Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Nono assolutamente! Nessuno dei due abusa di droghe! Provvederò a risolvere i miei dubbi. Grazie mille Dottore!

  2. Anonimo

    Buongiorno dottore, un paio di settimane fa durante la fase preliminare del rapporto, mi accorsi di avere dei taglietti dovuti a delle pellicine nelle dita a ridosso delle unghie, la mia ragazza in quell’occasione aveva il ciclo e il mio dito era inevitabilmente ricoperto del suo sangue. Pochi giorni dopo abbiamo avuto un rapporto senza l’uso del preservativo che abbiamo interrotto perché lei accusava dolori (anche se non sono penetrato completamente) e infatti ha avuto una piccola lacerazione che le ha fatto fuoriuscire sangue sporcandomi il pene . Ora, io ho controllato e presenza di tagli nel mio organo genitale non ce n’erano, ma tornando al sangue sulle dita rischio qualcosa? ps: l’abbiamo sempre fatto con il preservativo e sia io che lei abbiamo avuto rapporti solo con un altra persona. La mia ragazza però alla sua prima volta è stata penetrata (anche qui non completamente) senza il preservativo. Sono a rischio di contrarre l’HIV? Aspetto una sua risposta! Grazie in anticipo!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In teoria forse sì, ma nel suo caso potrebbe essere utile ad entrambi, a prescindere da quanto successo, fare un test per poter vivere più serenamente la vita di coppia.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere sta a voi, ma se le è venuto questo dubbio rimango dell’idea che potrebbe valere la pena farlo insieme; naturalmente se i rapporti con il partner precedente erano stati la prima esperienza per entrambi (intendo anche per i 2 ex) e non ci sono rischi di utilizzo di droga per via iniettiva il problema probabilmente non si pone.

  3. Anonimo

    salve dottore,
    7 anni fa ho avuto un rapporto non protetto con un ragazzo che poi non ho più rivisto da allora. Dopo un anno circa è iniziata la storia con il mio attuale fidanzato e futuro marito. Durante il primo anno insieme io ed il mio attuale ragazzo abbiamo avuto rapporti non protetti perchè io prendevo la pillola anticoncezionale.
    Negli ultimi anni però ho avuto una lieve esofagite da reflusso, l helicobacter pylori ed ogni tanto mi escono delle afte in bocca… sono ansiosa e anche un pò ipocondriaca, ma inizio a chiedermi se quel rapporto non fosse stato a pericolo di hiv. tengo a precisare però un fattore che credo sia importante, e cioè che il mio ragazzo è sempre stato e continua ad essere donatore di sengue molto regolare e che ovviamente non ha l hiv, quindi mi chiedo se non ce l ha lui, crede che sia possibile che ce l abbia io? non pensa che in tutti questi 6 anni glielo abbia potuto trasemttere se l avessi avuto io??
    mi scuso per il modo in cui ho scritto ma sono un pò in ansia, so che dovrei fare il test ma ho un pò pura… spero in qualche suo suggerimento sicuramente più lucido del mio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. I suoi attuali sintomi non mi fanno pensare all’HIV, ma
      2. il rapporto di 7 anni fa se non è stato protetto è considerabile a tutti gli effetti a rischio.
      3. Benchè il fatto che il suo partner non sia mai stato trovato sieropositivo alle periodiche analisi sia un ottimo segno, non è sufficiente a garantirci l’assenza di infezione, consiglierei quindi nel dubbio un test per poter chiudere definitivamente il discorso. Non mi aspetto in ogni caso alcuna sorpresa, ma in questi casi sono dell’idea che sia preferibile “vederlo scritto”.

  4. Anonimo

    Grazie dottore, per la risposta ma le mie condizioni mentali peggiorano.
    Ho ancora afte dentro la bocca e prurito dentro le narici, ma la cosa che mi sta uccidendo mentalmente e che mia figlia di 8 anni ha gli stessi sintomi. Ha iniziato con mal di schiena e rush cutaneo; da alcuni giorni si lamenta di mal di testa, stanchezza e difficoltà a deglutire anche se la gola sembra bella. Io mi chiedo come e’ possibile che la mia piccolina stia avvertendo gli stessi sintomi che ho già avuto io!!
    E’ inutile dire che io con mia figlia non ho avuto alcun contatto, quindi le chiedo e’ possibile che visto che la bambina ha sempre le labbra screpolate utilizzando il suo spazzolino che nel porta spazzolini e’ vicino al mio si sia preso il virus HIV?
    Tra qualche giorno ritiro i miei esami ma sono disperato.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non perda la lucidità e lo spirito critico: sua figlia non può aver contratto l’AIDS ed il fatto che abbiate sintomi in comune significa probabilmente che si tratta di una forma virale che nulla ha a che vedere con l’HIV.

