Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Il termine corretto di chi cura il recupero dell’atto respiratorio del paziente (sia tramite esercizi che tramite manovre manuali disotruttive) non è “terapeuta della respirazione”, come indicato dall’articolo,bensì ” fisioterapista “. Il fisioterapista specializzato in riabilitazione respiratoria lavora abitualmente con pazienti affetti da patologie respiratorie, e previa visita medica dal pneumologo si occuperà della riabilitazione del paziente in base alla diagnosi medica.

  2. Anonimo

    Salve, le scrivo perché la mia bambina di 13 anni ha una forte tosse secca da qualche mese oramai. Il pediatra ci dice sempre che i polmoni sono puliti e di darle le gocce di Levotus.
    Sono molto preoccupata e vorrei approfondire questo problema. Si possono fare delle lastre se si quali?
    Da maggio che non riesce a dormire la notte ed è molto agitata.

    Grazie e rimango in attesa di una Sua risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Più che dei raggi verificherei con l’aiuto di un otorino; altri sintomi? Allergie?

  3. Anonimo

    Alla fine dopo 8/9 gg di tosse catarrale ma senza febbre il medico mi ha prescritto Augmentin x 6 gg non ho mai avuto febbre solo tosse! Volevo chiederle se con la bronchite si suda se ci si muove troppo, io già soffro il caldo ma al momento non lo è’ solo che in casa ci sono 85 gradi di umidità e non capisco se è questa che mi provoca sudorazione o la bronchite ! Grazie x la sua risposta ! Cordiali saluti Nella ps: vorrei fare anche aerosol posso giusto x accelerare la guarigione? Acqua fisiologica e Clenil x il catarro vanno bene? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Bronchite e condizioni climatiche spiegano il sudore (probabilmente c’era anche qualche linea di febbre che con l’antibiotico sta passando).
      2. Mi dispiace, ma non posso avallare farmaci.

    2. Anonimo

      No no mai avuta febbre sempre controllata più volte al giorno addirittura 34,7 a 35,3 la
      Sera 36,4 ma posso fare comunque aerosol o è’ inutile ? Chiedo x sapere se accelerò un po la guarigione ! Oggi ho preso la seconda bustina di Augmentin dopo quanti gg se ne può apprezzare il beneficio eventuale? Grazie dott grazie veramente per i suoi consigli che ho sempre preso in seria considerazione Nella

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’antibiotico inizierà ad esplicare completamente l’effetto a 24-48 ore dall’inizio della terapia; l’aerosol potrebbe non essere necessario, ma questo può valutarlo meglio il medico che l’ha auscultata.

    4. Anonimo

      Nell attesa della risposta ho fatto il primo aerosol con Clenil e acqua fisiologica! Per quanti gg lo devo fare? È’ vero che poi va sospeso lentamente e non di colpo? Grazie

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Mi dispiace, ma non posso proprio avallare alcun tipo di terapia.
      2. Il cortisone per bocca in genere si scala gradualmente, ma per via aerosolica in genere non è un problema.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ritengo che sia consigliabile una nuova verifica con il medico.

    2. Anonimo

      Ecco come si é sviluppata la mia bronchite virale:
      il 25 settembre mattina mi sono alzata con un leggero raffreddore e mal di gola, in serata é cominciata la febbre con mal di ossa, mal di testa e addirittura il solo sfiorare la cute mi segnalava un lieve disturbo, ero indolenzita e indebolita, del tutto inappetente.
      Dal giorno seguente é sparito il raffreddore ma il dolore ai bronchi e mal di testa persisteva così come il dolore alle ossa e la febbre pressoché continua, scemava durante la notte o comunque il sonno e risaliva una volta svegliata, ho avuto un unico giorno, il sesto, dove la febbre é andata sotto i 37 gradi.
      Il 5 ottobre il medico diagnostica la bronchite virale e consiglia dei farmaci che ritengo nel giro delle ore successive di non prendere, il fegato mi mandava chiari segnali dopo l’uso prolungato di paracetamolo.
      Oggi posso dire di aver preso la giusta decisione sospendendo le dosi giornaliere consigliate dal mio medico: dafalgan 3x e brufen 600 2x, nonostante nei giorni a seguire sono stata molto male e la febbre é persistita fino al mattino del 10 ottobre, con un cambiamento repentino la situazione tutta in un tratto é migliorata e mi sono sentita decisamente meglio, niente più febbre e un grande grandissimo appetito, sento che ancora non sono in piena forma ma piano piano anche il mio fegato sta meglio.
      Quando respiro sono ancora sensibile all’aria fredda della stagione autunnale e sento che i bronchi ancora hanno bisogno di tempo e questo sarà solo che un ulteriore spinta per me che molto aiutata da questo periodo di malattia che si é oramai protratto a 3 settimane quasi ho praticamente deciso di smettere di fumare!!
      Ecco com’é andata per me, ora vorrei solo chiedere: quando si diventa infettivi e quando non lo si é più in caso di bronchite virale come successo a me?
      Ringrazio e saluto.

