1. Anonimo

    ho letto che ai dottori e agli infermieri che curano il ragazzo di monza,èstato fatto l’antivirale per precauzione.

    ma non si era detto che non c’era nulla di peggio?

    ma io che ho 34 anni devo aspettare per il vaccino quando?quando l’influenza è gia passata?

  2. Anonimo

    Dottori ed infermieri lavorano a stretto contatto con un caso che potrebbe essere portatore di una variante più aggressiva (e lo si fa quindi per proteggere anche tutti gli altri malati dell’ospedale, fra cui anziani e malati cronici, più che per i medici in sè), ma in Italia è il primo caso grave su 1800 contagi, quindi in realtà viene confermata la scarsa cattiveria della forma circolante.

  3. Anonimo

    come posso vaccinarmi a 34 anni?il medico può prescrivre il vaccino?

  4. Anonimo

    Bisogna sensibilizzare i mass media, le cattive informazioni e lo stato di ansia che esse trasmettono alla popolazione mondiale e di cattiva e malsano benessere per tutti.
    Tutti quanti dovrebbero darsi una regolata e dare informazioni veritiere e non allarmistiche, diversamente anche chi non è malato lo può diventare nell’immagginario collettivo di una pandemia. Grazie

  5. Anonimo

    Salve, dovrei partire venerì per la grecia con marito e figlia; fi qui tutto bene se non fosse che domenica è rientrato da ibiza il fidanzato di mia figlia con due amici che al ritorno sono andati in ospedale perchè uno ha avuto febbre già là ad ibiza, l’altro per precauzione è andato anche senza sintomi in pronto soccorso. Il primo ragazzo ormai sta bene l’altro l’ahnno confinato in casa per una settimana. Il ragazzo di mia figlia al momento non ha febbre ma tosse (non secca) e stanchezza e avendo frequantato mia figlia in questi tre giorni la mia paura è che in aqualche modo a lui stia venendo l’nfluenza e che lìabbai passata a mia figlia. L a mia domanda è, parto ugualmente per le vacanze??? e se mi si ammala via cosa faccio?? Precisazione dovuta è che mia figlia 4 anni fa ha avuto un linfoma perfettamante guarito; i suoi valori ora sono normali ma come mamma….. sono molto in ansia. Grazie per una reisposta

  6. Anonimo

    matteo ma ti rendi conto di quello ke dici? l’uomo nn è così pazzo da mettere in pericolo quasi 7 miliardi di pesone… ammenochè nn si tratti di un discendente di Hitler!!!

  7. Anonimo

    Oggi Mercoledì 2 Settembre

    Mi chiamo Gianluca e scrivo dalla prov di Napoli.
    E’ ormai dalla 3° settimana di Agosto 2009 che sento di conoscenti e familiari che hanno una strana influenza molto contagiosa, esempio : nella famiglia di mia cognata se la son presi ormai tuttti, (padre, madre, sorella, nipoti, ecc, il tutto nel giro di poco tempo, ormai anche mia sorella e altri conoscenti c’è l’hanno ad oggi!
    I medici di base parlano di influenza estiva e di stare tranquilli.
    I sintomi sono esattamente gli stessi descritti per l’ H1N1 con febbre alta e altro.
    Sinceramente credo che si tratti di febbre “suina” e che sia ormai già largamente diffusa… e che il nostro ministero della salute abbia assolutamente sottostimati i casi.
    Infatti i casi accertati sono quelli su cui e stata fatta indagine con prelievi, ma alla stragrande maggioranza non viene fatto nessun prelievo per l’individuazione del tipo di virus.
    Detto questo, credo che questa influenza sia come tutte le altre, ma solo un po più contagiosa.
    Volevo poi sapere da qualche esperto, visto che ormai sappiamo come si comporta il virus con gli adulti e come trattarlo, quali rischi corrono i neonati e quali prodotti l’ OMS indica per il trattamento dell’ influenza H1N1 nei neonati!

    Saluti Gianluca!

  8. Anonimo

    @Brunella

    Io personalmente partirei ugualmente, magari avendo cura di preparare la tessera sanitaria e già conoscendo il pronto soccorso più vicino al luogo di soggiorno. Come avrà sentito in fondo non è più pericolosa di una normale influenza, quindi il rischio è di fare la vacanza a letto. In ogni caso, sopratutto relativamente a sua figlia, considererei determinante il parere del suo medico. Se nel giro di 1-2 giorni il ragazzo di sua figlia non avrà manifestato eventuali sintomi è altamente improbabile che possa aver contagiato sua figlia.

    @Gianluca

    Le armi per il trattamento dei neonati sono sempre i soliti antivirali a dosi ridotte e sopratutto con somministrazione tempestiva, ma come giustamente osserva la peculiarità risiede nella larga diffusione più che nella reale pericolosità.

  9. Anonimo

    Grazie, per il momento il ragazzo non ha sintomi; per quanto riguarda il pronto soccorso più vicino come faccio a trovarlo?? Vado nel peloponneso ad Ermioni e da qualc he ho visto l’ospedale più vicino è ad almeno 80 km: ho un’ansia terribile aiutoooooooo