1. Anonimo

    salve dottore tanto tempo fa sofrivo di andare spesso al bagno con la diareea il mio medico curante mi aveva detto di fare le anallissi dei feci dove hanno trovato la candita albicos il mio medico non mi a prescritto nulla x questa infezione perche i sintomi della deareea spari e quindi secondo lui non serviva piu pero e subentrata un altra problema 3 settimane fa il mio fidanzato aveva il prurito intimo e rossore ha fatto la cura con itraconazolo e la pomata daktrin io invece ho presso il augumentin per un dentte inffiamato quindi ho pensato di non prendere piu il itraconazolo ora dopo tutto al mio fidanzato i sintomi sono spariti e io dopo aver avutto un raporto con lui urino spesso con bruciore e poco rosso il mio medico curante e i ferie e non so che prendermi lei che mi consiglia di fare un altra volta la curra insieme al mio ragazzo con itraconazolo? a quanto riguarda che i avevo detto de la candita albicos secondo lei centra con tutto quello che mi e successo e trasmissibile con un raporto non protetto grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Non assuma farmaci se non espressamente prescritti, anche perchè il suo caso potrebbe essere una cistite.
      2. La candida genitale è trasmissibile con rapporti sessuali.

  2. Anonimo

    salve dottore
    volevo chiederle se i lavaggi pre e post rapporto possono in qualche modo diminuire la possibilità di contrarre le malattie della lista

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Assolutamente no, purtroppo.

  3. Anonimo

    salve è da circa una settimana che ho tipo dei porri esattamente 2 non grandissimi di colore un po rosso allinizio dell’attacatura del pene .vorrei sapere di cosa si tratta

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbero essere condilomi, è necessario farli vedere ad un medico e curarli; fino a diversa indicazione del medico eviti rapporti non protetti.

  4. Anonimo

    Ciao io sono andato con una prostituta 2settimane e mezzo fa e mentre facevo penetrazione anale si e rotto il profilattico me ne sono accorto immediatamente e lo tirato via subito Nn ho alcun sintomo ma ho una considerevole paura sbaglio ad averla ? Che cosa posso fare x vedere se Nn ho contratto nessuna malattia ? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Test HIV ed esami del sangue.

    2. Anonimo

      Ma posso farlo anche subito il test del HIV o devo aspettare ?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si fa in genere a 30 e poi a 90 giorni per averne conferma in caso di primo test negativo.

    4. Anonimo

      Lunedì ho avuto un rapporto sempre con una prostituta orale con lei passiva da questo ultimo rapporto a rischio devo aspettare 30 giorni?

    5. Anonimo

      Per il primo test ?

    6. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In genere il rapporto orale, a meno che non ci fosse presenza di sangue, non è considerato a rischio.

    7. Anonimo

      La ringrazio x i consigli che mi ha dato mi e stato davvero di aiuto stasera vorrei parlare con il mio dottore così da chiedergli come ? Dove ? Fare il test Dell HIV

    8. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Perfetto, parlarne con il medico è la cosa migliore.

    9. Anonimo

      Salve oggi sono andato dal mio medico e mi a dato da fare gli esami del sangue con il test mi ha detto di farli adesso e poi tra sei mesi di ripeterli pero io ho un dubbio quello che sia passato un po’ poco tempo x il primo test e avere paura che sia un falso negativo con domani sono 21 giorni secondo lei li faccio domani i test o asp lunedì ? Grazie

    10. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Per quanto riguarda l’AIDS in genere si consiglia 30 giorni e poi 90 giorni.

  5. Anonimo

    HAI PERFETTAMENTE RAGIONEEEEEEEE!

  6. Anonimo

    Sò di una infezione che può essere contratta con rapporti sessuali piuttosto frequenti anche avuti con la stessa persona consciuta e che fa parte della nostra vita da anni,perchè non dipende dal fatto che qest’ultima sia infetta,ma dalla quantità di tali rapporti.Vorrei gentilmente che mi ricordasse qual’è,e quanti rapporti settimanali o giornalieri sarebbe bene non superare per non essere a rischio.Grazie fin da ora della risposta.Ah dimenticavo…che disgraziati quanti vivono in modo immaturo,come tanti che hanno scritto sopra;ma non solo per il problema delle malattie,infezioni o roba varia;ma perchè per i tipi di persone sono veramente dei disgraziati e spesso non se ne accorgono.Scusate,ma lo dico perchè tantissime volte l’ho toccato con mano.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Francamente non saprei davvero risponderle, non ho mai sentito della necessità di limitare il numero di rapporti.

  7. Anonimo

    Salve. Anche un semplice bacio alla bocca può essere rischioso, potenzialmente parlando, cioè non conoscendo bene lo stato di salute della persona?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non per tutte le malattie (per esempio a meno di presenza di sangue l’AIDS non si trasmette), ma ci sono altre patologie che invece possono essere trasmesse.

    2. Anonimo

      salve mi sa dire dottore se i condilomi si mischiano con rapporti
      grazie..

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se intende chiedere se sono contagiosi la risposta è sicuramente sì.

  8. Anonimo

    Salve. Dopo un rapporto non protetto ho notato la comparsa di una lesione sulla cute del pene, tonda, del diametro di poco meno di 1 cm, piana, non dolente, nè accompagnata da altri sintomi, ma la cute appare più rosea non liscia come la cute circostante e in particolare la mattina, screpolata. La lesione è presente ormai da più di un mese, ma forma e aspetto sono praticamente gli stessi. Ho pensato ad una micosi, ma dopo uso di pevaryl non è cambiato molto. Cosa potrebbe essere?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ necessario farlo vedere immediatamente ad un medico per verificare che non sia un sifiloma.

  9. Anonimo

    buon giorno, sono Roberto, un amico di Andrea che ha già posto delle domande in un’altra sezione. A giugno ho avuto dei rapporti sessuali con partner occasionali. Sono passati 2 mesi e non ho alcun sintomo di nessun tipo, quindi molte malattie è già certo che non me le sia prese. Quali sono tutte le possibili malattie che potrei aver comunque preso? A parte HIV, EPATITI (di queste farò i test a breve), poi ce ne sono altre? ad esempio papilloma virus, hpv, sifilide, tubercolosi, ecc. (sono ignorante in materia). grazie mille dell’aiuto,
    Roberto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi è difficile fare un elenco esaustivo perchè non mi occupo di questo campo, tuttavia le più importanti le trova elencate nell’articolo con relativi sintomi e modalità di trasmissione ed altre alla pagina

      https://www.farmacoecura.it/sessualita/#sessuale

      Fra quelle che ha nominato preciso che:
      1. Papilloma ed hpv sono la stessa cosa, poi ci sono diversi ceppi responsabili o meno di malattie e sintomi come le verruche genitali.
      2. La tubercolosi non è una malattia sessualmente trasmissibile, ma se durante il rapporto ci sono stati degli scambi di saliva (principalmente baci) è possibile il contagio.

  10. Anonimo

    Mi è capitato di avere partner del cui organo sentivo un odore strano, tipo quello del formaggio, ho letto che potrebbe trattarsi di “smegma”.
    E’ infettivo? Può provocare fastidi a livello sia orale che vaginale? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Lo smegma di per sè non è nocivo, è invece una produzione fisiologica utile per esempio alla penetrazione; nei casi di una non corretta igiene può diventare però un ambiente ideale per lo sviluppo di colonie batteriche (da cui il cattivo odore) e potenzialmente causa di infezioni più o meno leggere.