1. Anonimo

    Salve, mi accodo a tutti i commenti fin qui postati raccontando la mia esperienza.
    Sono un “bimbo” di 38 anni che si è sottoposto all’intervento il 16 gennaio e dopo il primo giorno leggermente aiutato dall’anestesia ho sofferto le pene dell’inferno… al terzo giorno mi hanno dimesso e rientrando a casa la terapia era antibiotico, antiemorragico e gastroprotettore, più al bisogno antidolorifico co-efferalgan effervescente, dandomi come dieta l’assunzione per i primi 3-4 giorni di cibi semiliquidi a temperatura ambiente (né caldi né freddi, quindi niente gelati…) suggerendomi di bere la coca-cola come disinfettante cicatrizzante (?).
    Al sesto giorno dall’intervento all’assunzione del co-efferalgan provavo un dolore da far uscire le lacrime, contattato il mio medico siamo passati al toradol puntura che ammetto mi ha migliorato la vita sebbene non risolta completamente… certe fitte arrivano da far perdere il fiato! (gola-orecchie).
    Mangiare? beh sono dimagrito 6 kg in 10 giorni e ieri sera ho cominciato a mangiare brodo di carne con carne frullata, oltre al latte con i biscotti plasmon “rubati” a mio figlio. Altro non riesco a mangiare ancora adesso.
    Nella gola stanno sparendo le croste bianche… ma ancora ci sono eccome…
    Domande (ovviamente la risposta… indicativa):
    Il dolore quando cesserà? (senza toradol non riesco ancora a mangiare nulla)
    Le croste quando cadranno completamente?
    E soprattutto il dolore relativo all’ingerire qualcosa, quando termina e quando si può cominciare a mangiare qualsiasi cosa?

    Scusate se sono prolisso ma potendo ancora bisbigliare mi sfogo scrivendo…
    Ciao
    Francesco

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Il dolore sarebbe già dovuto diminuire, quindi mi aspetto che da un giorno all’altro migliori sensibilmente.
      2. La sostanza bianca che vede dovrebbe essere fibrina, segno che stiamo progredendo verso la risoluzione. Al di sotto di essa la ferita sta cicatrizzando.
      3. Con la diminuzione del dolore, quando si sentirà di farlo, potrà cominciare gradualmente ad inserire cibi di consistenza via via maggiore.

    2. Anonimo

      Grazie mille della risposta ed effettivamente stamattina riesco a parlare sebbene a bassa voce ed il dolore è diminuito sebbene ancora…
      Avrei un’altra domanda se possibile, in fase di dimissioni dall’ospedale mi dissero di evitare di fare la doccia per qualche giorno, alla visita di controllo dopo una settimana idem… mi chiedo, quando potrò farmi una bella doccia invece di lavarmi a pezzi?
      Ancora grazie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Aspetterei ancora qualche giorno: sinceramente non so precisamente il motivo di questo suggerimento, ma presumo per evitare il caldo della doccia (che facilita le emorragie) e non rischiare colpi di freddo adesso che è debilitato. Contrarre per esempio la tosse sarebbe un problema.

    4. Anonimo

      A distanza di settimane mi rifaccio vivo… i dolori sono spariti dopo 3 settimane dall’intervento…
      Il problema adesso è un altro… I sapori… non so da cosa possa dipendere e spero sia una situazione temporanea, ma riesco ad assaporare solamente i cibi “dolci” mentre tutti gli altri mi devo assolutamente sforzare per mangiarli.
      Non avendo letto nulla di simile in giro sono un po’ preoccupato!!!!
      Ciao
      Francesco

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nel senso che non ne ha voglia o che sente gusti strani?

    6. Anonimo

      Voglia ne ho eccome, ma come metto un boccone in bocca sento un “saporaccio”, difficile da spiegare! Solo che questa cosa non mi capita con la crema per fare un esempio. Stasera ad esempio pizza… lasciamo perdere, oggi bistecca di vitella… peggio che mai!!!
      Aiuto…

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ne parli con il medico, è possibile che si tratti di un’infezione micotica in bocca, dovuta magari agli antibiotici assunti; la lingua è bianca?

