Tutte le domande e le risposte per AIDS e HIV: sintomi, cause, test e trasmissione
  1. Anonimo

    Salve dott. Cimurro,

    grazie per quanto scrive sulle sue pagine, penso molta gente conosca ben poco degli argomenti che tratta.
    Una domanda: si sa che non esiste ancora una cura definitiva per l’HIV, anche se le medicine, dicono, consentono una vita quasi uguale a quella di una persona sana. Ma come mai non c’è ancora una cura? Sono passati 30 anni ormai dalla scoperta del virus, e di progressi ne han fatti molti. Su internet, inoltre, ogni anno vengono pubblicati articoli pieni di speranze su vaccini che stanno per arrivare, ma non arrivano….

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Le propongo due possibili spiegazioni, la verità probabilmente sta nel mezzo:

      1. Purtroppo non è così semplice trovare una cura definitiva, se per i batteri abbiamo scoperto gli antibiotici, per i virus (l’AIDS è causato da un virus) non abbiamo armi altrettanto efficaci.
      2. Per un’azienda farmaceutica è molto più redditizio curare per 50-60 anni un paziente, piuttosto che guarirlo definitivamente. Non voglio pensare che la medicina risolutiva sia nascosta in un cassetto (anche se…), ma sicuramente la ricerca spinge verso soluzioni di “contenimento” a lungo termine.

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta.
      Spero che, qualora sia davvero la seconda opzione, le case farmaceutiche ci pensino, avendo sulle spalle la salute di milioni di persone nel mondo, con nuove infezioni sempre costanti… sapendo poi il periodo di crisi che stiamo attraversando!

  2. Anonimo

    Buonasera dottore un test fatto dopo 21 giorni con esito negativo quanto e’ attendibile?

    1. Anonimo

      Sa il dottore dell’ospedale mi ha detto che e’ gia attendibile

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Che tipo di rapporto ha avuto?

    3. Anonimo

      Rapporto orale passivo eiaculando in bocca a chi me lo ha fatto

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il medico probabilmente le ha detto che è definitivo perchè è quasi universalmente accettato che un rapporto di questo tipo non sia pericoloso per il soggetto attivo (cioè lei), ma solo per il soggetto passivo (chi ha accolto il suo pene in bocca).

    5. Anonimo

      Grazie dottore e sempre di grande aiuto

    6. Anonimo

      Dottore mi sono comparsi rossori in tutto il corpo sono rosso in viso un po’ sulle braccia e un gonfiore alle parti intime. Cosa potrebbe essere? Potrebbe essere rash o solo ansia?

    7. Anonimo

      Siccome io oltre ad essere molto ansioso sono anche allergico alla polvere potrebbe essere anche una forma allergica? Grazie per la dispobibilita’

    8. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente solo ansia e reazione allergica.

    9. Anonimo

      Perche’ potrebbe essere sintomo di hiv?

    10. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Improbabile nel suo caso.

    11. Anonimo

      Grazie dottore

    12. Anonimo

      Dottore buongiorno ho un altra domanda da farle. Io siccome sono fumatore ogni tanto sputo gatarro dalla bocca. Mi sono accorto scusi il termine non e’ piu’ verdino ma e’ bianco spesso. Potrebbe essere mughetto? Grazie ancora per la disponibilita. Premetto che in bocca non mi sembra di averne traccia

    13. Anonimo

      Dottore la salivazione spessa e sintomo di mughetto o hiv?

    14. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente è sintomo di ansia…

    15. Anonimo

      Dottore buona sera da cosa si riconosce se i linfonodi dell’ascella sono ingrossati? Grazie ancora per la disponinilita’

    16. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Toccando l’ascella e, spesso, sono anche dolenti.

    17. Anonimo

      Ma le braccia devo tenerle su o giu? Non mi sembrano ingrossate ma sento un po bruciare. Cmq mi e’ venuto fuori dopo aver letto

    18. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se fossero gonfi sentirebbe delle palline.

    19. Anonimo

      Non mi sembrano delle palline a me sembra un pezzo intero. Ma sotto l’ascella si trova un muscolo?

    20. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Stia sereno e non si fissi, conta solo il test.

    21. Anonimo

      Lo so dottore ma non e’ facile

  3. Anonimo

    dottore, chiedo scusa. il 6 marzo ho avuto un rapporto orale senza eiaculazione. ho degli ascessi dentali non sanguinolenti. ho fatto il test sabato. devo preoccuparmi?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi perdoni la domanda, ma è per essere sicuro di non sbagliare; ha accolto in bocca il pene del partner, giusto?

