Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Va bene stamattina ho fatto analisi specifiche..spero davvero che sia una mia paranoia.
    Perché penso che non riuscirei a superare la cosa..grazie dottore

  2. Anonimo

    buongiorno dottore, a inizio mese ho avuto un rapporto orale con patnet occasionale, sia attivo che passivo, niente sperma in bocca. Entrambi abbiamo raggiuto l’orgasmo sul mio ventre. Tornato a casa ho notato che il mio glande aveva 2 piccolissime ecchimosi, probabilmente provocate dai denti del patner e mi è sorto il dubbio che il suo sperma possa essere stato a contatto con il mio glande. Ritiene il fatto rischioso? Dall’accaduto sono passati 23 giorni. Grazie in anticipo per la sua risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Rischio basso, nullo secondo molti virologi.

    2. Anonimo

      La ringrazio per la celerità, mi ha tranquillizzato molto. Lo sperma del patner sul proprio glande cerco di evitarlo, ma in quella circostanza, posando il dito sulle ecchimosi, mi sono accorto che pizzicava, come se ci fosse stata una leggera abrasione. Inoltre non sono sicuro di essere entrato a contatto col suo sperma. Posso evitare quindi il test e rimanere tranquillo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sì, è inutile, ma io sono dell’idea che se si hanno rapporti con partner occasionali sarebbe bene periodicamente sottoporsi al test; senta magari il parere del suo medico (o del numero verde AIDS).

  3. Anonimo

    Ho fatto le analisi già a settembre ma erano normali a parte la sideremia..si sarebbe potuto vedere qualche cosa riconducibile all hiv gia da li?poi da tre giorni (marzo)ho i linfonodi del collo ingrossati e un senso di mancamza del respiro..possono essere sintomi di aids?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      I sintomi e le analisi generiche non contano nulla, serve il test specifico.

  4. Anonimo

    Se una donna risulta positiva alla chlamydia e alla garnerella vaginalis può pensare di eseere malata di hiv e che questo hiv puo averle provocato la presa di queste infezioni. Non so se mi spiego dottore,ho avuto un rapporto a rischio a luglio completo (senza sperma pero solo liquido pre eiaculatorio).corro dei rischi di essr stata contagiata da hiv?ho il dubbio per la manifestazione di queste infezioni sessuali..stamattina ho fatto le analisi del sangue. Sono in ansia tremenda.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il rischio c’è, ma perchè il rapporto è stato non protetto, non per la presenza di queste altre due infezioni.

  5. Anonimo

    Salve dottore, se una persona ha la clamidia o L’URITRITE ed ha tutti i sintomi se nn viene curato addiritura porta alla fertilità al uomo ma io le volevo chiedere ma se nn viene curata uno continua ad avere i sintomi o magari gli passano dopo un po?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende.

    2. Anonimo

      In che senso dipende dottore?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che in alcuni casi i sintomi passano e rimane l’infezione, in altri casi i sintomi non passano.

    4. Anonimo

      Quindi se rimane l’infezione rimani sterile. ?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se rimane l’infezione si rischia la sterilità, è una complicazione possibile, mai certa.

    6. Anonimo

      Le spiego dottore, ho avuto un comportamento a rischio e il dottore delle malattie infettive mi ha detto che potrebbe essere L’URITRITE perché appena finito il rapporto ho avuto molto brucciore al pene e il dottore mi ha dato dei antibiotici e dopo un mesetto mj e passato tutto,1 dopo 8 mesi dal rapporto a rischio mi e cominciato a ribrucciarmi come all’inizio e la mia paura e che io x 8 mesi magari sono infetto senza saperlo e x di piu ho paura che sia diventato sterile uffff cose ne pensa?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso che consigliarle di rivolgersi nuovamente al medico spiegando l’accaduto, purtroppo è impossibile fare ipotesi più precise.

    8. Anonimo

      Io devo fare queste analisi che mi ha dato l’ urologo e perfavore mi puo dire cosa sono e se sono infetatto di clamidia o uritrite si vede nel esame…
      Spermiocoltura

      Per germi comuni, clamidia, micoplasma

      Urinocolura (coltura urina)
      Urine esame completo.

      Queste esami che mi hanno datto si vede se ho qualcosa?

    9. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta di esame dello sperma e delle urine, alla ricerca delle principali infezioni (clamidia compresa).

    10. Anonimo

      Se ho L’URITRITE si vede dai esami che mi ha dato il dottore?

    11. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Quasi sicuramente sì.

