Tutte le domande e le risposte per Attacchi e crisi di panico: sintomi, cause e rimedi
  1. Anonimo

    Grazie della risposta. Ma secondo lei il fatto che abbia subbito quest’intervento può essere una conseguenza di stress?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sicuramente sì (causa, non conseguenza).

  2. Anonimo

    ..poi un’altra cosa; mia mamma dice che si possono tranquillamente controllare e che quindi è inutile recarsi al pronto soccorso ma piuttosto devo respirare e star tranquilla e mi accusa di esagerare perchè non è nulla di grave… Ok ci può anche stare, ma io in quel momento ho paura e mi sento male sul serio infatti questa sua leggerezza e incomprensione mi irrita. Il fatto di essere consapevole che siano attacchi di ansia o panico in ogni caso non risolve il problema giusto? Dunque lei mi consiglia di assumere qualche tranquillante per affrontare quanto meno la notte, naturalmente comunicandolo al mio medico? Grazie ancora.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo che non ci sono particolari rischi, ma so che in quel momento il panico è assolutamente incontrollabile; può aiutare, come si vede nei film, respirare in un sacchetto di carta. Ansiolitici solo se prescritti dal medico.

  3. Anonimo

    Salve. Ho 30 anni. Stanotte mentre dormivo sono stata colta da una tachicardia improvvisa, caldo-freddo, gola soffocata, mal di testa, dolore al petto, nausea…col pensiero di poter morire da un momento a l’altro…mi sono alzata, ho bevuto un pò d’acqua, son stata un pò seduta e il cuore si è rallentato, tranne lo strozzo alla gola e i dolori al petto, ma nel momento in cui mi rimettevo nel letto ritornava la tachicardia..Inconsciamente sapevo si trattasse di un’attacco d’ansia ma poichè in questo periodo ho assunto antidolorifici in quantita e un’anestesia epidurale ho voluto un attimo accertarmi che nn fosse nulla legato a questo e sono andata al pronto soccorso dove tutto è risultato nella norma, da premettere che 15 gg fa ho subbito un’intervento ad una frattura scomposta di tibia, perone e malleolo quindi mi trovo in una situazione di disagio psico-fisico in quanto per questo periodo la mia quotidianità è cambiata notevolmente. Inoltre sto assumendo la calciparina ogni sera e da ieri sto assumendo anche il pentavenFast (dovrebbe essere un’integratore abbastanza naturale) ma potrebbe in qualche modo esserci una controindicazione assumendo questi due farmaci insieme essendo che vanno entrambi ad agire sul microcircolo? Poi mi scusi la domanda, ma secondo lei, si può morire di attacchi di panico dato che io oggi non ho il solito buon umore e soprattutto temo che arrivi stasera… Grazie infinite.

  4. Anonimo

    Salve dottore, passo delle nottate in cui mi sveglio improvvisamente senza motivo agitato, e sento il cuore accelerato nelle orecchie la vista che ad occhi chiusi si offusca un po e cefalea laterale occipitale°(sopra l’occhio sinistro)…..e mi impaurisco molto. poi mi calmo e mi riaddormento e queste situazioni di battito nell orecchio e di tensione addosso capita di notte…..premetto che sono ansioso e ipocondriaco per natura, e che qualsiasi dottore che mi ha visto ha consigliato uno psicologo…..io sono terribilmente impaurito di avere chissa’ cosa di problemi al cervello e ho il terrore dei tumori spesso ho paura di averne da chissa’ quale parte del corpo. tutto cio’ è peggiorato e sta degenerando da quando mio padre è entrato in coma e ho perso il lavoro, non esco piu’ volentieri, sono sempre molto triste e giu’ di morale e passo le giornate sul divano poiche’ svegliandomi con il mal di testa non ho voglia di uscire……CHE MI STA SUCCEDENDO????

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si tratta di un’esacerbazione dell’ansia, che la porta ad avere attacchi di panico; non aspetti oltre per iniziare a parlare con uno psicologo.

    2. Anonimo

      La ringrazio del consiglio, cosi’ sto un po’ piu tranquillo!

  5. Anonimo

    buongiorno Dr Cimurro,
    a luglio ho partorito con cesareo due gemelline splendide in ottima salute. per settimane mi sono occupata di tutto da sola e andava benissimo. da un mese ho cominciato ad avere tachicardia e capogiri soprattutto quando sono sola e in determinati momenti della giornata (per esempio vicino ai pasti). in alcuni casi sono diventati attacchi di panico che mi hanno spaventato molto essendo a casa sola con loro. soffro di ernia cervicale e sinusite cronica che secondo me peggiorano la situazione perchè a volte sento la testa davvero pesante e sembra che mi schiacci sulla fronte…in quei momenti posso solo sederemi e aspettare che mi torni energia. è bruttissimo, vorrei avere tutte le energie del mondo per occuparmi di loro e invece sono così fiacca a volte. secondo lei può essere il decorso del cesareo ? gli esami del sangue sono tutti perfetti e il cardiogramma l’ho fatto prima del parto. i valori della tiroide sono nel range anche se si sono abbassati molto finoal limite inferiore.
    grazie della sua opinione.
    alice

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe essere uno strascico di depressione post parto; nulla di preoccupante, ma ne parli con fiducia al ginecologo per valutare come superarla rapidamente.