    2. Anonimo

      si… ma nn è stato tutto continuo… nel senso che facevo moltissime pause…

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Secondo la maggior parte degli esperti il rischio è nullo, io pecco un po’ di eccesso di scrupolo e dico rischio basso.

    4. Anonimo

      dottore, mi risponda per favore!

    5. Anonimo

      dunque posso considerare attendibile il test?

    6. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A 30 giorni per oltre il 95% e definitivo a 3 mesi.

    7. Anonimo

      ma io l’ho fatto a 10 gg… nn è attendibile?

    8. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dopo 10 giorni è un po’ presto.

  4. Anonimo

    Buongiorno dottori….
    Volevo chiedere del sangue secco circa dopo 2 \ 3 minuti e ancora contagioso…..? Una ferita dopo circa 12 ore smette di sanguinare a da consideratsi a rischio contagio…..quanto sangue serve x infettarsi (sangue mucosa -bocca

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In tutta onestà è difficile rispondere a queste domande, perchè le condizioni ambientali (per esempio) possono influire in modo rilevante; sono dell’idea che siano ragionamenti inutili e fuorvianti, molto meglio il test.

      A titolo di esempio, in caso di rapporti orali, il Ministero parla di abbondanti (o copiose, non ricordo) tracce di sangue.

  5. Anonimo

    Buongiorno dottore volevo farle una domanda io sono quel ragazzo del test negativo dopo 3 settimane volevo chiederle ma il rash sintomo di hiv puo venire anche perche’ si e’ troppo stressati per l’attesa del test? Grazie per essere sempre presente

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Assolutamente sì.

    2. Anonimo

      Grazie dottore sa in questo momento sono un po stressato

  6. Anonimo

    Come faccio a sapere se ho contratto l’hpv?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si rivolga ad un dermatologo, le farà fare gli esami necessari.

  7. Anonimo

    buona sera dottore. Sinceramente, in base alle sue esperienze, tralasciando la formazione e l’etica professionale che è tenuto a seguire per non dare false informazioni…. un test negativo dopo i 30 giorni quale percentuale si sicurezza e tranquillità può darmi… ovviamente farò anche quello a tre mesi ma mi dica… negativo dopo i 30? quanto posso stare tranquillo?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Oltre il 95%.

  8. Anonimo

    Buonasera dottore,
    è possibile, a seguito di un rapporto orale attimo maschile senza preservativo ma di brevissima durata e senza eiaculazione, la comparsa di sintomi dopo 82 giorni dal rapporto?
    Per sintomi intendo una lieve alterazione della temperatura corporea (37,08).

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ai sintomi non do alcun peso a prescindere.

  9. Anonimo

    Salve dottore,
    Io ho avuto un rapporto con una ragazza che conoscevo poco, nell’ultimo cambio di posizione purtroppo si è rotto il preservativo, accorgendomene ho interrotto il rapporto, e quindi nn c’è stata da parte mia l’eiaculazione…ho subito lavato il tutto. C’è cmq la possibilità di aver contratto il virus? durante un rapporto orale nn protetto, per l’uomo ci sono molti rischi di contrarre il virus? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Il rischio esiste.
      2. Rischio basso per un rapporto orale, nullo secondo molti specialisti.

    2. Anonimo

      Se si rompe il preservativo non è piu’ un rapporto protetto ma a rischio.
      Zero rischi per rapporto orale passivo tranne se la sua partner non presenta una soluzione di continuo nel cavo orale tale da lasciare impronte di sangue sul suo pene per contatto diretto sangue-mucosa (anche se integra).

  10. Anonimo

    Se ho avuto diversi rapporti con prostitute (usando il loro preservativo…senza che si rompesse perché il liquido era tutto dentro..a meno che si fosse rotto e non me ne fossi accorto ) cosa potrei aver preso?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Alcune malattie per cui il preservativo non garantisce protezione assoluta, come l’herpes genitale (che però probabilmente si sarebbe già manifestato), pidocchi del pube (di cui si sarebbe accorto), HPV.

  11. Anonimo

    domanda?
    un test 24 a 50 giorni negativo per Hiv mi dicono da ripetere a 90 giorni ma e posibile a 90 giorni che ti da un risultato positivo?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Capita molto raramente.

