Fumo e sigarette: quali sono i pericoli reali?

Ultimo Aggiornamento: 277 giorni

Il fumo di tabacco contiene sostanze chimiche dannose?

Sì, il fumo di tabacco contiene sostanze chimiche dannose sia per i fumatori che per i non fumatori. Respirare anche una modesta quantità di fumo può essere pericoloso per la salute.

Tra le oltre 7000 sostanze chimiche presenti nel fumo di tabacco, almeno 250 sono note per essere pericolose; tra di esse ci sono l’acido cianidrico, il monossido di carbonio e l’ammoniaca.

Delle 250 sostanze chimiche pericolose presenti nel fumo di tabacco, almeno 69 possono causare il cancro, e tra queste ricordiamo:

  • Arsenico,
  • Benzene,
  • 1,3-butadiene (un gas pericoloso),
  • Berillio (un metallo tossico),
  • Cadmio (un metallo tossico),
  • Cromo (un metallo),
  • Ossido di etilene,
  • Nichel (un metallo),
  • Polonio-210 (un elemento radioattivo),
  • Cloruro di vinile.

E ci sono anche altre sostanze chimiche tossiche nel fumo di tabacco sospettate di essere causa dei tumori, eccone alcune:

  • Formaldeide,
  • Benzo[a]pirene,
  • Toluene.

Quali sono i problemi che il fumo causa alla salute?

Il fumo danneggia praticamente tutti gli organi e ha quindi un impatto sensibilmente negativo sulla salute. Milioni di persone nel mondo soffrono di problemi di salute causati dal fumo.

Il fumo è una delle cause principali dei tumori e delle morti per tumore. Causa il tumore ai polmoni, all’esofago, alla laringe, alla bocca, alla gola, ai reni, alla vescica, al pancreas, allo stomaco e al collo dell’utero, nonché la leucemia mieloide acuta.

Fumare, inoltre, causa anche cardiopatie, l’infarto, l’aneurisma aortico (un rigonfiamento simile a un palloncino all’interno dell’arteria aorta che passa nel petto), la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO, con bronchite cronica ed enfisema), l’asma, le fratture del bacino e la cataratta. Chi fuma corre rischi maggiori di soffrire di polmonite e di altre infezioni alle vie aeree.

Fumare durante la gravidanza aumenta il rischio di parto prematuro e di basso peso alla nascita del bambino. Se una donna fuma durante la gravidanza o dopo il parto, aumenta il rischio che il bambino muoia a causa della sindrome della morte improvvisa. Negli uomini che fumano aumenta il rischio di disfunzione erettile.

Fumare sigarette o essere comunque esposti al fumo di tabacco causa oltre 440.000 morti premature ogni anno solo negli Stati Uniti. Di queste morti premature, il 40% circa è dovuto al cancro, il 35% a cardiopatia e infarto e il 25% alle malattie polmonari. Il fumo è la causa principale delle morti premature ed evitabili con la prevenzione.

Indipendentemente dall’età, i fumatori possono ridurre drasticamente il rischio di contrarre malattie, tra cui i tumori, smettendo di fumare.

Quali rischi corrono i non fumatori a causa del fumo di tabacco?

Il fumo passivo (noto anche come esposizione al fumo di tabacco ambientale, fumo involontario e fumo di seconda mano) è frutto della combinazione del fumo indiretto (quello rilasciato dalla combustione di tabacco) e del fumo diretto (quello espirato dal fumatore). Diversi organismi negli Stati Uniti hanno classificato il fumo passivo tra gli agenti cancerogeni. Respirare fumo passivo può causare il tumore ai polmoni negli adulti non fumatori. Il cancro ai polmoni uccide circa 3000 adulti non fumatori ogni anno negli Stati Uniti a causa del fumo passivo. Secondo alcune stime vivere con un fumatore aumenta le probabilità di contrarre il tumore ai polmoni del 20-30%, anche per chi non fuma.

Il fumo passivo può causare malattie gravi e la morte prematura tra gli adulti e i bambini non fumatori. Si stima che l’esposizione al fumo passivo possa aumentare il rischio di cardiopatia del 25/30%. Si calcola che negli Stati Uniti i morti per cardiopatia causata dal fumo passivo siano circa 46.000 ogni anno. Le donne incinte esposte al fumo passivo corrono il rischio di dare alla luce neonati con un basso peso alla nascita. I bambini esposti al fumo passivo corrono un maggior rischio di morte improvvisa in culla e di contrarre infezioni alle orecchie, raffreddori, polmonite, bronchite e gravi forme d’asma. Nei bambini l’esposizione al fumo passivo rallenta la crescita dei polmoni e può causare tosse, respiro affannoso e dispnea.

