Tutte le domande e le risposte per Clamidia (Chlamydia): sintomi, trasmissione e cura
  1. Anonimo

    non curo la clamidia,ma ho avuto un rapporto a rischio, e quindi spero che l’antibiotico mi abbia protetta da cio. Senta vorrei sapere se e possibile guarire x una donna dalla clamidia senza fare cura antibiotica? grazie…

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ poco probabile, quantomeno in tempi brevi.

  2. Anonimo

    Buondi, vorrei sapere se il keraflox va bene x curare anche la clamidia, sto facendo ciclo di una compressa x sei giorni. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi sembra adeguato, ma è sicura che la prescrizione del ginecologo preveda solo 6 giorni?

  3. Anonimo

    salve, io ho avuto primi sintomi a fine maggio con perdite e irritazioni.. dopo vari esami ho scoperto di avere la clamidia..cosi’ il 7 luglio ho preso lo zithromax (1000 mg) di mattina e a stomaco vuoto.
    dopo quel giorno tutto e’ migliorato fino a ieri, quando ho ricominciato ad avere perdite. i medici hanno detto che e’ inutile fare un test ora in quanto ci si impiega 6 settimane per eliminare le tracce di questa malattia, percio’ risulterei ancora infetta.. il problema e’ che proprio 3 giorni fa ho avuto un rapporto (solo petting) con un ragazzo, dopo del quale ho avuto anche delle perdite di sangue (ma sospetto siano dovute ai modi particolari del partner)
    qui i medici avevano detto che dopo 7 giorni avrei potuto ricominciare ad avere rapporti… ma ovunque leggo in internet consigliano sempre di aspettare di piu…
    ora mi chido se le perdite che ho ricomnciato ad avere siano legate a una possibile ricaduta….posso stare tranquilla o c’e’ qualcosa di fondato in questi miei sospetti?
    grazie in anticipo
    nicole

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In linea di massima al momento ho la sensazione che la causa più probabile sia il rapporto avuto, chiaramente sarà poi importante effettuare gli esami di controllo nei tempi suggeriti.

  4. Anonimo

    Si trasmette solo attraverso rapporti sessuali? Dovrà fare cura anche il mio compagno?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Credo che si valuti di caso in caso; si può trasmettere attraverso rapporti sessuali, ma credo che sia un micoplasma che è talvolta presente nella fisiologica flora batterica vaginale e crea problemi solo nel caso di crescita incontrollata.

  5. Anonimo

    Buona sera, ho scoperto da tamponi di avere ureaplasma cos’è di preciso??, il medico mi ha detto di farte antibiotico… ho curato clamidia l’anno scorso, sono simili?? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ un particolare tipo di micoplasma, in linea di massima dovrebbe essere più facilmente risolvibile della clamidia.

  6. Anonimo

    Salve, mia moglie ha scoperto e poi curata la clamidia, io penso che lei abbia fatto sesso con un’altro, al contrario, lei pensa che sia stato io a trasmetterle tale infezione. Il ginecologo afferma che in molti casi va curata mentre in altri va via da sola senza che noi ce ne accorgiamo. Dal momento che sono certo di non aver contratto questa infezione (non sono stato con nessuna altra donna) e voglio credere mia moglie sia sincera, volevo sapere se oltre all’atto sessuale, in quali altri casi, se ne esistono, si trasmette questa infezione (visto che il ginecologo è stato evasivo in modo imbarazzante) ?
    Vi prego di rispondere presto, stiamo vivendo un momento di tensione in casa.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Che io sappia solo attraverso rapporti sessuali, vaginali, orali od anali.

  7. Anonimo

    Mi scusi parlo della clamidia

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ necessario valutarlo con il medico, temo sia impossibile generalizzare senza conoscere nel dettaglio la situazione.

  8. Anonimo

    Buongiorno, vorrei sapere se l’uomo deve fare la stessa cura della donna x la clamidia. Mi hanno dato r tipi di compresse(antibiotico), e necessario che la debba fare cosi ristretta anche il mio compagno?? Grazie

  9. Anonimo

    salve..sn angy..nn so se si ricorda di me..le scrissi delle mie cistiti emorragike rikorrenti..delle smodate cure antibiotike..e alla fine della scoperta della klamidya,ke (spero) kurata cn trozocina e risultata sparita..adesso ho conosciuto un nuovo medico ginecologo ke al dire il vero mi ispira molta fiducia,,le ho raccontato tutto e dopo 2 o 3 visite mi ha sotto posta alla vulvo e colposcopia,,,mi ha trovata un polipo della mucosa uretrale,ed inoltre vulvite markata con colpite a punti bianki giunsione squamo colonnare e,visualizzazione parziale ecc,, sec lei,ho di sicuro il virus hpv?puo pure essere ke abbia qlke forma tumorale?o si ha solo il sospetto?e x qnto riguarda il polipo uretrale?poi noto anke un gonfiore al basso vntre destro…kosa sarà? spero mi risponda al piu presto…grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ probabilmente al di là delle mie competenze, ma non darei per scontata l’infezione da hpv se non espressamente rilevata.

  10. Anonimo

    Buon giorno,
    le scrivo data l’impossibilità di contattare la mia ginecologa (è domenica e, a quanto mi hanno detto, non lascia alcun recapito telefonico).
    Dopo i seguenti esami:
    – dosaggio anticorpi anti-Chlamydia.
    – tampone cervico-vaginale con ricerca di Micoplasmi e Chlamydia.

    La ginecologa mi ha prescritto la cura con il MIRACLIN 100 mg X 10 gg.

    Io però sto facendo anche la cura per il reflusso con:
    LANSOPRAZOLO 15 mg 2 volte al giorno
    GASTROTUSS 1 bustina al giorno

    In più prendo la pillola YAZ.

    Ne uscirò viva da questo cocktail di farmaci?
    rischiano di inibirsi a vicenda?
    forse è meglio interrompere la cura per il reflusso?

    attendo una vostra risposta,
    elisa.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’unico pericolo reale è la diminuzione di efficacia di Yaz per interazione con l’antibiotico, quindi le raccomando l’uso del preservativo fino a 7 giorni dalla fine della terapia antibiotica (e comunque non prima di 7 giorni di assunzione consecutiva di pillole rosa di Yaz, se la fine di Miraclin coincidesse con le pillole bianche di Yaz).
      Non interrompa o salti alcuna somministrazione di nessun farmaco, se possibile assuma Miraclin lontano dagli altri farmaci e con abbondante acqua, evitando di coricarsi per almeno 30-60 minuti.