Tutti i commenti e le FAQ per Ernia inguinale: sintomi, intervento e dolore

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore. Ho 51 anni. Da circa 15 anni ho un’ernia ormai scrotale che è diventata della grandezza di un piccolo melone. A questo punto la autorizzo a darmi dell’idiota per non averla fatta operare prima. Purtroppo ho crisi di panico quando vado in ospedale e ho sempre cercato di procrastinare l’intervento. Attualmente non è ovviamente possibile andare avanti così perchè comincio ad avere seri problemi di “mobilità” in zona e di fastido, anche se le funzioni intestinale e sessuali sono ancora senza troppi problemi (se non di massa ingombrante). A breve andrò alla visita da un chirurgo specializzato per rimediare alla mia inettitudine. Sono abbastanza informato su ernia, operazione, rischi e quant’altro ma non riesco a capire cosa succederà del sacco scrotale che si è molto dilatato e che presumo dopo l’intervento rimarrebbe sgonfio e penzoloni con un effetto estetico orripilante. Le chiedo perciò se viene ridotto anche il sacco (taglio della pelle in eccesso?) durante l’intervento o se occorra fare un’ulteriore operazione. E inoltre se questa nuova operazione comporti qualche problema a lungo andare, perché mi pare che sia uan sorta di organo termoregolatore…

    Mi può dare qualche informazione?

    Grazie della attenzione e buon lavoro

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo da farmacista non so risponderle, ma immagino che si farà il possibile per fare tutto in un unico intervento.

  2. Anonimo

    buon giorno dott …mi sono operato di ernia sx il 24gennaio ….sento ancora la ferita un po dura ..sensibile al tocco …un po gonfia e fitte …fino quando durano questi fastidi ‘?.,domani dovrei iniziare a lavorare’? cosa mi consiglia? GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che lavoro fa?

    2. Anonimo

      LAVORO NELLE FERROVIE …FACCIO I TURNI …. ADDETTO ALLA CIRCOLAZIONE ,,, GRAZIE,,,

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non conosco nel dettaglio le sue mansioni, ma se non è un lavoro pesante dal punto di vista prettamente fisico non dovrebbero esserci grossi problemi a riprendere.
      I disturbi dovrebbero sfumare fino a sparire nelle prossime settimane.

    4. Anonimo

      NON è UN LAVORO FISCO ……….GRAZIE

  3. Anonimo

    sera dottore,2 giorni fa mi sono svegliato con un gonfiore all inguine destro ,pero quando sono stdraiato non o dolore cosa potrbbe essere ??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe da vedere, ma dalla descrizione potrebbe essere ernia inguinale; se preme il gonfiore rientra?

  4. Anonimo

    salve caris.mo dottore e da un po di tempo che noto un gonfiore ma n0n eccessivo tra il pene e la pancia, soprattutto sulla parte destra dove sento un lieve dolore anche se solo appoggio la mano se disteso, mentre se sono in piedi il dolore e il gonfiore aumenta. Secondo voi può trattarsi di ernia considerando che dal primo episodio di dolore ad oggi è trascorso quasi un mesetto. Distinti saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe da vedere, ma dalla descrizione lo ritengo possibile.

  5. Anonimo

    Mio marito e’ stato operato il 27 gennaio 2012 di ernia inguinale sx diretta….ha notato che da allora ha un problema di erezione…e’ potuto succedere qualcosa durante l’intervento?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima no, ma essendo passate circa 2 settimane potrebbe essere ancora debilitato l’organismo; suggerisco peraltro ancora cautela nel caso di rapporti, onde evitare complicazioni.