  4. Anonimo

    Dopo essermi raffreddata mi sono influenzata, al 5 giorno sembrava che la febbre se ne fosse andata ma é riapparsa al 6 giorno, il 10 mo giorno sono stata visitata dal medico che ha fatto un prelievo e confermato una bronchite virale, mi ha consigliato di continuare con dafalgan 1g e brune 600, a causa di un leggero mal di fegato ho scelto di utilizzare unicamente brune 600 ma al 14 mo giorno la febbre persiste, dopo un lieve miglioramento dove facevo la giornata senza febbre perché appariva solo in serata, ho di nuovo febbre mattino e sera.
    Sono esausta e mi chiedo quanto può durare ancora? Ma questa febbre persistente é indice di che cosa?

  5. Anonimo

    Buonasera dottore, da circa 2 settimane avverto dolori al petto e bruciore con mal di testa , fiato corto e vertigini. Al presentarsi dei sintomi ho avuto una leggera influenza(raffreddore qualche linea di febbre), su consiglio del medico ho fatto un rx torace che è risultato negativo con il seguente referto: “Ambiti polmonari normoespansi, simmetrici. Non si evidenziano alterazioni parenchimali a focolaio o di tipo diffuso. Diaframma regolare nel profilo.Seni pleurici liberi da versamento. Mediastino in asse. Ombra cardiaca nei limiti. Come anche le analisi del sangue che hanno valori nella norma. Ma il pneumologo ascoltanodomi il torace mi ha diagnosticato una boronchite acuta e prescritto antibiotici per 9 giorni 2 pasticche da 500 “ciproxin” e un mucolitico shedirflu una bustina al giorno. Ora sono all’ ultimo giorno di antibiotico e ho ancora dei dolori al petto con senzione di bruciore è normale ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Va meglio rispetto a 9 giorni fa?
      C’è mai stata febbre? C’è ancora?

    2. Anonimo

      Leggermente meglio rispetto a 9 giorni fa febbre c’é stata sui 37 per 3 giorni circa all’inizio dei sintomi ora non ne ho ! Mi preoccupa solo che questo dolore/bruciore al petto non se ne va. Grazie dottore per avermi risposto

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Raccomando già domani di farsi auscultare dal medico di base, per decidere se continuare/modificare/finire la terapia.

  6. Anonimo

    Buon giorno dottore,
    Non so se si ricorda ma le ho scritto durante l’estate per svariati problemi legati all’intestino e apparato respiratorio. (feci verdi, dolori al petto ecc!)
    Come Le ho scritto tre settimane fa, ho eseguito l’eco addome che è risultato negativo. Da tre settimane circa, era ricominciato l’oppressione al petto, che mi mandava in crisi d’aria. La. Dottoressa mi aveva cambiato il symbicort con il aircort perché era meno “pesante” dal punto di vista degli effetti collaterali. Sono tornato sui miei passi, ovviamente su ordine della stessa.
    Solo che i dolori toracici si sono spostati o magari estesi anche alle spalle.
    Le svariate ascultazioni non delineavano fischi o anomali rumori.
    Anzi. Però il dolorino ci stava. Sono ansioso, certo, poi non ne parliamo se mi stizza la tosse con coniati di vomito. Solo che negli ultimi tre giorni circa, a volte nel muco noto delle striature di sangue quando sputo.
    Lunedì ho fatto un emocromo, Tas, Ves, Pcr, gpt urine. Mi hanno detto che nel complesso era tutto ok solo i globuli bianchi erano 8.200/mmn (min 4000/max8000) e la gpt era a 65 (valore 40)
    Quindi a tavola o alcolici sono da tenere a bada. Non fumo da 15/16 giorni considerato che avevo “ricominciato” per una settimana per motivi di ultra nervosismo e tensione, (so che non è una buona giustificazione!) come quello sono sulla strada dell’ astinenza.
    Però sono ricomparsi dei “problemi”. Ieri sera il mio medico curante mi ha rassicurato sui globuli bianchi dicendo che non può essere un infezione seria con quei valori. Tas Ves e altri sono nella norma, anzi.
    Anche le urine, che nel complesso pur essendo torbide (le ho avute sempre gialle limpide!) non presentavano emazie o segni di sangue e o cellule….