    2. Anonimo

      Succedeva prima.In genere oltre il 90% delle persone sieroconverte nei primi 30 gg tuttavia i test di quarta generazione per rilevare gli anticorpi sono affidabilissimi già dopo un mese e solo per rispettare tutto il periodo finestra si ripete il test a 100 gg. Cordialmente

  12. Anonimo

    Dottore buongiorno sono quel ragazzo che ha avuto un rapporto orale passivo e il test negativo dopo 3 settimane. Volevo chiederle e da 2 giorni che ho macchie sul pene e un po di gonfiore. Non mi brucia quando vado in bagno per urinare. Cosa potrebbe essere? Grazie per la disponibilita’

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe trattarsi di una qualche infezione o reazione locale, raccomando una visita medica per una diagnosi esatta.

    2. Anonimo

      Anche hiv sotto forma di rash?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non pensi all’HIV, con il rapporto che ha avuto è quasi esente da questo rischio.

  13. Anonimo

    Gentile dottore ho avuto un rapporto a rischio con una ragazza poco seria si e rotto il preservativo circa anzi massimo due minuti prima che me ne accorgessi sono passati 6 mesi dopo circa una settimana avevo un po la gola gonfia sui lati in questo caso penso siano stati i linfonodi ingrossati ma niente febbre mi faceva male anche il muscolo del braccio ricordo che essendo agosto faceva caldo e mi puntavo il ventilatore addosso tutta la notte puo essere questo il motivo dei linfonodi ingrossati?non ho fatto il test e ho pauta dei risultati ma so anche che non posso continuare a vivere cosi vorrei farli ma se scopro di avere hiv mi butterei giu di umore e ci starei tanto male ho quasi 30 anni ho una vita davanti e poi quanto costa fare il test?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ai sintomi non dia peso, conta solo il test (che è gratuito).

    2. Anonimo

      Vorrei comprare il test della saliva si chiama test elisa?All asl ti fanno aspettare giorni e non voglio stare sulle spine tutto quel tempo mentre il test elisa so che e rapidissimo ma quanto costa piu o meno??

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il problema è trovarlo in un canale affidabile; dove lo acquisterebbe?

    4. Anonimo

      Paranoico, non compri nessun test su internet e piuttosto si rechi in un qualsiasi ospedale nel reparto di malattie infettive per fare il test in forma anonima e gratuita.
      La maggior parte dei laboratori italiani esegue un primo screening con un test Elisa di quarta generazione affidabilissimo già dopo un mese, nel suo caso visto che sono passati 6 mesi sarà definitivo.
      Il test salivare che dice lei è disponibile solo nelle citta’ di Milano e Torino e Roma ma da spesso falsi positivi perchè la gente esegue l’easy Test subito dopo aver mangiato o fumato oppure dopo essersi lavato i denti e tutto ciò potrebbe falsare l’esito del test.
      Le consiglio un test con prelievo di un campione di sangue.Cordialmente

  14. Anonimo

    Gentile dottore,
    volevo alcune informazioni..
    Circa 12 anni fa ho fatto un tatuaggio, il tatuatore mi aveva rassicurato sul fatto di usare un ago pulito streilizzato insomma inutilizzato. Ho saputo da poco tempo che il tipo che me l ho a fatto non era un tipo serio e neanche un esperto.
    Sono entrata in panico anche perchè ho prurito generalizzato che si presenta in certi periodi non sempre, e ghiandole ascellari infiammate. Di quest ultimo problema ne ho sofferto anni fa ma mi avevano detto che era una reazione al deodorante. Ho una macchiolina bianca microscopica (come un granellino di sale grosso) in fondo alla gola da sempre. Ma nessuno l ha mai considerata una placca sebbene io soffra di mal di gola costanti, sono una fumatrice.Ho avuto in estate il citomegalovirus non avevo febbre infatti ho saputo di averlo contratto perchè per scrupolo ho fatto le analisi quando la mia compagna mi disse di averlo. Ultimamente sono aumentata di peso e soffro di gastrite.
    Comunque ora sono sempre più convinta di avere l aids e più mi informo e più vedo sintomi in me.
    E’ una paura fondata o solo un ossessione? Tra l’altro dimostro una grande ignoranza e paura in quanto non riesco ad andare a fare il test per scoprire se effettivamente sono malata.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I sintomi descritti non hanno alcuna connessione con un eventuale contagio, quindi le consiglio sicuramente il test, ma da fare con assoluta serenità. Utile al limite verificare anche l’epatite C.

