Curare l’influenza: alcuni consigli dall’Istituto Superiore di Sanità

Ultimo Aggiornamento: 83 giorni

Un vecchio  pubblicato dall’ propone diverse interessanti linee guida per la cura dell’influenza, attuali ancora oggi a distanza di qualche anno dalla prima stesura; la volontà di fornire questi consigli al pubblico nasceva probabilmente dalle previsioni di diffusione relative all’influenza e dalla scarsa adesione ai piani vaccinali, fenomeno tristemente reale ancora oggi.

Il primo punto importante espresso dal testo è sottolineare come l’influenza si concluda generalmente con una guarigione spontanea, che non richiederebbe quindi alcun tipo di intervento farmacologico. I farmaci cosidetti antinfluenzali sono quindi molto utili a ridurre intensità e durata dei sintomi più fastidiosi, ma non sono indispensabili a modificare l’esito della malattia.

Per la cura dell’adulto sono consigliati antinfiammatori e antidolorifici come

  • paracetamolo (Tachipirina, Efferalgan, Acetamol, Cebion Febbre e Dolore, Tachifludec…),
  • ibuprofene (Moment, Nurofen Influenza e Raffreddore, Vicks Flu-Action),

mentre non si dovrebbero più usare farmaci a base di diclofenac () a causa di possibili aumenti del rischio epatico e cardiovascolare.

Si tratta di farmaci antipiretici e, paracetamolo a parte, antinfiammatori, utili al controllo della febbre e del senso di ossa rotte e dolore diffuso; gli antinfiammatori sono poi utili in caso di mal di gola.

Discorso a parte viene invece fatto per il trattamento dei bambini: assolutamente da evitare l’uso dell’aspirina, risultano invece utili gli stessi principi attivi consigliati in precedenza, come paracetamolo (Tachipirina, Efferalgan) o ibuprofene (Antalfebal, Nurofen, MomentKid, …): mai contemporaneamente a meno che non venga espressamente consigliato dal pediatra e, preferibilmente, sotto forma di sciroppo/gocce per poter personalizzare la dose in base al peso del bambino.

Assolutamente da evitare l’utilizzo sui bambini di farmaci per adulti, anche in seguito ad aggiustamento della dose; sono numerosi i casi di effetti collaterali riscontrati negli ultimi anni connessi a questo genere di uso improprio.

Nel caso di donne in gravidanza si raccomanda di fare riferimento al ginecologo, in quanto considerati soggetti ; il paracetamolo in gravidanza è in genere considerato sicuro, ma si raccomanda di attenersi alle dose indicate dallo specialista.

Viene infine ribadita l’inutilità ed i rischi connessi ad un uso improprio degli antibiotici con l’influenza; solo il medico od il pediatra possono valutare il rischio o l’instaurarsi di sovrainfezioni batteriche e procedere quindi alla prescrizione di una cura antibiotica.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno questa mattina mi fa male una parte della gola e deglutisco con dolore ho stanchezza e giramenti di testa in piedi .. che posso prendere ?

  2. Anonimo

    Buona sera dottore, ho una bimba di 2 anni e mezzo ed il 21 di questo mese ha iniziato l’asilo…bhe da subito si sono visti gli effetti, già in prima serranda gli ho fatto aereosol con broncovaleas xche aveva un leggero broncospasmo, sembrava tutto passato, è andata 4 giorni e di nuovo tosse febbre e raffreddore ( è piena di catarro) la cosa strana è che la febbre da ormai 5/6 giorni è 37,2 /37,5….ho tel gia qualche giorno fa alla pediatra, ma mi ha detto di aspettare, e stare a vedere. xche con la tosse ed il raffreddore una febbricola ci può stare….secondo lei devo farmi risentire con la pediatra???
    grazie mille.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Aspetterei come le ha consigliato ancora qualche giorno.

    2. Anonimo

      Salve dottore, sono ancora io, come mi ha consigliato ho atteso x chiamare la mia pediatra, e nella giornata di ieri la febbricola non c’è stata.
      La tosse xro non è migliorata, giovedì scorso era secca e stizzosa, in seguito si è maturata ed ingrassata negli ultimi 2 giorni è ritornata secca e stizzosa, la bambina non riesce a dormire ne a mangiare xche è un continuo tossire, cosa mi può consigliare di fare???
      grazie dottore.

