Tutte le domande e le risposte per Ernia inguinale: sintomi, intervento e dolore
  1. Anonimo

    ciao 40 giorni fa ho subito un isterectomia totale,ho 48 anni,per metrorragia che non rispondeva alle cure.L intervento è stato in colpoisterectomia dopo una settimana ho visto un rigonfiamento sul pube,ho fatto un eco e hanno visto un ernia inguinale di 8 cm.Sara causata dall intervanto fatto?Sara da operare?Fra quanto tempo?Questa ernia schiaccia il legamento rotondo che sorreggeva l utero e crea dolore .Per ora mi dicono riposo poi valutazione chirurgica grazie!!!!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ possibile che sia da operare, ma la valutazione sarà fatta da un chirurgo a seguito di una visita; i tempi farebbero effettivamente pensare ad una complicazione dell’intervento subito.

  2. Anonimo

    salve,sono un ragazzo di 30 anni e da un pò di tempo ho un fastidio all^inguine sinistro ma coinvolge anche il testicolo…..in pratica nei momenti di eccitazione,il testicolo tende a salire e proprio nel momento di prima di raggiungere il PIACERE, sale creandomi un pò di fastidio, per poi riscendere automaticamente.
    ancora non sono stato dal medico,ma penso di farmi controllare a breve,per sapere di cosa si tratta e cosa devo fare per risolvere il problema…
    cosa ne pensa lei?
    cosa mi consiglia?
    ringrazio anticipatamente per la risposta e i consigli……
    arrivederci

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Condivido la necessità di una visita; non credo si tratti di ernia inguinale, ma sarebbe comunque necessaria una valutazione visiva.

  3. Anonimo

    Salve sono Marco 43 anni, da circa 6 mesi ho notato un leggero rigonfiamento sulla parte sinistra del pube, toccandolo sento come se ci fosse una parte molle che appunto crea il rigonfiamento. io lavoro parecchie ore in cucina e gioco a calcio, e noto che non c’e’ dolore ma solo una specie di “tirare” a volte tra appunto la parte interessata e il testicolo sinistro. io vivo da anni a Barbados, ed ora andro’ a farmi visitare dal medico dell’azienda per cui lavoro, ho un po’ di timore a dover essere operato qui, e in quel caso volerei immediatamente in Italia per sentirmi piu’ sicuro, lei cosa ne pensa?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dalla descrizione sembrerebbe in effetti un’ernia inguinale.

  4. Anonimo

    Buongiorno ho 62 anni.
    15 giorni fa sono stato operato di ernia inguinale sx. Mi sono già stati tolti i punti e ho iniziato la ripresa. Ho però una sensazione di pesantezza del testicolo sx con qualche sporatica fitta.
    Cosa mi consiglia ?GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Un leggero fastidio può essere normale, raccomando una convalescenza attenta e senza fretta; in caso di dubbi o di dolori forti meglio una visita medica.

  5. Anonimo

    Salve.Ho 23 anni e scrivo da perugia.
    Qualche mese fa(inizio luglio) in una partita di calcetto ho sentito un picco forte nella zona inferiore agli addominali. Sono stato molto a riposo e ancora oggi nel fare certi sforzi accuso dei forti dolori.
    Mi sono rivolto ad un centro fisioterapico, e mi hanno detto che si trattava di un problema allo psoas.Quindi sono andato a fare l’ecografia ma non risulta esserci alcuna lesione.
    Quindi mi chiedo se potrebbe trattarsi di un’ernia inguinale??
    In caso che mi consiglia di fare???

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se fosse ernia inguinale si vedrebbe, se ancora sentisse male consiglierei una nuova visita.

  6. Anonimo

    Salve. HO 23 ANNI e scrivo dalla sicilia
    Stasera durante la doccia, reduce da una giornata lavorativa pesante (muratore)
    ho notato a sinistra, quasi proprio sotto i testicoli ma tendente cmq all’interno coscia una piccola pallina come un chicco di mais. Dura come una ghiondola, che nn si ritrae ne disteso nei pressandola. zero fastidio, zero dolore… zero arrossamento. Potrebbe essere un sintomo di ernia? anche se il posto e troppo in basso rispetto ad una ernia inguinale come questa https://en.wikipedia.org/wiki/File:Hernia.JPG.
    PS. Tenendola tra le dita ,oltre a sentire che è durissima non riesco a sentire dolore neanche pressandola con forza.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Escluderei che sia un’ernia inguinale, ma sinceramente non saprei fare ipotesi; consiglierei in ogni caso un parere medico per scrupolo.

