Per dormire (bene), come fare? Ecco i rimedi e i trucchi che devi conoscere

Ultimo Aggiornamento: 106 giorni

Introduzione

Svegliarsi notte dopo notte, dopo poche ore di sonno sonno. Aver problemi ad addormentarsi. O anche svegliarsi con la sensazione di non aver mai dormito.

Questi sono i sintomi più comuni dell’insonnia, anche se poi possono esserci differenze più o meno spiccate da un caso all’altro.

Molte persone con problemi di insonnia fanno fatica ad addormentarsi e, se impiegate più di 20 minuti per addormentarvi ogni notte, è possibile che ne soffriate anche voi.

In altri casi ci si addormenta nel momento in cui la testa si appoggia sul cuscino, ma potrebbe non essere sufficiente la quantità del sonno, oppure la qualità; per le persone abbastanza fortunate da riuscire ad addormentarsi, ce ne sono molte che non sono in grado mantenere il sonno per il numero di ore necessario a sentirsi riposate il giorno dopo (in genere per un adulto le ore di sonno consigliate sono 7-8 per notte).

L’insonnia può anche causare sensazioni di stanchezza durante il giorno; in alcuni casi il sonno è più o meno costante per tutta la notte, ma al risveglio si ha la sensazione di non essersi comunque riposati a sufficiente.

Tutte queste situazioni sono in grado di causare numerosi altri sintomi, tra cui ansia, irritabilità e frustrazione.

La depressione e l’ansia in particolare sono delle malattie di per sé, ma spesso possono accompagnare l’insonnia:

  • se non si dorme bene potrebbe essere perché si soffre di depressione,
  • ma l’insonnia può anche causare depressione.

L’insonnia colpisce in modo drammatico l’intero organismo, rendendolo più suscettibile allo sviluppo di malattie croniche e/o sistemiche: avere difficoltà a dormire può significare per esempio prendere raffreddori più spesso, oppure andare incontro a un peggioramento dei sintomi di malattie già in corso (come artrite o fibromialgia).

La difficoltà più grande cui si va incontro quando non si riesce a dormire adeguatamente è tuttavia il sentirsi stanchi durante il giorno, che si traduce in:

  • difficoltà a concentrarsi,
  • difficoltà di attenzione,
  • sonnolenza nei momenti meno opportuni (per esempio alla guida).

Rimedi per dormire bene

La base per dormire adeguatamente è un ambiente adatto al riposo; la camera da letto deve essere:

  • usata solo per riposare o avere rapporti sessuali (questo serve a impostare una sorta di condizionamento positivo); vietati quindi televisione, spuntini a letto, …
  • buia, quando non fosse possibile si può ricorrere all’uso della mascherina,
  • silenziosa, quando non fosse possibile si può ricorrere all’uso di tappi o generatori di rumore bianco (ventilatore, radio non sintonizzata, …),
  • fresca,
  • dotata di un materasso e di un cuscino comodi.

Altrettanto importanti, quanto troppo spesso sottovalutati, sono i seguenti punti:

  • rilassarsi a partire già da un’ora prima di coricarsi, per esempio con un bagno caldo o leggendo un libro (è importante istituire una sorta di routine da mantenere sera per sera),
  • andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora,
  • una volta nel letto evitare di fissare continuamente l’orologio, che in questi casi diventa una forte sorgente di ansia,
  • se dopo 20 minuti che si è nel letto non ci si fosse ancora addormentati è consigliabile alzarsi e dedicarsi a un’attività rilassante, per poi tornare a letto solo quando compare sonno,
  • praticare attività fisica durante il giorno, ma non nelle ore serali,
  • evitare pasti serali troppo abbondanti e non andare a dormire durante la digestione (nelle 2-3 ore dopo la cena),
  • evitare caffeina, nicotina e alcolici nelle ore serali,
  • evitare l’uso di strumenti elettronici prima di andare a dormire, in quanto la luce emessa può alterare i ritmi circadiani del sonno,
  • evitare riposini durante il giorno, soprattutto se più lunghi di 10-15 minuti e dal tardo pomeriggio in poi.