    3. Anonimo

      No, non ho nessun apparecchio, con l’altro figlio lo usavo ma ne risentita la mia schiena. …potrei farle delle docce x farle respirare il vapore???provare con il miele??può essere utile??
      secondo lei non c’è bisogno del pediatra x questa tosse insistente??

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, umidificare l’aria potrebbe aiutare, così come il miele; se non migliorasse valuti un sedativo con il pediatra.

  3. Anonimo

    Salve Dott. ho influenza di 2 settimane con la febbre 37-38.5 prendo 2 tachipirine al giorno ,non capisco ,perché non mi pasa..sara di preocuparmi …………..grazie

  4. Anonimo

    beh ovviamente ne parlerei con il mio medico prima, mi chiedevo solo se per la febbre esistono solo aspirina e paracetamolo o ci sono anche altre alternative. Comunque lungi da me chiedere domande a cui non puo rispondere o contravvenire alle regole del sito quindi me ne scuso.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi assolutamente, è solo una precauzione di sicurezza.
      Le confermo comunque che ci sono alternative.

  5. Anonimo

    Buongiorno Dott. ,torno ad approfittare dei suoi preziosi e solerti consigli per chiederle delle info. Avendo un acufene ,in caso di influenza non posso prendere l aspirina ( l otorino mi disse che poteva peggiorarmi l acufene ) ma, al tempo stesso, il paracetamolo mi porta o meglio aumenta le vertigini ( non legate all acufene ma a problemi di colpo di frusta e danni cervicali ). Escludendo questi due tipi di farmaci, cosa altro resta da poter assumeren in caso di febbre o influenza? Avevo pensato alla novalgina ma nno l ho mai provata. Non ho influenza al momento ,ma vorrei tenere a portata di mano un farmaco appropriato ,data l approssimarsi della stagione invernale. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere o suggerire farmaci.

  6. Anonimo

    Buongiorno… Avantieri ho contratto un mal di gola, forse per uno sbalzo, e forse anche raffreddore perché ieri il mal di gola si é accentuato e mi è aumentato il muco. Ieri era veramente insopportabile e quindi mi sono recato alla guardia medica e mi hanno detto di prendere oki. Stamane mi sono alzato molto meglio: infatti il mal di gola é quasi scomparso, però persiste il muco che ho eliminato abbondantemente stamattina al risveglio e era tutto giallo. Ora, invece, quando mi soffio, la maggior parte é trasparente , ma ha anche alcune parti gialle. Avendo avuto una brutta esperienza col muco giallo ad aprile ( ho contratto un mal di gola probabilmente batterico, poiché avevo febbre alta e non passava. Andai dall’otorino e disse che avevo una rinofaringite mucopurulenta acuta… Un raffreddore curato male), lascio trascorrere qualche giorno in modo che probabilmente vada via o devo prendere qualcosa per eliminarlo? Se aspetto ho paura di contrarre ancora la rinofaringite. Cosa mi consiglia di fare lei? Grazie!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Continui come le ha suggerito la guardia medica e proceda a lavaggi nasali con acqua fisiologica 2-3 volte al giorno.

    2. Anonimo

      Stasera prendo l’ultimo oki, perché il mal di gola é praticamente quasi svanito… Seguirò il suo consiglio per quanto riguarda gli sciacqui nasali. Grazie mille!

    1. Anonimo

      Salve dottore , mi trovo a scriverle nuovamente xche dopo il suo consiglio ho voluto fare ugualmente di testa mia e vedere se riuscivo a evitare un’antibiotico a mio figlio, è stat bene fino ad oggi pomeriggio fino a qualche ora fà quando la febbre è salita a 38!
      Le chiedo scusa x non averla ascoltata, e le chiedo nuovamente un suo prezzioso consiglio, io tengo in fricorifero l’antibiotico iniziato domenica, cosa dice inizio nuovamente la somministrazione? o meglio se sento la pediatra domani?POSSO UTILIZARE L’ANTIBIOTICO SE CONSERVATO IN FRIGORIFERO X 5 GIORNI?
      La ringrazio e mi scuso nuovamente.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non deve chiedermi scusa, io cerco di fare del mio meglio per rispondere, ma poi ogni persona ha il sacrosanto diritto di agire in libertà; senta domani la pediatra su come proseguire la cura.

