Esami scolastici e fiori di Bach

Ultimo Aggiornamento: 277 giorni

Tutte le scuole sono cominciate ed anche l’anno accademico 2008/2009 sta per iniziare. Iniziano di nuovo le lezioni e gli studenti si apprestano a preparare nuovi esami, al di là delle prove scolastiche ognuno di noi ha prima o dopo affrontato almeno un esame nella vita e quindi tutti possono comprendere quale sia lo stato d’animo di chi è in procinto di sostenerne uno.

Paura delle domande, timore di non essere preparato a sufficienza, insicurezza, timidezza di fronte ad una “autorità”, paura di un blocco o di un vuoto di memoria e agitazione sono solo alcune delle emozioni che investono la persona sotto esame. E poi, diciamolo, a nessuno piace essere messo sotto interrogatorio… tuttavia si dice che la vita sia un continuo esame; che fare dunque?

Essendo i fiori di Bach rimedi vibrazionali, che agiscono cioè sulle emozioni negative controbilanciandole, aiutano la persona a ritrovare il proprio equilibrio. Una miscela di fiori che propongo spesso a chi deve affrontare un esame e che sa di somatizzare moltissimo la situazione è la seguente:

  • Gentian agisce su quel senso di scoraggiamento e di dubbio tipico della vigilia dell’esame;
  • White chestnut, importantissimo per facilitare la concentrazione;
  • Larch attenua l’insicurezza e quella sensazione di impotenza ed inadeguatezza;
  • Elm per evitare la sensazione di esaurimento, anche e soprattutto fisico, dovuto allo sforzo di preparazione e di concentrazione e all’adattamento alla situazione contestuale in cui si svolge l’esame (sede sconosciuta, esaminatore mai incontrato ecc.) ;
  • Clematis che aiuta l’esaminando a rimanere nella dimensione reale; spesso si notano, soprattutto fra gli studenti, atteggiamenti sognanti che altro non sono che tentativi di evadere la realtà dell’esame stesso.

La miscela può essere preparata direttamente in un bicchiere d’acqua naturale aggiungendo 2 gocce di ciascun rimedio e sorseggiata il giorno prima ed il giorno dell’esame. Tuttavia, per avere un effetto duraturo, è auspicabile iniziare un mese prima, proprio durante la preparazione dell’esame stesso.

I fiori aiutano anche a migliorare la qualità dello studio, in questo caso conviene preparare la miscela in una boccetta da 30ml con ¾ di acqua ed ¼ di brandy (o alcool) che agisce da conservante.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

La sezione commenti è attualmente chiusa.