  6. Anonimo

    Salve dott cimurro, sono una ragazza di 23 anni. Lunedì
    62\2012 sono stata operata di ernia inguinale destra, ho subito
    Un anestesia spinale con vari punti ma non avendo preso mi hanno
    Fatto quella totale, insomma un’esperienza da non rifare assolutamente. Al risveglio ho avuto dolori fortissimi alla schiena
    e alla ferita e credo fin qui sia tutto normale. Ora a distanza di 4 giorni
    Avverto ancora queste fitte fortissime alla schiena come se mi stessero entrando nuovamente gli stessi aghi passando cosi le nottate in bianco.
    Altro effetto indesiderato e’ la presenza di febbre tra ieri e oggi. Vorrei
    Tanto sapere tutto questo e’ normale?inizio ad avere seri dubbi. Spero che qualcuno mi sia d aiuto e da sostegno per chi come me ha avuto un esperienza del genere.ringrazio anticipatamente, spero di avere risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sia i dolori alla schiena, ma sopratutto la febbre (segno di possibile infezione), vanno a mio avviso immediatamente segnalati al suo medico di base od al chirurgo; la schiena mi aspetto che migliori nei prossimi giorni (ma nel frattempo può venirle prescritto un antidolorifico per calmare il dolore), ma la febbre potrebbe essere un campanello da non sottovalutare.

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta. Nel caso di infezione cosa dovrei fare? Sto assumendo gia’ dal post operazione antidolorifici associat a antibiotico. Domani ho la medicazione in ospedale e segnalero’ cio’ che si e’ verificato in questi giorni. Un altro aspetto che avevo dimenticato di riportare e’ il gonfiore all addome con dolore che parte dalla ferita fino a tutto il lato destro dell addome.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Un po’ di gonfiore e dolore è normale, va invece valutata l’entità; nel caso di infezione è possibile venga rivalutato/cambiato l’antibiotico, ma se la febbre è bassa potrebbe essere una reazione normale e destinata a scomparire entro qualche giorno. Condivido comunque la necessità di segnalarlo domani al controllo.

  7. Anonimo

    egr. dottore
    sono stato operato di ernia inguinale dx il 11/01/2012 e a tuttora ho un rigonfiamento lungo tutta la cicatrice abbastanza marcato vorrei sapere se rientra nella normalita del decorso o mi consiglia un controllo dal medico di fam. e inoltre mi e stato consigliato di usare x circa un mese lo slip elasticizzato che devo dire mi da una migliore sensazione, devo continuare a portarlo? grazie x le eventuali risposte.in fede

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sarebbe da vedere, ma un residuo gonfiore è normale, l’importante è che non ci sia dolore/rossore/calore (segni di infezione).
      2. Se si trova bene può usarli per tutto il tempo che desidera.

    2. Anonimo

      buona sera dottore ….ho subito un intervento di ernia sx 10 giorni fa posso riprendere l attivita sessuale …..’?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha già effettuato la visita di controllo e la rimozione dei punti se presenti?

    4. Anonimo

      buona sera e grazie …si ho fatto visita di controllo e tolto i punti due giorni fa …ho fitte e gonfiore alla ferita ma il chirurgo ha detto che va bene ci vuole un po di tempo …..

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Personalmente aspetterei forse ancora qualche giorno e poi inizierei in modo graduale senza sforzi.

  8. Anonimo

    buona sera domani vado a togliere i punti all ernia sx operata 8 giorni fa ….la ferita mi crea ancora disturbo con fitte ,,,,posso guidare andare con la mia macchina ? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso sarebbe preferibile che fosse accompagnato, ma se non può fare altrimenti credo che possa farlo.

  9. Anonimo

    GRAZIE PER LA VELOCITA DELLA RISPOSTA ……ANG

  10. Anonimo

    DIMENTICAVO AVVERTO ANCHE GONFIORE ……GRAZIE ,,,ANGELO

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza poter vedere è difficile valutare: un certo gonfiore e colore violaceo può essere normale, ma è necessario valutarne l’entità e la presenza di eventuali altri sintomi (febbre, dolore, presenza di pus, …).
      Potrebbe eventualmente parlarne in via preliminare con il suo medico, che immagino sia più facilmente raggiungibile.