    8. Anonimo

      Ringraziandola per la sua gentilezza nel rispondere sempre così velocemente ai nostri quesiti… Sì la lingua mi sembra biancastra (non la zona della punta, diciamo da 2-3cm indietro) fino a dove riesco a vederla.
      Aggiungo un’altra cosa che considero meno fastidiosa ma che comunque c’è… ho come la sensazione di avere qualcosa in fondo alla gola che non va né su né giù e ovviamente con la lucetta non riesco a vedere bene il fondo della gola.
      A presto… e ancora grazie
      Francesco

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dai sintomi rimango dell’idea che sia un fungo (il mughetto dei bambini, tanto per intenderci); se volesse provare a fare sciacqui con acqua e bicarbonato 2-3 volte al giorno per 2-3 giorni non ci sono controindicazioni (l’ideale sarebbe, con la stessa soluzione ed una garzina sterile, grattare la lingua con l’aiuto del dito).
      In alternativa, o se non passasse, ne parli con il medico che potrà confermare o meno l’ipotesi di diagnosi e prescrivere il rimedio più adatto.

  2. Anonimo

    Buonasera, sono stata operata alle tonsille giovedì 26 gennaio 2012. Venerdi 27 sono stata dimessa con le precauzioni solite per questo tipo di intervento e le raccomandazioni di prassi. Ho 40 anni ed anche se immaginavo che il dolore potesse essere notevole, non credevo fosse così marcato. Solitamente non prendo farmaci ed ho provato a non assumerne anche in questo caso: non mi è stato possibile perchè mentre il giorno stesso dell’operazione e quello successivo, il dolore era “gestibile”, ieri ed oggi non lo è stato assolutamente. Quindi ora assumo 20 gocce di Novalgina (consigliata dall’otorino) 3 volte al giorno. Per fortuna ero stata avvisata del fatto che il dolore sarebbe aumentato nei 4 gg seguenti l’intervento altrimenti mi sarei preoccupata. Ora attendo che la situazione migliori un pochino, quanto a mangiare mi dedico a frullati, passati di verdura, succhi di frutta…a temperatura ambiente. Ma giusto qualche cucchiaiata: sicuramente andrà meglio nei prossimi giorni. 🙂

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Grazie mille per la sua testimonianza!

  3. Anonimo

    buongiorno , ho fatto operare il mio bimbo di 6 anni il giorno 25 gennaio di tonsille adenoidi e riduzione dei turbinati. Ad oggi mangia minestrine con formaggini e carne tritata mescolate tutte assieme , cmq dorme secondo me tanto ovvero ieri sera dalle 23,30 a stamattina alle 11,30 ,ma perchè l’ho svegliato io . volevo sapere se è normale visto che cmq nn dorme mai così tanto !!!!!! e un’ultra cosa sempre stamattina aveva un pochino di sangue dal naso ma veramente poco mischiato con la mucosa è nella norma ???? ringraziandovi anticipatamente con la speranza di una pronta guarigione per il mio piccolo GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Assume farmaci?

    2. Anonimo

      no ho smesso con supposte di lonarid 2 giorni fà

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima dovrebbe essere tutto nella norma, specie il sonno, ma le raccomando se vedesse ancora sangue di farlo vedere dal pediatra.

    4. Anonimo

      grazie cmq credo per quanto riguarda il naso che nella notte si sia stuzzicato con il dito la narice ,cmq se dovessi vedere nuovamente lo porto dal pediatra grazie ancora

  4. Anonimo

    Salve,
    mi sono operata di tonsillite a settembre 2004 all’epoca avevo 20 anni, Le volevo fare una domanda molto importante: gli anni dopo l’operazione ho avuto una volta l’anno la febbre massimo a 38/ 39 e ho sofferto poco di tonsille, in questi giorni invece ho la febbre a 39 / 40 e un forte mal di gola come se non mi fossi operata per niente, la domanda le puo’ sembrare banale ma mi chiedo se ci sia la possibilita’ di una ricomparsa o un residuo di tonsillite. Ho girato molto ho cambiato vari dottori per trovare una soluzione definitiva e pensavo di aver risolto una buona volta, e invece mi ritrovo qui a combattere questo problemino che mi porto dietro sin da piccola.
    La ringrazio anticipatamente di una Sua risposta e La saluto cordialmente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Direi che è impossibile che siano rimasti residui a causare gli episodi, anche perchè 1 volta l’anno può essere considerato praticamente normale.

  5. Anonimo

    salve, devo operare mia figlia di 7 anni di adenoidi.ho molti dubbi.quando è giusto operare?mia figlia respira malissimo e solamente con la bocca e russa molto di notte con momenti di apnea…. come la fase post operatorio. grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è possibile dire se sia il caso di intervenire o meno sulla base di una descrizione del problema, a maggior ragione su una bambina; se lo specialista ha suggerito di procedere, potrebbe essere utile invece chiedere un secondo parere al pediatra.

