1. Anonimo

    sera il dolore alle spalle c’è l’ho, alla schiena pure ,le fitte sono sparse addome e basso ventre :(:(

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, questo ci fa pensare che la diagnosi sia corretta e serva solo pazienza e scrupolo nel seguire la terapia.

    2. Anonimo

      grazie vedremo cosa succede

  2. Anonimo

    Salve Dr.,io ho un piccolo ma fastidioso calcolo alla colecisti,e per via degli altissimi valori delle transaminasi,mi e’ stato consigliato di usare il Cardo Mariano per farle abbassare;c’è chi dice che per chi ha i calcoli questo prodotto non va bene, perché?E’ efficace o no il Cardo Mariano?Esiste un alternativa ai miei problemi?La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Le confermo che è controindicato nel suo caso.

    2. Anonimo

      Grazie per la sua celere risposta,ma esiste un’alternativa ai miei problemi?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Al suo posto lo valuterei con un medico.

  3. Anonimo

    salve i dolori alla schiena e spalle c’è l’ho ,anche fastidi all’addome e zona pelvica 🙁

  4. Anonimo

    Salve dottore ho subbito una laparotomia il 1 giugno e’ andato tutto ok adesso mi sono accorta che sull’addome ho un bozzetto e quando ci passo su la mano come sedessi massaggiare l’addome sono iper sensibile vorrei sapere se e’ possibile che si tratti dei muscoli addominali che si stanno distendendo la ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Penso che sia semplicemente il corpo che cerca di ricostruire nel miglior modo possibile i tessuti; non mi preoccuperei, se proprio persistesse lo segnali al medico.

  5. Anonimo

    Salve Dottore,
    ieri durante un’eco addome completo, mi è stata diagnosticata la presenza di un micro calcolo (6mm) alla colecisti..
    il radiologo, poiché asintomatica, mi ha consigliato di parlarne con il mio medico, per provare a scioglierlo con l’assunzione di un fluidificante biliare.
    Ma il mio medico curante si rifiuta di prescrivermi questa terapia, anzi al contrario, mi ha caldamente consigliato di operarmi perché sono ”giovane” e donna…quindi per evitare complicazioni future in caso di gravidanza…e soprattutto per scongiurare il rischio di una pancreatite acuta..!

    (da premettere che non avverto al momento grossi fastidi; talvolta però, gonfiore subito dopo i pasti e dissenteria).
    Cosa mi consiglia?
    Ho tanta paura di sottopormi ad un intervento..anche se in laparoscopia, quindi meno invasivo, mi crea ansia…e non so come comportarmi.

    La ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrà dedicarmi.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      So che sperava un consiglio più concreto, ma proverei a sentire uno specialista; tutto sommato anch’io farei un tentativo prima dell’intervento.

  6. Anonimo

    Buona giornata dottore,secondo un suo parere,farmaci anti ipertensivi come giant e lobivon 5 mg,deursil RR da 225mg per i calcoli biliari,xanax da 0,25 mg per sindrome d’ansia, e vivin c in associazione con acido acetilsalicilico e acido ascorbico da 330+200mg all’occorenza per nevralgie;quali di questi farmaci potrebbero aumentare i livelli di LDL o COLESTEROLO TOT ,ammesso che influiscano davvero,oppure non hanno effetti collaterali ,come spero,sui valori di colesterolo appunto.spiegandomi in parole piu’ semplici,e se e’ nella sua competenza,questi farmaci che li ho indicato ,e che assumo sotto controllo medico per la mia patologia:ipertens.in sindrome ansio reattiva,possono agire modificando in maniera negativa i valori colesterolemici causandi ipercolesterolemia o ,posso andare tranquillo con la terapia indicatami.? sul foglietto illustrativo di tali preparati,non ho trovato nessuna indicaz. ariguardo a parte il giant per chi ha gravi patologie al fegato. Glielo chiedo perche’ ho avuto dalle analisi valori del colest.totale alti 218mg/dl e LDL a 155mg/dl sopra la norma.se puo’ rispondermi la ringrazio anticipatamente.cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo che non ci sono controindicazioni e, in ogni caso, i valori non sono terribili; con un po’ di attenzione alla dieta, eventualmente esercizio fisico e perdita di peso se necessario, dovrebbero rientrare.

