Tutte le domande e le risposte per AIDS e HIV: sintomi, cause, test e trasmissione
  1. Anonimo

    Dopo 7 giorni si hanno I sintomi ??grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      No, in genere passano da 2 a 4 settimane.

    2. Anonimo

      Una domanda ma si hanno tutti insieme e tutti quelli elencati….???

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Molto spesso nessuno, oppure solo alcuni, ma l’HIV non si diagnostica MAI in base ai sintomi.

  2. Anonimo

    Il contatto indiretto ( mediante oggetto) x ke e da non considerarsi a rischio grazie dottore e luca

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per due ragioni principali:
      1. La quantità di sangue è in genere molto limitata nei casi che possono capitare nel quotidiano (diverso è il caso, per esempio, di una garza impregnata di sangue che possa venire a contatto con una ferita durante un’operazione di soccorso).
      2. La sopravvivenza del virus nell’ambiente è limitata nel tempo.

    2. Anonimo

      Il contatto indiretto è privo di rischi perché ci vuole un flusso per essere esposti a rischio.

    3. Anonimo

      Scusate l ignoranza ….dunqie se entro in contatto con Una goccia di sangue in bocca da contatto indiretto nn so rischia bulls ???? Grazie Luca e dottore

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Con una goccia non dovrebbe esserci rischio.

    5. Anonimo

      Ci vuole una grande quantità di liquido infetto

    6. Anonimo

      Un ultima domanda scusate dunque il contatto indiretto e sempre non rischioso???? Vi ringrazio x la vostra disponibilita

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Personalmente non me la sento di scrivere che è sempre non rischioso, diciamo che nel quotidiano non rappresenta un problema.

  3. Anonimo

    Buonasera Dottore il rapporto orale senza protezione è rischioso per la persona attiva?

    1. Anonimo

      Quindi è a rischio?

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Molto basso.

    3. Anonimo

      E il bacio con la lingua a una prostituta è a rischio?

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non per l’HIV, ma lo è per altre malattie sessualmente trasmesse.

  4. Anonimo

    Buonasera Dottore le ho scritto varie volte in questi giorni ieri ho fatto il test e domani ritirerò l’esito però non riesco a tranquillizarmi non vedo l’ora che arrivi domani per togliermi questo peso.Comunque sono il ragazzo che ha avuto rapporti protetti con prostitute.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non si dimentichi mai che i rapporti li ha avuti, se non ricordo male, protetti, è un dettaglio che fa una differenza enorme e ci permette di essere tranquilli.

    2. Anonimo

      Si assolutamente tutti protetti però finchè non vedo l’esito non riesco a tranquillizarmi

  5. Anonimo

    Dottore sono quello della ferita aperta ho scoperto che lei era positiva allora che mi propone di fare tranne l analisi ldel sangue per lei dottore quanta percentuale c e la prego mi dia uteriori informazioni!!?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non vedo alternative al test, in ogni caso le suggerisco di parlarne con uno specialista; quello che lei chiama “ferita” magari è un problema molto più piccolo di quanto io pensi e potrà essere tranquillizzato.

  6. Anonimo

    volevo sapere come posso fare il test mi devo presentare al pronto soccorso devo avvisare cn una telefonata ditemi voi

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Di norma ci si presenta e lo si può fare in forma anonima e gratuita.

    2. Anonimo

      Il pronto soccorso non esegue il test HIV, si deve rivolgere al centro trasfusionale dell’H più vicino a lei oppure al reparto di malattie infettive in forma anonima e gratuita in genere.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Hai assolutamente ragione, chiedo scusa ma non so perchè ho risposto pensando all’accettazione dell’ospedale.

  7. Anonimo

    Dottore la ferita era profonda 1 mm e larga 3 mm

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il rischio probabilmente non è elevato, ma le raccomando di fare il test.

  8. Anonimo

    C’è una canzone che dice: DEVI STARE MOLTO CALMO, perché non sei a rischio e poi ti ricordo che anche fare sesso a rischio con una persona sieropositiva non comporta la trasmissione del virus automatica.