    2. Anonimo

      grazie x la risposta.vorrei sapere cosa succede nel postoperatorio e se ci sono rischi di emoreggia.grazie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Trova alcune esperienze nei commenti precedenti, ma in linea di massima tutto procede meglio nei bambini che negli adulti; qui trova ulteriori informazioni

  6. Anonimo

    Salvei , io volevo un consiglio.
    Sono una ragazza di 21 anni k recentemente e stata operata. Oggibe il 5 gg dal intervento e volevo sapere xk il dolore invece di diminuire aumenta, soprattuto nella zona delle orecchie. Come mai al 4/5 giorno il dolore aumenta? Quando iniziera a. staccarsi la fibrina e l escara?? Spero k tutto passi in fretta.. aspetto un suo consiglio.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Assume farmaci al momento?
      C’è febbre?

    2. Anonimo

      Di farmaci prendo il co-efferalgan 500mg di paracetamolo +30 mg di codeina fosfato, 1 pastiglia al mattino e sera. Febbre mai avuta,solo male alla gola e orecchie. Xò il dolore nn tende a diminuire.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non ha preso antibiotici dopo l’intervento sentirei il medico per escludere che si tratti di infezione; contestualmente potrà valutare con lui se salire a 3 CoEfferalgan al giorno.

    4. Anonimo

      Mi ci manca solo un infezione..!! Giovedì ho la visita di controllo, grazie ancora per il suo parere.!!

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi tenga al corrente.

    6. Anonimo

      Salve, oggi e il sesto giorno.. la fibrina inizierà a staccarsi?? Stanotte non ho chiuso occhio, avevo come dei martelli nelle orecchie. I miei son preoccupati e vogliono portarmi in ospedale, lo trovo inutile tanto giovedì ho la visita. Grazie a presto

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Personalmente anch’io proverei a sentire un medico, anche senza andare al PS. Per la fibrina ci vorrà ancora qualche giorno, ma se il dolore è così forte nonostante CoEfferalgan verificherei che tutto sia nella norma.

    8. Anonimo

      Con l’antidolorifico il dolore mi passa, nn dico completamente ma il suo dovere lo fa. E sopratutto mi aiuta molto a stare sdraiata, se sto sdraiat a il dolore e nullo.. ma se mi alzo, riparte il dolore alle orecchie!! Lei mi sa mica dire a cosa sia dovuto? Grazie

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe essere tutto normale, ma con una visita il medico potrebbe escludere infezioni alle orecchie (la posizione influenza diversi aspetti/funzionalità dell’orecchio). Potrebbe anche essere solo un po’ di congestione.

    10. Anonimo

      Ho capito, grazie ancora per i consigli..!! La terrò aggiornata

  7. Anonimo

    salve,ho fatto lunedi l intervento tonsille adenoidi,lasciamo perdere il dolore a volte veramente insopportabile il medico mi ha consigliato delle punture di rocefin eppure in tutti i commenti letti a nessuno sono state prescritte.e la cura giusta?

  8. Anonimo

    ho 29 anni

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Giustissima! E’ un antibiotico per prevenire infezioni.

    2. Anonimo

      grazie mille

  9. Anonimo

    nonostante i dovuti accorgimenti finito di mangiare ho ancora forte dolore alle orecchie e bruciori di gola e mal di testa e normale?????????sono gia trascorsi cinque giorni

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sta ancora assumendo antidolorifici? Sta già gradualmente tornando a mangiare solido?

  10. Anonimo

    Salve, mia figlia di 5 anni quasi 6 è stata operata alla tonsille e adenoidi il giorno 24 febbraio 2012, a distanza di 4 giorni la febbre è scomparsa ma oggi con uno starnuto è fuoriuscito un pezzettino di fibrina, ho controllato per quel poco che ha potuto aprire la bocca la bambina le condizioni interne e li dove si è staccata la fibrina, che è veramente un pezzettino, è di colore rosso acceso ma non c’è fuoriuscita di sangue.
    la mia domanda è se sia normale che gia’ un pezzettino di fibrina si sia staccata e se puo’ creare problemi per eventuali sanguinamenti. grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non è uscito sangue direi che non c’è problema.

    2. Anonimo

      grazie mille, un’altra domanda ma si riformera’ quel pezzetto di fibrina caduta?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se l’organismo ritiene che serva, sì.

    4. Anonimo

      buongiorno.no non assumo antidolorifici si inizio gradualmente a mangiare piu cibi solidi….la ferita a destra brucia tanto.

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se sente troppo male torni a cibi più liquidi e, in caso di dolori forti, valuti con il medico l’assunzione di un antidolorifico.

    6. Anonimo

      grazie mille per aver risp.