    2. Anonimo

      Dottore oggi ho ritirato gli esami e sono tutti negativi, che paura!!
      Dopo tre mesi d’angoscia torno a vivere anche se, devo dire, che certe situazioni lasciano segni indelebili.
      Comunque, lezione imparata!!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono davvero felicissimo e la ringrazio per avermelo detto.

  5. Anonimo

    Buongiorno dottore, il 17 dicembre ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza conosciuta in discoteca, al rientro a casa ho iniziato a preoccuparmi pensando all’Hiv in maniera assidua. Dopo 10 gg ho iniziato ad accusare dobolezza, mal di gola e bruciore all’esofago, mi sono venute delle afte in bocca e sulle tonsille ho dei puntini rossi, mi bruciano gli occhi ed mi sono spuntate macchie marroni ( cinque) in varie parti del corpo, ho anche il mal di schiena. Sono passati quasi tre mesi dal rapporto incriminato ed io ci penso ogni istante, mi alzo dal letto stanco e mangio pochissimo, infatti ho perso 4kg in questa ultima settimana.
    Sono d’avvero preoccupato, ho chiamato la ragazza con cui ho avuto il rapporto e mi assicura che lei non ha niente pero’ non mi e’ sembrata convincente.
    Ho prenotato il test per giovedì prossimo. Ho molta paura
    E’ possibile ricondurre i sintomi ad altra malattia? Quanto dura la sieroconversione, sono passati tre mesi ed e’ possibile avere ancora i sintomi?

  6. Anonimo

    Salve dottore volevo chiederle se si è affetti da hiv e si contrae la toxoplasmosi che effetti si possono avere?grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non si è ancora entrati nella fase dell’AIDS non dovrebbe ancora essere un pericolo grave, in seguito decisamente sì.

  7. Anonimo

    salve dottore.
    da aprile ad ottobre dell’anno scorso, ho avuto una storia con un ragazzo affetto da HIV.
    non me l’ha detto subito ma l’ho saputo dopo più di un mese di frequentazione.
    con lui ho sempre avuto rapporti protetti, ma da quando la nostra storia è finita, sono sempre in ansia ed ho timore di aver contratto il virus.
    sta diventando una psicosi, non faccio altro che pensarci.
    sono passati 4 mesi dall’ultimo rapporto sessuale con lui, e ieri, dopo giorni in cui non ho fatto altro che pensare all’eventualità di essere infetto, mi sono svegliato con la dissenteria, un leggero mal di gola e stamattina, ho misurato la febbre ed avevo la temperatura a 37,2.
    ho preso molto freddo nei giorni scorsi ed ho avuto un’alimentazione per niente controllata, quindi tutto potrebbe far pensare che abbia preso un’influenza intestinale, però, ovviamente (sottolineando il fatto che sono fortemente ipocondriaco) il mio pensiero va a quello.
    dato che sono passati 4 mesi dall’ultimo rapporto con questa persona, creda che possa stare tranquillo?
    nei mesi scorsi non ho mai avuto febbre, nè problemi di alcun tipo… sono sempre stato super in forma.
    Il primo “acciacco” si è presentato solo in questo momento.
    Attendo con ansia una sua risposta.
    La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      I sintomi di questi giorni non sono sicuramente correlati ad eventuali infezioni che, peraltro, reputo pressochè impossibili se i rapporti sono stati protetti.
      Essendo passati 4 mesi a mio parere la cosa migliore che possa fare è il test, che sarebbe pressochè definitivo (eventualmente da ripetere a 6 mesi, avendo avuto rapporti con un partner sicuramente sieropositivo).