    2. Anonimo

      ok grazie. ma a livello informativo. e possibile che un ernia inguinale si manifesti in quella zona cosi bassa?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non che io sappia.

  7. Anonimo

    Salve ……. provo a descriverle i sintomi che percepisco ho dolori addominali sia sul lato dx che sx e convogliano sulla parte centrale sottostante per arrivare sui testicoli per girare sui fianchi e la schiena , poi provo pesantezza e gonfiore intestinale con a volte sazzietà senza mangiare niente con delle nausee leggere e questo mi succede quando faccio degli sforzi anche minimi quando vado a letto migliora anche perchè stando seduto non migliora cosa mi consiglia e quali esami fare .
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sentirei un gastroenterologo ed eventualmente valuterei le principali intolleranze.

  8. Anonimo

    Buongiorno dottore,

    da 4 giorni soffro di dolore inguinale, che non passa malgrado io abbia preso Arcoxia per
    2 volte, 1 volta Ketodol, malgrado io sia abbastanza sovrappeso non penso derivi da questo, se stò seduta non ho dolore, il dolore appare forte solo se tento di camminare e di appoggiarmi sulla gamba destra, la domanda è: Può questo dolore avere una correlazione con una qualsiasi infezione ai polmoni, oppure con lo zoster o con i diverticoli che ho in abbondanza? che farmaco è più indicato in questi casi per far passare il dolore?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Escluderei connessioni con le patologie citate, sembra più qualcosa di muscolare; avendo già provato con antinfiammatori (benchè non in dosi elevate), consiglio a questo punto un parere del medico per avere una diagnosi più precisa.

  9. Anonimo

    Salve, la prassi è la seguente; io ho un vizio quello di dormire a pancia in giù, siccome che il medico mi ha riscontrato anche della colite – ora il mio quesito è questo; oggi durante il giorno ho avvertito dei dolori modesti della durata di un secondo, (ma debbo precisare molto sporadici),nella zona inquinale con fastidi addominali ed irradiazioni al testicolo destro(in poche parole, tutto il quadrante destro Fino al testicolo), può essere anche dovuto ad una prolungata posizione scomoda,oppure potrebbe essere l’unione di patologie diverse, tra cui sintomi correlabili a colite,ernia inquinale, e posizioni scomode come nel mio caso?-Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se non ricordo male è stato operato di varicocele e, nel suo caso, potrebbe essere riconducibile a quello.

    2. Anonimo

      si ma l’intervento di varicocele l’ho avuto a sinistra…che correlazione ci potrebbe essere tra due lati opposti?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non escludo che un fastidio residuo possa essere avvertito anche a destra.

  10. Anonimo

    Salve,mi chiamo alberto e ho 32 anni,il 29 giugno sono stato operato di ernia inguinale sx con metodo mesh,intervento perfetto senza nessun dolore,solo le 2 settimane successive un po di calvario ma niente di grave.A oggi, a distanza di piu di 2 mesi dall’operazione posso riprendere le mie abituali attività fisiche quali: body building(3 ore settimanali),calcetto(1 ora sett) e corsa(1 ora sett)?, e se si limitandomi nella forza?!tenga presente che mi è stata riscontrata anche una punta d’ernia dx..
    Grazie.
    Saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Fare riferimento al chirurgo è decisamente consigliabile, ma personalmente sono un po’ perplesso sulla pratica del body building, a maggior ragione in presenza di un possibile problema anche a destra.

    2. Anonimo

      grazie 1000 per la risposta,seguirò il suo consiglio, mentre per il calcetto e la corsa cosa ne pensa?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non ritengo possano esserci problemi, nella peggiore delle ipotesi fra qualche anno dovrà fare anche la destra, ma con 32 anni non me la sentirei di consigliare di astenersi completamente.

    4. Anonimo

      un ultima domanda, ho letto che per evitare la fuoriuscita di un ernia inguinale bisognerebbe tenere una muscolatura addominale bella tonica e allenata,questa affermazione va in contrasto con l’astenersi dalla palestra, anche perchè gli esercizi appunto per gli addominali provocano una pressione sulla zona..come ci si deve comportare?

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Credo, ma non mi occupo di questo campo, che l’affermazione sia assolutamente corretta ma da riferirsi ad una situazione di assoluta normalità, cioè prima che compaia qualsiasi sintomo/segno di ernia.

    6. Anonimo

      la ringrazio per la disponibilità,molto gentile.
      saluti.
      alberto