    Mo stamane mi sono alzato con una tensione altissima, che mi ha provocato muco bianco. Poi stizza e stizza ho espulso altro muco bianco ma con tracce di sangue leggero, (roseo).
    Il 20 di luglio feci un rx al PS della mia zona, riferendomi che non vi erano sicure lesioni ed addensamenti con un leggere o ispessimento al petto…. Adesso no ricordo bene il termine ma il dottore disse che nei fumatori era normale.. La forma cardiaca era nella norma. E anche la forma polmonare con i relativi plessi basali.

    Spero aver descritto al meglio la cosa. Solo che con sti dolorini toracico muscolari se così possiamo chiamarli, ho paura.
    La dottoressa mi ha consigliato o Oki o Brufen per i dolori.

    Giuro che sigarette non ne sto nemmeno guardando.
    Non so se si possa parlare di tumori (la dottoressa del laboratorio alla mia domanda mi ha negato la cosa, in base ai parametri .!!)
    Pressione arteriosa. Tra 130/80 110/70
    Bpm tra i 69/74/80
    Glicemia 73 se consideriamo che assumendo symbicort la glicemia può aumentare (giusto!?)
    Potrebbe essere Bronchite o polmonite e non me ne accorgo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensare ad un tumore; il dolore potrebbe anche essere di origine muscolare, dovuto agli sforzi di tosse ed alla tensione.

    2. Anonimo

      Buongiorno dottore, ho fatto rx torace ed è emerso che ho la bronchite. Non è strano che non abbia affatto tosse? ho solo difficoltà a respirare e dolore al petto

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Diciamo che non è una sintomatologia comune, ma può succedere.

  7. Anonimo

    Buonasera dottore. Sono un ragazzo di 18 anni e da 1/2 anni ogni autunno/inverno mi viene la bronchite. Si inizia a manifestare con catarro, mal di testa, tosse e raffreddore. Io fumo anche da 4 anni. Il medico mi prescrive sempre aereosol ed antibiotico, quasi sempre pasticche. E si toglie però sempre non del tutto. Lei pensa che puo essere una bronchite cronica e legata principalmente al fumo?

  8. Anonimo

    Salve dottore sono preoccupatisimo allora e più di 3,settimane che mi viene male a respirare o dolore dietro la schiena nella parte dei polmoni o un fastidio in gola e dentro la gola sento aria fredda sofro d’nsia cosa può essere oggi il medico e chiuso o 14 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso che consigliare una visita medica; solo auscultando torace e schiena sarà possibile formulare una diagnosi.

  9. Anonimo

    Ve bene, deduco allora che la strada da seguire sia quella dell’apparato respiratorio, la cosa strana è che in due anni di frequentazione d’ospedali, medici, blog, forum..non ho trovato una persona, dico una, che abbia i miei stessi sintomi…è un mistero…., ok la ringrazio, magari lunedì le farò sapere com’è andata 🙂

    Buona serata

    1. Anonimo

      buongiorno Dottore,

      ecco il referto della broncoscopia :” Laringe e trachea nella norma, con presenza di secrezioni mucopurulente fluide nel lume tracheale. carena tracheale affilata. In entrambi gli emisistemi sono presenti secrezioni fluide mucopurulente in discreta quantità, presenti sia nei principali sia in tutti i lobari, ove si evidenzia la presenza di diversi sbocchi ghiandolari dilatati. Non si evidenziano segni diretti o indiretti di lesioni neoplastiche. Viene effettuato broncoaspirato nel lobare inferiore sinistro, che viene inviato per esame microbiologico. Nessuna complicanza.”
      Detto questo le racconto un episodio; sabato accompagnavo a fare shopping (!) un’amica a Milano, ovviamente si cammina tanto, dopo un pò inizio a sentire un dolore al petto, è il segnale che devo assolutamente ” espellere” questo catarro fluido, cosa che faccio con non poca difficoltà vista la situazione, la cosa si ripete più volte, dolore al petto e necessità di espellere. Arrivo a casa la sera e sono uno straccio, stanchezza, spossatezza, mal di testa, occhi rossi e pesanti ,tosse e catarro ancora e sempre catarro….Lei ha mai visto una cosa del genere? Secondo me ho contratto un virus sconosciuto…

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ho assolutamente le competenze per riuscire a formulare una diagnosi dove non sono riusciti fior di specialisti consultati, ma onestamente mi viene il dubbio che possa trattarsi di questo.

      Mi tenga al corrente su cosa le dirà il medico, è comunque probabile che io sia fuori strada.