  8. Anonimo

    Salve il 5 gennaio ho avuto u rapporto con una prostituta, insertivo protetto da profilattico ma orale ricevuto non protetto. Già dopo pochi giorni ho avvertito sintomi strani: dolori cervicali, febbricola che ancora dura, stanchezza, bollicine pruiginose che vanno e vengono, leggero dolore non continuo al fianco sinistro, sensazione di malessere e gola irritata che interessa anche la mascella e sotto le orecchie. Tra le latre analisi che sono risultate negative è risultato positivo l’herpes genitale (IgM). Ho effettuato il test di mantoux (tubercolina), a 72 ore, oggi 29 gennaio, è risultato positvo. Mi chiedevo la tubercolosi può essere una infezione opportunistica dell’hiv eventualmente contratto il 5 gennaio (o una sua riattivazione, però mai saputo di avere avuto in passato la tubercolosi e mai fatto un vaccino)??? altrimenti tali sintomi potrebbero essere “semplicemente” causati dalla tubercolosi appunto???
    Grazie per la risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le attuali infezioni sono sicuramente indipendenti da un eventuale contagio da HIV, che a mio avviso va comunque verificato (a 3 mesi si ha l’esito definitivo); herpes e tubercolosi vanno ovviamente trattati, sopratutto la seconda, appena possibile.

  9. Anonimo

    il 2 gennaio ho avuto un raporto con una prostituta…. mi si è rotto il profilattico, ma ho subito finito il raporto….. posso aver contratto il virus?? ho meno di 20 anni, e sono molto preocupato…. i miei genitori non sanno nulla di questo, ma vorrei sapere cosa fare e quali sono i rischi di aver contratto il virus. Aspetto una sua risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Anche se aver interrotto il rapporto ha diminuito il rischio, purtroppo non credo si possa considerare zero; raccomando di fare il test, possibilmente affidandosi ad un medico di fiducia.

  10. Anonimo

    salve all’incirca 5 anni fa ho effettuato gli esami x l’hiv e sono risultò siero positivo!da quel giorno x mio volere ho preferito non fare più controlli e da circa un anno assumo di coca e fumo vorrei sapere ke percentuale ho di vivere!credo ke ormai sia un caso perso

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende cosa intende per “caso perso”; purtroppo ad oggi non esiste cura definitiva per l’AIDS, ma scegliendo di curarsi e vivere in modo sano la differenza si misura in genere in termini di decenni.

  11. Anonimo

    vorrei chiedere se per fare il test serve la richiesta del proprio medico o basta recarsi in un qualunque laboratori analisi e chiedere di eseguire il test. le chiedo questo perchè ho avuto non so come dire un’incidente mi si è rotto il profilattico e non mi sento tranquillo. io so di non avere niente perchè donando il sangue faccio il test regolarmente ma dell’altra non mi fido e poi non ha mai fatto il test quindi prima di mettere a rischio me e gli altri vorrei fare il test in forma diciamo anonima senza creare inutili allarmismi se possibile. grazie arrivederci

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In qualunque laboratorio pubblico è possibile farlo gratuitamente, nei laboratori privati a pagamento; in nessuno dei 2 casi serve richiesta medica e viene conservato l’anonimato (a parte rare eccezioni in cui il nome viene richiesto per procedure interne).

  12. Anonimo

    Salve,
    Circa metà agosto rapporto a rischio orale reciproco..
    Settembre qualche giorno raffreddato solito mal di gola….inizio novembre mal di gola (curato augmentin) e la comparsa in forma lieve di herpes zoster sulla schiena (curato acyclovir 400 4 al di x 7 gg) Da li le mie più svariate paranoie… nel mentre,penso per stress, parestesia emivolto sx che va e viene, dolore alla testa, nausea, acufene, formicolii diffusi, insomma di tutto e di più… Visita neurologica tutto nella norma esami del sangue/urine perfetti.
    Eseguito test hiv, epatite, gonorrea, sifilide a circa 110 gg dall’evento a rischio (e circa 30 gg dopo la sospensione di Acyclovir) Tutto negativo… Una dozzina di gg fa screpolature al pene e puntini rossi. Possibile candida, alla fine diagnosticano Balanopostite irritativa dandomi crema e detergente… Ripetuto quindi gli esami a circa 140 gg dall’evento…

    Secondo lei dottore il primo test e attendibile anche se un mese prima presi l’acyclovir??
    Devo aspettare brutte notizie da questo secondo test?
    Molte cose potrebbero esser frutto di stress e ansia, visto che sto prendendo ansiolitici a camionette da due mesi a sta parte??