      Se vuole dirmi il nome dell’antibiotico posso però dirle la durata del farmaco in frigo.

    3. Anonimo

      Certo, lei ha ragione, ma bisognerebbe ascoltare chi ne sa di più….l’antibiotico è lo Zimox, lei pensa ci sia una recidivante sulla comparsa dopo quasi 5 giorni dallo scorso eppisodio? o qualcosa d’altro?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Era sufficiente a temperatura ambiente, ma purtroppo dura solo sette giorni una volta ricostituito.

  7. Anonimo

    Salve dottore, vorrei chiederle un consiglio, mio figlio di 13 mesi con questo tempi si e’ preso un fortissimo raffreddore, da quello si sono contagiati gli occhietti, e ha avuto 4 giorni e mezzo di febbre molto alta, la pediatra mi aveva detto che dopo il 4 giorno avessi iniziato con l’ antibiotico, e cosi ho fatto iniziando ieri sera! questa notte e questa mattina la febbre non ce’, allora mi sto chiedendo se e’ davvero necessario dare l’antibiotico??? se lo sospendo dopo una somministrazione ci sono problemi?? xche sarebbe quello che vorrei fare! cosa mi consiglia lei?

    1. Anonimo

      due….due dosi…..tutti mi dicono che sono pazza, che tra qualche giorno la febbre ritornera’…ad ora la febbre non è più comparsa! mi dispiacerebbe dargli dei degli antibiotici senza motivo…..mi dia una sua parola xfavore

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dopo due dosi potrebbe già essere stato l’antibiotico ad agire quindi, a meno che non sia espressamente il pediatra a dirle di sospendere, meglio finire il ciclo.

  8. Anonimo

    Salve dottore, le volevo chiedere un’ informazione, ho una bambina di 10 mesi, con la famiglia volevamo fare una gita in montagna, ma so che i bambini piccoli non possono salire ad alte quote, mi potrebbe delucidare su che quote possiamo restare?
    la ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta anche il pediatra, ma con 10 mesi non dovrebbero più esserci grandi problemi, avendo magari cura di salire gradualmente e con qualche pausa.

  9. Anonimo

    buona sera
    ho una bimba di due anni.
    mercoledì pomeriggio presentava febbre a 39, usata tachipirina, risalita a 38 prima del sonno, ridata tachipirina. Giovedi’ tutta la mattina 38, dalle 16 di giovedi’ NO febbre. Da quel momento rimane sempre sfebbrata , sino a stasera ore 21 che ripresenta 38 . Presente naso che cola. No tosse. Mangia praticamente come sempre. Tocco le orecchie ma lei non lamenta nulla. Nella giornata di oggi e’ andata di corpo almeno 4 volte, tendenti al liquido. Nonostante il periodo di NON febbre, puo’ essere che l’ipotetico virus sia ancora in circolo? Pensavo che passata la febbre volesse dire passato tutto….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ritengo che sia influenza stagionale, sembra più una forma parainfluenzale.

  10. Anonimo

    Salve,sono madre di tre figli e c è sempre da imparare….volevo suggerire cm cremina da irritazione di pannoli :in una ciotola mettete del borotalco e dell’olio EVO.Extravergineoliva.Portate i due ingredienti ad una densità di una cremina.È miracolosa ed economica ,ma sopratutto naturale.

  11. Anonimo

    Buon giorno dott.re, ho una bimba di quasi 1 anno che non riesco a far dormire la notte…le spuego, da quando ha 4/5 mesi anno cominciato i raffreddori, di seguito le otiti, l’influenza, insomma e’ sempre stata un po’ assalita da agenti esterni.
    in quel periodo non aveva molto appetito, e con la pediatra abbiamo accirdato di spostare un po piu’ avanti anche lo svezzamento, che abbiamo ora inserito senza difficolta’!
    al bilancio del 9 mese la pediatra giustamente mi ha detto che non e’ cresciuta bene, ma e’ stata obbiettiva nel dire che non poteva fare meglio visto il periodo di malanni appena passato, ho spiegato anche a lei che non riesco a farla dormire di notte, lei si sveglia anche ogni mezzora,e si beve 2 anche 3 bibe di latte da 180/210 ml! la pediatra mi ha consigliato di toglierle il latte poco x volta!
    cosi sto provando a fare da ormai 2 mesi, ma lei quando si sveglia strilla disperata, sono ricorsa a portarla anche sul lettone con me’, rischiando di darle altri vizzi, ma niente strilla……fino a quando arriva il bibe, poi si calma e dorme…..io non so piu’ cosa fare x avere una notte tranquilla! la prego mi consigli lei qualche cosa, grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sono quasi nella sua stessa identica situazione e l’indicazione della pediatra è corretta; ha già provato ad offrirle il biberon alla sera subito prima di andare a dormire?

