Tutte le domande e le risposte per AIDS e HIV: sintomi, cause, test e trasmissione
  1. Anonimo

    ciao, il fungo histosplasmosi captulatum mi ha ridotto il cd4 a 32 e la carica virale a 560000.mi stanno curando con la cura hiv piu antimicotici a antibatterici e vit. b12,in 6 mesi sono arrivato a cd4 435 e 12 di carica virale recuperando i 24 kg che ho perso da febbraio, prossimo 2 novembre mi danno i nuovi risultati.loro dicono che ho l hiv d sicuro.logicamente se faccio il test sono negativo in quanto sono sotto le 20 unita d carica virale,mia moglie ha fatto il test hiv ed e negativo al99.999% io e mia moglie siamo assieme da aprile 2006,cosa ne pensate?comunque anche se dovessi avere l hiv si vive senza problemi 3 pastigle e tutto e a posto basta influenze raffreddori e malattie stagionali al lavoro non faccio piu assenze quando tutti gli altri si ammalano a ripetizione.mia moglie sta benissimo anche mia figlia uguale.ps”non ho mai tradito mia moglie e lei uguale di sicuro”

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo che fino alla consegna delle prossime analisi non si possa aggiungere altro.

    2. Anonimo

      grazie mille ci risentiremo alla prossima buona domenica

  2. Anonimo

    salve sono un ragazzo di 39 anni venerdi ho avuto un rapporto sessuale con una signora questo rapporto non e stato coperto sia da me che dalla signora io ho messo la bocca sulla vagina e la signora si e ‘ ingoiata lo sperma volevo sapere chi ha rischiato ese devo fare il test grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Entrambi sono potenzialmente a rischio, anche se non elevato; è invece molto più elevato il rischio di trasmissione di malattie come l’herpes genitale.

  3. Anonimo

    Ciao, sono una trapiantata di fegato, quindi immunodepressa, ultimamente mi sto vedendo con un ragazzo ex tossico sieropositivo e con epatite c, dite che devo smettere di vederlo, ad oggi non è successo ancora niente, ma se continua così succederà sicuro qualcosa, stasera ho guardato un pò di cose su internet, che ovviamente mi scoraggiano, ma con un preservativo passa la paura, ma adesso leggo che neanche il sesso orale? Senza ingoiare niente, ovvio. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo il preservativo potrebbe non essere sufficiente; per quanto riguarda il sesso orale il rischio è ridotto, ma comunque a mio avviso non trascurabile.

  4. Anonimo

    Ciao, sono un ragazzo di 26 anni, a Settembre sono stato in Thailandia e durante un rapporto sessuale vaginale si è rotto il preservativo.
    Io mi sono accorto della cosa solo alla fine del rapporto dopo aver eiaculato internamente alla mia partner.
    Lei diceva di essere ok ed aver fatto gli esami da poco, sono a rischio contagio?? Sarà un caso ma quando sono tornato mi sono preso il raffreddore ed ho un pò di paura, vorrei cortesemente il vostro parere.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sicuramente è opportuno rivolgersi ad uno specialista per effettuare le analisi di rito, che non limiterei al solo problema AIDS.

  5. Anonimo

    Un semplice contatto esterno, senza penetrazione, fra i genitali, può essere considerato a rischio, e se si in quali condizioni?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non per l’AIDS, potrebbe invece essere sufficiente per altre malattie a trasmissione sessuale.

    2. Anonimo

      anche se in presenza di secrezioni vaginali?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Forse non si può escludere in modo assoluto, ma è sicuramente poco probabile.

  6. Anonimo

    Buonasera.Tempo fa ho effettuato con una professionista del sesso una masturbazione reciproca.Io ho stimolato lei con la mano indossando un guanto e lei ha stimolato me indossando un altro guanto.C’è la possibilità di avere preso l’hiv se con il guanto sporco di secrezioni vaginali ho preso un fazzoletto(quindi il liquido vaginale si è versato un po sul fazzoletto)e col fazzoletto ho pulito il mio glande?Aspetto notizie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ praticamente impossibile, lo è forse meno per altre patologie, ma l’AIDS lo escluderei.

  7. Anonimo

    Buonasera, secondo lei è possibile contrarre il virus hiv solo per il contatto delle dita con la parte esterna della vagina e del preservativo sporco?
    E se con le stesse dita poi mi sono toccato il pene o altre parti sensibili del corpo?
    Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Praticamente impossibile.