    Ringrazio in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A meno che il/la partner non fosse sicuramente sieropositiva considero già definitivo il test eseguito a 110 giorni; non mi aspetto quindi nessuna sorpresa dagli esiti che sta aspettando, quantomeno per l’AIDS (delle altre malattie non ricordo tutti i periodi finestra, ma tutto sommato starei tranquillo anche per queste).

  13. Anonimo

    salave, vorrei chiederle che tipo di cure ci sono in Etiopia per i soggetti che hanno contratto l?hiv, e che prospettive ci sono, conosco una persona che vive li e che è positivo al test, non so da quanto tempo sta male, ma ha dolori allo stomaco, inappetenza, vomito. E’ possibile che abbia già l’aids? la ringrazio per l’attenzione, le chiedo cortesemente se potrebbe suggerirmi del materiale informativo inerente le cure in africa, sono preoccupata per questa persona e vorrei far qualcosa.
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo temo di non saperla aiutare e sono in difficoltà anche nell’indicarle materiale specifico inerente alla situazione africana.

    2. Anonimo

      buona sera, oi possitivo molie negativo al hiv possimo avere figli? e comme si fa? grazzie..

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Credo che la soluzione più adatta sia l’inseminazione artificiale, ma è necessario rivolgersi ad un centro specializzato; il ginecologo di sua moglie saprà indicarle in centro più adatto e vicino a dove abita.

  14. Anonimo

    io e il mio ragazzo stiamo insieme da 5 anni lui ha avuto un’altra relazione in passato durata 3 anni ed erano tutti e due vergini (rapporto protetto) io invece ho avuto altri rapporti non protetti prima di lui. un mese fa ho fatto test hiv risultato negativo. la mia domanda è: se io sono risultata negativa lui può essere positivo anche se gli unici rapporti che ha avuto erano protetti ed erano vergini. mi può aiutare lei? non so se mi sono spiegata bene

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ fortemente improbabile, benchè non impossibile, perchè dovremmo tirare in ballo la possibilità di contagi al di là dei rapporti sessuali attraverso lo scambio di sangue infetto.

    2. Anonimo

      intende siringhe? cmq grazie per la risposta sn tranquilla ora anche perchè sono sicura che oltre ai rapporti sessuli non ce nulla in ballo… comunque sarebbe obbligatorio l’esame hiv secondo me..lei che dice? e ci dovrebbe essere più informazione…

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Siringhe, trasfusioni, tatuaggi, piercing e, molto in teoria, anche lo scambio di oggetti personali come rasoi, spazzolini, …

  15. Anonimo

    SALVE DOTTORE,DUE ANNI FA DURANTE UN VIAGGIO IN THAILANDIA HO FATTO SESSO PIU’ VOLTE CON UNA RAGAZZA CHE NON ERA UNA PROSTITUTA MA CONOSCIUTA IN HOTEL IN CUI FA LA CAMERIERA . DOPO DUE ANNI DA QUEL PERIODO AL RITORNO DA UN VIAGGO IN SRY LANKA AL RITORNO MI SONO RITROVATO CON FEBBRE A 39 E COSTRETTO A RICOVERARMI PRESSO IL REPARTO DI MALATTIE INFETTIVE DOVE MI HANNO DIAGNOSTICATO UN BLOCCO INTESTINALE ,E PER PRECAUZIONE FECI ANCHE IL TEST HIV RISULTATO POI POSITIVO. STO ASSUMENDO ORA FARMACI MA LA MIA VITA E’ CAMBIATA IN MODO RADICALE,STO CHIUSO SEMPRE IN CASA .ILMEDICO CHE MI SUGUE LA SOLA COSA VISTO TUTTI LE ANALISI EFFETTUATE MI HA RIFERITO CHE HO DELLE DIFESE IMMUNITARIE OTTIME ,E CHE IL MIO UNICO PERICOLO NON E’ L’HIV ,CHE CON I FARMACI POSSO VIVERE ANCHE TRANQUILLAMENTE 30 ANNI,MA DEVO SMETTERE ASSOLUTAMENTE DI FUMARE CHE ORA E’ IL PERICOLO MAGGIORE? LEI COSA NE PENSA GRAZIE DI CUORE