Quando contattare il medico

Si raccomanda di rivolgersi al medico se:

  • i consigli dati in precedenza non hanno funzionato,
  • le difficoltà persistono per/da diversi mesi,
  • l’insonnia influisce sull’attività diurna, rendendo difficile lo svolgimento delle normali attività.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Dottore, sono un ragazzo di 22 anni. Da più di un mese ormai soffro di insonnia. Non prendo sonno fino anche alle 7 del mattino, poi a fatica mi addormento e dormo fino al tardo pomeriggio. Può immaginare i gravi effetti negativi sulla mia vita universitaria e sociale. Cosa potrei fare? Una mia amica mi ha consigliato la melatonina, dice che è meno impegnativa rispetto ad altri farmaci. Lei cosa mi consiglia? Apprezzerei molto un suo parare, Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci o integratori; la invito a parlarne con il medico, ma credo che sarebbe importante invertire il ritmo acquisito, evitando quindi di dormire mattino e primo pomeriggio per arrivare alla sera con sonno.

  2. Anonimo

    Buon giorno dottore, ci siamo sentiti nelle conversazioni precedenti, volevo chiederle ,questa notte ,nell’attesa dell’orario di prendere le 5 gocce di en ,mi sono addormentato,e ho saltato la cura, le ho prese in mattinata,la notte e andato con poche ore specie quando mi sono ricordato di non aver preso le gocce,pensa che scombussolato la cura?

    1. Anonimo

      L ringrazio dottore, mi consiglia di recuperare un po di sonno in pomeriggio, o lascio stare il normale ritmo cioè la sera nuovamente?

    2. Anonimo

      Grazie dottoressa, la mia era solo paura di aver saltato di colpo la terapia ,che dovevo fare la sera prima di dormire,per dimenticanza,pensando di aver alterato l’andamento ,ed avere problemi a ricominciare come prima,ma dai vostri consigli adesso sono più tranquillo. Volevo chiederle in questo periodo sto assumendo per il naso chiuso da raffreddore viks sinex sprai nasale ,posso usarlo con l’assunzione di en gocce ,essendo un altro farmaco? Grazie per l’attenzione!!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessun problema, ma non più di 7 giorni come tutti gli spray decongestionanti.

    4. Anonimo

      Buon giorno dottore, ci siamo sentiti nelle conversazioni precedenti ,qualche settimana fa, lo spray decongestionante lo usato e superato il termine dei giorni da usare,il naso chiuso mi dà ancora piccoli problemi, cosa mi consiglia? Grazie dott

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Se la congestione è data da una recente influenza o comunque sindrome da raffreddamento potrebbe optare per altre terapie, aerosol per esempio; in altro caso dipende dalla causa, se ne soffre da tempo sarebbe utile farsi valutare da un otorinolaringoiatra; comunque non continui con lo spray perché alla lunga causa l’effetto contrario, perdendo efficacia e creando problemi alla mucosa nasale.

    6. Anonimo

      Grazie dottoressa ,non soffro da tempo,solo in questi periodi,provero con gli areosol,questa mattina mi sono svegliato con un dolore al collo che sembrava cervicale,ho messo una pomata momento gel ,e mi sento meglio, seguo anche una cura di en gocce a piccole dosi cioe5 gocce al mattino e 5 alla sera,che va benissimo,solo in questi giorni di raffreddore o qualche problemino e mi sveglio per colpa del naso chiuso durante la notte ma non altera eccessivamente le ore di sonno, mi consiglia di chiamare il mio medico?grazie dottoressa.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se il sintomo persistesse nei prossimi giorni sì, lo senta, ma per ora sembra solo un malanno di stagione.

    8. Anonimo

      Grazie Dott Cimurro,sempre gentilissimo,volevo chiederle ,questo prolungamento di naso chiuso,può dipendere dal fatto che sul lavoro sono costretto ad avere sbalzi di temperatura, da caldo. ,a freddo.? lo stesso può incidere sul raffreddore da naso chiuso? Per quanto riguarda la gola non ho nessuna infiammazione, solo qualche volta mi risale un po di catarro senza sentire infiammazione.

    9. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, può essere che fatichi un po’ di più del normale a risolvere.

  3. Anonimo

    Buon giorno dottore, ci siamo sentiti nelle conversazioni precedenti ,volevo chiederle ,la mia cura di 5 gocce di en la mattina e 5 la sera mi da soddisfazioni e dormo le 5 ,6 ore la notte,secondo lei a differenza del mio dottore che mi disse 10 al mattino e 10 alla sera per tre mesi,devo rivalutare ,nel senso aumentare la dose o continuo cosi? Secondo lei ci metterò più tempi a guarire con una dose ridotta da me? La ringrazio dottore.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In generale sarebbe corretto attenersi alle dosi prescritte e valutare con il medico eventuali correzioni; nel suo caso sembra tutto OK con le attuali dosi, ma farei comunque il punto (telefonico) con il suo medico per il suo parere (nessuno meglio di lui conosce il suo caso specifico).