    2. Anonimo

      Mamma mia…..allora mi consolo, non sono l’unica, ne stavo facendo una colpa genitoriale……il bibe prima di andare a lette glieli carico anche con un biscottino, ma…..punto a capo……vorra’ dire che ci armeremmo di tanta pazienza…..
      Arrivederci e grazie.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo, nonostante io e pediatra non volessimo, anche mia moglie ha provato con il biscotto granulato ma non è cambiato nulla.

    4. Anonimo

      Questa situazione ora mi fa sorridere, stringa la mano a sua moglie da parte mia e le dica che la capisco……intanto teniamo duro….ho scoppiamo noi, o prima o dopo si stancheranno! ” speriamo”.

    5. Anonimo

      Salve dottore come sta procedendo la notte in casa vostra? x quel che mi riguarda sono ritornata a darle il pasto notturno, almeno 2/3ore le dorme filate! oggi xro’ sono a chiederle un’altra cosa, mia figlia ha iniziato a camminare, diciamo che tenuta x mano e’ una freccia, ma ho vistoche il piedino destro lo ruota all’interno della gambina, secondo lei meglio se la porto a vedere o aspetto axquando camminera’ da sola?!
      grazie arrivederci.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Alcune notti discrete (1-2 risvegli), altre un disastro… 🙁
      2. Aspetterei qualche giorno per vedere se e come cambia la camminata, ma poi nel dubbio meglio farla vedere subito (anche se spessissimo sono falsi allarmi). Se presa per mano il piedino lo tiene bene?

    7. Anonimo

      No….tenuta per mano lo torce ugualmente, ma….di cosa si puo’ trattare?

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sta solo imparando, ma è utile verificare con il pediatra.

  12. Anonimo

    Buona sera dottore, ho una bimba di 12 mesi prima di natale ha avuto un forte virus intestinale e la cute del sederino ma sopratutto della zona genitale si e’ molto arrossata! qualche giorno dopo la guarigione di questo si e’ manifestata una brutta otite e siamo dovuti ricorrere all’antibiotico, il quale non ha giovato all’intestino gia messo sotte pressione x il virus. Le scariche acide sono riprese e la cute non si e’ ripresa anzi si e’ arrossata ancora di piu’! ora sono 7 giorni che ha smesso con l’ antibiotico e le scariche sono normali ma la zona genitale e’ ancora rossa come un pomodoro maturo (mi passi l’esempio), alcune zone anno come un’inspessimento rugoso come pelle secca, l’ho trattata con l’olio vea con le classiche creme x rossore e sono ricorsa persino alle garze di connettivina…..ma nessun risultato, cosa puo’ essere? dice che meglio se la faccio vedere?
    grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di candida, per sapere cosa applicare dovrebbe essere sufficiente una telefonata al pediatra (io non posso suggerire farmaci).

    2. Anonimo

      Salve dottore, il 06/01 ho portato mia figlia dal pediatra il quale mi ha detto che potrebbe essere un fungo, mi ha ordinato il Desamix effe 3 volte il di, ma non trovo alcun risultato, il rossore si estende x 6/7 cm tutto intorno alle grandi labbra!
      puo’ essere che la crema non abbia ancora fatto effetto? o meglio se la riporto a vedere?
      grazie.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Continui ancora per qualche giorno.
      Se la cambia più di tre volte al giorno, quando non mette Desamix applichi la pasta all’ossido di zinco o la pasta all’acqua.