    3. Anonimo

      Buonasera dottore, torno a scriverle, la mia situazione sta peggiorando, a novembre sono stato ricoverato due settimane, mi hanno fatto esami del sangue, espettorato, spirometria, broncoscopia, lastre torace, tac torace e cranio, diagnosi: bronchiectasie, BPCO con infiammazione ai bronchi. Durante la degenza ho fatto aerosol 2 volte al giorno, acetilcisteina 2 volte al giorno e per dieci giorni 2 flebo al giorno di antibiotici. Sono stato dimesso con una cura da fare per un mese e poi mi devo ripresentare per un controllo, la cura consiste in broncodilatatore una volta al giornio ( glicopirronio, da assumere tramite inalatore) azitromicina ( 250mg al giorno a giorni alterni) , Gadral compresse dopo i pasti, acetilcisteina per dieci giorni e pantoprazolo la sera.Stavo benone, catarro diminuito dell’80%, di conseguenza tosse quasi sparita, ero come rinato, non potevo crederci….e infatti non dovevo crederci…, dopo dieci giorni tutto è tornato come prima e peggio di prima…La mia domanda: da quando uso il broncodilatatore ho l’impressione che mi manchi di più il fiato, mi sembra di peggiorare, già in agosto avevo avuto questa impressione e infatti avevo smesso di prenderlo, i medici mi avevano esortato a riprenderlo adducendo il fatto che i risultati si vedono nel medio/lungo periodo, ma a me sembra che tutto stia precipitando..è possibile che il broncodilatatore faccia l’effetto contrario?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima no, non dovrebbe causare l’effetto contrario.

    5. Anonimo

      Bà…sono sempre più convinto che sono un caso raro, conosco dei bronchiectasici, le mie non sono peggio delle loro, ma non sono conciati come me e sopratutto non hanno i miei sintomi, devono stare un pò attenti, un ciclo di antibiotici ogni tanto, un vaccino antinfluenzale…e vivono dignitosamente…, io no, il mio è un calvario, anche ora che scrivo ho la testa che mi scoppia e ho appena riempito metà bicchiere di catarro…., e una dottoressa dello staff medico mi dice che mi ci devo abituare! Abituare a che ?? questa non è vita, non posso credere che non ci sia niente che mi faccia stare un pò meglio, non posso crederci, anche perchè non è possibile vivere così.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Farei ancora un tentativo rivolgendomi ad un centro specializzato.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne parli anche con il suo medico, ma credo che l’Istituto di Veruno sia specializzato.

    8. Anonimo

      Buongiorno Dottore,

      ho deciso di seguire la cura, la mia cura, che consiste nel non assumere più qualsiasi tipo di farmaco. Dopo tre anni di antibiotici, cortisone, aerosol, inibitori della pompa, broncodilatatori, antiacidi, tachipirina, aspirina, ecc…ecc…, non ho avuto NESSUN beneficio, se avessi un beneficio a malincuore accetterei di assumere farmaci ma visto che non ne ho….”errare humanum est, perseverare autem diabolicum”, cercherò di curarmi con l’alimentazione, eliminando tutti quei cibi che possono contribuire a creare acidità e infiammazione e cioè: carne, formaggi, alcool, caffè…., lo sò che potrebbe sembrare un’alternativa bislacca ma a questo punto devo prendere atto che la medicina con me ha fallito e cmq, per quanto possa sembrare assurdo, da quando non prendo più niente ( 15 giorni) il fiato è migliorato.
      Grazie per l’attenzione
      Buona domenica

    9. Anonimo

      Buonasera Dottore,
      Dopo circa un mese di cura alternativa posso con sicurezza affermare che essa è miseramente fallita. I sintomi continuano inperterriti, il catarro non mi da tregua. Oramai non sò più cosa fare, sia che prendo farmaci o che non li prendo nulla cambia e nel frattempo il mio fisica continua a peggiorare. Se nel 2012 vivevo al 90% delle mie possibilità, nel 2013 sono passato all’80, nel 2014 al 70, nel 2015 al 60 e quest’anno sto scivolando pericolosamente verso il 50, il che significa che il cervello funziona ancora ( sembrerebbe) mentre il fisico no, del resto nel 2012 giocavo a calcetto due volte la settimana, una volta la settimana in piscina e il weekend in montagna per ferrate e trekking in alta quota. Ora quando faccio quell’unica rampa di scale per entrare in casa e chiudo la porta dietro di me inizio a boccheggiare come un cane che ha appena percorso qualche km di corsa per almeno cinque minuti buoni, inizio anche ad affaticarmi quando parlo e, per un rappresentante, è veramente il colmo. Anche i miei muscoli mi stanno abbandonando, stanno diventando flaccidi, il mio viso si sta scavando, se fino a tre anni fa, a 46 anni, piacevo anche alle ragazze molto più giovani, ora a 49 neanche le mie coetanee mi guardano ( che cmq schifo io stesso), insomma mi sto avvicinando al momento in cui mi diranno che dovrò girare con la bombola dell’ossigeno e quel giorno sarà la mazzata finale. Non vedo via d’uscita, tra qualche giorno ho un appuntamento con una dottoressa che si occupa di Omeopatia, Omotossicologia, Omeomesoterapia e altro ancora…, sono quasi certo che non servirà a nulla ma tanto non ho niente da perdere a parte un pò di soldi….va bè, se non disturbo la terrò informata. Buona serata