  11. Anonimo

    MARTEDI SCORSO 24 SONO STATO OPERATO DI ERNIA SX CON ANESTESIA LOCALE LA SERA ERO GIA A CASA AVVERTO ANCORA MODESTO DOLORE E BRUCIORE CON COMPARSA UN COLORE VIOLACEO VICINO FERITA COME PURE AI TESTICOLI CON QUELLO SX LEGGERMENTE SCESO ,,MERCOLEDI MI TOLGONO I PUNTI ASPETTO O INFORMO IL CHIRURGO ? POSSO INIZIARE A GUIDARE ‘? Grazie ANGELO

  12. Anonimo

    egr.dott.buona sera.Ven.27 gen.u.s. sono stato operato e sottoposto ad intervento di plastica imguinale sx con posizionamento di rete in poliprotene per ernia obligua esternae diretta.Attualmente avverto dolori se procurati, come tosse o starnuti, non sulla ferita ma al disopra della stessa.Cio avviene quando devo sedermi e rialzarmi.Sto assumento paracetamolo 1000, tre algiorno. Ma passato l’effetto il problema ritorna. Desidero sapere un suo parere. Grazie saluti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima dovrebbe essere assolutamente normale, in fondo è stato operato solo 48 ore fa. Raccomando riposo e attenzione nell’evitare sforzi, per dare modo all’organismo di ricostruire i tessuti in modo corretto.

  13. Anonimo

    DOTTORE BUON GIORNO
    da parecchi giorni mi sento un dolore nella parte bassa dell’inguine sx vicino alla gamba solo se stò in piedi o quasi fermo nò quando cammino nò quando sono sdraiato nò qundo corro poco quando sono seduto il dolore può apparire molto forte se da seduto mi alzo in piedi in fretta e a volte mi dà la sensazione di esere bagnato mi può dare un consiglio grazie per la sua disponibilità.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembrerebbe essere un problema muscolare o pubalgia, ma solo con una visita potrà avere una diagnosi più precisa.

  14. Anonimo

    Salve è da due giorni che ho dei dolori dll interno coscia piu forte nel lato sinistro dolente solo quando cammino e al tatto potrebbe essere ernia??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Un’ernia si vedrebbe; se mi parla di interno coscia mi fa più pensare ad una pubalgia o comunque ad un problema muscolare.

  15. Anonimo

    Salve dottore, sono stato operato circa 15 anni fa di ernia inquinale.
    adesso si e’ ripresentato il problema, io non ricordo se allora mi fu inserita la protesi di
    protezione, chiamata (reticella),vorrei sapere nel caso che mi faro’ operare, debbo fare
    altri accertamenti per evidenziare il caso. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Andrà semplicemente segnalata la precedente operazione al chirurgo, possibilmente fornendo la documentazione clinica di allora.

  16. Anonimo

    sono stato operato da pochissimi giorni a seguito di un’ernia inguinale sx.dolori sulla ferita non ve ne sono,tuttavia denoto un ingrossamento accompagnato a rossore allo scroto e dolore al testicolo sx. è normale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Entro certi limiti sì, è normale; se aumentasse il dolore ed il testicolo diventasse caldo o manifestasse altri sintomi lo faccia vedere.

  17. Anonimo

    dopo un operazione di ernia inguinale sinistra è normale ke gonfia l’addome?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima no, ma senza poter valutare l’entità è difficile dare risposte con sicurezza.

  18. Anonimo

    salve ho un ernia inguinale destra da due anni , esce ogni tanto allo sforzo ecc… in quella stessa zona quando avevo 2 anni usci e mi operai adesso ne ho 20 ed e riuscita ho paura ad operarmi xke sono allegica al nikel e ogni volta che mi sono operata avevo sempre reazioni allergiche .. nn so come si svolge o paura del catetare . ma viene messo ?? volevo un po di informazioni … mi devo assolutamente sottopore o posso aspettare… come viene svolta? aspetto una vostra risposta–..rosita

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Comprendo i suoi dubbi, ma queste stesse domande andrebbero rivolte ad un chirurgo, che possa risponderle sulla base del tipo di intervento più adatto al suo caso.
      Non necessariamente verrà usato il catetere e l’operazione potrebbe avvenire in anestesia locale.
      Per decidere se sia indispensabile procedere o meno serve una visita chirurgica che determini l’attuale situazione ed in più deve valutare lei quanto le impedisce le normali attività (sport, per esempio).