Il fumo crea dipendenza?

Anche in questo caso la risposta è sì. La nicotina è una sostanza stupefacente presente nella pianta del tabacco ed è la principale responsabile dell’assuefazione ai prodotti a base di tabacco, come le sigarette. Quando si fuma, la nicotina penetra nei polmoni, viene rapidamente assorbita dal sangue e raggiunge il cervello nel giro di pochi secondi. La nicotina provoca un’assuefazione alle sigarette e ai prodotti a base di tabacco affine a quella provocata dalle droghe, come l’eroina e la cocaina.

Quanta nicotina è presente nelle sigarette e nei sigari?

Il contenuto di nicotina, come quello delle altre sostanze cancerogene e tossiche, varia molto tra le sigarette, i sigari e gli altri prodotti a base di tabacco. Nelle sigarette (che contengono meno di un grammo di tabacco), il contenuto di nicotina si aggira tra i 13,7 e i 23,2 milligrammi per ogni grammo di tabacco, mentre nei sigari, che possono contenere fino a 20 grammi di tabacco, il contenuto di nicotina può andare da 5,9 a 335,2 milligrammi per grammo di tabacco.

Il modo in cui si fuma è più importante del contenuto in nicotina nel determinare quanta nicotina entra nell’organismo. La nicotina viene assorbita dai polmoni e dalla mucosa del cavo orale. Se il fumo viene inalato nei polmoni o se le tirate sono lunghe e frequenti, aumenta la quantità di nicotina assorbita.

Anche gli altri prodotti a base di tabacco sono pericolosi e danno assuefazione?

Sì, in qualsiasi modo si consumi il tabacco si corrono rischi di salute ed assuefazione: nessun prodotto a base di tabacco può essere considerato sicuro.

Oltre che nelle classiche sigarette e nei sigari, il tabacco è disponibile anche in altre forme, come il cosiddetto tabacco senza fumo (che comprende il tabacco da masticare, quello da fiuto e il tabacco tipico della Svezia chiamato “snus”), il tabacco da pipa o per l’hookah (la pipa ad acqua), i bidi e le kretek. Anche se la maggior parte delle ricerche si è concentrata sui danni causati dal fumo di sigaretta, in realtà tutti i tipi di tabacco sono pericolosi.

Tutti i prodotti a base di tabacco contengono nicotina e altre sostanze cancerogene. Sia il tabacco da fumo sia quello senza fumo causano i tumori, e possono anche provocare infarti, problemi alla bocca e altre malattie.

  • Pipa: fumare la pipa causa il cancro ai polmoni e aumenta il rischio di contrarre tumori alla bocca, alla gola, alla laringe e all’esofago.
  • Hookah, o pipa ad acqua (noto anche come bong o narghilè): è un dispositivo usato per fumare tabacco. Il fumo passa attraverso una specie di scodella riempita per metà d’acqua prima di essere inalato. Alcuni pensano che la pipa ad acqua sia meno pericolosa e causi meno assuefazione rispetto alle sigarette, ma fumare tabacco, in qualunque modo, è pericoloso e dà assuefazione. Il fumo di tabacco, anche quello prodotto dalla pipa ad acqua, contiene sostanze chimiche pericolose come il monossido di carbonio e altre sostanza cancerogene.
  • Bidi: le bidi sono le tipiche sigarette indiane, realizzato con tabacco arrotolato dentro una foglia secca di tendu, una pianta originaria dell’India. Il fumo delle bidi è connesso all’infarto e a vari tipi di tumore (bocca, gola, laringe, esofago e polmoni).
  • Kretek: i kretek sono sigarette indonesiane composte da una miscela di tabacco e chiodi di garofano. Il fumo dei kretek è connesso al tumore ai polmoni e ad altre malattie polmonari.

Esistono prodotti a base di tabacco meno nocivi delle sigarette?

Tutti i prodotti a base di tabacco sono nocivi e causano tumori, ed è fortemente sconsigliato farne uso. Non esiste un dosaggio del tabacco che possa essere considerato sicuro. A chi fa uso di tabacco di qualunque tipo dovrebbe essere consigliato di smettere immediatamente.

a cura di Elisa Bruno

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Grazie misiete stati molto utili nelle vostre spiegazioni in campo medico x quanto riguardano le diagnosi di alcune malattie-

  2. Anonimo

    Buongiorno dott.re volevo chiederle una spiegazione al mio “sintomo”. Ho iniziato a lavorare in un bar dove entrambi i titolari fumano,il problema è che fumano nel retro del locale dove non ci sono finestre e aggiungo che fumano davvero davvero tanto. Io devo entrare nel retro e l odore mi da fastidio ma il fatti grave è che dopo un po la testa mi gira molto e mi sento quasi svenire,divento bianca infatti ed è come se facessi fatica a respirare. Come mai mi succede questo?cosa posso fare?grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fumo è irritante per le vie respiratorie e riduce l’ossigeno che le respira; deve entrare ed uscire rapidamente o capita di doversi fermare?