    2. Anonimo

      grazie dottore della sua risposta,mi permetta un ultima domanda:per questo tipo di problemi il danacol,secondo il suo parere aiuta ed e’ efficace come dicono?e’ davvero provato che abbassa di 10 mg/dl il colesterolo se assunto giornalmente e costantemente?sa,e’ un prodotto che vendono nei supermercati e ho qualche dubbio in proposito.inoltre on line qualche voce dice che e’ solo un metodo per fare pubblicita’.credo comunque che provare non danneggi.tutt’al piu’ si puo’ verificare oltre ovviamente ad una dieta corretta ed esercizio fisico.Lei che ne pensa?grazie ancora.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo tutto:
      1. La pubblicità esagera sempre un pochino,
      2. ma provare non ha controindicazioni.

    4. Anonimo

      La ringrazio della sua risposta, i valori colesterolemici non sono cosi ‘alti da preoccupare (218 tot e 155 LDL),come lei giustamente ritiene,a volte pero’ mi viene da chiedermi come mai, pur non bevendo, non mangiando salumi ,ma pasta ,insalata e frutta ,avendo gia’ da un po’ di tempo seguito un alimentazione il piu’ possibile povera di grassi e dolci ,i valori sono risultati un po’ alterati? (anche se in discesa lieve rispetto a qualche mese fa)- Le dico pero’ che ho superato un epatite B e dalla eco all’addome e’ risultato un fegato un po’ steatosico con transaminasi alt un po’ elevata e poi rientrata nella norma.ma e’ anche vero che nel passato esageravo nell’alimentazione con grassi e tante focacce con formaggi e anche salumi.quindi penso ci voglia un po’ di tempo prima di ristabilire i valori ,e’ d’accordo?Mia madre che ha il diabete senza cura insulinica e non ereditario e che mangia piu’ disordinata di me con salumi ed eccessi ha un colesterolo normale 175.e’ possibile questo?la saluto e grazie

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Da quanto ha migliorato l’alimentazione?

    6. Anonimo

      circa da gennaio febbraio

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe ancora migliorare un pochino, ma dopo 6 mesi dovremmo ormai essere a regime; mi ricorda altezza e peso?

    8. Anonimo

      si dottore,peso variabile dai 61 ai 65 KG ,mediamente 63 KG,due mesi fa ero 66 KG perche’ mangiavo molto di piu’,poi ho iniziato anche a correre lentamente per mezz’ora ogni giorno e ad eseguire attivita fisica moderata;circonferenza toracica :95 cm.altezza: 163 cm circa

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, se volesse perdere qualche chilo potrebbe aiutare a diminuire ulteriormente i valori.

    10. Anonimo

      quindi aumentare moderatamente l’attivita’ fisica, mantenendo l’alimentazione leggera.cio’ puo’ essere di aiuto per migliorare i valori di colesterolo.?aumentando ldh quello buono, e dimuinendo quello cattivo ldl, insieme al totale.

    11. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esatto.

    12. Anonimo

      Un’altra cosa dottore,se ha tempo per rispondermi.da stamattina a risveglio avverto in zona addominale superiore un leggero fastidio di tipo intermittente che si instaura in zona centrale del torace ma molto breve circa due secondi circa o tre per poi ritornare dopo venti minuti irradiandosi come dolori di lieve intensita’ molto lieve in varie parti dell’torace addome anche ai fianchi,sembra un fastidio leggero allo stomaco in spostamento e se ci penso mi ritorna,sono a stomaco vuoto che ho fatto colazione al latte liquido e basta.ora pero’ e’ scomparso da quasi un’ora.la pressione e buona tendente al basso 110 su 75 con fc di 60.bm.tenga presente che ho anche sudato in questi giorni con l’attivita’ fisica ma c’erea anche vento e magari guidando col finestrino aperto mi e’ gia’ successo di avere poi questi fastidi. inoltre ho dormito con la finestra aperta e anche se e’ caldo ,non essendo abituato e’ come se avessi preso aria e non sono per questo abituato,potrebbero essere fastidi da colpi di aria che possono anche instaurarsi a livello toracico muscolare visto che io li soffro’?e in parte sembrano dolori addominali o allo stomaco ed invece potrebbero essere intercostali dovuti alla reazione aria-sudorazione?lei che dice e se dovvessero persistere che consiglio farmacologico potrei ricavarne beneficio?grazie.