    10. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace davvero sapere che continua a peggiorare.
      Nessun disturbo, al contrario, se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    11. Anonimo

      Buonasera Dottore, stranamente sono ancora vivo quindi torno a scriverle, cioè, diciamo che vivacchio aspettando una miracolosa guarigione, in agosto ho fatto l’ennesimo ciclo di antibiotici, Ciprofloxacina 500mg 1 cp ogni 12 ore per 14 giorni + Trimetroprim 160/800mg 1 cp ogni 12 ore per 14 giorni, al termine della terapia antibiotica fluimucil antibiotico 500mg 1 volta al giorno per 15 giorni, quindi sospendere per 15 giorni, ripetere per tre mesi, Umeclidinio/vilanterolo 55/22 una inalazione al giorno. Risultato? ZERO. Continuo a vomitare catarro in quantità industriali, i dottori dicono che devo fare le cure ma sinceramente siamo al paradosso, più mi curo e peggio sto, oramai sono intossicato, mentre le sto scrivendo ho gli occhi e la testa pesante dal continuo tossire, oramai credo di essere irrecuperabile. Buona serata

    12. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lungi da me pensare che possa essere risolutivo, ma per caso ha mai provato a passare qualche tempo al mare per vedere se almeno si rileva un qualche miglioramento?

    13. Anonimo

      No al mare è un paio di anni che non vado, però sono tornato da poco da Marrakech, 25 giorni ( avevo preso solo il biglietto d’andata, sono tornato quando non avevo più soldi, oramai non mi interessa più niente), gran caldo secco, diciamo che stavo leggermente meglio.

    14. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, può sembrare banale ma un cambiamento di ambiente e di clima potrebbe incidere. Ha fatto qualche esame di approfondimento diagnostico? un TC naso e seni paranasali, per esempio, magari c’è qualche alterazione alla base del quadro clinico, tipo una sinusite o comunque un’ostruzione.

    15. Anonimo

      Buonasera Dott.ssa,

      Si ho fatto TAC massillo-facciale, il quale evidenzia una sinusite cronica e una leggera deviazione del setto nasale. Problemi a respirare dal naso li o sempre avuti fin da piccolo, infatti respiravo spesso dalla bocca, paradossalmente in questi ultimi anni respiro meglio dal naso, ad esempio prima dormivo sempre con la bocca aperta adesso invece dormo respirando regolarmente dal naso, per quanto riguarda la sinusite, mi è stato consigliato un intervento di pulizia dei seni paranasali e di “allineamento” del setto nasale, ho rifiutato l’intervento perchè il catarro sento che non viene dal naso o retronasale ma viene proprio da “giù”, è vero anche che spesso sento gli occhi pesanti e la sensazione che mi pizzicano, inoltre ho mal di testa frontale, il medico dice che dipende dalla sinusite, e in effetti il ragionamento è logico, a me però sembra che il mal di testa dipenda dal continuo sforzo provocato dal tossire, insomma sono dell’idea che l’operazione al naso non sia risolutiva. immagino lei pensi che debba ascoltare di più i medici ma davvero dopo più di tre anni di questo calvario sono estremamente sfiduciato. Io faccio il rappresentante, sono via tutto il giorno e spesso in auto, per darle un’idea le dico che ogni giorno riempio ( quasi) una bottiglietta di acqua da 500ml di catarro liquido giallo/verdastro ( sembro la ragazzina dell’esorcista), oltre agli effetti collaterali; mal di testa, dolore al petto, occhi pesanti, spossatezza, affaticamento anche solo per una rampa di scale. Questa è la mia situazione e il brutto è che non vedo una via d’uscita. Grazie comunque per l’interessamento 🙂

    16. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sicuramente c’è una bronchite cronica, ma questa importante produzione di muco può avere cause concomitanti, ha mai fatto l’esame dell’espettorato o comunque una visita pneumologica? Forse sarebbe il caso di indagare con una broncoscopia o una Tc torace prima di proseguire alla cieca con ulteriori terapie, dato che ne ha già fatte diverse.