    2. Anonimo

      Zero rischi per HIV qualora il tatuatore avesse utilizzato un ago impiegato precedentemente.Alto rischio per HCV HBV.
      Non si ricorda se ha scartato l’ago in sua presenza?
      Faccia i test ed elimini queste sue paure.Non esiste al mondo un caso da infezione da HIV nel modo che lei ha descritto tuttavia il rischio rimane per l’HCV e l’HBV.

    3. Anonimo

      No non me lo ricordo è proprio questo che mi attanaglia.
      Comunque grazie per le risposte cercherò la forza per fare tutte le analisi da voi consigliatimi.
      Vi ringarzio ancora per la vostra empatia.

    4. Anonimo

      Gentile Luca, perdoni l`ulteriore messaggio ma l insicurezza e`una brutta cosa.Quindi qualora il tatuatore avesse impiegato un ago precedentemente utilizzato c’e’ alto rischio per le epatiti b e c? e zero rischi pet hiv? Purtroppo come precedentemente saffermato nn ricordo se il tipi abbia scartato l ago dinanzi a me (son passati 12 anni) da qui il dubbio del contagio hiv in caso egli fosse stato disonesto nelle rassicurazioni e ahime’ avesde usato ago usato!!Quindi vi e’rischio per le epatiti piuttosto che per hiv?Quali analisi sarebbe opportuno farmi prescrivere?perdoni ancora gli ulteriori quesiti confido in una sua risposta…

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In attesa di un parere di Luca mi permetto di rispondere per iniziare a sciogliere alcuni dubbi, data l’ansia di questi giorni.

      1. Il rischio è sicuramente maggiore per le epatiti (se è giovane per la B potrebbe essere vaccinato); personalmente so di peccare a volte di eccesso di scrupolo, ma al suo posto verificherei comunque anche l’HIV (il CDC statunitense la ritiene una via di contagio possibile http://www.cdc.gov/hiv/resources/qa/transmission.htm).
      2. Può in ogni caso richiedere i di analizzare nel sangue i marker per l’epatite B (a meno che non sia vaccinato) e C.

    6. Anonimo

      grazie dottore per il suo supporto!

  15. Anonimo

    BUONGIORNO Dott. ,io ho un rapporto sessuale da 4 mesi con un ragazzo 25 anni,io sono 22 anni,ma durante il sesso noi non usiamo contracettivi,ha rischio di infettarci?,cosa devo fare per evitare l’infezione? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Consiglierei ad entrambi di fare il test; se sarà negativo per tutti e due ovviamente nessuno corre alcun rischio.

    2. Anonimo

      Cara Elena tutti i rapporti sessuali non protetti dal preservativo che siano essi:vaginali,anali e orogenitali praticati sono a rischio di infezione da HIV, pertanto è bene che segua il consiglio del Dott. Cim.;
      parli con il suo partner e sottoponetivi a tutti i test delle malattie veneree, e qualora i test fossero entrambi negativi e durante la vostra storia non avete avuto rapporti extra a rischio (con altri partner nei 3 mesi precedenti) potete decidere di non usare il preservativo a patto che sia una relazione monogoma.Cordialmente

  16. Anonimo

    salve dottore….. se una persona presenta infezione da hiv, nel periodo che passa dalla sieropositività allo sviluppo dell’aids è piu predisposta ad ammalarsi ? per esempio: se io ho l’hiv da un anno, il mio fisico è piu predisposto a raffreddori, tosse ecc ecc??

    1. Anonimo

      purtroppo si Lorenzo perche’ il sistema immunitario viene distrutto da virus HIV,quindi e’ piu’ predisposta ad ammalarsi.

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non sono d’accordo, in generale se la cura è seguita scrupolosamente fino al passaggio all’AIDS non è detto che il sistema immunitario sia più debole in questa fase.

    3. Anonimo

      grazie doc

    4. Anonimo

      Verissimo cio’ che dice il Dott. Cimurro e poi una sieropositivita’ presa all’inizio con la terapia diventa una malattia cronica con la quale la persona affetta puo’ vivere come una persona sana.

  17. Anonimo

    Salve Dottore i miei rispetti.
    Ho seri problemi di mantenimento dell erezione quando uso il preservativo (un problema psicologico che sto risolvendo)
    e con la mia donna vorrei non usarlo.
    Come faccio ad essere sicuro al 100% che non contrarro l hiv con lei? ci sono test specifici? ho avuto un rapporto non protetto con lei circa 15 giorni fa ma non credo che possa riservarmi sorprese.