    2. Anonimo

      La ringraziò dottore,io quando gli dissi al mio medico che le gocce portano dipendenza ,mi disse di non ascoltare nessuno,che dopo il periodo avremmo scalato gradualmente di una goccia per volta,secondo me se ne prendevo di meno sarebbe stato più facile uscirne fuori,ecco perche ho fatto di testa mia.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Talvolta sottodosare i farmaci può essere peggio che non prenderli, quindi è sempre preferibile attenersi alle indicazioni ricevute.

    4. Anonimo

      Capisco dottore,io non sono nel campo medico, ma penso ,che il suo riferimento può essere per medicinali che curano gravi patologie ,come il cuore,ecc,ma lansiolitico e per una grave patologia? So che è sempre un medicinale,mi scusi per la domanda ignorante Che le hi fatto,cosa ne pensa dottore?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Vale per tutti i farmaci.
      Non dico che sia il suo caso, ma se per esempio stesse assumendo una dose troppo bassa per le sue esigenze potrebbe andare incontro a un peggioramento dovuto al tempo perso.
      Ripeto, non sto dicendo che sia il suo caso, ma spero che l’esempio sia chiaro.

    6. Anonimo

      Chiarissimo dottore ,la ringrazio ,per la sua cortesia e professionalità.

  4. Anonimo

    Buona sera,dottore,sono un ragazzo di 38 anni,con figli,lavoro stressante in fabbrica,,ma tutto sommato,cose comuni di tutte le persone,da un paio di mesi,ho cominciato ad avvertire ansia, come. Lunghe file al barbiere,1 volta con mia madre ad un ipermercato,sono corso veloce a fare una camomilla al bar perche una paura di sentirmi male mi aveva assalito,ecc,ma la cosa che mi preoccupa che la notte ,sempre da questi iniziò che le ho elencato,ho cominciato a dormire poco, dalle 3 a 4 ore,dandomi,problemi sul lavoro,,senso di stanchezza,intontimento,ecc,il mio medico curante mi a vietato il caffè, e prescritto en gocce, io non seguo il suo ordine di prescrizione perche ho paura degli effetti del farmaco, ne prendo 5 la sera ,e 5 al mattino,il mio Dott invece 10 al mattino e 10 la sera,,secondo lei ,il fatto che mi a dato subiti en gocce,senza preoccuparsi di fare esami, o supporre che sia altro da cui dipende la mia ansia,,posso essere tranquillo di questa cura? Io fumo anche e il dottore lo sa, mi a detto di prendere en per 3 mesi 10 alla sera e 10 al mattino .la ringrazio dottore dell attenzione e spero una sua risposta!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può stare tranquillissimo e seguire con fiducia la prescrizione medica.

    2. Anonimo

      Dottore la ringrazio infinitamente ,per la sua risposta, io e la prima volta che scrivo qui ,su questo sito,e devo dire che avere un conforto come questo,dove sfogare i propri problemi,con una persona competente,è il massimo che si può cercare!!! Volevo solo chiederle una cosa,da quando mi e capitata questansia, accompagnata. Da insonnia, i mie pensieri vagano ,e penso di avere qualcosa di grave ,come altre malattie incurabili,ecc tutto questo perché e la prima volta che prendo ansiolitici ,e il pensiero,mi fa credere di essere malato! Come posso fare per distrarmi,specie la notte quando il sonno e disturbato, le ore di sonno non sono soddisfacenti,? Volevo chiederle anche,visto che il dottore mi a vietato il caffè, e questo mi porta anche ad avere delle giornate come un sonnambulo!!! Sul lavoro, cosa posso prendere per sostituire il caffè ,ed avere una piccola carica inferiore a quello che da il caffè,senza mettere a rischio la cura degli ansiolitici? La ringrazio ancora dottore!!

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, anch’io concordo con la prescrizione piena dell’ansiolitico, non si faccia troppi problemi sui possibili effetti, intanto segua la terapia, se dovesse avere dei disturbi lo segnali al medico; eviterei le sostanze eccitanti, quali caffè e tè come consigliatole, può provare qualcosa di naturale, chieda consiglio al suo medico per evitare di assumere sostanze che possano interferire con la terapia prescritta.

    4. Anonimo

      La ringrazio ,dottoressa! Mi è stato molto utile confrontarmi con i vostri consigli ,la terrò aggiornata,buona Domenica!!