    2. Anonimo

      grazie 1000 dottore. settimana prossima ho un incontro in consultorio e gli esami per cervicale e sinusite. a presto
      alice

  6. Anonimo

    Buongiorno, mi chiamo Giorgia ho 33 anni e mi trovo a scriverle in quanto sono diversi giorni che non riesco a stare tranquilla,ultimamente sono molto stressata preoccupata,ho sempre vissuto combattendo questa vita ma oggi mi ritrovo con me stessa e nn riesco più agestire il mio fisico.sono andata a fare un ortopanoramica 2 giorni fa e l ho dovuta ripetere 3 volte in quanto nn respiravo più avevo la tachicardia e nn riuscivo a deglutire,questo problema lo sto vivendo da 2 giorni nn riesco a mangiare xchè mi sento come se mi strozzassi,ho la pressione alta tachicardia e ho paura di bere xsino l’acqua.All ‘improvviso mi ha preso.Non posso andare avanti a camomille e a non mangiare….cosa mi può consigliare? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Deve rivolgersi con una certa urgenza al suo medico, che valuterà se intraprendere una cura o se inviarla ad uno specialista (psichiatra, psicologo, neurologo, …).

    2. Anonimo

      sono appena andata dal dentista ma nn ho potuto fare nulla inquanto ho avuto un attacco di panico li……oltre all’imbarazzo….mi hanno dato il lexotan e prescritto lo xanax…da prendere solo se ho queste forti manifestazioni,cmq si mi rivolgo quanto prima a qualcuno che può aiutarmi ad affrontare questa situazione.grazie

  7. Anonimo

    Gentile Dottore, mio marito ha iniziato ad assumere Cipralex gocce prescritte dallo psichiatra. Sul foglietto illustrativo c’è scritto che si possono assumere con acqua o succhi. Cosa vuol dire? Che è facoltativo diluirlo con l’acqua e che quindi può assumere le gocce anche “a secco”? Lo specialista a tale riguardo non ha specificato nulla. Grazie per la cortese risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, in caso contrario avrebbero specificato la necessità di assumerlo con liquidi (invece scrivono “si può assumere con”).

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta. Ne approfitto per farle anche un’altra domanda. Oltre al Cipralex (2 gocce ad aumentare dopo cena) deve prendere, prima di andare a letto, una compressa di Xanax 0,50. Mio marito non è un bevitore, anzi direi quasi astemio…però capita di bere una birra o un bicchiere di vino nel weekend! Ci sono problemi con i farmaci su citati?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe aumentare leggermente l’effetto di Xanax.

  8. Anonimo

    salve dottore è da 7/8 anni che soffro di attacchi di panico che si manifestano alla guida.. abito in un piccolo paesino e per viaggiare qui non ho problemi ma appena devo affrontare qualche km in più iniziano i sintomi: sudorazione, gambe che tremano, cuore a mille e sensazione di svenimento…. quindi evito di fare giri lunghi e soprattutto la superstrada…. per tutta la vita ho vissuto cn una situazione familiare molto difficile tra violenze e paure ed anche oggi a 36 anni mi ritrovo a vivere con mia madre che spesso esagera nel bere e diventa insopoortabile………… per la famiglia per cercare di avere meno problemi possibili mi sono sempre trascurata pensando prima a loro che a me stessa. ora mi ritrovo un donna insicura piena di paure e soprattutto con questa paura di guidare che mi limita molto… da 4 anni prendo giornalmente il seurepin ma non ho notato miglioramenti… cosa mi consiglia? grazie….

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ha mai provato un percorso di psicoterapia?

  9. Anonimo

    trittico lo prendo da qualche mese .ho iniziato dopo poco le ricomparse degli stati di panico,

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se è già passato qualche mese è ora di rifare il punto con il medico.

    2. Anonimo

      non so + a chi rivolgermi di specifico ,se ad un neurologo uno psicologo o altro.mi consigli.grazie

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A parte il medico di base è seguita da qualche specialista?

    4. Anonimo

      ssi da una dottoressa della psichiatria ell’ospedale.

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A lei va benissimo.

  10. Anonimo

    lorazepam da 2,5 / s volte al giorno …… lamictal la sera …….e da qualche mese trittico ,,,,ma prendo anchee medicine x il diabete e la cardioaspirina.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Trittico l’ha iniziato dopo la comparsa degli attuali problemi?