  9. Anonimo

    Dottore buonasera …io circa 22 anni fa ho avuto un rapporto occasionale e dopo qualche mese ho incominciato ad avere i vari sintomi che lei ha descritto nella pagina soprastante …ad incominciare dai raffreddori , riniti allergiche mai avute, stomatiti, afte, etc, etc…sono arrivato al 20 anno di “malattia” con un sacco di malanni,alle ossa mi bruciano e mi piangono gli occhi ho dei dolori allo stomaco e intestino assecondo di quello che mangio,mi sento stanco, mi capita che ho dei giramenti di testa con sintomi di vomito e la visione scarsa ossi vedo e non vedo….in tutti questi anni che son passati (22) io mi sono fatti vari analisi del sangue anche complete , ma il risultato sull hiv o aids è negativo… la mia paura è di averla trasmessa a mia moglie (all’epoca appena fidanzatini) e poi dopo ai miei 2 figli, la grande 20 anni, 3 anni fa ha preso la bronco polmonite, e poi vedo che anche lei ha gli stessi miei sintomi, idem il piccolo di 13 anni. Chiedo: è possibile che ti venga nascosto e non detto la verità? perchè le giuro io ultimamente i sintomi c’è li ho tutti.Se c’è una possibilità di allungare ancora degli anni io lo farei sia per me che per la mia famiglia. Cosa posso fare?Grazie mille.

    1. Anonimo

      Assolutamente no e poi se ha già fatto i test dovrebbe essere tranquillo, tuttavia se non ha avuto altri comportamenti rischiosi le ricordo che prima di partorire a sua moglie,le hanno fatto firmare un foglio per farle il test dell’HIV, in modo che se fosse stata positiva,avrebbero cercato un cesareo ed evitato l’allattamento per non contagiare il figlio. Stia sereno e si goda la sua famiglia

    2. Anonimo

      Perche’ non dite la verita’??? che non c’e’ nessun legame tra hiv e ainds?? perche’ fate il gioco delle case farmaceutiche ??? perche’ consigliate alle persone di fare il test hiv ??? perche’ caro Luca non dice a tutti che i 3 tipi di test hiv non servono per trovare il virus (SCRITTO NEI FOGLI ILLUSTRATIVI DEI TEST) e approvati (DAL MINISTERO DELLA SALUTE) ???? Perche’ non dite alla gente di farsi leggere dai dottori cosa dicono i fogli illustrativi dei test??? Perche’ non ammettete che ancora oggi (((2013))) il virus non e’ stato MAI PURIFICATO ??? Perche’ in questi giorni e’ uscito fuori un articolo IL VIRUS HIV MESSO A NUDO con una foto fatta dai PC??
      Non vi sentite in colpa a non dire queste cose??? ci guadagnate cosi tanto a mandare avanti questa balla?? A TUTTI GLI UTENTI CHE ANDRANNO A FARE IL TEST BUFALA CONSIGLIO DI FARSI DARE IN MANO IL FOGLIO ILLUSTRATIVO DEL TEST COSI CAPIRETE TUTTI CHE BALLA C’E’ DIETRO QUESTA CARNEFICINA!!!!!

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Chiedo cortesemente a Luca di non rispondere a queste provocazioni e soprattutto a Gianni di rispettare chi la pensa diversamente, come io ho sempre fatto; questo sito non nasce come luogo di confronto, che invece dovrebbe avvenire sulle riviste scientifiche che nascono con questo scopo.