    13. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, possibile che siano colpi d’aria, se rimangono leggeri non assumerei farmaci.

    14. Anonimo

      grazie dottore.cordiali saluti

  7. Anonimo

    Salve Dott.Cimurro volevo sapere se problemi di bile ispessita potrebbe provocare forti dolori addominali ed a un controllo di esami del sangue globuli bianchi a 14.000, perché i miei medici erano convinti che fosse un attacco di appendicite curata pero con antibiotici, ora il mio disturbo continua con dolori piu che altro mi sento pungere in alto a destra ho giorni di stipsi o diarrea con contorcimenti dell’intestino e non digerisco bene piu che altro la sera ora ho deciso di riiiniziare la terapia per la bile con litoff 300. Pensa possa essere piu questo il problema o jn appendicite che perdite cordiali saluti e scusi per il lungo poema…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dalla descrizione effettivamente sembra più appendicite, tra le due.

    2. Anonimo

      Ma c’e’qualche esame piu sicuro che mi dia la certezza che sia appendicite??Perché quando mi hanno ricoverato hanno detto che dall’ecografia era tutto regolare poi sono arrivati i risultati degli esami del sangue che portavano i globuli bianchi alti e hanno affermato che fosse appendicite.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo che io sappia non c’è nulla che dia la conferma con assoluta certezza; leggevo qualche giorno fa che capita ancora molto spesso di operare per appendicite e poi trovarsi di fronte un’appendice sanissima.

  8. Anonimo

    Buonasera dottore ,in seguito a 1 eco all’addome mi hanno riscontrato 1 colecisti “stipata”di calcoli di 10 -11 mm ,non ho mai avuto dolore ……….che fare ?????? mi aiuti a capire cosa fare .Nell’attesa la ringrazio .

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Immagino che le abbiano suggerito l’intervento, giusto?

    2. Anonimo

      Grazie di avermi risposto ,l’ecografista mi ha consigliato l’intervento alla 1 colica……mi dia 1 suo parere . Su altri post sull’argomento lei ,mi è sembrato ,sia non per l’intervento se sono asintomatici ….(forse ho frainteso????) grazie sempre del consiglio che mi puo’ dare ,intanto la saluto cordialmente .

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non occupandomi di questo campo ho un’esperienza assolutamente limitata, ma il consiglio che le è stato dato mi sembra più che ragionevole; se non ci sono motivi per intervenire subito può non valere la pena anticipare i tempi.

  9. Anonimo

    Salve dottore, io ho avuto l’altro giorno un attacco acuto, di colica, premetto che ho un calcolo di 2 cm alla coliciste da un bel po di tempo, sono stato dal dottore e mi ha fatto una punttura di spamox,. Tutto bene per 3 giorni, adesso durante la notte ho avvertito delle vampate di calore e un senso di malore che parte dalla pancia, e sono persistenti!
    cosa mi consiglia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe valere la pena andare a fondo della situazione valutando l’intervento.

    2. Anonimo

      ma non mi sembrano dolori da colica, è piuttosto un malore generale che mi da ansia!!!

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ritiene plausibile, mi perdoni il gioco di parole, che sia invece l’ansia che le genera dolori?

  10. Anonimo

    ho avuto un intervento di colecistectomia in laparoscopia 10 giorni fa. Andrebbe tuuto bene se non fosse per il persistente dolore alla schiena. mi chiedo se sia normale avere questo dolore, grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ stata molti giorni a letto?

    2. Anonimo

      no , solo il giorno dell’intervento e quello successivo. Poi però sono stata una settimana a riposo .

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo segnali al medico, ma è possibile che sia indipendente dall’intervento in sè.

    4. Anonimo

      Grazie di cuore