  8. Anonimo

    E altre malattie sessualmente trasmissibili?
    Chiedo questo xchè qualche anno fà ho avuto un rapporto protetto ma a rischio, questa settimana ho fatto varie analisi del sangue tra qui anche test hiv e sono davvero molto spaventato dal possibile esito.
    Grazie ancora.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Altre malattie è possibile ma, a mio avviso poco probabile, a meno che le mani non siano venute a contatto con mucose (bocca, occhi, …).

  9. Anonimo

    Salve sono un uomo di 45 anni , ad agosto in vacanza ho avuto un incontro occasionale con una trans alla quale ho praticato esclusivamente un atto orale non protetto con eiaculazione finale nella mia bocca senza poi ingoiare lo sperma. ora a distanza di mesi, la settimana scorsa, ho fatto un controllo di routine per alcuni doloretti al fegato ( in giovane eta’ ho contratto l’epatite a ) e mi hanno accertato una epatite B in fase terminale , ( da quanto ho capito dal infettivologo la fase acuta era gia passata ) e a giorni mi dovro’ sottoporre ad un ulteriore prelievo per determinare la carica virale dell hbv e , cosa che mi ha spaventato moltissimo mi è stato vivamente consigliato anche l esame hiv. ora al virologo non ho raccontato nello specifico il mio incontro occasionale avuto ad agosto , ma da come mi ha parlato sembrava quasi ci fosse una relazione epatite b – hiv. Le chiedo se è solo una mia supposizione o se ci sono invece delle relazioni che suffragano la mia ipotesi e quanto rischio ho corso in quell atto sessuale, quante possibilita’ ho di aver contratto l’ hiv. grazie saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il suggerimento del medico nasce probabilmente dal fatto che una delle vie di trasmissioni più comuni dell’epatite B è la trasmissione sessuale, che espone ovviamente anche al rischio di contrarre l’HIV.

      Per quanto riguarda il rischio di contagio attraverso il rapporto avuto, non è purtroppo del tutto trascurabile:

    2. Anonimo

      grazie della risposta , approfitto della sua competenza e disponibilita’ per chiederle conferma di alcune cose che ho letto e cioe’ che il fatto di aver preso l’epatite b non implica per forza di cose ad aver preso anche l’ hiv e sempre al riguardo è vero che non è certo il contagio da hiv con un rapporto anche ad alto rischio se comunque la persona sieropositiva ha una carica virale bassa e se l’altra persona è perfettamente in salute senza immunodepressioni?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Aver contratto l’epatite B non implica assolutamente di aver contratto necessariamente anche l’AIDS, se invece sapesse per certo che il partner era sieropositivo le probabilità aumenterebbero invece sensibilmente, pur non potendo avere la certezza di contagio.

  10. Anonimo

    Salve sono un ragazzo di 30 e lo scorso mese ho avuto un rapporto orale scoperto e poi un rapporto sessuale completo ma protetto da una professionista del del sesso. Ora a distanza di un mese mi ritrovo con dei sintomi influenzali i soliti mal di gola febbre e mal di testa sono molto preoccupate e nn vorrei che si trattasse l’antipasto a qualche cosa di più grave e’ possibile che abbia contratto il virus HIV grazie per l’informazione e salve

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La probabilità è bassa, ma non del tutto trascurabile; in ogni caso sarebbe comunque presto per manifestare sintomi dell’AIDS. Probabilmente fare esami del sangue per le principali malattie sessualmente trasmissibili sarebbe indicato.

    2. Anonimo

      Quindi potrebbe solamente considerarsi un male di stagione visto che la febbre e’ durata solo un giorno dimenticavo una cosa durante l’atto sessuale ho notato che estraendo il pene io preservativo si era sporcato di sangue ma lo stesso era integro immagino che la ragazza avesse le mestruazioni questo potrebbe incidere pesantemente? Come ultimo quesito quali sarebbero le malattie trasmissibili facendo sesso orale scoperto oltre HIV? Grazie saluti

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La presenza di mestruazioni, o comunque perdite ematiche, aumentano le probabilità di contagio, ma da questo punto di vista il preservativo offre una buona protezione.
      Per i sintomi simil-influenzali non ci darei troppo peso.
      Fra le malattie sessualmente trasmissibili con rapporto orale quello che può essere più facilmente trasmesso, ma non l’unica, è l’herpes genitale.