Tutte le domande e le risposte per AIDS e HIV: cura, pericoli, prevenzione e diagnosi
  1. Anonimo

    Gentile Dottore,
    volevo porle un pio di quesiti:
    Un paio di mesi fa mi è stata diagnosticata una mononucleosi, a seguito di un test. Assieme ad essa anche il Citomegalovirus. La febbre e la stanchezza sono passati dopo circa 3 settimane. Il test HIV (fatto lo stesso giorno di quello della mononucleosi) è risultato negativo .
    Sono molto paranoico e da qualche parte ho letto che i sintomi dell’HIV possono essere simili a quelli della mononucleosi, ma non ho letto che la mononucleosi può essere uno dei sintomi!
    Possono essere legati?
    Devo preoccuparmi?

    Un’altra domanda: Ho fatto sesso con un ragazzo che solo dopo mi ha confessato di essere positivo. Abbiamo fatto sesso con preservativo (tranne per il sesso orale). E’ vero che la carica virale di chi è già in terapia è minore? Alcuni dicono sia veramente bassa!

    Cerco risposte su internet su ciò che chiedo ma non trovo risposte.

    Grazie per la sua risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di rispondere a tutte le sue domande le faccio io una domanda: quanto tempo è passato dall’ultimo rapporto avuto con il partner al test HIV?

    2. Anonimo

      Dottore, intanto la ringrazio per la velocità della risposta.
      Le dico, le due domande e i due eventi non sono legati fra loro. Ho avuto la mononucleosi qualche mese fa. E da qui nasce la prima domanda.

      Il ragazzo con cui ho fatto sesso, invece l’ho conosciuto dopo essere guarito. E da qui nasce la seconda domanda e le paranoie che ne conseguono…

      Grazie

    3. Anonimo

      Le dico sinceramente, prima di incontrare questo ragazzo sieropositivo non ero così paranoico. Infatti al momento della mononucleosi non dubitavo di altro ed ero sereno. Solo da un paio di mesi non mi fido molto delle persone e ho fatto un excursus mentale per ricordare con chi ero stato e cosa avevo fatto. Uso il preservativo sempre, tranne per i rapporti orali. Leggo molto su internet da sempre, a riguardo, ma solo da poco ho letto che uno dei sintomi dell’HIV può essere il citomegalovirus (considerando che il mio medico generico ha avuto i miei risultati al momento della mononucleosi e fino alla mia guarigione mi ha seguito, non avanzando mai altre ipotesi)…per questo sorge adesso più che mai un grande senso di responsabilità che si traduce in paranoie

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Provo a rispondere a tutto, se mi perdo qualcosa per la strada me lo segnali:

      1. Il CMV è un sintomo di AIDS conclamato, che non è sicuramente il suo caso, quindi di questo non preoccupiamoci.
      2. Confermo che la carica virale di un paziente in terapia è di norma non elevata, ma non possiamo esserne certi e quindi la protezione viene prima di tutto (ed inizierei ad usarla anche per rapporti orali).
      3. Se ha rapporti con partner occasionali prenderei l’abitudine 1-2 volte all’anno di fare il test dell’HIV e magari anche delle principali malattie veneree; con il preservativo la protezione è molto elevata, ma quando si parla di salute meglio un controllo in più che uno in meno.

    5. Anonimo

      Grazie grazie mille dottore per le sue risposte…

  2. Anonimo

    Dottore, sorge in me un’altra domanda: un soggetto che contrae l’HIV manifesta sempre i sintomi della fase successiva all’incubazione? Nei casi in cui non si manifestano, da cosa dipende? Dipende anche dall’età?Sono maggiori le percentuali in cui si manifestano oppure quelle in cui non si manifestano?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non conosco le statistiche esatte, ma capita molto spesso che non si verifichino sintomi.

  3. Anonimo

    Dott. Cimurro una domanda breve: E’ possibile contrarre Aids o Sifilide masturbandosi???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Assolutamente no, ma le raccomando di prestare molta attenzione all’igiene delle mani perchè si può contrarre un’infezione cutanea superficiale: non sarebbe nulla di grave, ma sarebbe rognosa.

  4. Anonimo

    Dottore volevo sapere secondo lei entro quanti anni avremo un vaccino o una cura effettiva contro l’AIDS. So che esistono già delle specie di cure ma non distruggono completamente il virus e pochi se le possono permettere perché costano molto.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che le attuali cure, seppure costose, sono pagate dal Sistema Sanitario Nazionale, purtroppo è impossibile fare previsioni concrete sul futuro.