    1. admin
      admin

      Condivido parola per parola; ad oggi le prospettive di vita con l’AIDS sono molto elevate, quindi stare chiuso in casa (anche se comprendo la reazione di chiusura verso l’esterno) è inutile.
      Faccia tesoro dell’errore e cerchi di non buttare via nemmeno 1 minuto della vita, a partire dallo smettere di fumare: se abbiamo un’aspettativa di vita di 30-40 anni per l’AIDS, ma rischiamo di sprecarne buona parte per problemi ai polmoni ed alle vie respiratorie, è davvero un peccato.

  16. Anonimo

    salve dottore, volevo chiederle se la presenza di anticorpi hvs 1-2 può far risultare positivo il test per l’hiv e volevo ancora chiedere se quando è in atto una recidiva dovuta ad hsv 1-2 , facendo il test hiv questo possa risultare positivo !
    La ringrazio anticipatamente della risposta

    1. admin
      admin

      Con i vecchi test forse sì, ma ad oggi credo che non sia più una causa di errori.

  17. Anonimo

    buonasera dottore,
    sto da tre anni con il mio fidanzato e poco tempo fa ho deciso di fare il test hiv.
    non usiamo il preservativo perchè prendo la pillola. Prima di lui ho avuto altri rapporti non protetti. Il test è risultato negativo. la mia domanda è: se è da 3 anni che ho il ragazzo è sono risultata negativa vuol dire che nemmeno lui può avere hiv visto che in passato ha avuto solo un altra storia è ha sempre usato il preservativo? può sembrare una domanda stupida ma almeno avrò una risposta

    1. admin
      admin

      Non è affatto una domanda stupida, ma data la descrizione direi che possiamo ragionevolmente pensare che sia sieronegativo anche il suo partner.

    2. Anonimo

      grazie per la risposta…anche perchè l’unica che poteva avere qualcosa ero io visto che in passato ho avuto rapporti non protetti quindi se il test è risultato negativo si può pensare che anche lui lo sia…. rileggendo quello che scrivo mi do le risposte da sola ma tante volte bisogna sentirsele dire le cose….vi ringrazio molto per la risposta.buona giornata

  18. Anonimo

    buongiorno, la mia vita é stata sconvolta da quando ho saputo che mio parde é siero positivo. Lui ha 60 anni, ha avuto un’avventura con una donna siero positiva. Non era al corrente dello stato di salute di questa persona. Forse anche mia madre a HIV. Sono sconvolta e arrabbiata. La mia famiglia é distrutta. Vorrei sapere due persone di 60 anni che scoprono di essere sieropositive, quali prospettive di vita hanno ? I miei genitori stanno per morire?

    1. admin
      admin

      Molto dipende da quanto tempo è passato dal contagio alla scoperta, ma in linea di massima si parla di anni.

  19. Anonimo

    salve dottore,ho 19 anni,esattamente 3 anni fa ero affetto da epsein bar virus , mi preoccupa molto..perche i sintomi sono quasi o almeno per quelli che ho letto io uguali all’hiv…tranne polmoniti per fortuna mai avute.dopo aver preso sto viru epstein bar virus tramite rapporto non protetto ho afte solo in bocca interno,e delle piccole bollicine sul pene..che mi vengono ogni 30 40 giorni..volevo sapere insomma SE CENTRA CON HIV? volevo sapere perche sto attendendo di fare gli esami e dovro attendero 1 mese! e per non parlare del ritiro insomma tutto questo per circa 2 mesi…come mi e stato riferito ..per me troppo tempo vorrei tranquilizzarmi,grazie mille!

    1. admin
      admin

      Nessuna connessione diretta con il virus dell’HIV, sono 2 malattie distinte.

  20. Anonimo

    Salve ho avuto il 27 sett.un rapporto orale con una ragazza(sono io che ho messo la bocca).il 30 dello stesso mese vado al policlinico e mi danno da seguire una profilassi per un mese(ci rientravo nelle 72 ore).secondo lei non è troppo eccessivo una soluzione del genere?io sto assumendo i farmaci ma avverto un po di nausea e inappetenza,al policlinico mi hanno detto di prendere il malox.secondo lei devo continuare a prendere le pasticche?ho paura che mi possano fare male.