    17. Anonimo

      Buonasera,

      sono tre anni che faccio esami di tutti i tipi, tra cui broncoscopie ( 4) e tac torace (2), ho cambiato tre ospedali diversi,ma nessuno è riuscito a darmi una cura un minimo efficace ( evidentemente non esiste), in sintesi il problema è questo: 25 anni fa in seguito ad un focolaio mi sono state diagnosticate piccole bronchiectasie al lobo medio, per 22 anni ho condotto una vita normale, facendo anche molto sport con buoni risultati, tre anni fa è iniziato un inesorabile e inarrestabile supplizio che mi porta ad avere ettolitri di catarro, tosse ecc…ecc….. Gli antibiotici non mi fanno niente, lo stesso dicasi per aerosol, acetilcisteina, broncodilatatori ecc..ecc…niente di niente, vorrei tanto trovare una cura che possa alleviare questi sintomi, facessi una settimana senza catarro e sarei l’uomo più felice del mondo. Ovviamente ci sono poi gli aspetti relazionali che ho pensato bene di chiudere perchè mi vergogno a dormire con una persona e avere la sputacchiera sul comodino. Io stesso non starei con uno come me….L’unica cosa che mi da un leggerissimo miglioramento è l’aspirina ogni tanto. Non so cosa fare.

    18. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, mi sembra una situazione piuttosto complicata. E’ difficile dare consigli terapeutici dal momento che ha già fato le ‘solite’ terapie e ha già consultato più e più medici senza esiti. Posso solo dire che in alcuni casi per migliorare la qualità di vita può essere indicata anche la terapia chirurgica. Ovviamente l’indicazione deve essere posta dagli pneumologi dopo un accurato ragionamento sul rapporto rischi/benefici. saluti

    19. Anonimo

      Buongiorno,

      si forse può essere l’ultima possibilità rimasta, anche nel caso il rapporto rischi/benefici sia più sbilanciato verso i rischi, non è possibile vivere così.
      Saluti

  10. Anonimo

    Scusi se insisto, secondo lei il reflusso può causare catarro (molto fluido) e di conseguenza tosse? Cioè; il catarro può non essere una prerogativa solo di bronchi e polmoni?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il reflusso può sicuramente causare tosse stizzosa e continua, più raramente catarro.

  11. Anonimo

    Comunque, sarà una mia impressione, ma a me sembra che questo “catarro” provenga dallo stomaco, quando tossico ho l’impressione di “attingere” da li, non potrebbe dipendere dal fegato? o pancreas?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non dipende da fegato o pancreas; il reflusso può causare tosse continua, ma immagino che sia stato escluso.

  12. Anonimo

    Buonasera dottore, da due anni e mezzo sono sommerso dal catarro, in pratica mi addormento tossendo ed espellendo catarro e mi sveglio allo stesso modo, per poi continuare tutto il giorno, tutti i giorni, poi ci sono gli effetti collaterali: mal di testa, dolore al petto, mal di gola ecc…ecc.., qualche giorno penso che mi romperò una costola dal tanto tossire, scherzando dico di essere afflitto dalla sindrome dall’esorcista, in quanto mi identifico nella protagonista che vomitava liquido giallo/verde in quantità industriali, quando invece non scherzo mi rendo conto che non ce la faccio più, sono esausto. Mi hanno visitato pneumologi, gastroenterologi ed otorini ma nessuno ci ha ancora capito niente. Lunedì farò l’ennesima broncoscopia, ma prima la dottoressa mi ha prescritto degli esami del sangue, dai quali risulta che il valore del Fibrogeno è di 675, quando il range medio è di 200-375 mg/dl. Secondo lei è preoccupante? e sopratutto; non è che i medici sono fissati con l’apparato respiratorio e invece il problema sta altrove??
    Grazie, Antonio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      C’è mai stata una diagnosi?
      Fuma?

      Ho qualche dubbio sul fatto che il fibrinogeno possa essere collegato.

    2. Anonimo

      Ipotesi tante diagnosi nessuna, non fumo da 14 mesi, cmq anche prima non ero un gran fumatore. Tra le problematiche in essere ho anche una lenta, progressima e inesorabile diminuzione della capacità respiratoria, in pratica; fino a due anni fa facevo alpinismo, nuoto e calcio, adesso faccio una rampa di scale ho il fiatone e quasi svengo. ( ho 49 anni)

    3. Anonimo

      Si ho delle modeste bronchiectasie di vecchia data al lobo destro ma, a detta degli stessi medici, esse non giustificano dei sintomi così “particolari”.

  13. Anonimo

    Buonasera dottore
    Volevo chiederle una cortesia.
    Non ho tosse ho solo un po il naso che cola,qualche starnuto durante la giornata,massimo cinque volte.
    Mi sento un pó chiusa di naso e di testa,a volte mi sembra un po di faticare a respirare.
    Non soffro d’asma e non sono soggetta a bronchiti.
    Una tachipirina potrebbe andar bene per congestione nasale?
    Se peggiora andrò dal mio medico comunque.ma volevo un attimo curarmi da sola.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non posso avallare/consigliare farmaci, Tachipirina non ha alcun effetto sulla congestione nasale.

