Tutte le domande e le risposte per Asma bronchiale: sintomi, allergia, terapia
  1. Anonimo

    Sono affetta da5 anni da asma bronchiale allergica agli acari della polvere e da sinusite cronica.
    La mia cura consiste in: Aliflus,Spiriva,Singulair,Avamys o Aircort. Riesco a vivere una vita
    normale (62 anni),ma il mio problema piu’ grave è una completa anosmia che perdura da tre
    anni ca .L’otorino mi ha prescritto cure periodiche di Deflan e Aircort, ma sono state sempre
    meno efficaci.
    A quale specilista devo rivolgermi? Otorino?Pneumologo?Allergologo?Neurologo?Neuropata?
    Ringrazio gentilmente per l’attenzione e per un’eventuale risposta(il mio medico è incerto)

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo specialista di riferimento è a mio parere l’otorino.

  2. Anonimo

    salve dottore un informazione ho una grande tosse e certe volte non riesco a respirare e mi lacrimano gli occhi dicendo che ho anche il raffreddore e un po di febbre e sottolineando che la tosse non mi va via da 15 giorni e sembra un raglio d asino certevolte potrei avere l asma?grazie della risposta arrivederci

  3. Anonimo

    dimenticavo ho tutti i sintomi compresa la mancanza di respiro e la tosse di notte

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      15 giorni non bastano per ipotizzare asma, ma sicuramente le consiglio di contattare il medico perchè è una situazione che richiede ugualmente un trattamento adeguato.

  4. Anonimo

    salve dott. scusami pero non parlo bene italiano sonno spagnola vivo en italia da 10 anni e da 6 anni che soffro di allegia mi cola sempre naso da prima mattina, questo e’ tutto l’anno
    ho fatto le prove allegiche e niente anche quella del sangue e non usito niente cosa devo fare grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è detto che sia necessariamente allergia, esistono alcune forme di rinite che purtroppo non trovano spiegazione; in ogni caso non ci sono alternative a rivolgersi ad un otorino.

  5. Anonimo

    Gentile Dottore sono un uomo di 37 anni e da pochi mesi ho riscontrato di avere l’asma allergica,dopo aver fatto un test del sangue ho riscontratol’ allergia agli acari,al gatto e graminacee,in partenza della malattia avevo probblemi del respiro sopratutto di notte,dopo questa terapia che tutt’ora seguo ,1 singulair al di + foster due volte al di,ho solo risolto il probblema del respiro notturno che è diventato normale ,ma durante il giorno a parte pochi colpi di tosse secca ,ho una sensazione di mal respiro quasi opprimente cosa posso fare,mi sa indirizzare in un centro asma competente grazie..

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non so indicarle i centri di riferimento in Italia, mi dispiace.

  6. Anonimo

    Scusate un’informazione…dopo 3-4 giorni di tosse secca e stizzosa mia moglie è andata dal medico e questo le ha detto che ha molto muco (anche se lei non espelle nulla praticamente…ma ha una tosse assurda, che va e viene, non è continua, è ad attacchi, anche se stanotte si è svegliata spesso) e le ha dato da prendere un antibiotico Ceftriaxone da 1g ogni 24 ore per 5 giorni e per i primi 2 giorni aggiungere bentelan_
    MA SI POSSONO MISCHIARE!?!?? HA INIZIATO OGGI
    LUI LO HA FATTO MISCHIARE!!! O SAREBBE MEGLIO DARLE DOMANI IL BENTELAN IN PILLOLA?!?!
    E POI PERCHé LA DOSE DA 1 GRAMMO, NON POTEVA FARLA DA 500mg……io proprio non capisco perché queste cure così invasive e se è normale far miscellare due farmaci
    PER PIACERE FATEMI SAPERE_CHE SE FOSSSE IL CASO DOMANI POTREI ABBASSARE IL DOSAGGIO O MAGARI FARE SOLO 3 GIORNI E DARLE IL BENTELAN NON TRAMITE INIEZIONE
    Considerate che mia moglie ora è a lavoro…e le ha diagnosticato un principio di asma bronchiale!!!!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Si attenga pure alle modalità di somministrazione suggerite dal medico.
      2. 500 mg di ceftriaxone spesso non si considerano sufficienti nemmeno in pediatria.
      3. Diminuire o modificare la cura significa rischiare di non guarire, con la possibilità quindi di complicazioni.

    2. Anonimo

      GRAZIE INFINITE DOTTORE…QUINDI POSSONO ESSER DATI INSIEME BENTELAN E ANTIBIOTICO?!

      è SOLO CHE AVEVO SENTITO CHE CI SONO ANTIBIOTICI PIù SPECIFICI, MENO AD AMPIO SPETTRO DELLE CEFALOSPORINE

      MI CONSIGLIA QUALCHE FERMENTO LATTICO_NOI ABBIAMO ENTEROLACTUS_GRAZIE ANCORA DAVVERO!!

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Li usi pure tranquillamente se così le ha suggerito il medico, e le confermo che l’antibiotico scelto è molto valido.
      Benissimo Enterolactis.

  7. Anonimo

    volevo chiedere un suo consiglio. sono andata con mia figlia di tre anni e mezzo da un otorino , perche ha avuto tanti episodi di otite quest’anno, e mi ha prescritto AVAMYS . ho letto sul foglio che non si puo somministrare ai bambini sotto dei 6 anni. grazie

    1. Anonimo

      non so che fare…. se darlo o no alla figlia. grazie mille

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se prescritto dallo specialista lo usi pure tranquillamente.

  8. Anonimo

    soffro da anni di asma bronchiale vorrei sapere se prendere 2 o 3 caffè al giorno può avere riscontri con la terapia:montegen, spiriva, e foster. grazie in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio parere no, nessun problema, ma non superi i 3 come regola generale.

  9. Anonimo

    caro dottore soffro da anni di allergia agli acari ma in questo periodo aumenta per via della paretaria e pollini alla quale sono allergica…. ho sempre una sensazione di costrizione al petto secchezza al naso e mi provoca molto disagio a volte nn riesco a distinguere l’allergia dal panico…. posso prendere in caso di secchezza e costrizione un compressa di bentlan.. io assumo xizal tutte le sere … grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il cortisone è da valutare con il medico; per esperienza posso dirle che negli ultimi anni si preferisce associare all’antistaminico l’uso regolare di cortisone sotto forma di spray nasale.

  10. Anonimo

    Salve sono una ragazza di 17 anni.. Da più o meno un anno ho iniziato ad avere degli attacchi d’asma.. Quando sono andata dal dottore mi ha detto che avevo una bronchite asmatica e mi ha dato l’aliflus e delle pastiglie che si chiamano kestine ebastina.. Ieri dopo aver finito il trattamento da vari giorni ho avuto un attacco d’asma e ho usato il sabutamolo come consigliato dal mio dottore ma Non mi fa effetto.. Non so cosa fare perché Nn riesco a respirare bene ormai da tutto il giorno.. Lei cosa mi consiglia? Mi sarà già passata la bronchite asmatica o magari è per quello che sto male?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Suggerirei il parere di un otorino, valutando magari anche di fare i test allergici.