    1. admin
      admin

      Se contraesse l’HIV sarebbe decisamente peggio… Continui regolarmente e scrupolosamente; gli antivirali sono come gli antibiotici, una volta iniziati si devono assumere per tutta la durata della terapia.

  21. Anonimo

    Salve dottore,è ormai da un anno che ho rapporti non protetti con il mio partener,io utilizzo solo la pillola.Ultimamente mi è sorto un dubbio leggendo un articolo,il quale diceva che l’utilizzo dei contraccettivi ormonali raddoppia il rischio di infezione HIV ..mi chiedevo se questo accade anche se nessuno dei due è sieropositivo.
    Grazie in anticipo per una eventuale risposta

    1. admin
      admin

      Assolutamente no; l’HIV è causato da un virus, se nessuno dei 2 è portatore del virus non si può in alcun modo sviluppare infezione.

  22. Anonimo

    salve.volevo chiederle un’informazione.io ho il sospetto di avere contratto il virus hiv,dopo 2 mesi dal rapporto ho fatto il test,risultato negativo, dopo aver letto che dopo 3 mesi si possono avere gli anticorpi sono stato dal medico per farmi fare nuovamente le analisi,( premetto che mi trovo in spagna per lavoro ) la risposta e stata che è inutile perchè qui si fanno test doppi,e quindi rifacendolo prima dei 6 mesi dal rapporto risulterebbe negativo. io sono molto preoccupato perchè ho avuto molti sintomi,cominciati con un fungo dopo circa 1 mese dal rapporto, almeno il dottore qui in spagna mi ha detto che era un fungo, passato in poco tempo,nello stesso tempo diarea, questa diarea mi e rimasta fino ad oggi, oggi sono circa 3 mesi dal rapporto, forti mal di testa, lingua bianca,gola arrossata, debolezza, per qualche giorno mi e sembrato di avere la febbre mi sentivo bruciare, temperatura 36,9, per concludere dolori all’addome e fastidio sotto le ascelle, non gonfiori solo dei dolori tenui,tutto questo ora che sono arrivato al 3 mese sempre dal rapporto non cè più, solo dei dolori all’addome. per unp po di tempo ho pensato che la mia paura di ave contratto il virus mi abbia condizionato perche nel periodo del fungo, cioè al principio,ho letto dei sintomi da hiv, e man mano che leggevo nei giorni, i sintomi arrivavano, qusi me li tirassi. io vorrei sapere se il dottore a ragione, se è vero che non serve che io faccia adesso il test,e se devo stare con l’ansia e la preoccupazione per altri 3 mesi. grazie da subito per la risposta. saluti

    1. admin
      admin

      Il test che ha fatto a 2 mesi dal rapporto ha già un margine di errore molto basso, per cui può davvero stare tranquillo; in genere, a meno che si abbia avuto un rapporto con un soggetto sicuramente sieropositivo si considera definitivo il test a 3 mesi, diversamente sono consigliati i 6 mesi.
      A mio parere, in ogni caso, può stare piuttosto tranquillo con il test fatto a 2 mesi e ripeterlo come consigliato a 6 mesi.

    2. Anonimo

      grazie per la risposta cosi veloce, ma per i sintomi che ho avuto cosa ne pensa?

    3. admin
      admin

      Personalmente non do peso a quei sintomi, sono spesso dovuti all’ansia od a malattie da raffreddamento.

  23. Anonimo

    salve dottore , io e la mia ragazza stiamo insieme da 2 anni e lo facciamo senza preservativo da 6 mesi, lei prende solo la pillola ,mettendo conto che prima di questi due anni sia io che lei abbiamo avuto solo un partner in precedenza e sempre usati preservativi , e’ possibile che corriamo in qualke rischio anke se c’e’ un rapporto di estrema lealta e fiducia?

    1. admin
      admin

      In linea di massima, se con i partner precedenti sono sempre state prese precauzioni (anche in caso di rapporti orali), non dovrebbe esserci alcun rischio.