    5. Anonimo

      Dottore ,sono sempre io ragazzo di 38 anni,volevo chiederle aver perso peso in questo periodo di ansia e normale?lei crede che con la cura di en gocce riuscirò ad uscirne fuori? Grazie per l,attenzione.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, perchè sicuramente ha mangiato meno.
      Sì, ne uscirà sicuramente, ma è importante essere ottimisti e metterci anche volontà.

    7. Anonimo

      La ringrazio dottore,io ero in sovrappeso prima di avere l ansia , sono alto 186 x 96 kg adesso sono sceso a 90 ,prefetto che o una pancetta, che adesso la sento meno gonfia,ho lasciato le abitudini del mattino cappuccino e cornetti al bar,caffè non ne prendo da 2 mesi quasi, volevo chiederle in base agli elementi che le ho dato ,quale sarebbe il mio peso forma giusto? La ringraziò dottore,e spero di non darle fastidio chiedendo questo!!

    8. Anonimo

      Penso,di essere sovrappeso,il test non indica l’età, ma fa una media!! Lei dottore conferma? Grazie sempre per ogni suo intervento!

    9. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si dalle informazioni date lei ha un BMI di 26 per cui è leggermente in sovrappeso. Saluti

    10. Anonimo

      La ringrazio dottore,volevo chiederle,questo sovrappeso ,può influire sullo stato d’ansia, che mi abbatte? Come insonnia, ecc,se non chiedo molto,dottore qualche consiglio su l’alimentazione, senza la bevanda caffè.grazie per la sua disponibilità di cuore.

    11. Anonimo

      Grazie,dottore, questo e-book,mi e stato molto utile, e anche dalle precedenti conversazioni ,ho potuto trarre molto profiquo,per quanto riguarda il farmaco perescitto per la mia cura ,cioè en gocce, volevo chiederle ,ma anche a bassi dosaggi come 5 gocce la sera ,e 5 gocce al mattino può dare dipendenza se usato a lungo?

    12. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Sono dosi veramente basse che difficilmente possono dare problemi simili. saluti

    13. Anonimo

      Buon giorno dottore,ci siamo sentirti qualche settimana fa sono il ragazzo delle precedenti conversazioni, volevo chiederle,facendo questa cura di en gocce, 5 al mattino, e 5 alla sera ,e andata benino,pero quando affronto qualche giornata un po più stressante ,nonostante la. dose mi sento appena ansioso al momento di iniziare la giornata lavorativa,ma poi passa, posso prendere a distanza di tempo dopo le 5 gocce di en una camomilla? Solo quando mi accorgo che ce ancora un po di ansia? La ringrazio e spero di sentirla. Dottore!!

    14. Anonimo

      Grazie dottore, per la tempestività della sua risposta! Volevo chiederle ,quale il modo giusto per assumere le en gocce ? Le spiego ,io mi alzo ala mattino alle 6 alle sei e mezzo faccio colazione con latte orzo e biscotti integrali ,alle 7,30 inizio a lavorare quindi io alle 7 prendo le 5 gocce,e giusto procedere con questi tempi? Poi la sera le prendo alle 10,30 prima di dormire, non ho un sonno da favola pero 5 ,o sei ore dormo,

    15. Anonimo

      Grazie dottore, volevo chiederle, lei ha avuto altre esperienze con persone che prendono questo ansiolitico ? Come vede la cosa? Nel senso en gocce ,e usato da un pubblico di grande maggioranza,o ci sono altri ansiolitici migliori, sono tutti uguali? Vorrei qualche parere da lei su questo farmaco en.la ringrazio dottore.

    16. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È molto usato e va benissimo, al limite potrebbe valutare di associare un supporto psicoterapico.

    17. Anonimo

      La ringrazio dottore,ma devo eliminare il medico curante? Perche sono solo con lui che sto affrontato la cura. O devo chiedere il parere del mio medico?

    18. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Continui a seguirne con fiducia le indicazioni e valuti CON lui se possa essere utile affiancare un percorso psicoterapico.

    19. Anonimo

      La ringrazio dottore, per la sua cortesia ,e ottima prospettiva di fiducia che mi da,spero di non aver bisogno di un psicologo,e di uscirne quanto prima possibile, tutto dipende da me ,e dalla forza di volontà, e anche su qualcuno su cui contare nel bisogno come lei,grazie ancora.

La sezione commenti è attualmente chiusa.