  19. Anonimo

    oggi mi e’ stata diagnosticata un ernia inguinale,tenendo presente che ho 80 anni compiuti,speravo di risolvere il problema con un cinto,ma non ne ho visto taccia in nessuno dei suoi commenti.grazie per la risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dalla gravità dell’ernia e dalle necessità del paziente; se nel suo caso l’entità del problema non è tale da esporla a rischi di salute od impedirle la pratica delle sue abitudini il cinto potrebbe essere una buona soluzione. da valutare però sempre con il medico.

  20. Anonimo

    Premendo sulla parte opposta(lato destro)sento la stessa cosa ma non è in protuberanza,ne è tesa e ne fa male

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non vedendo dal vivo è difficile, ma ho il dubbio che siano 2 piccole ernie; magari mi sbaglio, ma consiglierei di farle vedere ad un medico.

  21. Anonimo

    Buonasera ,sono un ragazzo di 19 anni.Questa mattina svegliandomi di istinto ho portato la mano nella zona situata tra la coscia e l’intestino(sx) e ho sentito una protuberanza,come una corda tesa della grandezza di un paio di centimetri.Schiacciandola provo un piccolo dolore.La stessa “cordicina” la sento dall’altra parte ma in modo totalmente minore e quindi normale anche perche non sento alcun fastidio.La prima cosa a cui ho pensato è ad un’ernia anche perche il giorno precedente ho fatto degli esercizi ginnici(addominali)anche abbastanza pesanti che non facevo da tempo.Solo questa mattina ho sentito questa cosa però.Magari non vi è alcun collegamento ma non so proprio cosa possa essere.Inoltre se mi dispongo in posizione supina questa protuberanza è maggiormente visibile (anche perchè ripeto che si tratta di un qualcosa di teso e molto duro)mentre se mi piego in avanti non si sente più.Cosa potrebbe essere?un’ernia..La ringrazio cordiali saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ho ben capito la zona: è a livello inguinale? Se preme rientra?

    2. Anonimo

      Circa all’inizio dello spacco inguinale alto…a 3-4 centimetri dal pene..no se premo fa solo male non rientra..

