1. Anonimo

    Per quanto riguarda il dolore che avverto cosa ne pensa? Intervento o trauma subito? Premesso che è ancora gonfia e devo stare con lo gamba sollevata per via della circolazione.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Entrambi, è normale un po’ di fastidio in convalescenza.

  2. Anonimo

    Quello che non capisco perché mi fa male, per l’intervento o per il trauma. Una curiosità, quando son caduto dalla scala a muro mi sono trovato a terra credendo ni non avermi fatto niente. Quando poi mi sono visto il piede mi sono reso conto che si era rotta la tibia, ma la cosa strana è che non ho avvertito nessun tipo di dolore, come se non fosse successo niente. Dolore zero, strano no?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, in realtà non è strano; a seguito di gravi incidenti il corpo reagisce con scariche di adrenalina che coprono il dolore; non è raro anche nello sport vedere casi simili.

  3. Anonimo

    Presumo che sia una saggia decisione. Grazie

  4. Anonimo

    Se ho ben capito voi medici le riparazioni in questo caso ossee predilite la via naturale, cioè la pazienza e non qualche aiutino tipo.. integratori o alimentari. Se poi mi date qualche dritta ve ne sono grato.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I medici prediligono la via più sicura per ottenere un recupero completo, la fretta è in genere nemica del bene.

  5. Anonimo

    buonasera, da ieri mmi è cominciato un dolore lancinante dalla scapola sinistra fino alla parte intercostale…con fatica a respirare….quando provo a fare un respiro profondo….mi fa male e respiro ad intermittenza….premeto che quest’anno sono già andata in ospedale per una bonchite cronica….e la cura che mi è stata data era OKI bustine e Augumentin…vorrei sapere se può essere dinuovo inizio di bronchite e cominciare la sessa cura….cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, non ripeta la stessa cura senza prima la certezza della diagnosi. Raccomando una visita dal suo medico.

    2. Anonimo

      Ok grazie mille

  6. Anonimo

    Aspettando che mi dicano che posso fare la fisioterapia mi domando, ma se ho dolori e gonfiore alla caviglia, secondo voi la devo fare lo stesso? Perché io ho dei dubbi nel farmi toccare, salto letteralmente in aria.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Deve segnalarlo al fisioterapista, si regolerà di conseguenza.

  7. Anonimo

    Questa mattina sono andato all’ospedale per la meditazione, mi hanno tolto i punti e mi hanno medicato. Per il colore scuro al piede e un fattore di circolazione devo tenere il piede in alto. Ma il dolore persiste, prendi lantidolorifero, la domanda è, ma per quanto ne posso prendere. Io prendo il tachidol.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, solitamente si prende al bisogno, finchè non migliora, ma dovrebbe seguire le indicazioni dei curanti in merito; lo chieda esplicitamente se non gliel’hanno detto, anche per telefono. Saluti.

  8. Anonimo

    Ritornando al discorso del dolore dopo operazione alla tibia, ho notato che fasciando intorno el piede con del nastro, il dolore diminuisce, anche se di poco. Le risulta che sia un giusto metodo? O mi potrebbe far male? . E se adottassi una fasciatura contenitiva, cosa ne pensa? comunque sembra un problema di circolazione.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, se fosse effettivamente un problema circolatorio non credo che la fasciatura possa essere una buona idea, perchè potrebbe ridurre ulteriormente la circolazione; ne parli comunque con l’ortopedico, se il dolore persiste potrebbe essere necessario modificare la terapia antidolorifica. Saluti.

  9. Anonimo

    Leggendo di noi infortunati che vogliamo sapere quanto tempo ci vuole per guarire o per fare attività agonistica mi rendo conto quanto siamo speranzosi per sapere i tempi di recupero, quando voi medici siete costretti nel dire le stesse cose tipo… diperde da caso a caso. Quando la risposta giuste è non lo sappiamo neanche noi. Magari noi vittime di incidenti ci piacerebbe che ci sentissimo dire speranzosi che lei potrà camminare tra 1 o 2 mesi. Ma la verità è che nessuno sa come andrà a finire. Che anche voi medici siete umani e non stregoni.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo è proprio così.

  10. Anonimo

    Spero almeno che in tre mesi riprenda a camminare. Grazie

  11. Anonimo

    Con frattura scomposta di tibia e perone in media quanto tempo ci vuole per guarire o almeno per camminare. Adesso mi dirà che un caso non è come un altro, ma approssimativamente

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Dipende dal tipo di intervento intanto, sicuramente per una ripresa completa si parla di mesi.

  12. Anonimo

    Un’altra domanda… Se io sto allinfortunio la ditta mi può licenziare e quindi non si usufruisce più.per la percezione della mensilità? Spero di essere stato chiaro grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sugli aspetti legali non la so aiutare, mi dispiace.

  13. Anonimo

    Quindi il colore un po scuro i dolori che porto il gonfiore, riguarda tutta la circolazione.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe ma, ripeto, va verificato visivamente con un medico.

  14. Anonimo

    per coante giorni se po prendere oki per inflamazione causata da nervo sciatico grazie doctore

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È una scelta che spetta al medico, ma se dopo qualche giorno non ci fossero risultati raccomando di rifare il punto per valutare se continuare con questa terapia o modificarla.