    Il mio più sincero augurio di buon lavoro.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’unico modo per esserne certo e fare in modo che si sottoponga ad un test; in genere in questi casi consiglio di farlo entrambi contemporaneamente per la tranquillità di entrambi.

  18. Anonimo

    Buona sera dottore.
    Oggi ho avuto un rapporto occasionale con una donna che non conosco per niente.
    Il rapporto era protetto ma essendoci un po’ di secchezza vaginale il profilattico si è rotto.
    il rapporto non è durato molto, circa 5/10 minuti di penetrazione e sono sicuro di averne passati la metà con il profilattico ancora integro.
    Ho lavato subito il pene e ho passato del disinfettante, quel tipo rosso che usano anche i chirurghi. Adesso ho molta paura poichè convivo con una ragazza che è allergica al lattice, oltre ad avere il terrore di ammalarmi ho paura di contagiare anche lei. Cosa devo fare? quanto tempo devo aspettare prima di fare il primo test? i test precoci sono affidabili? A chi mi posso rivolgere?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sarebbe utile un test subito per conoscere la sua attuale situazione (a meno che non sia certo, per qualche ragione, di non essere sieropositivo); test a 30 giorni e poi da ripetere a 90.
      Può rivolgersi in ospedale.
      Esistono preservativi senza lattice.

    2. Anonimo

      grazie dottore ma risponda solo a una cosa. i test precoci come il p24 sono affidabili? Ed il rapporto che ho avuto con le dinamiche descritte ed ad altissimo rischio? GRAZIE

    3. Anonimo

      COME SI POSSONO CANCELLARE I COMMENTI?

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      @andrea

      Sì, sono affidabili, ma ci sono comunque i limiti derivati dal periodo finestra. Il rapporto vaginale è purtroppo a rischio.

      @a

      Mi dica quali commento desidera che vengano rimossi.

  19. Anonimo

    sono siero positivo da 9 anni ho una donna da tre anni e mezzo faccio sesso senza usare precauzioni lei non lo sa ma ho paura a dirglielo cosa posso fare

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Anche se capisco il fatto che abbia paura, non ci sono scuse o giustificazioni: deve dirglielo immediatamente e soprattutto interrompere qualsiasi tipo di rapporto non protetto.

      Evito qualsiasi considerazione etica, ma se non possiamo cancellare gli sbagli del passato, cerchiamo almeno di non commetterne più fin da oggi.

    2. Anonimo

      Relativo nn posso credere che tu per paura rischi di infettare una povera donna che si fida di te! Ma ti rendi conto di quello che dici…devi diglierlo subito e deve fare subito il test !

  20. Anonimo

    vorrei sottoporre un problema ,ho fatto sesso per tre anni e mezzo con una donna sui cinquantanni senza protezione però , mai eiaculando internamente sesso vaginale e sesso anale ,io sono hiv positivo con livelli cd4 intorno hai 1400 ,questa donna consapevole della mia positività ha sempre rifiutato precauzioni profilattici , ha fatto il test elisa e ripetendolo ancora due volte in questi anni sempre negativa , attenzione pura fortuna o nò non voglio farne un caso ma vorrei una spiegazione anche se ribadisco sono enormemente contento della negatività del test grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Fortuna; da questo punto di vista il contagio è legato al caso, se sei sfortunato basta un unico rapporto, se sei fortunato puoi averne per anni.

      È comunque probabile che la carica virale non fosse elevata.

  21. Anonimo

    Dottore fatto un test negativo a 105 giorni dal rapporto a rischio.
    Come valuta ?definitivo? Trovo diversi sintomi come rush cutaneo ecc.
    Posso essermi infettato tardivamente dopo?
    Non dormo più .

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Definitivo, può definitivamente buttarsi alle spalle il dubbio.

  22. Anonimo

    Salve dottore, in questo periodo sono un po’ in paranoia perché ho paura di aver contratto il virus.. ho avuto rapporti non protetti con una ragazza fino ad agosto, che a parole sue era sana.. da febbraio ad oggi però sono stato male ben tre volte, anche se gli unici sintomi presenti erano febbre e mal di gola (anche ora, e circa dieci giorni fa ero sotto antibiotico per una placca in gola).. Degli altri sintomi non c’è traccia.
    Qual è il suo parere..?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. La parola data dal partner, per quanto in buona fede, purtroppo non ha valore (si può essere sieropositivi senza saperlo).
      2. Ai sintomi non dia peso.
      3. Faccia un test, è l’unico modo per togliersi ogni dubbio.