  22. Anonimo

    buongiorno sono un uomo di 47 anni 10 giorni fa sono stato operato di ernia inguinale sinistra tolto il dolore nei primi giorni alla ferita che ho preso degli antinfiammatori e piano piano sono andati via mi e venuto un forte dolore circa 5 /8 cm sopra la ferita che aumenta dopo che mangio e sopratutto alla sera non ne parliamo quando sto seduto sono andato alla visita di controllo mi hanno tolto i punti e mi hanno detto che era tutto a posto e la ferita andava bene per il mio dolore mi hanno detto di mettermi una supposta di glicerina perchè secondo loro era dovuto alla stitichezza mi hanno anche prescritto dei probiotici (devo anche dire che 5 gg prima dell’intervento ho fatto una colonscopia perchè sono parechi anni che ho problemi di attachi di dissenteria cosi senza motivo ho gia fatto parechie visite ma non hanno ancora trovato la motivazione nella colonscopia andava tutto bene poi nella biopsia lesito è: lembi bioptici di mucosa ileo colica con focali lievi aspetti di infiammazione linfoplasmacitica della tonaca propria mi scuso se mi sono prolungato su questo ma e per farvi avere un quadro più preciso della situazione o per fare la colon ho dovuto prendere una super purga e poi ho dovuto fare un cristere) la sera stessa ho messo la supposta ma non sono riuscito a tenerla molto sono andato in bagno quella sera ma il giorno dopo il problema è ritornato ho provato a prendere del debridat pastiglie ne ho presa una alla sera prima di andare a dormire quel giorno e è andata un po meglio ma il giorno dopo siamo al punto di partenza premetto che mangio jogurt 2 volte al giorno activia ho anche aggiunto della fibra granulare nello jogurt mangio mele cotte minestroni e minestre di verdura e bevo abbastanza ma in bagno non vado moltissimo oggi toccandomi nel punto dove indicato prima che mi fa male sento come se avessi un qualcosa di duro e solo a toccare mi fa male e ho tolto slip e mutande perchè da ieri ho anche un sensazione di bruciore pensando che fosse l’elastico degli slip.
    Mi scuso se mi sono prolungato tanto ma sono seriamente preoccupato non so a chi rivolgermi perchè in questo periodo sono tutti in ferie sia gastroenterologo che chirurgo che mi ha operato di ernia e anche il mio medico di fiducia o rivolgermi alla guardia medica ho andare al pronto soccorso sto aspettando con ansia che questi giorni passino per avere delle risposte ma non vorrei che fosse qualcosa di preoccupante che passando troppo tempo peggiori vi ringrazio fin da ora per la vostra pazienza nel leggere il mio problema e se riuscite a darmi una risposta in breve termine per stare un po tranquillo grazie Marco

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ho le competenze per aiutarla concretamente: quando riesce ad evacuare le sembra di provare sollievo?

    2. Anonimo

      non sono mai riuscito ad evaquare proprio bene anche con la supposta di glicerina che oggi ho rimesso oggi ho ripreso del debridat che mi aveva prescritto il gasterologo prima dell’intervento secondo lei potrebbe stringere ancora di più? e se prendessi della magnesia pensa possa farmi male ho qualcosa che mi aiuti ad evacuare se quello è il problema, dovrei provare ad andare in ospedale ha farmi vedere?scusi se la riempio di domande ma sicuramente è più competente di me in questo campo la ringrazio comunque del suo aiuto

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che a distanza mi è difficile valutare a fondo la situazione, proverei forse ad assumere la magnesia (a dosi lassative, perchè una quantità ridotta ha solo azione antiacida) per cercare di stimolare ulteriormente l’intestino; la supposta di glicerina ha azione solo solo a livello rettale, mentre un lassativo per bocca inizia a fare effetto “più su”.

    4. Anonimo

      per la magnesia non importa che sono stato operato di ernia da pochi giorni? ho in casa la magnesia san pellegrino quanta ne devo prendere ? non mi ricordo le dosi grazie.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non dovrebbero esserci controindicazioni per l’intervento, ma eventualmente senta anche il suo medico domani mattina; la dose come lassativo è 1 cucchiaio da tè, come purgante 1 cucchiaio. Nel suo caso starei a metà strada.

    6. Anonimo

      ok magari provo con un cucchiaino la ringrazio poi le faccio sapere grazie

    7. Anonimo

      scusi se non mi sono più fatto sentire volevo informarla che dopo qualche giorno sono riuscito a farmi vedere dal gastroentrologo e mi ha dato del benefibra e dei probiotici da prendere e per quello che riguarda l’intestino va meglio. Ma ora intorno alla ferita che non fa male mi è venuto un forte bruciore che inizia dall’addome e scende fino ai testicoli da un po di giorni mi da fastidio anche il pene e se tocco un po di più mi fa male e un forte bruciore non sono rosso ho messo delle pomate rinfrescanti ma non mi danno nessun sollievo non penso sia a livello di pelle potrebbe essere la nestesia locale o la retina non so se aspettare che passi e stare tranquillo e prendere degli antinfiammatori che anche li non mi danno tutto questo sollievo(tachipirina 1000)
      o ricontattare il chirurgo? perchè anzichè diminuire sembra aumenti.
      La ringrazio dell’attenzione cordiali saluti

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Schiacciando fa male?