    12. Anonimo

      Quasi? Che significa dottore

    13. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Significa “molto probabilmente”; l’uretrite è un’infezione dell’uretra che può essere causata da numerosi agenti patogeni, con quell’esame cerchiamo i più comuni.

    14. Anonimo

      Quindi caro dottore se nel impegnativa ci fosse scritto esame L’URITRITE(seme) si vedrebbe più precisamente se c’è l’ho? Cosi almeno vedo se ho la clamidia o L’URITRITE giusto?

    15. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non è così; il percorso che sta seguendo il medico è più che corretto, si fidi di lui e non si preoccupi di quello che c’è scritto.

    16. Anonimo

      Quindi dottore se esce tutto negativo cosa dovrei pensare? Che magari nn ho quello che penso che magari sia altro?

    17. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Esatto.

  6. Anonimo

    Salve dottore, ho dei pensieri fissi che mi tormentano quotidianamente. Ho sempre il dubbio che abbia preso l’hiv anche quando stringo la mano a persone estranee e mi accorgo che avevo delle pellicine sulle dita o dei graffietti, oppure quando vado in un bagno pubblico e penso che prima di me ci sia andata una persona infetta e abbia toccato la carta igienica o il water oppure, pensiero che mi tormenta assiduamente, che due persone prima di me abbiano avuto un rapporto nei bagni pubblici e che quindi ci siano delle tracce di liquido biologico (sperma, secrezioni vaginali…) sul water, oppure una persona che starnutisce o tossisce vicino a me e penso che se avevo qualche piccolo taglietto sulle labbra o labbra screpolate e questo abbia emesso anche qualche goccia di sangue perchè aveva una gengivite mi abbia contagiata.
    Pensa che possa essere stata contagiata nei modi che ho descritto sopra?
    Inoltre preciso che sono ancora vergine e ho 19 anni. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Rischio nullo per tutte le situazioni descritte.
      2. Aggiungo che probabilmente si tratta di disturbo ossessivo compulsivo e, come tale, necessita di aiuto medico:

    2. Anonimo

      Grazie dottore per la risposta, mi ha tranquillizzato molto. Comunque ne parlerò con il mio medico di base per cercare di rimediare a questo disturbo ossessivo compulsivo per indirizzarmi in qualche consiglio psicologico. Lei non può proprio pensare a cosa mi sta portando questa ossessione delle malattie, sto quasi sempre chiusa dentro casa per paura di ammalarmi, esco solo quando vado a seguire i corsi all’università. Dovrò parlarne con il mio medico di base circa la situazione? Grazie ancora.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, il suo medico di base va benissimo; si apra esattamente come ha fatto con me, non avendo paura di entrare nei dettagli.

    4. Anonimo

      Grazie di nuovo dottore per i consigli che mi ha dato. Buona giornata.

  7. Anonimo

    Ho 16 anni, possibile che ancora non ho sintomi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Hai avuto rapporti a rischio?

    2. Anonimo

      Si forse

    3. Anonimo

      C’è sono passati 16 settimane mai avuto nulla!
      E nessun rapporto vaginale…
      Ma semplice pene in bocca… Però ho saputo che questa poteva esse contagiata..
      Però non ho mai avuto nulla!

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il rischio è molto basso, nullo secondo molti ricercatori.
      Il fatto che non siano comparsi sintomi non significa nulla, quindi se vuoi fare un test non è inutile.

      Attenzione che esiste il rischio legato ad altre malattie.

    5. Anonimo

      Quindi posso essere contagiato?
      Il test lo posso fare dove?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ribadisco, il rischio è comunque bassissimo per l’HIV (nullo secondo molti), quindi non farti prendere dal panico.
      Il test puoi farlo in qualsiasi ospedale.

  8. Anonimo

    Salve dottore volevo sapere se si può essere infettati attraverso un colpo di tosse

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente no.

  9. Anonimo

    dottor buona sera ho un dubbio. leggendo i rapporti di medicina americani ho notato che l hiv dicono si trasmetta via sangue e che gli altri fluidi come sperma latte materno o liquido vaginale sono contagiosi solo se all’interno di essi ci sono tracce di sangue. lei che ne pensa? la ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non mi risulta, lo stesso CDC americano ne conferma la presenza in diversi liquidi biologici indipendentemente dalla presenza di sangue:


      (prima domanda)

    2. Anonimo

      volevo chiederle allora, basandomi su un caso specifico, come mai se in una coppia l’uomo ha l hiv ma non lo sa e la donna è sana, il bambino che hanno esce sano?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Un sieropositivo che vuole diventare padre con una compagna sieronegativa rischia di infettare la compagna, ma se essa non viene contagiata non c’è pericolo per il nascituro: l’infezione si trasmette infatti solo da madre a figlio e non dal padre. Esistono dei procedimenti per escludere la contagiosità del seme (il cosiddetto “lavaggio dello sperma”) e permettere una fecondazione in tutta sicurezza per la madre.