  5. Anonimo

    salve dottore io avrei una domanda da farle io nel l’arco di 1anno e 3 mesi ho avuto rapporti sessuali non protetti e volevo sapere se si aspetta quasi 1 anno e mezzo prima di fare il test HIV c’è il rischio che se risulta positivo c’è la possibilità lo stesso si una cura?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, ci si può curare ugualmente se fosse positivo.

  6. Anonimo

    quindi se si scopre dopo 2 anni di essere infetto di hiv , c’è lo stesso la possibilità di sopravivere con il virus facendo una cura? ma scusi anche se si scopre dopo 2 anni di essere sieropisitivo il virus e andato molto avanti e crea problemi?? oppure e uguale come scoprirlo dopo 6 mesi?? quello che voglio sapere se diminuiscono gli anni di vita aspetto una risposta grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima si scopre meglio è, ma la risposta individuale al virus cambia da un paziente all’altro, quindi generalizzare è impossibile.

  7. Anonimo

    si ma avendo avuto un po di rapporti sessuali con patner diversi nell’arco di 1anno e 3 mesi…. si sa che bisogna aspettare al massimo 6 mesi dal ultimo rapporto non protetto a fare il test certo prima si fa via il dente via il dolore ovvio!! ma a me tocca aspettare il periodo giusto per avere un esito buono e sicuro positivo o negativo.. quindi lei , non sa darmi una risposta se si aspetta tipo 1 anno in più c’è risciò che il virus aumenti?? o cambia di poco?? e poi un altra domanda a me e successo un inconveniente mentre baciavo un ragazzo lui ha perso un po sangue dalla gengiva… si può trasmettere HIV anche in questo modo??? grazie per una risposta

  8. Anonimo

    un altra domanda io 3 mesi fa ho avuto un infezione alle urine facevo urina colore sangue…. non eccesivamente sono andata al pronto soccorso e mi hanno fatto l’esame delle urine e hanno detto
    che avevo un infezione alle urine può trattarsi che derivi hiv??che qualcuno nei rapporti sessuali mi abbia trasmesso HIV???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. 3 mesi dall’ultimo rapporto per averne certezza assoluta, ma ad un mese di distanza l’affidabilità è di oltre il 95%; tutte le linee guida consigliano di iniziare a farlo ad un mese e poi ripeterlo a tre, è deleterio aspettare direttamente i tre mesi perchè si potrebbe perdere tempo prezioso.
      2. Se si aspetta un anno per alcuni soggetti non cambia nulla, per altri può fare una differenza sostanziale in termini di aspettativa di vita, senza contare un aspetto fondamentale: se lei è sieropositiva e non lo sa può contagiare altre persone, potenzialmente non solo attraverso i rapporti sessuali.
      3. Il contagio attraverso il bacio presuppone per entrambi ferite aperte e sanguinanti in bocca.
      4. Se i rapporti sessuali non sono stati protetti lei potrebbe aver contratto l’HIV, certo, ma la cistite con sangue di cui ha sofferto non ne è sintomo.

  9. Anonimo

    io vado a settembre a fare il test HIV…. spero che sia tutto negativo…. ma dovrò rifarlo ancora almeno due volte spero che non risulti positivo mai nell’arco dei miei test!!!! ci tengo alla mia salute….. spero che le persone con qui ho avuto rapporti non abbiano questo virus.. comunque un ultima cosa dopo che ho avuto rapporto sessuali non protetti a volte ho perdite bianche vaginali e già due volte male di gola può riguardare qualcosa con HIV?? allora se ho avuto infenzione alle urine con urine colore rosso non centra con HIV?? attendo una risposta grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I sintomi descritti non c’entrano con l’HIV ma, mi scusi se mi permetto, perchè aspetta settembre per fare il primo?

  10. Anonimo

    perché sono passati soli 2 mesi dall’ultimo rapporto sessuale non protetto….. lei pensa che se scopro di essere positiva alla HIV dopo un anno e 1anno e 3 mesi procurata avanzati problemi alla mia salute??? perché io ho un forte dubbio adesso che fa caldo, e già 2 volte nell’arco di 4 settimane che ho un leggero male di gola un po arrossata…. bocca secca, sapore strano in bocca al mattino appena alzata con lingua un po bianca…. centra cin HIV può essere un sintomo iniziale di contagio????? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Ad un mese dal rapporto l’affidabilità è già del 95%, lo faccia subito; senza contare che dai precedenti rapporti è passato molto più tempo.
      2. Al resto delle domande ho già risposto sopra.