    9. Anonimo

      Sulla ferita no nella zona dove ho il bruciore in alcuni punti se insisto si, ad esempio tra il testicolo e il pene e sul basso ventre dove appoggia la cintura dei pantaloni che non porto.

    10. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Molto probabilmente è solo l’organismo che sta “costruendo” i tessuti sulla retina, in ogni caso senta anche il parere del suo medico o del chirurgo.

    11. Anonimo

      ok grazie.

  23. Anonimo

    Buona sera Dottore, vorrei chiedere un suo parere riguardo un dolore persistente che ho all’altezza della zona pubica. diciamo in basso a sinistra, verso la gamba. Il dolore è simile ad uno stiramento muscolare, e si fa sentire mentre cammino o quando faccio uno sforzo…. Ho partorito da poco, ho una bimba di 7 mesi e mezzo… non sento dolore mentre la tengo in braccio ma provo molto fastidio addirittura a girarmi nel letto! potrebbe trattarsi di ernia inguinale? senza dubbio a breve andrò dal mio medico… vorrei un opinione sua se è possibile! grazie mille in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ernia si vedrebbe; sembrerebbe pubalgia o sciatica.

  24. Anonimo

    mi è stata diagnostigata nella parte sinistro presenza di sacco erniario con la visualizzazione ecografica di ansa intestinale a livello ipodermico ….non uso mutande elastiche ecc …ultimamente mi sta dando abbastanza noia anche di notte è la sento piu ingrossata .. la stitichezza aumenta il fastidio ? è il caso do farmi operare ‘?— eventualmente che farmaco posso assumere in caso di persistenza del dolore —grazie angelo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La stitichezza può aumentare indirettamente il problema a causa degli sforzi.
      Per il dolore qualsiasi antidolorifico.
      Per l’operazione si valuta caso per caso, anche e sopratutto sulla base di quanto e se le impedisce una vita normale.

  25. Anonimo

    Io sono stato operato di ernia inquinale,da 3 settimane ho sempre il dolore alla gamba sinistra e sono sempre stanco e afflosciato e normale oppure non centra nulla l’ernia fatemi sapere chiedo aiuto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dolore è peggiorato o piano piano sta migliorando?
      Quanti anni ha?
      E’ fermo a casa oppure ha già ripreso gradualmente la vita normale?

  26. Anonimo

    Mi rendo conto che è un sintomo difficile da spiegare ma La ringrazio per le tempestive risposte , spero che non sia nulla , aspettero’ la visita di controllo martedi’ prossimo per essere piu’ tranquillo.
    GRAZIE

  27. Anonimo

    Buongiorno…. ho fatto un intervento di ernia inguinale sx 5 gg. fa , sec. lichtenstein con protesi in ppl , è da un paio di gg. che sento un gorgoglio nella zona operata , preciso che sono stato a riposo e solo un paio di starnuti mi han fatto vedere le stelle , c’è qualcosa che non va ?
    GRAZI
    SALUTI

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Cosa intende esattamente per “gorgoglio”?

    2. Anonimo

      so che puo’ sembrare strano ,ma è una sensazione come un ” movimento ” nella zona operata , che sento quando mi metto in piedi , è come il gorgoglio intestinale . spero di aver descritto bene quello che sento.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non sono sicuro di aver capito, ma un po’ di fastidio e di sensazione di corpo estraneo è normale avvertirlo; è sopratutto importante che non aumenti il dolore, il rossore, il calore nella zona operata.

