper, il dolore continuo all’addome non è cessato anzi in acuni giorni mi costringe a letto( ho saltato molte lezioni all’università per questo motivo), oltre a prendermi in tutto l’addome si sposta dietro la schiena dalla mattina alla sera non so più che fare, il mio gastroenterologo mi ha detto che deve passare il periodo di cura per vedere gli effetti, ma possibile che in un mese e mezzo non ha fatto nulla? solo le feci sono migliorate passate da diarrea acquosa cronica a molli o semisolide ma il dolore nulla non passa cosa devo fare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Limpidex 15 o 30?
      La celiachia è stata esclusa?

  8. Anonimo

    Salve dottore,
    Ho 30 anni, le spiego il mio problema….
    Tre giorni fa’ appena tornato a casa la sera dopo cena (
    Pollo, pizza, tartine con avocado, caviale e salmone e pezzetto di torta….non avevo bevuto alcolici o gassate, solo acqua) , mi comincia
    a dar un po fastidio la parte centrale sotto l’ombellico, praticamente
    andavo sempre a fare la pipi’ , niente diarrea….
    Non era un dolore forte…riuscivo a dormire ma mi
    alazavo e andavo tipo 4 volte a fare pipi’
    il colore della pipi’ e’ normale…( bianca,pulita tipo l’acqua) . nessuno colore strano…
    Forse ho preso freddo e non avendo ne vomito,ne diarrea….non sono
    andato a fare ancora la visita…..
    Ho fatto un bagno caldo e bevuto acqua e camomilla calda per dormire…
    Non ho preso medicine…..Ora sono passati 3 giorni e quel fastidio
    sotto l’ ombellico e’ diminuito e faccio pipi’ regolarmente….da’ 3 giorni non faccio la cacca….pero’ oggi mi sento gonfio nella parte centrale sopra
    l ombellico….la sensazione di aver qualcosa
    di duro che ti blocca….( addominali) se premo non mi fa’ male ma e’ un po duro….poi spesso faccio dei piccoli rotticini…o solo aria…la pipi non e’
    color acqua, ma e’ solamente gialla..
    poi la notte mi faceva male la gamba destra….tipo un prurito….tipo quando ti mettono aghi….
    Non ho febbre e niente vomito…..
    Mangio poco perche’ mi da’ fastidio un po….ho mangiato solo un po di verdure e brodo….e riso….
    Io spesso prendo fiato , come quando ti manca l’aria….
    Penso che lo stress e ansia che ho non mi aiuta per niente…..
    Ho fatto palestra…. ma e’ da’ 2 mesi che non vado….

    Dal medico sono andato 6 mesi perche’
    la notte non dormivo…sudavo e mi batteva il
    cuore velocemente….mi dava fastidio davanti al petto…
    e giramenti di testa…ora non ho piu’ questi disturbi… era tipo stress e ansia….e troppa palestra….

    Avevo fatto l ‘ analisi del sangue , controllo pressione,lastra per vedere
    se avevo problemi o no…..tutto risultava
    bene…nessun problema…ma erano 6 mesi fa’

    Vorrei andare dal medico ora , ma ora devo
    aspettare ? Meglio andare subito per
    controlli ?

    Non so’ cosa mangiare ora perche’ ho
    paura che se mangio si gonfia di piu’ …e gia’ sono 3 giorni che non
    mangio….solo acqua, riso, verdure/brodo….un pezzo di pane….
    ieri latte caldo e basta….

    Un altra cosa e’ che io 2 settimane fa’
    ho mangiato in 3 giorni 7 uova, carbonara….
    Qualche volta un gelato….o un cioccolatino….ma non avevo
    esagerato….tutti i giorni bevo latte…. ma pochissima acqua…non fumo e
    non bevo alcolici e non bevo caffe’.
    Se gioco ai videogiochi….non dormo bene…troppo eccitato e non respiro bene… Infatti ora non gioco….
    E non posso bere la Red bull perche’ mi fa’ sudare, il cuore batte a mille e non dormo….infatti non la bevo piu’ da 3 mesi….