    4. Anonimo

      Provocazioni???a chi starei provocando??? dire la pura verita’ vuol dire provocare secondo lei? io sono un uomo abbastanza educato , ma non posso tollerare che la gente sappia solo quello che dicono i giornali o la tv , e’ giusto che ogni persona che scelga di fare il test legga il foglio illustrativo dei test …Caro dottore perche’ non consiglia anche questo ?
      mi sembra un po’ strano nascondere queste cose se realmente si cerca di aiutare il prossimo non le pare?? Ha detto bene dottore “riviste scientifiche” ma diciamo letteratura medica le ha provato mai a leggerla o a fare una ricerca?? non credo altrimenti non starebbe qui a consigliare test su test ..di cosa stiamo parlando in fondo?? di un virus mai purificato e di terapie che portano alla morte ..gli stessi scopritori del virus PIU’ ESPERTI DI ME E DI LEI hanno parlato abbastanza chiaro ma forse qualcuno vuol rimanere sordo …comunque mi puo’ fare un favore?? gentilmente mi spiega come fa a consigliare un test hiv quando gli stessi test non dicono se una persona e’ sieropositiva o meno (((scritto nei fogli illustrativi dei test)))??? Siamo diventati anche ciechi oltre che sordi ??? No non credo 😉 …e allora diciamolo a tutti senza NASCONDERLO…prima di fare il test LEGGETEVI IL FOGLIO ILLUSTRATIVO E POI STA A VOI DECIDERE SE FARE IL TEST O NON FARLO.
      Saluti.

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A beneficio dei lettori che volessero approfondire e come testimonianza della mia assoluta buona fede lo riporto qui quello che è presente sui foglietti illustrativi:

      Un test ELISA non garantisce una sicurezza del 100% nella diagnosi dell’HIV. Un risultato positivo di test per la determinazione di anticorpi con il metodo ELISA deve pertanto essere confermato utilizzando un altro metodo specifico (tecnica Western Blot, PCR). D’altro canto, un risultato negativo ottenuto con il metodo ELISA non esclude completamente la possibilità di un’infezione da
      HIV-1/2. ()

      Quanto scritto non è nulla di scandaloso, è un test che in caso di positività deve essere confermato da verifiche più approfondite (e per questo costose).

      Detto questo, come da mia abitudine, le lascio volentieri l’ultima parola, ma poi le chiedo di evitare ulteriori discussioni perchè come detto queste esulano dalle finalità di questo sito.
      Lei ritiene che io danneggi la salute pubblica, io penso la stessa cosa di chi nega l’HIV, ma non è questo il posto in cui dibattere, come ha detto lei lasciamolo fare a chi ne sa di più di entrambi.

    6. Anonimo

      Mi sa che non mi sono spiegato bene …foglio illustrativo del test e’ tutta un altra cosa e’ c’e’ scritto chiaramente che…
      1) TEST PER ANTICORPI DICHIARA DI NON ESSERE IN GRADO DI STABILIRE LA PRESENZA NEL SANGUE UMANO
      2) IL SECONDO DEFINITO TEST DI CONFERMA DICHIARA CHE NON DEVE ESSERE USATO COME TALE
      3) IL TERZO USATO PER RILEVARE IL NUMERO DI COPIE HIV PER ML NEL SANGUE DICHIARA CHE NON E’ NE UN TEST DI SCREENNING NE UN TEST DI CONFERMA DELLA PRESENZA DI HIV….ho tradotto tutto quello che c’e’ scritto nei test anche chi ha creato il test pcr ha parlato chiaro vuole che le mando le sue dichiarazioni in video o in documento?? no perche’ quasi quasi passo io per quello che racconta balle..questa e’ la pura realta’ e comunque io amo il mio prossimo e voglio che questa strage finisca al piu’ presto…siamo a buon punto la gente ormai sa non e’ piu’ intontita ….una domanda a lei caro dottore …LEI ANDREBBE A SOTTOPORSI AD UN TEST PER LA SCLEROSI MULTIPLA SE CHI HA CREATO IL TEST AFFERMA CHE NON E’ UN TEST PER SAPERE SE UNA PERSONA HA LA SCLEROSI?? SAREI CURIOSO DI SAPERE LA SUA RISPOSTA 😉
      Saluti.

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Come già detto non mi interessa discutere, per varie ragioni:
      1. so per esperienza che su questi argomenti non si arriva a nulla,
      2. non ho il tempo di farlo,
      3. non è questo il luogo.

