Tutte le domande e le risposte per Aderenze addominali: cause, sintomi, cura e pericoli
  1. Anonimo

    Salve,ho 33 anni,ho una domanda e un dubbio..La domanda è: Dopo essere stata operata di occlusione intestinale,c’è la possibilità di una futura gravidanza?IL dubbio è: a distanza di 8 anni dall’operazione,ho un ritardo di 3 giorni,non ho ancora fatto alcun test,perchè sono incredula,ma quali rischi e conseguenze ci sarebbero portando avanti un’eventuale gravidanza?Attendo con ansia la sua risposta,grazie in anticipo.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. In linea di massima sì, ma per averne la certezza dovrà sottoporre la cartella clinica dell’intervento al suo ginecologo.
      2. Purtroppo vale quando detto sopra, non è detto che ci siano problemi se tutto era andato bene.

    2. Anonimo

      grazie per la risposta celere!Dunque l’intervento alla quale fui sottoposta in chirurgia d’emergenza avvenne nel 2003 durante la gravidanza al 7° mese!e ci hanno salvati entrambi,io e mio figlio siamo vivi e in perfetta salute!Due anni dopo,fui operata di nuovo,avevo dei sintomi uguali a quelli dell’occlusione,e facendo i controlli il primario decise di rinforzare le pareti dello stomaco,non ricordo se fù eseguita una laparoscopia,non vorrei dire fesserie,e sempre nel contempo mi fù prelevata la cistifellea,perchè a detta del primario era il caso di rimuoverla,dopo questo ultimo intervento non ho mai più avuto nessun episodio che si potesse minimamente ricollegare a una presunta occlusione..Quello che mi preoccupa,o meglio che mi spaventa,è se con l’avanzare di una gravidanza il bimbo possa avere difficoltà a svilupparsi dentro la pancia,visto che sò per certo che le aderenze purtroppo si ricreano dopo ogni operazione.Comunque grazie mille per il suo consiglio,lo farò al più presto!

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, mi tenga al corrente, ma sono fiducioso.

    4. Anonimo

      Grazie mille!la terrò aggiornato!

    5. Anonimo

      Salve!le avevo detto che l’avrei tenuto informato,questa risposta fà riferimento al commento in data 5 maggio 2013.Ho fatto la prima visita ginecologica giorni fà e mi han detto che c’è una buona probabilità che non accada nulla di brutto visto che è passato tanto tempo dall’ultima occlusione,senza aver avuto più ricadute,però non escludono del tutto l’ipotesi che con l’avanzare della gravidanza queste aderenze si possano ripresentare…soltanto il tempo e le ecografie potranno dirlo.Io comunque mi sento bene,non ho nemmeno quella fastidiosa nausea che in genere si ha durante il primo trimestre!adesso stò percorrendo il 3° mese di gravidanza,a fine mese farò la prima ecografia,se non fosse che per dei piccoli cambiamenti fisici,direi di non essere neanche incinta!aspetto con ansia questa ecografia…Sento parlare spesso di camera gestazionale vuota…che ansia!Spero vada tutto bene.

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono felicissimo di rileggerla e sapere che tutto procede bene; ad oggi non ha ancora fatto la prima ecografia, quella in cui si sente il battito?

    7. Anonimo

      Purtroppo no,perchè la mia prima visita è stata fatta in consultorio,non ho ancora preso un ginecologo privato,non sò se sarà possibile,lì mi hanno fatto solamente una normalissima visita ostetrica,mi han detto quello che le ho scritto prima ma niente di più..quindi un pò di incertezza e paura ce l’ho,ma spero vada tutto bene..Non sò se al consultorio è prevista l’ecografia di cui parla lei..temo di no perchè a me non è stata fatta

    8. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non si preoccupi, andrà sicuramente tutto bene.

  2. Anonimo

    sono stata operata 3 volte di aderenze intestinali l ultima a novembre 2012 l anno prima dopo l operazione e comparso il ciclo poi e scomparso per nove mesi e ricomparso per 2 mesi adesso sono 9 mesi che e scomparso di nuovo qualche medico mi ha detto che e menopausa ho appena 40 anni a luglio ma ho fatto tutti gli esami e dicono che e tutto nella norma ma ogni mese ho dolori addominali e sintomi mestruali ma non ho il ciclo sono confusa cosa devo pensare aiutatemi se potete

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Si dovrebbe rivolgere ad un ginecologo, attraverso esami del sangue mirati (ammesso che le cause non siano altre) potrà avere risposta certa sulla menopausa.

    2. Anonimo

      grazie dimenticavo mi hanno asportato l ovaio destro dall ultima ecografia ginecologica risulta che invece si stia ricomonendo sara questo il motivo cosa intende per esmi piu mirati la prego mi puo aiutare

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Si possono fare degli esami del sangue specifici per capire se si è in menopausa.
      Quanto tempo fa ha subito la rimozione dell’ovaio?

    4. Anonimo

      nel 2011 insieme all operazione di aderenze intestinali e 1 ernia addominale cosi grande da schiacciarmi l ovaio immagina il mio sconforto perche dicono che le aderenze porta infertilita vero

  3. Anonimo

    altrimenti cosa devo pensare a qualcosa di peggio

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In tutta onestà credo che sia inutile pensare al peggio, perchè non abbiamo elementi sufficienti per capire; si rivolga con fiducia al suo ginecologo e, con visita ed eventualmente esami del sangue, avrà una diagnosi esatta.

