1. Anonimo

    salve, volevo prima di dutto ringraziarvi del servizio che offrite, e adesso arriviamo a me. sono un ragazzo di 29 anni, alto 1,70 peso 83 kg, fumatore, e molto ansioso….cosi ho deciso di dimagrire un po!!!!!! cosi dopo 5-6 mesi di inattivita ho iniziato a correre la mattina, ma durante la corsa mi viene un dolore molto forte al petto e alle spalle. E ANGINA??????????’ premesso che circa 9 mesi ho fatto ecg, ecg da sforzo, ecografia cardiaca con esito negativo e soffro di reflusso con ernia iatale da 3 anni, tutto cio mi preoccupa un bel po!!!cosa potrebbe essere???????? grazie anticipatamente per la Vostra risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gli esami cardiaci fatti ci tranquillizzano e mi fanno pensare al fatto che abbia semplicemente chiesto troppo e troppo velocemente al suo cuore, anzichè iniziare con un’attività più moderata che la aiuti ad abituare il corpo alla corsa.

      In ogni caso segnali l’episodio al medico e valuti con lui eventuali approfondimenti.

  2. Anonimo

    grazie dottore……un ultima cosa: l’ernia iatale puo influire sulla corsa? mi sono dimemticato di farle presente che avverto anche un leggero fastidio ai denti quando corro oltre al dolore al petto. dottore mi consiglia di fare di nuovo un ecg da sforzo o basta come da Lei detto iniziare con un allenamento piu soft per riabituare di nuovo il corpo? cmque domani lo faro presente anche al mio medico… ma il parere di due specialisti sono meglio di uno!!!!!!!!! grazie ancora dottore

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La ringrazio per la fiducia, ma tengo a sottolineare che non posso ritenermi specialista; l’ernia iatale non dovrebbe influire più di tanto, a mio avviso il medico non riterrà necessario ripetere la prova sotto sforzo.

  3. Anonimo

    Buongiorno! Ho 42 anni, sono alta 1,45 cm e peso 41 chili (quando sto bene…nei periodi no, come questo, arrivo a malapena a 39). Soffro da 17 anni di artite psoriasica che mi è stata diagnostica però solo 3 anni fa. Quindi assumo Metotrexate (7,5 alla settimana per via del peso) e Celebrex al bisogno. Soffro di pressione alta, difficile da controllare ( Periodi normali 130/95 periodi critici come questo 1807130), prendo Pritor 80/25 e Bisoprololo 1,25. Ho sempre avuto i battiti cardiaci molto bassi (in 50). Fumavo 20 sigarette al giorno e da un mese ho calato a 10 per riuscire poi a smettere perchè a gennaio mi è successa una cosa che mi ha molto spaventata. Ero a letto, tranquilla, quando ho sentito un dolore lancinante al petto da non permettermi di respirare. Se cercavo di muovermi mi facevano terribilmente male il collo, le spalle e le braccia. Sudavo freddo, perchè tremavo come una foglia e non riuscivo a spiegare a mio marito cosa mi stava succedendo. Il mio pensiero è stato un’attacco di panico. Infatti non ho voluto chiamare il 118. Il tutto è durato mezz’ora circa. Mi è ricapitato un’altra volta, sempre a letto, la settimana dopo. Dopodicchè non ho avuto altri episodi, anche se mi sono decisa di andare da un cardiologo che mi ha fatto subito un elettrocardiogramma dove ha solo riscontrato il cuore un pò ingrossato. Mi ha prescritto le varie eco per escludere danni causati dalla pressione e i tempi sono lunghi. E fin qui tutto bene. Sono due settimane circa che ho serie difficoltà nella respirazione, mi fa male in petto (sopportabile per la carità), tremori continui, stanchezza. Tutto mi fa fatica. Anche solo guidare. Ho necessità di sapere se devo continuare a considerarla crisi d’ansia o preoccuparmi e andare in pronto soccorso. Dimenticavo di dire che ho molta familiarità con l’infarto, ho diversi zii che sono morti d’infarto e mia mamma ne ha fatti 2 (ora fa correttamente le terapie). La ringrazio infinitamente per il tempo che mi regala. Attendo una Sua risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Andrei sicuramente a fondo senza attendere oltre, quindi Pronto Soccorso o, forse meglio, il cardiologo che la sta seguendo.

    2. Anonimo

      La ringrazio infinitamente.

