1. Anonimo

    Buon giorno Dr. Cimurro.

    La ringrazio per la sua gentile e celere risposta.
    Mi potrebbe cortesemente indicare qualcuno al quale posso fare questa domanda?
    Sa perchè? Da bambino mi ricordo bene…ero appena rientrato dalla sala operatoria ed ero sul dormivegkia come si dice 🙂
    Sentii mio padre che parlava con il medico appunto delle anestesie, e ricordo che ad un certo punto il medico disse che tutte queste anestesie quando sarei stato piu grande avrebbero inciso sul mio sistema nervoso.
    Non è che sono un diventato una macchina che genera elettricitâ ma mi accorgo per il lavoro che faccio non riesco a controllare il mio nervosismo.

    Sarebbe troppo lunga a spiegare ma in due parole ancora proverò..
    Sono un musicista e gia da tempo non riesco piu a concentrarmi quando suono davanti al pubblico e ho tanta paura di sbagliare, e questo chiaramente avviene, piu avviene e piu mi innervosisco. È un cane che si morde la coda..Tempo fa non era così..

    Premetto anche che non suono m usica di altri ma la mia musica e dovrebbe essere piu semplice…

    La ringrazio di una sua (di nuovo) risposta

    Saluti da Zurigo Giamp 🙂

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso è solo un po’ d’ansia da prestazione, ma condivido con lei il desiderio di andare a fondo del problema esplorandone tutte le possibili cause; sul sito medicitalia.it può trovare specialisti in grado di rispondere in modo più concreto ai suoi dubbi.
      Eventualmente mi faccia sapere se scopre qualcosa, anche per me sarebbe tutta esperienza in più.

  2. Anonimo

    Grazie Dr. Cimurro per la sua gentilissima risposta e per l’indicazione che mi ha dato.
    Proverò senzaltro ad informarmi e di preoccuparmiappena che so qualcosa in piu di informarla.

    Grazie di nuovo e le auguro una buona serata..

    Giamp 🙂

  3. Anonimo

    Volevo sapere i rischi di ciecita` o danni nervosi, da cosa sono causati? Non ho capito come la posizione puo` provocare ciecita` o altre complicazioni nervose?
    Io dovrei essereoperato allo sterno per Pectus excavatum e volevo sapere se c’era qualche rischio del genere.. (avviene in anestesia totale e la durata dovrebbe essere di circa 1 ora)
    Grazie in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non dovrebbe subire questo tipo di rischio, ma lo chieda anche all’anestesista.

  4. Anonimo

    Salve ma esattamente cosa c’è nell’anestesia generale? E leggendo la pagina sull’anestesia ho letto che bisogna informare il medico di allergie conosciute o altro, e se il paziente non ha mai effettuato esami per sapere se soffre di allergie o meno ma non hai mai avuto precedenti di allergie dovute a farmaci o cibo o altro e necessita di un intervento chirurgico immediato, il medico lo avvertità dei possibili rischi allergenici? o eseguirà un test?.. ma sembra un po’ utopica come idea

    Altra domanda : dentro i sonniferi che sono sedativi in qualche modo, c’è qualche ingrediente simile a quelli dell’anestesia ? solo una mia stupida curiosità …grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Le sostanze usate sono più d’una, a seconda dei casi ().
      2. Si segnalano ovviamente solo le allergie conosciute.
      3. No, le sostanze sono diverse perchè devono avere azione diversa per profondità e tempi di azione.

  5. Anonimo

    salve dottore volevo sapere dopo quanto tempo mi posso mettere alla guida dopo aver subito un anestesia generale x intervento alle colecisti? grazie buona giornata

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Relativamente all’anestesia praticamente appena se la sente, ma senta il chirurgo per valutare l’eventuale convalescenza di qualche giorno per la ferita.

  6. Anonimo

    mio padre si e operato alla prostata anno fatto l ´anestesia a potuto provocare questa amnesia lui a 84 anni quasi come mai, ritorna di nuovo come prima.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi perdoni, ma non credo di aver capito.

  7. Anonimo

    salve,
    piu o meno sei anni fà sono stato sottoposto a una operazione con anestesia totale durata 4 ore.
    l operazione era rinoplastica e settoplastica.dopo poco meno di una settimana ho avuto delle allucinazioni che hanno comportato a un ricovero in psichiatria.dopo sei anni ancora sono in cura di psicofarmaci.
    non ho assunto nessun tipo di droga e ne ho bevuto alcol prima dell operazione.volevo sapere se l anestesia può indurre ad allucinazioni…
    grazie, cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non sono assolutamente abbastanza competente in materia per poterle dare una risposta certa, ma mi sembra sia passato troppo tempo per pensare che possa essere stata l’anestesia.
      I medici che eventualmente ha interpellato cosa ne pensano?

    2. Anonimo

      il mio psichiatra nega che la causa sia l anestesia,ma ho fatto una piccola ricerca e ho letto che esistono allucinazioni post-operatorie dovute all anestesia e se l allucinazioni sono permanenti di riferire un psichiatra per una terapia. ma la cosa mi sembra ingiusta.grazie, cordiali saluti

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quello cui fa riferimento è probabilmente il delirio post-operatorio, ma in genere che io sappia è molto più frequente nell’anziano e tende a regredire a breve-medio termine; potrebbe in ogni caso essere interessante sentire l’opinione di un anestesista.

  8. Anonimo

    buongiorno volevo chiederle tra pochi giorni dovro’fare l’intervento in anestesia generale x asportazione coliciste….peso 110kg il peso puo’provocare problemi durante e dopo l’operazione……la ringrazio anticipatamente x la sua risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ sicuramente un aspetto che verrà tenuto in forte considerazione dall’anestesista; quanto è alto?

  9. Anonimo

    salve, io devo fare un intervento di chirurgia plastica x correggere un’asimmetria del seno.. Siccome è il primo intervento in 20anni di vita sono molta agitata.. Non ho mai avuto problemi di salute né eventuali allergie a farmaci e alimenti.. Però l’anestesia generale mi fa paura!

  10. Anonimo

    Una signora di 78 anni ha fatto un intervento al seno per spostare una protesi . Dopo circa 15 giorni le viene febbre, disidratazione e stanchezza. Viene portata all’ospedale e subito trasferita al reparto di terapia intensiva. Si esclude polmonite, un rene non funziona piu’, gli altri organi di conseguenza hanno sofferto e la signora viene poi intubata poiche’ fatica a respirare autonomamente. La mia domanda e’ questa: potrebbe essere che la causa scatenante possa essere una dose massiccia di anestesia o antidolorifici in sala operatoria?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non conosco a fondo il campo, a mio parere l’anestesia viene sempre vista come la causa di tutti i mali e molto spesso non è così; effettivamente tutto fa pensare che ci sia una connessione con l’intervento, ma tutto sommato non credo che sia causato dall’anestesia.
      Sugli antidolorifici sarebbe da valutare cosa è stato usato, ma sopratutto sarebbe interessante sapere la condizione del rene prima dell’intervento.

    2. Anonimo

      Il rene effettivamente non era del tutto sano, comunque sia, ora non ha piu’ importanza poiche’ la signora in
      questione, nonche’ mia mamma e’ deceduta questa notte causa mi dicono: setticemia. La ringrazio comunque per la disponibilita’.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Le faccio le mie più sincere condoglianze e mi dispiace davvero non essere stato in grado di fare di più.

    4. Anonimo

      grazie