  10. Anonimo

    Dottore x fare spemiogramma x la fertilità del uomo bisogna stare in astinenza minimo 3 giorni e massimo 5 giorni e x fare lo spermiocoltura vale lo stesso questa cosa o non centra nulla che magari e un altro test? Non so se ha capito

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere si segue la stessa prassi, ma si attenga alle indicazioni del suo laboratorio.

  11. Anonimo

    Salve dottore, quando fai la visita il tampone uritrite il pene deve essere moscio o duro? Scusi il linguaggio. ..grazie dottore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      NON eretto.

    2. Anonimo

      Quindi dottore moscio?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì.

  12. Anonimo

    Salve,volevo sapere se un contatto indiretto(secrezione vaginale-mano-glande del pene)quindi mediato e a rischio contagio?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima si ritiene di no.

  13. Anonimo

    E la prima volta che mi succede quindi sono terribilmente in pensiero ho avuto un rapporto protetto con un trans poi mi sono tolto il preservativo alla fine quando ho eiaculato lei mi ha toccato il glande ovviamente pieno di sperma rischio qualcosa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ha toccato con la mano, giusto? In questo caso non c’è rischio di HIV; lo stesso non si può dire invece di altre malattie come l’HPV, per cui il preservativo non sempre è sufficiente.

  14. Anonimo

    Salve,Ho ricevuto un rapporto orale protetto con una prostituta non si è rotto il preservativo poi l’ho toccato la vagina x pochi secondi secondo lei corro qualche rischio ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No.

  15. Anonimo

    Salve dottore, vorrei farla questa domanda: è più facile contrarre, attraverso rapporti sessuali, l’HIV oppure altri tipi di infezione, come l’hpv, herpes, sifilide, gonorrea… ? Le faccio questa domanda perchè ci sono stati alcuni casi, soprattutto nel cinema, come Rock Hudson ( sieropositivo) e il suo compagno Marc Christian. Hudson nascose la malattia al suo fidanzato fino all’anno prima della sua morte, continuando ad avere rapporti sessuali con Marc, che però non si è mai ammalato di AIDS. La stessa cosa successe con John Holmes ( sieropositivo) e Cicciolina. Anche in questo caso Cicciolina non si ammalò. Lei cosa ne pensa? Scusi se le faccio queste domande, ma le mie sono domande di curiosità.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dell’HIV si conoscono le percentuali di trasmissione in base al tipo di rapporto (o quantomeno delle stime), mentre non credo che siano disponibili altrettanti dati sulle altre malattie sessualmente trasmesse.

      In altre parole, purtroppo non le so rispondere.

    2. Anonimo

      Grazie comunque per la sua cordialità e distinti saluti.

  16. Anonimo

    con una piccola quantità di sperma una goccia si può trasmettere l’hiv?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi delinei meglio la situazione.

    2. Anonimo

      in un rapporto orale gengiva poco sanguinante. in bocca è arrivata solo una goccia. ho lavato subito la bocca è due secondi dopo già la gengiva non sangiunava più

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente la maggior parte degli esperti ritiene questo evento a rischio nullo; verifichi per scrupolo nei tempi soliti, ma con assoluta tranquillità.

    4. Anonimo

      posso stare tranquilla? il rischio sarebbe stato alto qualora con una gengiva sanguinante avessi ricevuto tutto lo sperma in bocca? questo evento è successo a luglio 2013 e non ho avuto il coraggio di fare il test. mi sento un peso grosso che mi porto dietro

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il tipo di rapporto e la quantità di liquido biologico in gioco mi fa propendere per un’assoluta tranquillità, come detto farei il test per poter archiviare definitivamente la paura.

  17. Anonimo

    ma è possibile che dopo 30 anni non abbia i sintomi e le malattie dell aids?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile, ma se ha avuto rapporti anche negli ultimi 10 anni è un motivo sufficiente per verificare (ripeto, con tranquillità).

