1. Anonimo

    Mi perdoni, ultima domanda.
    La RINAZINA di cui non riesco a fare a meno per dormire la notte quando sono tanto raffreddato, è compatibile??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nessun problema con Coumadin, ma le raccomando di non proseguire MAI per più di 6-7 giorni di seguito.

  2. Anonimo

    Ho trovato molto utili le informazioni lette fin qui. Sono in cura da un ematologista per trombosi venose ripetute e l´uso di warfarin é diventato obbligatorio.Grazie dell`aiuto.
    Mi rimane ancora un dubbio. In uno degli ultimi esami di sangue il mio INR era 7, cioè, ero incoagulabile, per questo mi hanno trasfuso plasma e sospeso il medicamento (che ho ripreso più avanti in dose minore). Che rischi correvo, considerando i miei 77 anni?
    Un´altro dubbio è l´ora per l´assunzione del warfarin. Il medico mi dice di prenderlo di sera tardi. Dipende dall´ora di cena o da altro? Grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il rischio corso era fondamentalmente di emorragia.
      Sinceramente non saprei dirle il perchè del consiglio di assumerlo la sera, potrebbe eventualmente essere per escludere la possibilità di interazioni con eventuali altri farmaci che assume.

  3. Anonimo

    Sono una donna di 66 anni in carrozzina da 20 anni per una lesione midollare, inoltre 3 anni fa venni operata per cancro al seno. Feci 30 radioterapie e poi iniziai ad assumere la terapia orale Arimidex , passai al tamoxifene pensando che l’Arimidex mi avesse aumentati i dolori neuropatici di cui soffro.E bbene dopo un mese di cura con Tamoxifene mi ritrovai con una trombosi venosa profonda per tutto l’arto dx. Non feci la terapia con cumadin per motivi diciamo personali….ma feci una lunghisima cura con Seleparina, oltre un anno con scarsi risultati…..ora ho un passaggio del 35/40 % perchè il trombo a livello inguinale si è inglobato.Mi è stato prescritto di assumere il cumadin, ma non riesco ad accettare….anche…. questo farmaco e tutta la prassi di controlli….è indispensabile il cumadin?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo purtroppo di sì, per evitare complicazioni anche irreparabili; in genere a mio avviso si fa un po’ di terrorismo psicologico su Coumadin e simili, quando in realtà nella maggior parte delle situazioni si trova velocemente un equilibrio soddisfacente.

  4. Anonimo

    Buongiorno, mia madre (70 anni) assume il Coumadin da circa un anno per Fibrillazione Atriale. Di recente ha avuto la bronchite asmatica ed ha assunto Deltacortene per qualche giorno associato ad antibiotici. L’ultimo INR risultava un poì più alto, volevo sapere se antibiotici e cortisone possono aumentare questo valore. Grazie mille. Simonetta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima no, per l’antibiotico dipende da quale è stato assunto.

  5. Anonimo

    Salve, a causa di fibrillazione atriale, mi è stato prescritto il coumadin. Dopo varie vicissitudini siamo arrivati ad ablazione, all’impianto di un pacemaker con cardioversione compresa. Ho SOLO 37 anni. Vorrei sapere se il coumadin dovrei prenderlo a vita. Devo dire che essendo in età fertile mi porta ogni mese seri problemi durante il ciclo. Potrei farne a meno del coumadin o trovare qualcosa che sistemi la situazione? GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ probabile che, purtroppo, servirà una terapia anticoagulante a vita.

  6. Anonimo

    Buona sera
    da giugno scorso sono in terapia con coumadin per fibrillazione atriale dopo un intervento chrurgico.
    Mi sono regolarizzata con metà compressa al giorno. Ho 67 anni appena compiuti.
    I dubbi che ho sono su l’alimentazione e chiedo : il radicchio rosso fa parte delle verdure verdi a foglia larga? La mela verde? Il finocchio?
    Sono cose da rinunciare o posso mangiarne in dosi piccole?
    Grazie !
    Il cardiologo mi ha detto che arrivera tra poco un farmaco che sostituisce il coumadin
    senza controindicazioni e senza controllo INR.
    Lei è al corrente?
    Grazie ancora !

  7. Anonimo

    Ok ! Ho letto .

  8. Anonimo

    e 2 anni che sento parlare di questo farmaco che risolve il problema della coagulazione inr ma ancora non si sa niente non capisco perchè, sarebbe veramente importante per la qualità della vita
    saluti
    Flavio

  9. Anonimo

    sono vittima di una serie di sfortunati eventi:una pillola data senza esami (ho 2 fibromi che non hanno voluto togliermi),e dopo 5 mesi mi sono ritrovata con un’embolia polmonare(trascinata x 3 settimane da un medico che mi curava x altre cose)dopo 2 settimane esco dall’ ospedale con il Coumadin e tante domande sulla mia vita futura:l’attività fisica può aiutare ?La frutta da evitare?Ci sono sintomi x sapere come sono i valori INR?Ho 41 anni e sono preocupata…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      L’attività fisica aiuta senza dubbio ed a mio parere anche in modo rilevante, ma la valuti sempre prima con il medico specialmente se sono presenti altri problemi.
      La frutta è da evitare solo se contiene alte quantità di vitamina K (per la rete può trovare alcune tabelle), purtroppo i valori INR non sono ipotizzabili da sintomi specifici se non quando è ormai tardi.

  10. Anonimo

    …cosa intende per ” tardi”?Sono a casa da una settimana e mi sento un pò stanca e spesso ho la testa rintronata (tipo influenzata) è normale? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per tardi intendo che difficilmente valori sballati sono avvertibili dal paziente se non in caso di problemi gravi che richiedono intervento medico.
      La stanchezza è assolutamente normale e prevedibile, si prenda tutto il tempo che le serve (compatibilmente con gli impegni famigliari e di lavoro, ma in questo momento privilegi la sua salute al resto) sia fisicamente che psicologicamente.