  24. Anonimo

    salve dott. io ho avuto tre rapporti cn una ragazza il primo col preservativo, e anche orale mio verso lei, poi per un mese nn c siamo visti e nn so lei con chi possa essere stata..il secondo l abbiamo avuto senza preservativo e anche orale, ed il terzo a distanza di 6 giorni sempre senza preservativo ed orale…ad un tratto mi sono reso conto che m ero graffiato un pò col costume e dal pene usciva giusto un pochettino di sangue, ho continuato col rapporto, e a fine rapporto m sono reso conto di avere delle macchioline rosse sull interno della coscia (ero a mare, spero sia stata l acqua salata a portare a ciò)!….detto questo ora è passata una settimana dall ultimo rapporto e rispecchio qlke sintomo cm raffreddore, lieve mal di gola, ho avuto diarrea in settimane precedenti all ultimo rapporto, un pò di fiacchezza febbre x ora ancora no!….ho paura ed aspettare 3 mesi per il test mi logora!!…vorrei sapere qualcosa e se secondo lei se è possibile ke abbia contratto la malattia!….(lei sembra una ragazza apposto ma so ke è possibile ke anche lei nn lo sappia prp!!)

    1. admin
      admin

      Temo non ci siano alternative al test; ne esistono alcuni in grado di identificare precocemente la malattia, ma in caso di esiti negativi è necessario aspettare i classici 3 mesi per averne la certezza.

  25. Anonimo

    mio marito a avuto dei raporti sessuali con una donna di 30anni che e morta questo mese di hiv e a infetatto anche suo marito e mio marito nn mi ha detto niente prima di questo noi eravammo separati dal 27feb2009fino il15aprile2010 quando ci siamo messi insieme io ho paura che mi abbia infetatta come posso fare delle analizi piu specifiche ho una bimba di 3 ani sono a pisa ho bisogno di aiuto per questa cosa grazie

    1. admin
      admin

      1. Suo marito ha già fatto il test?
      2. Quand’è stato l’ultimo rapporto tra suo marito e la donna?

  26. Anonimo

    buona sera dott :esisterà un vaccino per eliminare il virus dal nostro corpo in futuro ??

    1. admin
      admin

      La speranza è quella, anche se purtroppo al momento non esiste ancora nulla di concreto; esiste purtroppo anche un aspetto che scoraggia, ossia il fatto che economicamente sia più vantaggioso per le industrie farmaceutiche investire nella ricerca di farmaci da far assumere per tutta la vita, piuttosto che di una cura risolutiva per il virus (stesso dicasi per pressione alta, colesterolo, diabete, … Molto più redditizio curare per una vita, piuttosto che una volta per tutte).

  27. Anonimo

    Salve dottore volevo farle una domanda che le sembra sciocca , sta sera ero seduto su una panchina quando vedo una zanzara tigre e specifico tigre sul braccio , la osservo mentre mi succhiava il sangue senza che la scansassi , dopo circa una 15 secondi che succhiava la schiaccio con una manata, ovviamente esplode con tutto il sangue che mi fa sulla mano e ovviamnete sul braccio dove stava la zanzare e dove aveva punto , ho tolto il sangue dal braccio con un dito quando sono arrivato a caso dopo 4 ore mi sono lavato con del sapone , volevo sapere se cera qualche minima possibilita di aver contratto l hiv se magari la zanzare a veva puinto poco prima una persona sieropositiva siccome quando lo schiacciata il sangue sicuramente è andato sopra il buco della puntare dove mangiava la zanzare , sembra sciocco e che sono andato in paranoia spero in una risposta esaustiva e le chiedo ancora scusa se le sembra sciocca ! grazie !

    1. admin
      admin

      Non è affatto una domanda sciocca, ma fortunatamente non esiste il rischio di trasmissione di HIV attraverso la puntura di zanzara od altri insetti.

  28. Anonimo

    [COMMENTO RIMOSSO; Nicolò, solo ora rileggendo il commento ho compreso che il ragazzo aveva più di 20 anni. Non preoccuparti di quello che è successo, ma se puoi leggere questo messaggio parlane con fiducia ai tuoi genitori e spiegagli quello che è successo.]

  29. Anonimo

    salve dottore grazie per la risposta data prima. le volevo chiedere se i test hiv vengono sfalsati se uno assume degli antivirali (fam vir ) oppure assolutmante no grazie mille !

La sezione commenti è attualmente chiusa.