  15. Anonimo

    Volevo un vostro pare. Avendo avuto una frattura scomposta di tibia e perone messa la placca a sostegno sto notando oltre ad avere ancora dolori dopo 13 giorni dell’operazione. Che la gamba ha preso un colore strano, come se fosse abbronzata. Gredo che sia la circolazione oltre ad essere ancora un po gonfia. Le e normale il colore?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere legato alla circolazione, ma senza vedere è difficile giudicare; raccomando comunque di verificare con il medico.

  16. Anonimo

    Ok grazie.

  17. Anonimo

    Si possono prendere tre compresse di tachidol al giorno?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se prescritte sì.

  18. Anonimo

    Grazie dottore. Cercherò di resistere fin quando il dolore non si attenua.

  19. Anonimo

    Sto prendendo il tachidol ma mi fa poco effetto. I dolori alla tibia c’è. Li ho. Sempre meno dolorante. Ma ce li ho. Mi potreste indicare un altro farmaco?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non è possibile prescrivere farmaci (oltrettutto Tachidol è un antidolorifico già abbastanza forte, quindi se non è sufficiente è indispensabile parlarne con il medico).

  20. Anonimo

    Grazie. Dottoressa. Un’altra cosa…. Può. Essere che in un mese si può calcificare la frattura trattandosi di una tibia?

  21. Anonimo

    Il gastroprotettore si chiama riopan e lantidolorifero tachidol

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Si va bene, segua comunque le indicazioni del suo medico prescrittore.

  22. Anonimo

    In farmacia mi hanno dato il gastroprotettore da prendere. Tre volte al di dopo ogni pasto. Per poi prendere almeno per due volte lantidolorifero. Va bene come dosaggio?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Come si chiama?

  23. Anonimo

    Grazie della risposta celere Dottore. Un ultimo quesito…vi sono alternative alla gastroscopia? La tac? Cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo nessuna vera alternativa.

    2. Anonimo

      La ringrazio per la risposta Dottore e per la disponibilità che dimostra.

  24. Anonimo

    Come antidolorifico all’ospedale mi davano il tachidol compresse. A casa prendo invece l’oki, anche se quest’ultimo non mi da la giusta risposta, cioè è poco efficace. Cosa mi consiglia? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi atterrei alla prescrizione dell’ospedale, Tachidol non ha effetto antinfiammatorio, ma ha azione antidolorifica molto più spiccata.

  25. Anonimo

    Mi ripresento. Vorrei fare mille domande ma capisco che le modalità. Sono limitate. Ma una domanda la vorrei Fare. Fatta l’operazione. Alla tibia mi potrebbe indicare come potrei fare per velocizzare la calcificazione. ? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si attenga con scrupolo alle modalità di convalescenza che le sono state suggerite, in questi casi la fretta è nemica del bene.

    2. Anonimo

      Grazie ancora. Mi auguro di non essere proppo assillante. Ma adesso come adesso sono vulnerabile a livello emotivo per il fatto che mi rendo conto di quello che mi è successo. Ma grazie a voi mi sento meno solo. Grazie.

  26. Anonimo

    Gentile Dottore grazie per la risposta. Purtroppo sono due giorni che mi si è presentato un sintomo che non comprendo… oltre a senso di aria nello stomaco che mi costringe ad eruttare in continuazione,quando lo stomaco è vuoto provo un disagio fortissimo nn si tratta di dolore ma una sensazione sgradevole e urente associata a un po’ di nausea che si attenua notevolmente nn appena metto qualcosa nello stomaco in genere un bicchiere di latte. Questo da due giorni…da cosa può dipendere? Ieri il medico mi ha prescritto esomeprazolo mattina e sera tenga presente che io purtroppo ho una folle fobia della gastroscopia possibile che nn vi sia un metodo alternativo? Preciso ke nn la prendo neppure in considerazione consapevole che mai riuscirei a sottopormicivi. Come mai a stomaco vuoto devo subito mettervi qualcosa dentro x attenuare il malessere? Soffro di reflusso da anni con nodo in gola. Scusi il disturbo e ringrazio in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È un sintomo abbastanza comune legato a reflusso e gastrite; il latte dà sollievo immediato, ma è controproducente perchè poi va a peggiorare il problema.

  27. Anonimo

    Un’altra. Cosa dottore mi somministro anche il fluxum va bene insieme all oki? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non ci sono interazioni con Fluxum e, se prescritto, non ci sono problemi a prendere due bustine al giorno.

    2. Anonimo

      Grazie dottore per la sua disponibilità. È. Bello che ci siete. Noi pazienti ci sentiamo. Meno soli. Grazie.

  28. Anonimo

    Ho dolori post operatorio alla tibia. Da poco prendo l’oki. Ne prendo una al giorno ma ne vorrei prenderne due. Come dosaggio va bene?

  29. Anonimo

    Per il mal di denti il medico mi ha prescritto oki granulato. Sono allergico all’IBRUPOFENE. vorrei sapere essendo OKI un farmaco simile se vi e’qualche rischio o meno

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, effettivamente è sempre un fans, per cui se non lo ha mai assunto è bene prima chiedere al suo medico di fiducia. saluti

  30. Anonimo

    Salve Dottore,ho un forte mal di denti sto assumendo Oki bustine in quanto l’effetto analgesico è pressoché immediato mentre invece la durata è di circa 5 ore e il dolore si ripresenta per cui essendo veramente intollerabile il mal di denti e avendo appuntamento dal dentista giovedi prossimo assumo oki senza rispettare le fatidiche 8 ore è pericoloso? Grazie in anticipo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non è consigliabile, sentirei il dentista per un rimedio locale eventualmente; l’Oki comunque lo assuma sempre a stomaco pieno.