    2. Anonimo

      GRAZIE MA HO FATTO GLI ESAMI FSH LH GLI ESAMI DELLA TIROIDE ED E TUTTO A POSTO MI RIVOLGERO AD 1 ALTRO GINECOLOGO

  4. Anonimo

    22-o5-13
    Sono 8 giorni che ho subito un intervento
    mi hanno tolto un fibroma utero tube lasciato le ovaie sto bene
    Mi hanno detto riposo domiciliare per 15 giorni
    FACCIO fatica a stare ferma e vero che non si puo andare neanche in macchina
    totale un mese per paura di aderenze

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo che serve davvero un po’ di pazienza, le prime settimane sono le più delicate.

  5. Anonimo

    Buongiorno! sono afflitta da un problema ……. le mie braccia sono gonfie edematose .Quattro anni fa mi e’ stata asportata una cisti ovarica
    sono affetta da endometriosi ormai al quarto stadio.Dopo l’intervento mi hanno fatto assumere la pillola anticoncezionale che subito ho dovuto interrompere perche mi ha causato una tromboflebite.Da quel momento in poi il fenomeno di queste braccia gonfie,so di avere la parete addominale piena di aderenze. Mi sono fatta una mia idea …credo che la causa di questo gonfiore sia perche’ la quantita’ totale del sangue non raggiunge la zona periferica superiore, mi dica cosa ne pensa. Per questo ho la pressione ballerina’ rischioso
    allerina,i medici pensano al sintomo e pertanto…diuretico(che non mi sgonfia),cardioaspirinae via discorrendo.Mi dica ma in un caso del genere e’ cosirenze? rischioso intevenire sulle aderenze?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In genere la circolazione è più difficile nelle gambe rispetto alle braccia, quindi non credo che l’ipotesi sia plausibile.
      La mia sensazione è che il problema sia indipendente dalle aderenze.

  6. Anonimo

    Salve dottore io e piu di 11 mese ke sto male da morire .mi nhanno diagnosticata che e un colon infammatissimo .ma con la dieta e cure non vedo miglioramenti anzi peggioro gg dopo gg. E in piu costipazione continua con dolori ..aiutandomi a scaricarmi mi sento peggio con o o

  7. Anonimo

    Sono sempre io .e in piu un mlessere generale con bruciore cosa devo fare x uscirmene fuori mi aiuta x favore non so come fare mi toglie tutte le forze e i disturbi sono tantissimi ..le medicine non mi fanno piu nulla, mi stancano tantissimo.grazie mille e mi scuso con lei ..sto veramente moltoo male.arrivederci.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La diagnosi esatta è stata colon irritabile?
      È una persona molto emotiva?
      Che farmaci sono stati provati?

  8. Anonimo

    Salve Dottore,volevo alcune delucidazioni riguardo a un mio problema,in seguito ad una gravidanza ho avuto un prolasso post-partum con diastasi dei muscoli dell’addome e ernia ombelicale ,come risulta dalla TC con m.d.c,quindi dovrei subire un intervento chirurgico per diastasi e ernia addominale e con rimodellamento di chirurgia estetica .La mia preoccupazione sono le famose aderenze createsi proprio da interventi chirurgici,visto che sono asintomatiche ,vorrei sapere quali sono i mezzi per controllare e diagnosticare eventuali aderenze all’addome .In fine le volevo chiedere l’uso del glucobay da 100 mg puo provocare negli anni un assottigliamento dei tessuti soprattuto dell’addome ,visto che e’ stato da me usato 10 anni e piu’? Grazie,aspetto sue notizie.Distinti saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Non ci sono modi non invasivi per controllare.
      2. Soffre di diabete di tipo 1 o 2?

  9. Anonimo

    Buongiorno, dopo un mese dal cesareo di emergenza sono stata rioperata per una toilette addominale causata probabilmente dal fatto che ero stata saturata che ancora sanguinavo.
    Ora soffro di dolori da aderenze in fase di ovulazione talmente forti che necessito di antidolorifici intramuscolo.
    In previsione di un’altra gravidanza secondo lei farei 9 mesi di dolore dovuto all’ingombro del bimbo??
    Conosce l’utilizzo di equistasi? Mi sono stati consigliati…grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di una nuova gravidanza cercherei di andare a fondo del problema, con una diagnosi esatta.
      Non conosco l’approccio Equistasi.

  10. Anonimo

    Salve dottore da un po di giorni, sento una pressione sulla pancia e un fastidio sulla bocca dello stomaco, a volte sento come piccole bollicine e come se sentissi dei movimenti sempre alla pancia, da precisare che il ciclo si è levato da un paio di giorni.. Mi sa dire cosa ho? La sera i sintomi me li sento di più!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gastrite o simile, probabilmente.

    2. Anonimo

      La ringrazio tanto gentilissimo! Ora ho mal di stomaco! Specie dopo mangiato! Lunedì andrò dal dottore!