  23. Anonimo

    Salve dottore…. ho avuto un rapporto a rischio circa sette mesi fa..e piu o meno da allora si è verificata la comparsa di piccoli rossori sul viso, simili a quelli allergici, privi di prurito o qualsiasi fastidio analogo. inoltre quando mi lavo i denti o fumo troppo si verificano piccole perdite di sangue dalle gengive/bocca. Mi devo preoccupaare? il test lo farò sicuramente, però vorrei capire se potrebbe esserci qualche correlazione coi sintomi su descritti. la ringrazio in anticipo doc

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non do alcun peso ai sintomi.

    2. Anonimo

      Dottore buongiorno io sono una persona allergica alla polvere e mi sino accorto che o del rossore in viso e un po’ sul torace. Potrebbe essere rash? Sono quel ragazzo che ha avuto un rapporto orale passivo e con il test dopo 3 settimane negativo. Grazie ancora dottore e buona giornata

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Stia sereno e non dia peso ai sintomi, soprattutto alla luce del tipo di rapporto avuto.

  24. Anonimo

    Gentile dottore.

    Ho da poco scoperto di essere sieropositiva, ma non capisco una cosa. Il mio test WB rileva, a tre mesi dal rapporto a rischio, la mancanza di alcuni geni (i POL) del virus… tuttavia la viremia, anche se non molto alta, è presente, e i CD4 piuttosto bassi. Come si spiega che non ci siano pezzi di virus?
    E sapendo che ho 27 anni, con le moderne terapie che aspettative ho? Leggo che scrive 77 anni, quindi sembra quasi l’aspettativa di vita media di una persona negativa…

    1. Anonimo

      Come l’hai contratta? dopo quanti rapporti sessuali?

    2. Anonimo

      Hai avuto qualche sintomo?

    3. Anonimo

      Uno solo. Con un ragazzo di cui non sapevo lo stato sierologico… c’è stata rottura del preservativo.
      Sintomi avuti in ritardo, nel senso che si dice vengano dopo 2-4 settimane dal rapporto, ma a me il rash è uscito a poco più di 60 giorni…

    4. Anonimo

      Ma hai avuto un rapporto vaginale penetrativo giusto? Cmq mi dispiace veramente tanto

    5. Anonimo

      Io invece ho avuto un rapporto orale passivo so che la saliva non e’ una cosa che trasmette ma la paura rimane sempre. Scusa se ti rompo ancora

    6. Anonimo

      Figurati. Ormai purtroppo non penso per me le cose cambino.
      Si, è stato un rapporto vaginale penetrativo e sono entrata a contatto con lo sperma. Ci siamo subito lavati, ma non è servito…
      In qualsiasi caso se hai dei dubbi fai il test.

    7. Anonimo

      Ma il rash lo hai avuto sotto forma di rossore o di bollicine?

    8. Anonimo

      Il test lo gia fatto dopo 3 settimane dall’accaduto con esito anticorpi assenti cmq speriamo che trovino una cura

    9. Anonimo

      rossore pruriginoso diffuso.
      Già, lo spero anche io!
      Buon per te che hai già fatto il test! No, io il primo l’ho fatto dopo 82 giorni.

    10. Anonimo

      Sai ti ho fatto questa domanda perche’ ho molto rossore in viso e sull’altezza del torace ma solo sul torace ho prurito

    11. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Avendolo scoperto così precocemente l’aspettativa di vita le confermo che praticamente pari a quella di un sieronegativo se sarà scrupolosa nei controlli e nel seguire la terapia.
      2. Relativamente ai suoi dubbi sull’esame temo che semplicemente possa succedere, per sensibilità del test od altre ragioni tecniche che sinceramente non conosco. Una curiosità: ha idea se nel frattempo il partner abbia fatto il test e sia effettivamente positivo? Sinceramente non voglio illuderla perchè il test lascia pochi dubbi, ma i sintomi tardivi ed il fatto che abbia avuto un unico rapporto mi lascia il dubbio. Entrambi i fattori possono verificarsi e quindi, ribadisco, non voglio assolutamente indurla a speranze irrealistiche, solo al suo posto vorrei togliermi quest’ultimo dubbio.