    2. Anonimo

      per sbaglio o fumato il filtro il filtro e piu nocivo della sigaretta

    3. Anonimo

      Vd all accademia di Napoli ma da un po di tempo respiro enormi quantità di fumo passivo ora avverto anche dei dolori a livello degli organi e non so che fare xddd

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Che tipo di dolori? È una descrizione un po’ troppo generica, e non è detto che la causa sia il fumo passivo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non glielo so dire, l’unico rimedio che mi viene in mente è indossare una mascherina.

  3. Anonimo

    Salve dottore,

    a inizio novembre mia madre si è sottoposta ad un ecocardiografia. La dottoressa che faceva l’eco guarda un po’ strana mia madre e le fa? Ma per caso lei fuma? Oppure ha sofferto di bronchite in passato? Allora mamma ha sofferto di bronchite in passato, ma gli ha detto anche che ha subito per almeno 30 anni fumo passivo. Perché la dottoressa ha detto che vedeva una fitta nebbia e a causa di questa non è riuscita a vedere granché. Ora, assodato il fatto del fumo passivo, ha detto assolutamente in casa niente più fumo passivo (purtroppo mio padre e i suoi amici non hanno rispetto per questo). La domanda di mamma è questa: visto che lei non deve più inspirare fumo passivo, è accettabile che mio padre fumi lontano da mamma oppure è indispensabile che non si fumi più dentro, anche se a parecchi metri di distanza?

    Grazie Mille

    Saluti

    1. Anonimo

      Grazie Mille doc!

      Adesso dobbiamo convincere mio padre ad andarsene a fumare fuori.

      Saluti

  4. Anonimo

    eppure mio padre ha preso un tumore al polmone vivendo all’aria aperta in campagna senza mai toccare una sigaretta!! affermate che il tumore al polmone sia causa del fumo senza avere uno straccio di prova!! medici ridicoli

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ci sono decenni di letteratura medica che dimostrano come il fumo di sigaretta aumenti drammaticamente il rischio di sviluppare il tumore al polmone, peraltro in modo significativamente correlato alla quantità ed al tempo.

      A questa pagina

      seguendo le note trova una minuscola parte della letteratura a disposizione.

  5. Anonimo

    come fanno a mostrare una cosa senza sapere praticamente niente sullo stile di vita e l’alimentazione di coloro che hanno sviluppato la patologia? spiegatemelo, sarebbe interessante!!

    ps. spiegatemi anche come mai in Cina dove fumano molto più di italiani e americani, il tumore al polmone lo sviluppano molte meno persone che in occidente!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Semplificando al massimo: lei prenda 10000 persone a caso (anche solo per spiegare il concetto “a caso” servirebbero pagine, quindi lei lo prenda per buono) e le suddivida tra fumatori e non fumatori, vedrà che tra i “non fumatori” il tumore al polmone è praticamente inesistente.

      Questo è solo uno dei tanti tipi di sperimentazione che i ricercatori hanno avuto a disposizione per ipotizzare prima e confermare poi la stretta relazione (che come detto prima è anche quantitativa, più si fuma e più si rischia).

      Negli anni sono poi stati resi disponibili studi molto dettagliati su quali sostanze contenute nel fumo di sigaretta (sono decine) siano responsabili dell’aumento del rischio e di molte si conosce anche il meccanismo di azione.

      Sulla Cina non so bene che statistiche abbia, ma rimango a disposizione se vuole segnalarmi la fonte, ma temo che la realtà purtroppo sia drammaticamente diversa da quello che pensa. Questo è un caso estremo dovuto all’inquinamento atmosferico,

      ma credo che sia chiaro il fatto che il meccanismo di azione è il medesimo.

    2. Anonimo

      Mettendo per un attimo da parte gli studi che non sono altro che statistiche insignificanti e prive di ogni valore scientifico, il fatto sconcertante è che la medicina e le case farmaceutiche investano miliardi per provare a debellare con ogni mezzo tecnologico il tumore andando contro la natura stessa..