    4. Anonimo

      Salve dott.re, ho portaro mia figlia a rivedere xche non cerano miglioramenti! mi ha consigliato di cambiare pannolini, in commercio ce ne sono che possono fare al caso mio che lei sappia, o devo ricorrere ai vecchi pannolini di puro cotone?!
      grazie

    5. Anonimo

      ho sempre usato quelli di una famosa catena di negozi (bimbo store traspiranti) da quando sta male prendo natura è!.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non amo molto le multinazionali, ma in genere i Pampers sono molto ben tollerati.

  13. Anonimo

    Salve dottore, le scrivo per mio marito, un uomo di 40 anni, non si lamenta spesso di avere fastidii ma quando lo fa e’ perche’ e’ veramente disturbato! quattro giorni fa’ si e’ svegliato accusando un forte dolore alla parte sinistra del viso….ho pensato a senusite, ma non ne ha mai sofferto….il giorno seguente il dolore si era spostato alla testa, dietro e sopra sempre la parte sinistra….di cosa si puo trattare? ho pensato alle cervicali, ma anche di queste non ne ha mai sofferto…..Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe in effetti essere cervicale, ma solo con una visita medica potrà averne conferma.

  14. Anonimo

    dottore si e’ presentato un arrossamento puntinato sulla zona inguine e schiena!.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Beve a sufficienza? Soluzioni reidratanti? I puntini si sono estesi ulteriormente?

    2. Anonimo

      si i pannolini mi sembrano pesanti quindi bagnati di pipi, i puntini sono evidenti ma non come questa mattina!. beve ma solo il latte!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se riuscisse a farle bere soluzioni reidratanti (Dicodral, Idravita, …) sarebbe preferibile, ma in ogni caso domani siamo a sette giorni, quindi sentirei per telefono il pediatra.

  15. Anonimo

    Buon giorno dottore, sono una mamma di 2 bambini uno di 4 anni a l’ altra di 8 mesi.
    Il piu grande la sett scorsa ha contratto un virus intestinale risoltosi alle solite maniere dieta fermenti ecc…ora la piccolina da ormai lunedi 16 manifesta lo stesso virus 5/6 scariche liquide al giorno non ha molto appetito, la pediatra mi ha consigliato dieta e Reuflor,beve il latte di soya xche intollerante, allora ho pensato di far cucinare del riso e prendermi l’acqua per preparare il bibberon?! ma le scariche non si bloccano….cosa posso fare?

  16. Anonimo

    Salve dottor Cimurro, mio figlio di 6 anni ha cominciato a metà novembre con un episodio di febbre risultati subito il giorno seguente…non ci abbiamo dato peso e tutto è ritornato alla normale routine…..dopo 10 giorni nuovamente febbre 38,5 con lo sviluppo di vomito e diarrea .Risoltosi anche questa in 2/3 giorni! ora….venerdì scorso il 14 nuovamente 39 di febbre il giorno dopo basta tanto mal di pancia zona ombelico eil suo fianco sx.questa sera è ri ricomparsa la febbre il mal
    il pancia ed il fianco( mangia pochissimo xche dice di stare peggio mangiando, è ritornato dimagrito…..cosa può essere? provvedero a portarlo domani a dopo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sono forme parainfluenzali, molto diffuse in questo periodo.

    2. Anonimo

      Salve dottore, la mia pediatra dopo un’attenta visita mi ha mandato a fare il tampone faringeo e la copicoltura, ho ritirato questa mattina l’esito del tampone faringeo risultato positivo allo streptococco, x la copicultura ce da aspettare un’altra settimana, il mio pensiero e’ questo batterio puo’ essere sceso all’intestino?e l’antibiotico che adesso mi dara’ la mia pediatra coprira’ anche l’eventuale invasione all’intestino?.
      La ringrazio.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Stia serena, non c’è motivo di pensare ad un coinvolgimento dell’intestino.

