1. Anonimo

    quanto tempo puo durare questo tipo di dialisi (peritoneale)

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La durata in genere viene concordata con il nefrologo.

  2. Anonimo

    Come passare da peritoneale manuale ad automatizzata ?
    Ce una prassi o no?
    Mia madre è in dialisi da 4 mesi.
    Lascio email

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non posso rispondere via mail.
      In ogni caso sono valutazioni da fare con il nefrologo che la segue, in base al caso ed alle disponibilità della struttura.

  3. Anonimo

    Mio figlio e in dialisi da un mese mi fa paura tutto questo

  4. Anonimo

    in caso di dialisi perironeale, se si viene colpiti da infezione,che rischi si corrono? Come si combattono? E’ possibile a causa di peritonite passare all’emodialisi? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Potenzialmente rischi gravi, ma dipende dalle situazioni.
      2. Antibiotici.
      3. Non necessariamente.

    2. Anonimo

      DA 4 MESI IN DIALISI ,SI E’ CONTRATTO UN BATTERIO .”KLEBSIELLA PNEOMANIAE” E DOPO DUE ANTIBIOGRAMMI HANNO SOSPESO LI ANTIBIOTICI ED IO CONTINUO ADAVERE LA KLEBSIELLA CHE PEGGIORERA’ ..QUALE E’ LO SPECIALISTA PIU’ INDICATO….PRECISO CHE NON SI MAI FATTO VIVO ..NESSU SPECALISTA DEI POLMONI, O INFETTIVOLOGO!—COME SI PUO’ CAMBIARE OSPEDALE …..E SE SI PUO’

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ne parli con il medico di base, per essere eventualmente inviato ad un infettivologo.

  5. Anonimo

    grazie x la pronta risposta,
    le chiedo ancora se è possibile leggere online del materiale che riguarda i casi di infezione e la possibilità di passaggio da Dperitoneale a EmoD,

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non saprei indicarglieli, meglio invece a mio avviso discuterne direttamente con il suo nefrologo (io non mi occupo di questo campo).

  6. Anonimo

    sono in dialisi peritoneale da 5 anni. Quando tempo posso ancora andare avanti. Da premettere che mi trovo bene con questa terapia.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace ma non so aiutarla, è una valutazione che spetta al nefrologo che la segue e che conosce il suo stato di salute.

    2. Anonimo

      M lei risponde sempre solo che non sa niente e non e il suo campo.ma allora eviti.xche le risposte che da non servono gran che.una dializzata che ne sa di certi piu di lei

  7. Anonimo

    volevo capire meglio la periteonale quanto tempo si può fare visto che mio fratello dopo 27 anni dal trapianto dovrebbe ritornare in dialisi e medici gli hanno anche consigliata la periteonale grazie la mia mail xxxxxxxx grazie 1000 io sono il donatore.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Diversi anni; alcune fonti riportano 5-6, ma ci sono casi di pazienti che hanno proseguito anche più a lungo.

  8. Anonimo

    mio fratello fa il dialisi peritonale però sono sorte delle complicazioni
    il catetere fa l’infusione ma non riesce a scaricare il liquido dializzante
    cosa può essere successo? dicono i medici che probabilmente dovrà andare in sala operatoria per rivedere il catetere però ad ora non sanno neanche loro cosa possa essere accaduto!grazie per la risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non sono in grado di fare ipotesi.

  9. Anonimo

    io faccio dialisi da un anno e mi trovo bene e quella peritonale la faccio di notte

    1. Anonimo

      Ma funziona? ?

    2. Anonimo

      Certo che funziona! Chiaramente non è adatta a tutti i casi, ma se ti è stata consigliata dal nefrologo, dopo un piccolo addestramento funziona benissimo.

  10. Anonimo

    M lei risponde sempre solo che non sa niente e non e il suo campo.ma allora eviti.xche le risposte che da non servono gran che.una dializzata che ne sa di certi piu di lei

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lei ha perfettamente ragione, ma mi sembra educato segnalare quando non sono in grado di dare una risposta in modo da evitare al lettore una continua verifica della pagina in attesa di un intervento che non arriverebbe.

      Anche per ovviare alle mie limitate conoscenze in alcuni campi, segnalo che fanno ora parte dello staff del sito anche due medici, che mi permetteranno di offrire un servizio migliore.

      Grazie mille per la sua critica che, molto più dei complimenti, mi aiuta a capire dove poter migliorare.