      Se volessero risolvere davvero il problema andrebbero a vedere esattamente cosa introducono quotidianamente i soggetti affetti di queste patologie (ed altre) e capirebbero i veri responsabili di ogni singola patologia.. Ma come può ben capire ci sarebbero troppi interessi economici in ballo..

      per fare un esempio avevo un cugino diabetico al quale avevano prescritto insulina a vita.. Nessun medico aveva avuto il coraggio di dirgli, elimina la causa scatenante del diabete (tutti i cereali) e il tuo diabete scomparirà.. Non ci è voluto molto tempo a guarire..

      Stesso discorso per un mio amico allergico ai pollini al quale continuavano a far prendere inutili antistaminici.. Rimosse tutte le graminacee in due mesi l’allergia è scomparsa!!

      per non parlare di me stesso che rimanevo spesso e volentieri bloccato nel letto per forti dolori alla zona lombare (colon infiammato) e nessun medico mai mi chiedeva cosa mangiavo regolarmente, a loro bastava darmi farmaci!! ci voleva un medico con la M maiuscola per farmi capire che rimanevo paralizzato per colpa del colon infiammato e che togliendo i responsabili non avrei più avuto quegli spiacevoli inconvenienti…

      Sono passati due anni, io, il mio amico e mio cugino stiamo molto meglio di prima senza assumere alcun farmaco, che se non erro in latino voleva dire veleno..

      Cordiali saluti

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Rispetto la sua opinione, ma di fronte a queste posizioni

      “gli studi non sono altro che statistiche insignificanti e prive di ogni valore scientifico”

      ritengo che proseguire la discussione sarebbe inutile per entrambi.

    4. Anonimo

      La saluto, se mi vorrà poi rispondere con un’ultima domanda!

      cosa fumano i bambini piccoli per prendere le bronchite?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fumo passivo a cui possono essere esposti è un fattore di rischio, ma la bronchite acuta ha altre cause (per esempio virus); il fumo è invece responsabile della maggior parte dei casi di bronchite cronica.

    6. Anonimo

      L’intelligenza dell’essere umano sta anche nel non avere paraocchi, non dare niente per scontato ed essere sempre aperti a eventuali nuove ipotesi..

      Le malattie sarebbero esclusivamente dovute a fumo, fumo passivo, stress o virus..

      Nella nostra vita ingeriamo mediamente 7-800 TONNELLATE di cibo a testa che vanno a finire dritte nel sangue nutrendo ogni singola cellula del nostro corpo, ma la realtà dei cibi-veleno creati dall’industria alimentare non è presa minimamente in considerazione dalla cosiddetta scienza medica..

      Non crede che visti i risultati di malattie sempre più diffuse e spietate, oltre che a pubblicizzare e somministrare farmaci, a dire alla gente che bere fumare e drogarsi fa male, il ministero della salute dovrebbe informare le masse (a partire dai bambini dell’asilo)
      dei reali danni che possono creare alcuni alimenti che nel mondo occidentale sono all’ordine del giorno?

  6. Anonimo

    Dott. Mia moglie fuma e io no lei fuma una sigaretta al giorno e ugualmente rischioso per lei e per me?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, anche se ovviamente il rischio è inferiore a chi fuma di più.

  7. Anonimo

    Vorrei porle una domanda: ho circa 15 anni, molti miei amici fumano dicendo che fumare aiuta a rilassarsi e concentrarsi. Io non ho mai fumato ma vorrei capire se fumare può aiutarmi con la scuola e ad affrontare i problemi della vita, come sembra che facciano i miei amici. Infatti vedo che loro dopo aver fumato si sentono piu rilassati e concentrati, almeno questo mi dicono. Può darmi un suo parere?
    la saluto cordialmente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, fumare non aiuta. Può essere piacevole (come tutte le sostanze da abuso), ma certamente non aiuta per la scuola e gli svantaggi sono sicuramente superiori a (dubbi) benefici.

    2. Anonimo

      un’altra domanda: mia mamma fuma più di 15-20 sigarette al giorno…
      A me l’odore che fuoriesce dalla sigaretta da molto fastidio. Essendo che non so come farla smettere, nonostante abbia espresso i miei pensieri di quanto sia inute e dannoso per la sua salute, mi potrebbe dare un consiglio su cosa fare per farla smettere di fumare?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo se non c’è la volontà di farlo da parte del fumatore in genere è una battaglia persa.

