1. Anonimo

    Salve, non ho trovato la sezione per il tumore del fegato quindi scusi se faccio qui la domanda. Mio Padre ha fatto un’ecografia addome completo, l’unico organo che è risultato anormale è il fegato, ecco il referto:
    fegato di dimensioni nella norma, ad ecostruttura omogenea lievemente iperecogena come per steatosi di basso grado. Nel lobo sinistro tra il 2° e 3° segmento a livello del margine acuto si rileva una formazione rotondeggiante sfumata iso-iperecogena di circa 22 mm (angioma? altro?), meritevole di integrazione diagnostica con esame TC e/o RM con Mdc.
    Il dottore gli ha detto di fare la RM con Mdc. Lui non ha sintomi di nessun tipo, vorrei chiedere se non fosse un angioma, ma un tumore, quanto deve essere grande per essere in fase avanzata, se 22 mm sono pochi? Può essere un tumore anche senza sintomi caratteristici della malattia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ha fatto da poco gli esami del sangue? I valori relativi al fegato erano nella norma?

    2. Anonimo

      sono sette mesi che sono stato trapiantato esami ok vorrei sapere per quando riguarda l ‘attivita sessuale se posso prendere il cialis . 53 anni

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Questa è una decisione che spetta al suo medico oppure a un andrologo.

  2. Anonimo

    Stiamo guardando ora; mi dica, i valori relativi al fegato che so io nelle analisi sono ALT e GOT, ce ne sono altri che magari sono importanti per sapere quello che cerco?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I due principali sono quelli; verifichi solo che siano entro gli intervalli di riferimento.

    2. Anonimo

      salve dottore,mio padre è stato operato due volte al fegato, perchè presenta un tumore proveniente dal colon.Adesso si è rigenerato invadendo anche l’ultimo ed unico pezzettino di fegato lasciato;lui presenta delle metastasi anche in un polmone e nel torace,ma il vero problema è che il fegato sta degenerando..è possibile fare un trapianto nelle sue condizioni?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non le so rispondere.

    4. Anonimo

      Salve a tutti chiedo aiuto di un dottore esperto nei trapianti di fegato.. Il fidanzato di mia sorella sta morendo guono dopo giorno perché nessuno si prende la responsabilità di rioperarlo cerco un medico che abbia un cuore e possa fare il possibile.. Sembra che gli serva un’altro fegato nuovo perché ha il rigetto.. Vi prego aiutateci

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace davvero, ma purtroppo non ho contatti con chirurghi esperti di trapianti.

  3. Anonimo

    Nelle ultime analisi fatte nel Marzo 2012, ma anche nelle precedenti, quei valori sono nella norma. Quindi senza sintomi e senza questi valori aumentati è più probabilmente un angioma?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Una diagnosi è impossibile, ma è sicuramente un fattore che permette un cauto ottimismo.

  4. Anonimo

    Ok; se fosse, 22 mm sono da fase iniziale o fase avanzata? E’ una grandezza modesta?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Su questo non mi esprimo perchè non ho le competenze per farlo.

    2. Anonimo

      che sucede.se hai un trapiando di fegato e poi ti viene l’ivarto

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In che senso?

  5. Anonimo

    Ok la ringrazio delle risposte.

  6. Anonimo

    Buongiorno,
    Il mio nome è Roberto, ho 33 anni e vivo in Spagna.

    [Commento rimosso; mi dispiace, ma non posso accettare la pubblicazione di questo tipo di offerte perchè non mi è possibile verificare la buona fede della situazione]

  7. Anonimo

    scusi per l’intromissione,avrei una domanda.mio fratello ha subito un incidente in auto lo scorso anno e gli è stato asportato circa il 70% di fegato.da qui ne è stata fatta la coltura,ed ora si potrà operare di nuovo per impiantare il ‘suo’ rigenerato,in quanto ora la sua situazione immunologica è migliorata.il decorso post operatorio sarà molto duro?grazie in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non essendoci problemi di compatibilità possiamo ragionevolmente sperare che non sia troppo difficile.

    2. Anonimo

      grazie mille per la risposta.la mia paura era fino ad ora quella delle condizioni base per sopportare l’operazione,dato che sono 11 mesi che nessuno può vederlo dato che è ricoverato nella camera sterile.se è arrivato il momento di poter impiantare il suo fegato rigenerato mi auguro che la situazione immunologica sia migliorata e che quindi possa avere la possibilità di vedere anche raramente i parenti e le persone care.

  8. Anonimo

    Salve…io ho mio padre con problemi di fegato…oggi lo ricoverano in ospedale…se ha problemi gravi al fegato posso dargli una parte del mio fegato? che esami dovrei fare e con chi dovrei parlare per un’eventuale trapianto? io sono figlio addottivo e non naturale…dovrei fare gli esami del sangue e una biopsia o solo gli esami del sangue?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Comprendo il suo spirito, ma aspetti di sentirei diagnosi e prospettive dai medici dell’ospedale.

    2. Anonimo

      Certo…aspetto l’esito della tac e della gastroscopia che gli faranno entro breve…la ringrazio per l’attenzione.

  9. Anonimo

    buonasera dottore , avendo MELD 11 e molto grave ?
    E urgente un trapianto del fegato ?
    Distinti saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non ho l’esperienza clinica per risponderle.

    2. Anonimo

      Buongiono dottore,
      volevo chiederLe in cosa consiste il decorso post operatorio per un donatore vivente di fegato.
      Grazie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non ho l’esperienza per poterle rispondere personalmente, le lascio quindi qualche approfondimento:

  10. Anonimo

    La ringrazio per gli approfondimenti consigliati.
    Cordiali saluti