  4. Anonimo

    Mio suocero ha l’angina pectoris instabile, pur mantenendo stabili pressione, battiti e colesterolo. Quando ha questi attacchi prende da 1 Carvasin 5 mg. a 4,. Passato il dolore alle volte lo portiamo a controllo ecg ma nulla di che. Anche durante la crisi è stato portato al P.S. ma nulla. Recentemente ha fatto una coronarografia e gli hanno aperto alcuni vasi, essendo già operato di by-pass, ma nulla di nuovo. Lui continua ad avere sti attacchi dolorosi e poi dopo 1/2ore tutto torna normale, per dire. È il caso di portarlo da uno specialista più afferrato o vista l’età (80) non vale la pena? Grazie Valentino.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Vale sicuramente la pena.

  5. Anonimo

    Sono iporxondriaca il 27 maggio ho fatto ECG e sto benissimo….ma l ansia mi assale spesso….mi fa male il braccio sinistro da un ora nn so se sia nervo o infarto….faccio regolare sport, sn mancina, sono magra h un bel fisico e mangio sano…..mi sta venendo ub infarto? Se dico a mia mamma di andare dal medico nn mi pporta primo perche gia ho fatto l ECG secondo perche e stufa di sentire le mie fissazione sulle malattie e lo star male….

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Stia serena e lavori con il suo medico sull’ansia.

  6. Anonimo

    salve sono un ragazzo di 22 anni le scrivo perchè vorrei sapere a cosa puo essere dovuto a questo fastidio alla mandibola che ho quando finisco l’allenamento di corsa, corro la mattina per circa 30 min 4 volte a settimana ho fatto la visita agonistica ed è tutto ok solo che uqando smetto di correre avverto coem una sensazione di dolore alla mandibola puo essere dovuto alla cervicale e al freddo di questi giorni ?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, mi sembra assolutamente plausibile; per esempio potrebbe essere che inconsapevolmente serri la mandibola dal freddo, affaticando la muscolatura.

    2. Anonimo

      grazie mille per la disponibilità il fatto è che lo avverto solo nella fase di defaticamento quando mi sto raffreddando

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Cioè quando allenta la tensione e lo sforzo, mi sembra assolutamente plausibile relativamente all’ipotesi fatta; domani provi a farci caso se le viene da serrare la mascella.

    4. Anonimo

      rettifico non si tratta di dolore ma di sensazione di mascella stanca dopo averla serrata quando respiro con il nado e dopo quando inspiro ed espiro dalla bocca infatti il tutto si presenta dopo l’allenamento nella fase di defaticamento grazie ancora per la disponibilità

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi conferma che tiene la bocca chiusa durante l’allenamento?

    6. Anonimo

      si chiusa o aperta dipende dai momenti

    7. Anonimo

      comunque mi ha fatto notare che tendo a serrare la bocca durante il giorno prima non ci avevo mai fatto caso

    8. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ed in effetti, con tutti i limiti di un parere a distanza, continuo a rimanere convinto che la causa sia proprio quella.

  7. Anonimo

    salve dottore.
    voglio chiedere informazione sufro micropolicistico ovaio mi ha scritto il ginecologo la pillola lestronette per curare il micropolicistico ieri ho cominciato prendere la pillola pero oggi mi male il braccio sinistro voglio chiedere devo fermare prendere la pillola devo finere la scatola? poi altra domanda ma devo fare la terapia solo con pillola ho ci sono alcuni medici ?
    perchè non me andava bene la pillola mi fa male braccio
    che terapia devo fare per micrpolicistico senza pillola
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Domani segnali il dolore al ginecologo.
      2. La pillola è praticamente l’unico farmaco usato.

  8. Anonimo

    Salve Dott. Vorrei sapere se con 4 by pass e 3 stand l’angina pectoris è pericolosa?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Essendo un soggetto cardiopatico ha sicuramente più rischi che un soggetto sano.

  9. Anonimo

    buon giorno dottore .
    voglio chiedere informazioni
    ho 23 anni altezza 1.60 peso 55 kg
    soffro di ovaio micropolicistico prendo la pillola yasmin per tanti anni
    ma non po dare qualche rischi per saluti?
    ho devo fermare prenderla?
    cosa devo fare ?
    GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non ci sono problemi a continuare se il rischio cardiovascolare era stato misurato al momento della prescrizione.

  10. Anonimo

    grazie per la risposta 0
    voglio chiedere informazioni
    si fermo prendere la pillola ma tornano ancora micrpolicistico ho spariranno ?
    cosa devo fare si tornano ancora che terapia devo fare senza pillola?
    grazie