    12. Anonimo

      Grazie dottore per la risposta
      1 Ho intenzione di essere scrupolosissima ora che so di questa cosa, ho una prima visita presso il reparto infettivologia del mio ospedale la prossima settimana, mi faranno altri accertamenti prima di dirmi come proseguire.
      2 No, non ho la conferma del partner. Ovviamente è stato informato del mio stato, ma non so se ha già effettuato anche lui un test di conferma che attesti la sua positività. In qualunque caso è stato il mio unico partner nell’ultimo anno, e non sono stata a contatto con sangue, a parte prelievi in ospedale.
      E’ già il secondo test (il primo in forma anonima, fatto una settimana prima di questo) ha dato lo stesso risultato, manca sempre la fascia dei geni POL. Mi hanno spiegato della cross reazione, ma a 80 giorni la vedo poco probabile.

    13. Anonimo

      Un’ulteriore domanda: non essendo ancora sottoposta owiamente a terapie, cosa mi è consigliato fare nell’attesa? Ci sono cibi che non posso mangiare ecc.?

    14. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Al momento le consiglio semplicemente uno stile di vita corretto, ma non ci sono attività o cibi che le siano vietati.

    15. Anonimo

      Grazie. Ho uno stile di vita sano, non fumo e bevo molto raramente alcool quindi proseguirò di certo su questa strada. Ho momentaneamente dovuto sospendere l’attività fisica (nuoto) per via del rash e di alcuni linfonodi ingrossati un pò dolenti. Sto evitando troppi dolci e controllo quello che mangio, ma vorrei tenere la mia normalità.

    16. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Direi che è perfetto.

    17. Anonimo

      Shuri volevo chiederti visto che hai parlato di viremia bassa se ti hanno fatto un test Nat? Grazie

    18. Anonimo

      Ciao Mary. Mi spiace, ma non so che tipo di test sia stato fatto, ero più concentrata sull’esito… chiederò al medico.

  25. Anonimo

    soffro di ernia discale…ultimamente di sciatalgia…ora ho anche male ai quadricipiti di entrambe le gambe…non forti dolori, ma tipo indolenzitura…possono essere sintomi?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Assolutamente no.

  26. Anonimo

    Carissimo dottore per rasch cosa si intende? Cioe mi spiego meglio significa solo rossore della pelle o qualcosa di piu’? Grazie per la disponobilita

    1. Anonimo

      A dimenticavo di dirle che sono quel ragazzo del test dopo 3 settimane e volevo dirle che il 25 marzo vado a farne un altro. Speriamo in bene

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È difficile trovare informazioni certe, anche perchè in alcuni casi si tratta di riattivazione dell’herpes zoster (quindi bollicine e dolore), diversamente dovrebbe essere una manifestazione su tutto il corpo che non risponde ad alcun tipo di crema (sulla falsariga di alcune malattie esantematiche).

    3. Anonimo

      Per mughetto cosa s’intende?

  27. Anonimo

    Buon giorno dottore che tipo sn in Rush cutanei e si presentano insieme alla febbre o durante

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non dia peso ai sintomi e faccia un test; in ogni caso potrebbero manifestarsi (se si manifestano) insieme agli altri sintomi.

    2. Anonimo

      Quanto durano i sintomi e dopo quanto si manifestano

  28. Anonimo

    mal di schiena puo essere un sintomo del hiv

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No.

  29. Anonimo

    un malato di aids puo sottoporsi ad un intervento chirurgico,del tipo asportazione di un ferro inserito in un piede a segiuto di una caduta?????

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Certamente.

    2. Anonimo

      Cara Anna un malato di Aids o sieropositivo è un cittadino come tutti gli altri e gode degli stessi diritti.

  30. Anonimo

    scusate mi ma le gastrite possono essere sintomi da hiv??? o altre malatie venere?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No.

    2. Anonimo

      scusate mi ma bruciore al stomaco anche non e un sintome da hiv o altre malatie venere po essere che da lo stress che mi sto preoccupando come se forze mi sono contagiato dal hiv o altre malattie venere ma io a 50 giorni dal rapporto a rischio ero negativ dal hiv e dal epatite b,c che ne pensate oggi sono al 78 giornata dal raporto a rischio e sono molto stressato e lavoro 6 giorni a settimana?????
      che ne penzzate vuoi???

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non si preoccupi dei sintomi, ansia e stress possono spiegare i problemi di stomaco.