    Che mi consiglia di fare Dottore?

    Ho paura 🙁

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ho la sensazione che l’ansia giochi un ruolo rilevante, ma nel dubbio meglio verificare con il medico; a mio parere si tratta di una forma parainfluenzale, nulla di cui preoccuparsi.

      In attesa di vedere il medico riprenda a mangiare, possibilmente in bianco.

    2. Anonimo

      Grazie dottore!
      Provero’ ad andare oggi sperando che sono
      aperti. Vorrei andare il prima possibile soprattutto cosi’
      sto’ piu’ tranquillo….

      Oggi penso di essere tranquillo anche
      se mi sono svegliato alle 4:30 di mattina….

      Il latte posso berlo a colazione? O meglio
      il te’ ?

      Va bene tipo pasta in bianco
      con poco di olio extra vergine ?
      Dicono che un cucchiaio di olio extravergine
      fa’ bene e anche una banana.

      Poi il mio peso e’ di 54 kg e 170 cm di altezza
      1 anno fa’ pesavo 48 kg , ma dopo che ho
      iniziato la palestra e mangiato di piu’ , sono
      arrivato a 54 kg ora….

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Magari eviti il latte per qualche giorno ed il tè, se possibile, decaffeinato.
      Perfetto pasta con l’olio ed anche la banana.

  9. Anonimo

    Salve Dottore
    Ho 36 anni e da circa un mese e mezzo o due avverto più che un vero e proprio doloretto che a volte comunque pare essrci, una sensazione di tensione / pressione leggera tipo bolla d’aria nella parte bassa adominale lato destro. In verità la localizzazione sopra indicata è qulla piu recente poichè in questo perido la sensazione di doloretto ha riguardato un pò la parte destra un pò quella sinistra e anche la parte bassa della schiena spostandosi stranamente.
    Siccome pochi mesi or sono alla sorella di mio padre è stato diagnosticato un tumore all’intestino mi sono preoccupato dei miei sintomi non capendo tralatro se le mie sono sensazioni causate dal condizionamento psicologico e dal conseguente stato di paura, oppure sono sintomi iniziali, leggeri ma reali di qaulche patologia che in realtà mi riguarda.
    Specifico che defeco abbastanza regolarmente anche se da qualche anno nelle mie feci ravviso modesta qiuantità di muco e la loro forma non è sempre regolare ma a volte piuttosto appiattita, sopratutto la parte terminale.
    Completo precisando che soffro di emorroidi in forma, credo, non troppo iportante; mi sono comparse in alcuni casi magari quando ho alzato un pò troppo il gomito.
    Ringraziandola porgo distinti saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sicuramente la suggestione ha un peso non indifferente, ma potrebbe comunque valere la pena di parlarne con il medico e pensare magari di fare la ricerca di sangue occulto.

  10. Anonimo

    Buongiorno dottore,

    qualche mese fa facendo esercizi con i pesi, devo aver esagerato e fatto un movimento sbagliato. Ho sentito una fitta al centro del petto…Da quel giorno il mio sterno ha iniziato a schioccare ogni volta che mi stiravo.
    Pare costocondrite, non c’è molto in italiano sul web, ma in inglese è pieno di casi come il mio. Ora sono a riposo da 3 settimane, lo sterno va meglio, ma faccio fatica a fare movimenti come mettermi le scarpe…In pratica sento gli addominali che vanno a premere contro lo sterno. Credo/spero che nel giro di qualche mese le cartilagini torneranno come prima. Lei che dice? L’unica cosa che faccio è saltare un po’ di corda (20 minuti ogni 2 gg), mi consiglia di sospendere anche quella?

    Grazie molte,
    Saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non essendo specialista non sono probabilmente in grado di aiutarla concretamente, al suo posto sospenderei anche la corda e sentirei il parere di un ortopedico.

    2. Anonimo

      Allora proverò a fare così. La ringrazio molto per la celere risposta.

      Buon 2013!