  18. Anonimo

    dottore sono un uomo di 50 anni. quando avevo 20 anni sono andato due volte con prostitute usando il preservativo. poi ho avuto altri rapporti protetti vaginali e non ho mai avuto rapporti anali. non uso di solito il preservativo nel rapporto orale con le partner stabili. secondo lei sono un soggetto a rischio? è possibile che in 30 anni non abbia ancora i sintomi ha aids?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il rischio è minimo, ma mi sembra di capire che negli anni il numero di partner sia stato elevato e quindi tutto sommato al suo posto un test lo farei (anche se in assoluta serenità).

  19. Anonimo

    Salve, circa 5 settimane fa ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza che non conoscevo, proprio ieri mi é salita la febbre a 39 con rigonfiamento linfonodi collo,stamattina dopo svariate compresse di tachipirina la febbre é a 37, puo essere hiv?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ai sintomi non do alcun peso, conta solo il test.

  20. Anonimo

    Buona sera Dott. di hiv si muore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Di HIV no, di AIDS sì.

    2. Anonimo

      quale e la diferenza?
      grazie ancora

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Trova tutto descritto nell’articolo.

  21. Anonimo

    Dottore una domanda, se a un uomo gli escono i codilomi vuol dire che ha avuto un comportamento a rischio? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Significa che è stato contagiato.

    2. Anonimo

      I condilomi possono uscire anche se una persona non ha avuto comportamento a rischio?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No.

  22. Anonimo

    Buonasera dottore volevo sapere questi esami che ho fatto e per piacere se mi poteva piegare tutto x bene che sono un po confuso, la ringrazio.
    1)Tampone faringeo
    Risultato NEGATIVO
    perfavore mi puo spiegare a cosa sono negativo e cosa comporta se ero positivo.
    2) ab-anti clamidia pneumoniale
    Clamidia pneumoniale igG negativo
    Clamidia pneumoniale igM negativo

    Questo esame della clamidia che e negativo vuol dire che non c’è lo ho devo fare altri esami? Come funziona dottore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non ha infezioni in gola.
      2. Non è mai venuta a contatto con la clamidia.

    2. Anonimo

      Non ho infezioni in gola di che tipo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Di nessun tipo.

    4. Anonimo

      Cioe e compreso anche hpv?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, quello è un’altra cosa.

    6. Anonimo

      E per vedere se c’è l’ho che test devo fare caro dottore? Poi lei ha detto che sono negativo che non ho infezioni, cioe di che tipo infezioni non ho? Grazie mile

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non ha infezioni batteriche.
      2. Non faccia esami a caso e si rivolga ad un dermatologo.

  23. Anonimo

    Salve dottore ho avuto tutti i sontomi hiv e o continuato ogni mese a fare test hiv e epatite e sono arrivato al decimo mese con esito negativo, secondo lei e difinitivo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il mio parere lo conosce e non è cambiato dal sesto mese in poi.

    2. Anonimo

      Quindi assolutamente difinitivo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Certamente.

  24. Anonimo

    scusa il disturbo, io ho avuto un rapporto vaginale protetto senza rottura del preservativo e non ho mai riscontrato nessun sintomi dell’hiv in 12 settimane dal momento di quel rapporto, è possibile che possa assumere quei sintomi anche ora? cioe a distanza di 12-13 settimane?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che i sintomi non contano nulla, un contagio è improbabile con l’uso del preservativo.

    2. Anonimo

      grazie per la sua risposta

    3. Anonimo

      quindi posso stare tranquillo?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere sì, ciò non toglie che se volesse togliersi il dubbio con un test non ci sono controindicazioni.

  25. Anonimo

    Dottore quanto puo durare il periodo di cura?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tutta la vita.

  26. Anonimo

    Grazie mille dott. L ultima cosa in che consiste la terapia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Di norma credo che siano compresse.

  27. Anonimo

    Salve dottore….se due persone sono sane….si contrae l’HIV????…anke omosessuali?? Saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se NON sono sieropositivi non può esserci contagio, indipendentemente dal tipo di rapporto.

  28. Anonimo

    Cosa si deve fare? In che modo cambia la vita qnd si scopre di avere l hiv?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il reparto dedicato nella sua città la seguirà con periodiche visite ed analisi del sangue, quando necessario verrà introdotta la terapia antivirale in grado di inibire la progressione della malattia permettendole una vita del tutto normale.

  29. Anonimo

    Un altra domanda..in caso di siero positività a cosa vado incontro? Ho paura

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In che senso a cosa va incontro?

  30. Anonimo

    Dottore cosa puo succedere se una persona ha contratto l hiv da due o tre anni e nn e corso ai ripari?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dopo 2-3 anni c’è ancora tempo per rimediare, anche se prima si inizia l’iter e meglio è.

La sezione commenti è attualmente chiusa.