Tutte le domande e le risposte per Ernia inguinale: sintomi, intervento e dolore
  1. Anonimo

    salve dottore mi chiamo giuseppe ed ho 48 anni, il 12 aprile sono stato operato di ernia inguinale dx attualmente sento ancora dolore post operatorio fitte un po di bruciore ed altro, non so se e normale oppure col passar del tempo riesco a stabilirmi del tutto.grazie giuseppe napoli

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Nel corso dei giorni è comunque migliorato oppure c’è stato un peggioramento?
      La visita di controllo immagino sia già stata fatta, giusto?

  2. Anonimo

    Grazie x la sua consulenza.

  3. Anonimo

    Buonasera dottore,grazie di avermi risposto,secondo lei quale potrebbe essere la causa di questo mal di vita che non ricordo in passato di averlo mai avuto,è vero che ho passato di poco la cinquantina,fisicamente non sono messo male ho un pò di pancetta peso 79 kg altzza 178 e faccio un lavoro dove sono sempre in movimento.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A distanza non è semplice fare ipotesi, ma potrebbe trattarsi di un banale mal di schiena dovuto ad uno sforzo, ad una piccola ernia del disco od altro.

  4. Anonimo

    Salve Dottore due anni fa mi hanno diagnosticato un ernia inguinale parte dx che fino a una settimana fa non mi ha mai dato particolarmente noia,da qualche giorno però mi dà fastidio volevo sapere se il dolore dietro alla schiena parte bassa da non stare in piedi sia un sintomo correlata all’ernia grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sarebbe da vedere, ma a sensazione direi che la causa potrebbe essere un’altra.

  5. Anonimo

    Salve Dottore, mi chiamo Angelo ed ho 34 anni, Il 17 di marzo 2011 mi sono operato di ernia Inguinale DX, un ernia che avevo da 8 anni e che si era fatta bella grossa!
    L’intervento day hospital, in anestesia locale e’ cominciato senza intoppi, ma dopo circa 5 minuti, il chirurgo ha notato che c’erano dei problemi, infatti l’ernia era scesa fin dentro il testicolo destro e quando lo toccava per liberarlo, nonostante l’anestesia sentivo dei dolori tremendi, tanto che mi hanno dovuto fare l’anestesia Totale.
    I dolori che ho sofferto per i primi 3 giorni post operatori non li auguro a nessuno.
    Comunque sia l’intervento e’ andato bene, anche se per tornare a camminare correttamente mi ci e’ voluto quasi 1 mese.
    Il Problema e’ che il testicolo destro dal giorno in cui sono stato operato e’ rimasto sempre bloccato appena fuori dall’addome, diciamo all’altezza dell’attacutura del pene.
    Sono passati orma più di 40 giorni dall’operazione, sono stato 3 giorni fa del chirurgo che mi ha operato il quale mi ha detto che e’ normale dopo un operazione di questo livello, e mi ha fatto notare che la zona tra il taglio dell’intervento ed il testicolo e’ ancora dura, in pratica la retina in quel punto non si e’ ancora ammorbidita e per questo il testicolo non scende. Quindi mi ha suggerito di aspettare ancora 1 o 2 mesi per le discesa del testicolo. Mi ha detto che il testicolo non corre rischi, ma io non ne sono convinto, dato che mi da un po’ fastidio, non che mi faccia male ma mi da la sensazione che non stia al posto suo e’ troppo su.
    Lei che cosa ne pensa? Le sono capitati casi simili al mio? Fra 2 mesi il testicolo scenderà o rischio di perderlo, per soffocamento o per le temperature più alte del normale in quel punto?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non essendo il mio campo temo purtroppo di non saperla aiutare; la mia sensazione è che non corra rischi di danni permanenti, perchè il chirurgo avrebbe probabilmente voluto intervenire di nuovo se sospettasse qualche pericolo, ma eventualmente potrebbe valutare di sentire un urologo per averne conferma.

    2. Anonimo

      La ringrazio Dottore seguirò il suo consiglio.

  6. Anonimo

    salve dottore nel 2010 ho effettuato una rnm con protrusione in l4 l5 s1 dopo diverse cure ed esercizi vari mi trovo a distanza di un anno con dei forti dolori addominali che comprendono la parte sx in zona pubica, con periodi di dissenteria e altri di stitichezza, ultimamente avverto anche dolore all’interno delle coscie e senso di stanchezza nelle gambe, ora sono in cura con cortisone dopo una visita da ortopedico,ma nn trovo nessun miglioramento,sono in attesa anche di esami delle feci completi consigliati dal mio gastroenterologo,cosa ne pensa???nn puo essere un ernia inguinale,il mio dolore e’ radiato sempre in quella zona sx .grazie in anticipo del consiglio

    1. Anonimo

      dimenticavo ho 35 anni e faccio un lavoro pesante

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tenderei ad escludere che l’ernia sia causa dei sintomi descritti e, in ogni caso, si vedrebbe; sinceramente non mi sento in grado di fare ipotesi.

  7. Anonimo

    salve dottore il 15-04 sono stato sottoposto a intervento di ernia inguinale sx l’intervento e andato tutto bene non ho sentito nessun dolore durente l’intervento e doppo che l’anestesia e finita ma doppo due giorni e comparso un ringonfiore del pene e della parte destra del testicolo con un ematoma in tutta la parte sx che cosa si fa in questo caso -e una cosa normale ? grazie…..

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Normale no, ma non è necessariamente preoccupante; serve in ogni caso contattare un medico, urgentemente nel caso di dolore, febbre od altri sintomi preoccupanti.

  8. Anonimo

    mi ha detto a causa di uno strappo uno sforzo in effetti avevo fatto sei ore a gironzolare con la bici ma non mi era mai successo di avere stà cosa io stringendola con le dita ho notato sembra attaccato alla pelle da sopra però dentro cioè sotto l’epidermide se non sbaglio una roba del genere

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ok, meglio così.

    2. Anonimo

      Buon giorno dottore ieri mio padre e’ stato operato all’ernia ed è uscito stamane. Naturalmente non riesce ancora a stare in piedi se non per pochi minuti ma ha decimi di febbre. Stamane non aveva febbre in clinica ma in via cautelativa gli hanno fatto un antibiotico ed il chirurgo gli ha prescritto per 5 gg il ciproxin 500. le chiedo sono normali questi decimi di febbre? aspetto impaziente una sua risposta

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Può essere dovuto alla debilitazione dell’organismo, il fatto che non sia una febbre alta è un ottimo segno; in ogni caso l’antibiotico ci mette al riparo da sorprese.

  9. Anonimo

    infatti tra poco ho appuntamento dopo farò sapere nel caso qualcuno abbia il mio stesso problema così si tranquillizza^.^

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Benissimo, grazie!

  10. Anonimo

    Salve io avrei questo problema ho un piccolo bruco diciamo così tra l’inguine destro e la coscia + sulla coscia faccio un’esempio /_/’ non mi fa male ho provato a stringere niente non fa niente ho 20 anni e non so niente di questa ernia può essere quella?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Per rispondere alla sua domanda sarebbe necessario poter valutare visivamente; in prima battuta può tranquillamente rivolgersi al suo medico che, fatta una prima diagnosi, la invierà eventualmente allo specialista più opportuno.