    2. Anonimo

      Va bene dottore grazie.
      Ho preso un Flomax bustine così mi fa bene sia per il cervicale sia per un po di chiuso del naso..leggendo sul foglietto illustrativo credo possa andare bene per entrambi.
      Se x caso avessi dolori di pancia posso prendere buscopan anche se ho assunto Flomax?
      Grazie

  14. Anonimo

    Vorrei sapere mi hanno trovato una bronchite cronica mi hanno dato antibiotico e poi clenilcompositum250 ho fatto spirometria scarsa colobarazione peto devo fare vorrei sapere SR ho asma

  15. Anonimo

    Salve dottore vorrei porvi una domanda io soffro di bronchite e in questo momento ho un principio di bronchite, vorrei sapere se prendo l’augumentin per 6 giorni 2 volte al giorno faccio bene, attendo una sua risposta. Grazie

  16. Anonimo

    salve sono stata ricoverata per un appendicite per 17 giorni e in ospedale mi è venuta una bronchite, il dott mi ha detto che è colpa dei batteri presenti nel ospedale. mi ha prescritto antibiotici per 10 giorni e li ho finiti. Mi sentivo meglio e quindi ho ripreso a fumare 1-2 sigarette al giorno e ho ancora dolore nella parte destra del petto. È grave? può essere un tumore per colpa delle sigarette?
    sono preoccupata Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è giovane è improbabile che sia un tumore, ma deve verificare con il medico se la bronchite sia stata superata.

  17. Anonimo

    Buon pomeriggio Dottore. Stamattina ho portato il mio bambino di cinque anni dalla pediatra per una tosse che si trascinava da tempo (non è migliorata neppure al mare) e ha detto si tratta di bronchite, come immaginavo. Stasera inizierà terapia antibiotica con Veclam per sette giorni ogni 12 ore, abbinato ad aerosol con Clenil mezza dose due volte al giorno e lavaggi nasali. La mia domanda è: giovedì è prevista una gita in agriturismo con piscina. Può fare il bagno tranquillamente essendo sotto antibiotico oppure me lo sconsiglia? Che rischi ci sono? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se farà caldo, con qualche attenzione, credo che al suo posto lo porterei. Senta comunque il parere del pediatra.

  18. Anonimo

    Buona sera dottore !ieri sono andata dal medico perchè non stavo bene. mi ha diagnosticato un principio di bronchite dovuta all’aria condizionata.Mi ha prescritto un antibiotico e altri medicinali x fare l’aerosol…..La mia domanda è questa .E’ normale sentirsi molto affaticata e oltretutto mi è uscito anche l’erpes ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Benissimo, se riuscisse a ridistribuirlo sarebbe perfetto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Per un attimo ho tremato… 😉

      Provi a bere di più durante il giorno, vedrà che fluidificherà di più lungo tutte le 24 ore.

  19. Anonimo

    Essendo io sovrappreso, 92 kg, bevo anche troppo, direi quasi 2 litri e mezzo.
    Il problema, se cosi si può dire, è che non li suddivido giornalmente, cioè mi sparo quasi 2 litri solo la sera, nel pomeriggio non bevo mai..
    Bevo prima di uscire e poi la sera.

  20. Anonimo

    No alla fine basta saper interpretare una frase, per quanto fosse sintetica sono riuscito a capire cosa volesse dire, gli ho chiesto conferma sulla mia intuizione per esserne sicuro 🙂
    Comunque mi diceva se davvero fosse presente catarro di valutare un fluidificante, io il catarro quando respiro lo percepisco in gola, l’unico modo per espellerlo è stancarmi, più precisamente se ho una giornata intensa, arrivo la sera che espello catarro.. Solo cosi viene fuori.

  21. Anonimo

    Quindi se ho capito bene, una persona affetta da bronchite potrebbe presentare alcuni sintomi dell’asma, che scompariranno assieme alla bronchite.
    È così? Ho capito bene?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Esatto, le chiedo scusa se non sono stato chiarissimo, a volte rispondo in modo troppo sintetico.

  22. Anonimo

    Fluidificante intende uno sciroppo?
    Allora mi scusi ma devo aver frainteso, leggendo tutto l’articolo mi è sembrato di capire che la bronchite è un sintomo dell’Asma mi aiuti a capire 🙂

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, per esempio.
      2. La vera asma è una condizione cronica, mentre nei casi di bronchiti acute può essere un sintomo passeggero.

