Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    A che punto siamo con il vaccino dottore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo ancora nulla di certo; i titoli dei giornali che periodicamente vengono proposti sui diversi media fanno ad oggi riferimento ancora a situazioni di laboratorio e ipotesi di commercializzazione futura, ma non abbiamo ancora alcun dato ragionevolmente sicuro.

  2. Anonimo

    salve,
    ho 47 anbi e a fine agosto ho avuto febbre a 39,5 con forti dolori al petto e schiena, dopo 3 giorni la febbre é passata ma il dolore é aumentato, sono andato al pronto soccorso e hanno trovato i valori degli enzimi del cuore molto alti, mi hanno ricoverato per una sospetta miocardite, dopo 3 giorni i valori erano tornati nella norma e ora sto bene ma mi hanno detto che una delle cause principali e il virus da hiv, ciò significa che ho alte possibikitá di aver contratto il virus? premetto che ho avuto solo qualche rapporto orale a rischio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non parlerei di una delle cause principali, al limite una delle cause possibili.
      Con un test in ogni caso si toglie il dubbio.

    2. Anonimo

      si dottore ho fatto il test e ritirerò il risultato domani, la cosa che mi preoccupa un pò e che mi hanno detto che in genere a chi viene la miocardite é perché ha il virus

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è così, probabilmente c’è stata un’incomprensione. Le cause possibili sono moltissimi, così come sono moltissimi i possibili virus implicati:

    4. Anonimo

      la ringrazio molto dottore per il suo chiarimento e ci tengo a precisare che non é stato un medico a darmi queste informazioni non del tutto corrette,
      le auguro una buona serata

  3. Anonimo

    Salve,

    effettuo il test dell Hiv da anni, per fortuna sempre con esiti negativi. L’ultimo un mese fa.

    Purtroppo,scioccamente,una settimana fà ho avuto un rapporto occasionale a rischio senza protezione.

    Si è trattato di un rapporto anale di tipo insertivo (io attivo quindi) Il rapporto non è stato affatto violento ed è durato pochi minuti.

    Attendo il periodo finestra di 40 gg per effttuare il test ospedaliero in modalità chemiluminescenza.

    Ad oggi accuso un dolore muscolare al braccio dx, torcicollo,lieve mal di schiena e lieve senso di malessere diffuso. Nessun altro sintomo.

    No febbre,no linfonodi ingrossati.

    Vorrei sapere, nel malaugurato caso di contagio, se dopo soli 8 giorni dall’evento del rapporto a rischio, è possibile

    accusare già dei sintomi di immunoconversione. Per ora non ho febbre ne linfonodi ingrossati.

    Grazie,saluti.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è corretto che si sottoponga al test, ma verosimilmente i sintomi che ha non sono correlati al rapporto avuto, è passato troppo poco tempo. saluti

  4. Anonimo

    Buon giorno, vorrei sapere se i farmaci per curare l’hiv in Italia sono gratuiti o hanno un costo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere gratuiti (a meno di ticket), perchè passati dalla mutua.

  5. Anonimo

    Ciao dottore. … ho avuto un contatto con una persona che ha il HIV ho usato il preservativo ma sfortunatamente si è rotto e successo 2 giorni fa ho preso una pillola che dovrei fare in questo caso …. Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, deve andare in PS e raccontare bene come è avvenuto il rapporto, saranno loro a spiegarle cosa dovrà fare ( controlli nel tempo o inizio di terapia profilattica). saluti

    2. Anonimo

      Grazie mille dottore

  6. Anonimo

    Ciao dottore mio fratello ha fatto il test ed è risultato positivo adesso vorrei sapere cosa riscontra con i farmaci che deve prendere cioè quali sono i disturbi prendendoli?può cambiare il suo aspetto fisico se si in che modo?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, i farmaci attuali sono spesso ben tollerati e non modificano l’aspetto fisico. Tuttavia è bene che si faccia rassicurare e faccia tutte le domande specifiche del caso al medico specialista che seguirà suo fratello per questo problema. saluti

La sezione commenti è attualmente chiusa.