  17. Anonimo

    Salve dottore, mio figlio di 6 anni da ieri ha febbre a 38 e l’ unico causa scatenante è dall’ inizio un forte raffreddore che xro da poche ore si è concentrato sulla zona gola ha un tossire canino e una difficoltà a respirare x il troppo catarro ristagnatosi sulla gola ! mi rendo contro che un areosol con solo monolitico non può bastare! mi vorrebbe cortesemente indicare con quale farmaco intervenire in aggiunta al mucolitico! se non potesse esprimersi sul nome se mi volesse indirizzare sulla tipologia! o dal canto suo altre soluzioni x staccare questo catarro dalle pareti! la ringrazio anticipatamente

  18. Anonimo

    Salve dottore, questa mattina ho fatto l’eco del 3zo trimestre sono alla 31ma settimana di gravidanza e mi anno detto che la circonferenza dell’addome e’ troppo piccola….mi anno consigliato un’altra eco di controllo tra 2 sett per decidere eventualmente il dafarsi…..mi stavo xro’ chiedendo se non esistano altri esami x valutare se il bimbo si nurte bene o meno? La flussimetria e’ un esame che mi/ci puo aiutare in questo?.
    Grazie

  19. Anonimo

    Salve dottore, ho un bimbo di 6 anni, la sett scorsa ho nottato dietro all’orecchio sotto all’attaccatura dei capelli un ponfo, ho dato colpa al fatto che aveva preso una puntura di zanzara e si era grattato, gli ho dato una crema cortisonica e mi sembrava che si fosse alleviato! Oggi accarezzandogli la testa ho sentito nuovamente il ponfo ma questa volta non ci sono punture di zanzara, secondo lei da cosa puo’ essere causato? Mi consiglia una visita piu’ approfondita?
    Arrivederci e grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma senza vedere è impossibile esprimere giudizi; in caso di dubbi lo farei semplicemente vedere al pediatra.

  20. Anonimo

    per far passare la tosse forte . se qualcuno ha tosse forte ed vomita ed un stordito come fa ad far passare tutto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Serve una visita medica, a seconda della diagnosi (la tosse è un sintomo, non necessariamente una diagnosi) si procede in modo diverso.

  21. Anonimo

    Buon giorno dottore, ho una bambina di 7 mesi nata in 36 settimane, abbiamo iniziato con lo svezzamento ma i risultati sono pessimi, gia con la frutta non cerano risultati e tutti mi dicevano vedrai che con le pappe andra’ meglio, ma non e’ vero…. Mi chiude la bocca e non ce verso di farla mangiare, mi tocca ripiegare sempre al latte…. Mi sto’ preoccupando! Secondo lei e’ normale? Come e’ meglio che mi comporti? Grazie mille x l’ eventuale interessamento.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Per certi versi è come se la bimba avesse 6 mesi, quindi personalmente non mi preoccuperei e rimanderei tutto di qualche settimana se la bimba non è pronta; personalmente credo molto (ed ho provato personalmente) in questo approccio

      Tra le diverse indicazioni una consiste proprio nell’aspettare che il bambino/a sia pronto e desideroso di provare alimenti nuovi.

  22. Anonimo

    Buon giorno dottore, ho un bimbo che compiera’ 5 il 14 di questo mese, da sempre mi tolgo il latte e glielo do con il bibberon, ormai xro la produzzione del mio latte non basta piu’ x soddisfare tutti i pasti, ed il latte artificiale lo rigetta perennemente, la pediatra mi ha detto di cominciare con la frutta dal 5 mese, secondo lei se comincio adesso x soperire al fabisogno di un pasto e’ un problema? potrei cosi portare avanti l’ orario del latte e produrne un po di piu’ x il pasto seguente!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Relativamente allo svezzamento sono allineato alla corrente di pensiero del Dr. Piermarini () che ritiene sia corretto iniziare quando il bimbo manifesta interesse e soprattutto le capacità per iniziarla; detto questo condivido il parere della pediatra, nell’ottica di salvaguardare il più possibile la produzione di latte materno, ricordandole però di continuare ad attaccarlo il più possibile perchè la stimolazione del capezzolo favorisce la produzione di latte e, parallelamente, di bere moltissimo durante la giornata (più di 2 l al giorno).

    2. Anonimo

      Sto facendo uso anche di tisane alla galega ma non trovo grossi risultati….se provo attaccarlo al seno finisce x arrabbiarsi e non riesce piu a mangiare bene neppure il bibe…..

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Alle tisane credo poco…
      Ne parli magari con un’ostetrica, potrebbe valere la pena provare a tirarlo, in modo da stimolare a lungo il capezzolo se il bimbo si irrita quando c’è poco latte.

La sezione commenti è attualmente chiusa.