  23. Anonimo

    Buongiorno dottore, tutto è iniziato circa 1 mese fa, premetto che giornalmente sudo molto e sto sotto aria condizionata dei mezzi quasi 4 ore al giorno, per spostarmi per motivi di lavoro.
    Andai dal dottore che mi diagnosicò una bronchite, curata con aereosol ed antibiotico.
    Mi passò sia raffreddore e in un certo senso la tosse, che persiste da settimane.
    Mi spiego, non è la tosse il problema ma il persistere del catarro, lo avverto quando respiro con la bocca, a tossire pochissimo giornalmente dovessi quantificare la cosa direi 5-10 volte al giorno.
    Allora tornai dal medico che mi diete un altro antibiotico, stessa cosa però tosse e raffreddore niente, sempre questo catarro che non si espelle.
    Allora io non ho mai fumato in vita mia ed ho 18 anni, lo stesso dottore ha imputato la colpa ad aria condizionata che come avrà capito per motivi di spostamento non posso farne a meno, neanche posso chiedere all’autista di spengerla perché a luglio sarebbe ridicolo.
    Quel che vorrei sapere io e:
    Pur continuando con esposizioni ad aria condizionata, sudore e sbalzi di temperatura, questa sensazione di catarro fisso andrà scomparendo comunque?
    Inoltre, l’asma citata nel suo articolo, non ho capito se la bronchite è un sintomo dell’asma oppure l’asma un sintomo della bronchite.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, andrà a scomparire comunque; se davvero fosse presente catarro potrebbe valutare un fluidificante.
      Bronchite ed asma sono spesso due patologie distinte.

  24. Anonimo

    Buongiorno scusa per il disturbo, vorrei chiedere una cosa.
    In questi giorni ho avuto dolore al’ addome e bruciore gastrico con fitte nel fianco (fui operato di appendicite il 27 maggio 2015 e mi prescrissero le bustine di Riopan 80mg/ml 1 ogni pasto) non ho avuto ne febbre,ne vomito , ne diarrea , solo un po di nausea ,ieri vado dal medico curante e mi prescrive di fare due iniezioni di Spasmex 40mg/4ml , il dolore diminuisce e poi ria pare.
    Allora oggi sono andata in Pronto Soccorso :parametri vitali nella norma ,eseguo elettrocardiogramma ed esami emocromotici ,nella norma , e Rx torace
    Mi mettono una soluzione fisiologica di 100cc +1fl Ranidil+1fl Toradal e.v il dolore diminuisce fino a passare e poi riapare
    Nel referto del Rx torace il radiologo scrisse: “Bilateralmente accentuazione del disegno polmonale , emdiiaframmi regolare con seni costo frenici liberi F.C.V nei limiti . “(Che cosa significa? lo può spiegare?) e un altra cosa vorrei sapere una sua opinione sulla questione.
    Grazie per l’ascolto e prendo l’occasione per porgervi i miei più distinti saluti.Attendo impaziente la sua risposta.
    PS:il vostro sito e utilissimo complimenti.
    Alejandro

  25. Anonimo

    salve dottore,è da circa cinque giorni che ho tosse secca persistente,con colpi violenti.
    può essere bronchite?

    1. Anonimo

      mi vengono dei colpi convulsivi,simili a conati di vomito,e non so proprio più cosa fare.

    2. Anonimo

      sono andata dal dottore oggi,e mi ha prescritto delle cure da fare con l’aereosol e delle pasticche,ma io quando tossisco ho male alla tonsilla destra.

    3. Anonimo

      salve dottore,sono sempre io,sto prendendo le medicine che mi ha prescritto il medico ma non noto miglioramenti,nonostante le prendo da due giorni,quando deglutisco sento che mi brucia la gola e mi sembra sempre di aver qualcosa incastrato che mi fa tossire.
      a questo punto non sarebbe meglio un’antibiotico?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Due giorni sono pochi, vedrà che già domani andrà meglio.

    5. Anonimo

      buonasera dottore,sono sempre io,ma purtroppo a me invece che migliorare sta tosse diventa sempre peggio! la notte dormire è diventato impossibile e la tosse mi provoca attacchi di vomito.
      cosa posso fare a sto punto?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nuova rivalutazione medica, per decidere se basta un sedativo della tosse.

  26. Anonimo

    Salve, da alcuni giorni ho un dolore al pettorale destro ed oggi mi sento come se tutto il mio apparato respiratorio fosse infiammato. Ma non ho nè tosse frequente nè emetto muco giallo. Di cosa potrebbe trattarsi?

    1. Anonimo

      Salve dottore, ho una bronchite da un mese buono, tosse con catarro, fiato corto soprattutto se mi muovo, è sensazione come se qualcuno mi premesse sulla schiena alta a destra… Tutto questo da un mese, ho provato con sciroppo, antibiotico ma non migliora affatto… Cosa posso fare?

    2. Anonimo

      Si ci sono andata una settimana fa, e lui mi ha prescritto l’antibiotico ma non ho avuto risultati… È’ meglio riandare dal medico dice?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se dopo una settimana non ci sono stati miglioramenti sì, è opportuna una rivalutazione.

La sezione commenti è attualmente chiusa.