  28. Anonimo

    Buonasera dottore …..
    Nel giugno 2010 sono stato sottoposto ad intervento di ernia inguinale sx.
    Intervento ok ma forte dolore post operatorio inguinale all’altezza dell’anca…senzazione come di punto di sutura troppo tesato.
    A distanza di 1 anno e mezzo non sono ancora completamente guarito.
    Continuo fastidio all’inguine…leggero dolore al testicolo ma ancor peggio …dopo un po di tempo seduto al lavoro, fastidioso dolore nella zona operata con a volte senzazione di contrazione muscolare/viscerale?.
    Vivo con angoscia la giornata lavorativa allentando continuamente la cintura ed alzandomi spesso per alleviare la tensione muscolare.
    E’ possibile che un intervento cosi’ banale possa lasciare questo strascico??? Che sia un problema intolleranza retina ??? Che esami si possono fare ??? Nei primi mesi post operatori ho fatto presente al chirurgo il problema ma …. A nulla e’ servito …. “Con il tempo passera’ ” Ora pero’ inizio a preoccuparmi…il malessere mi sta veramente creando problemi … grazie per l’attenzione

    1. admin
      admin

      In alcuni casi credo possa succedere, a causa del posizionamento della retina e della successiva crescita di tessuto; che io sappia, ma non sono chirurgo, l’unica alternativa sarebbe riaprire.

    2. Anonimo

      Gentile dottore, se posso essere utile: “ho anch’io gli stessi sintomi ben illustrati dal sig. Riky”. Sono un (modestamente) cicloamatore sempre sotto sforzo. Ho notato che con bagni alternati il loco di acqua, calda e fredda (sopratutto fredda) ho molto sollievo. Non ci faccio più caso anche se a volte il dolore è invalidante. Gentili saluti. Balosso da Piacenza.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ stato utilissimo e la ringrazio per la sua esperienza pratica.

  29. Anonimo

    Salve,
    da circa un mese ho dei piccoli dolori al genitale sx che si estendono fino alla parte addominale sx, ultimamente il dolore si sente ancora più forte sopratutto dopo un rapporto sessuale, infatti ho notato che nello sperma esistono macchie di sangue;
    Voglio specificare che sono un fumatore, ed avvolte sollevo dei pesi al lavoro, non riesco a capire se ho un’ernia oppure quacos’altro!!!
    Posso avere un’aiuto??
    Grazie

    1. admin
      admin

      I dolori potrebbero essere compatibili con un’ernia, ma la vedrebbe, quindi probabilmente la causa è diversa; data la presenza di sangue nello sperma consiglio senza dubbio il parere di un medico, che potrà innanzi tutto visitarla (penso per esempio alla prostata o, meno probabile, varicocele).

  30. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    la settimana scorsa sono stato operato per un’ernia inguinale sx. Dopo sette giorni a casa senza fare alcuno sforzo, tranne per un piccolo starnuto che sembrava una esplosione sotto la ferita. Adesso mi fa male un po’ in tutta la zona del taglio ed anche in un punto individuabile a metà tra l’ombelico e la fine del taglio.Non ho mai preso farmaci. Vorrei chiederLe se tutto questo fa parte del normale decorso postoperatorio.
    Grazie.

    1. admin
      admin

      Un certo fastidio è sicuramente normale, l’importante è che il dolore vada sempre diminuendo e che non compaiano sintomi anomali (rossore, calore, gonfiore, dolore) nella zona operata.

    2. Anonimo

      Gentilissimo Dottore,
      vorrei porLe un’ultima domanda. Mi sono operato di ernia inguinale un mese fa ed ho come un cordone duro lungo tutto la cicatrice. E’ una cosa normale?
      Grazie.

    3. admin
      admin

      Sarebbe da vedere, ma in linea di massima è normalissimo.

    4. Anonimo

      Gentile Dottore,
      mi sono operato 4 mesi fa di ernia inguinale sx e i primi tempi no ho avuto grossi problemi. Ultimamente, però, accuso dei dolori interni (direi intestinali) di diversa intensità, qualche volta trascurabili, altre volte molto fastidiosi. I dolori non sono connessi a movimenti particolari degli arti e neanche all’attività sessuale. Ho sentito parlare di aderenze ma non so esattamente cosa siano. Potrebbero essere loro la causa? Se sì cosa posso fare? Grazie come sempre.

La sezione commenti è attualmente chiusa.