      Se desidera confrontarsi su questi temi posso per esempio segnalarle questa pagina

      dove credo non avrà difficoltà a trovare le posizioni che condivido e le risposte ai dubbi che solleva, nonchè figure che a vario titolo sono più interessati di me alla discussione. Allo stesso tempo vedrà centinaia (forse migliaia) di commenti di opposte idee che purtroppo non sono arrivati a nulla: ecco, vorrei evitare di perdere tempo io, evitare di farne perdere a lei ed evitare di farne perdere ai lettori su questo sito, che nasce per altri scopi.

      Entrambi, sono convinto, agiamo in buona fede (personalmente non ho alcun ritorno economico a consigliare un test, in quanto gli antiretrovirali sono tutti gestiti attraverso gli ospedali) e fra 10-20-50 anni la storia sicuramente sarà giunta ad una conclusione; se la mia attuale posizione sarà giudicata errata non avrò alcuna difficoltà ad ammetterlo, esprimendo allo stesso tempo tutta la mia ammirazione per chi ha portato avanti le idee diverse dalle mie. Fino a quel giorno sono sicuro che comprenderà se, non interessandomi alla ricerca, decido di fare mie le idee condivise dalla maggior parte della comunità scientifico-medica mondiale.

    8. Anonimo

      Io rispetto le idee di tutti e anche la sua come quella dei dissidenti,però le posso confermare che il virus viene isolato in tutti i laboratori e che il test Elisa viene fatto come primo screening per i costi molto bassi rispetto al Western BLot.Inoltre le proporrei di farsi fare se vuole dimostrare che il virus non esiste una trasfusione di sangue da un malato di AIDS se effettivamente non inizia la malattia…

    9. Anonimo

      Caro luca del telefono verde aids io sono a completa disposizione …posso mettere nel mio corpo il sangue di una persone etichettata come sieropositiva , pero’ ad una condizione….FARLO DAVANTI LA TV DAVANTI A MILIONI DI TELESPETTATORI IN MODO TALE CHE TUTTI SAPPIANO CHE IL VIRUS HIV NON PORTA ALL’AIDS …ci sono persone che non hanno mai preso antivirali e sono sane come un pesce e addirittura hanno rifatto il test ed e’ uscito negativo…potrei farle leggere alcuni articoli FINITI IN TRIBUNALE DOVE LE PERSONE SONO STATE RISARCITE…ma questo lei lo sa meglio di me 😉 Puo’ cortesemente spiegarmi come tante persone che uscivano positive al test hiv (mi riferisco anche quelli di conferma) poi hanno rifatto tutti i test NEGATIVI hanno vinto tante cause contro questa frode??? E come mai l’istituto superiore si sanita’ approva test CHE NON STANNO AD INDICARE LA PRESENZA DEL VIRUS?? mi riferisco al comune test anticorpi a quello dei conferma e al test PCR
      ci tengo a precisare che non sono parole mie ma e’ scritto in tutti i fogli illustrativi dei test e ho avuto anche la fortuna di leggerli su mia richiesta quando “POVERO ME” ANNI E ANNI SON CADUTO NELLA TRAPPOLA DEI TEST….poi ho conosciuto un biologo bravissimo che ora non lavora piu’ che mi ha fatto capire chi tiene ancora in alto questa balla..partendo dall’inizio da quando sono stati diagnosticati i primi sieropositivi 6 persone omosessuali che guarda caso NON SI CONOSCEVANO TRA DI LORO….poi affronteremo anche il discorso HIV2 MISTERIOSAMENTE VIVE SOLO IN AFRICA “SICURAMENTE L’HIV 2 SARA’ A CORTO DI BENZINA PER ARRIVARE FIN QUA 😉 ”
      Saluti.

  10. Anonimo

    Ciao dottore e Luca Una goccia di sangue si inattiva subito nell ambiente esterno??? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Di norma il virus si inattiva abbastanza velocemente, ma non mi piace quantificare in minuti o dire “subito”.