  8. Anonimo

    Sono sbalordito che oltre 3 milioni di anni di evoluzione della nostra specie ci abbiano portati a questo. Mi sento tremendamente alienato, come se appartenessi ad un altro mondo e una parte consistente di questa frustrazione è dovuta alla cultura retrograda della mia gente. Non è il fumo ad uccidere gli uomini ma la loro grave ignoranza, l’insufficiente abilità di razionalizzare le scelte. Ho una rabbia che mi monta dentro per l’indifferenza delle persone che amo al pericolo di questa dipendenza. Inutili sono le mie preoccupazioni, i discorsi, verso mia madre, la mia ragazza (che ha le dimensioni fisiche di una bambina a 20 anni di età), la mia e la sua famiglia, l’esasperazione per le cattive abitudini: le fumate in macchina, nel bagno, in cucina, in salotto, sono STANCO! Vorrei parole incoraggianti, che possano placare questa preoccupazione. E’ da anni che sogno di scappare da questa realtài. Non so quanto possa fare male alla mia ragazza viste le sue dimensioni il fumo 10 sigarette al giorno. Solo lei può illuminarmi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo ho poco da aggiungere, fumare fa male per tutti ed onestamente non quantifico mai l’entità del danno (peraltro correlata a numerosi fattori) perchè trovo per esempio che dire “fumo solo 5 sigarette al giorno, non farà così male” sia una pericolosa giustificazione verso sé stessi; la verità è che non esiste una quantità minima che possa essere considerata sicura ed allo stesso modo non mi sento di dire che un fisico più robusto possa tollerare meglio le sostanze assorbite.

  9. Anonimo

    buona sera dottore io fumo in media 2 sigarette al giorno di quelle ultra light con valori di catrame 1mg , nicotina 1mg e monossido di carbonio 2mg e volevo sapere se queste sigarette fanno meno male delle sigarette più forti o non c e differenza

  10. Anonimo

    Buongiorno dottore sono in gravidanza e spesso incontro per strada amici che fumano. Mi trattengo 5 minuti e poi vado via. Fa male quest esposizione ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo è inevitabile, così come lo smog atmosferico; eviti le situazioni più a rischio (per esempio le sale fumatori dei ristoranti), per il resto stia tranquilla.

  11. Anonimo

    Salve dottore sono una ragazza di 18 anni faccio sport ma coltivo una passione per oggetti da fumo come narghilè, colum, sigarette, sigari, bong, pipe e bocchini. Non possiedo tutti questi oggetti solo un narghilè che non uso quasi mai è un pacchetto di sigarette. Può esser ugualmente dannoso se fumo due massimo tre sigarette alla settimana praticando sport regolarermente?
    Grazie saluti

  12. Anonimo

    Mi perdoni gli errori di typing ma non sono brava a scrivere col cellulare

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, ovviamente meno ci si espone e meno rischiamo tutte le spiacevoli conseguenze dovute al fumo. Fumando poco avrà meno possibilità di ammalarsi rispetto a chi fuma tanto ma sempre un piccolo fattore di rischio in più rispetto a chi non fuma per niente. Saluti

  13. Anonimo

    Salve Dottore,

    Dopo aver fumato a volte mi capita di sentire tensione ai muscoli ( gambe e braccia e della gola ). Non sento particolari difficoltà nel respirare, anche se con questa tensione spirazione ed inspirazione si fanno più fastidiose. Sento un grande tensione che mi percorre il corpo, unita ad una leggera debolezza.

    Oggi mi è capitato dopo aver fumato la 7a sigaretta ( in realtà si trattava di un mozzicone che avevo fumato in precedenza, mentre ieri ser ami è capitato in tarda serata, ed è sparito dopo che ho bevuto un bicchiere di vino).

    Pensa sia qualcosa da controllare, oppure si tratta di semplice reazione allo stress del fumo ?

    Grazie.

    1. Anonimo

      Inoltre con questa tensione mi viene anche un prurito e spuntano dei piccoli brufoli.

      Premetto che sono allergico agli acari della polvere

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sicuramente da verificare con il medico, ma probabilmente si tratta di un po’ di ansia/stress mista agli effetti eccitanti della nicotina.

  14. Anonimo

    salve, ieri ho provato a fumare per la prima volta. so che è sbagliato e so che il mio cervello mi induce a volerne ancora. come faccio a non pensarci? e soprattutto da quando ieri ho smesso sento forti dolori alla parte superiore del corpo (petto), è normale?
    come posso far smettere questi dolori?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve. E’ insolito avere dolori la petto, forse ha una lieve irritazione alle prime vie aeree. Non fumi , non serve a niente. Ha provato ma basta, non continui. saluti

  15. Anonimo

    Salve dottore.. e possibile che dal fumo di sigaretta solo respirando ti possono crescere 2pezii di carne nel naso? Come se fosse polipi?? Un paio di mesi fa non c’erano !!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è ancora stato chiarito con certezza il ruolo del fumo nell’insorgenza dei polipi, ma eventuali escrescenze vanno verificate con il medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.