Tutte le domande e le risposte per Sindrome premestruale: sintomi e rimedi
  1. Anonimo

    Buonasera,
    ho trentanove anni e da due soffro di una forte crisi premestruale, che mi porta ad avere un gonfiore adominale esagerato, sebbene io abbia un peso regolare. Questo si presenta unitamente ad altri sintomi che ho letto essere “normali” in questo periodo del mese, nervosismo, insonnia e fame. Ho letto delle varie vitamine od integratori che possono essere assunti, ma io mi sento a disagio così gonfia e vorrei sapere se esiste un rimedio. Ho provato a mangiare meno, ma il gonfiore persiste.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Può a mio avviso provare i rimedi descritti, oppure optare per farmaci specifici contro il gonfiore, da usare esclusivamente al bisogno (come Simeticone Bracco, Mylicon, …).

  2. Anonimo

    Buonasera,
    ho 34 anni e anch’io soffro della sindrome pre-mestruale: seno gonfio, aumento di peso, malumore, irritabilità/aggressività. Il sintomo che mi infastidisce di più è l’irritabilità, che incide sulla mia vita privata.
    Come posso fare per combattere questo “sintomo” che sta diventando un problema per la vita di coppia?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ha già provato con integratori (magnesio, isoflavoni, ….)?

  3. Anonimo

    salve ho 37 anni, sono mamma di due bimbi piccoli 3 e 5 anni. da alcuni mesi accuso un senso di stordimento in testa, una specie di confusione come una iniziale perdita dei sensi che aumenta a pranzo o a cena, a volte seguito da cefalea e irrigidimento del collo. questo fastidio non mi impedisce di continuare a fare le normali attività giornaliere ma siccome sono molto ansiosa a volta mi faccio prendere dal panico. Il punto è che questo problema si verifica tre o quattro giorni priva dell’arrivo del ciclo, continua per tutta la durata del ciclo e a volte, come il mese scorso anche alcuni giorni dopo. vorrei sapere se secondo lei si può trattare davvero di una speciale forma di sindrome premestruale ed eventualemente cosa potrei fare per combatterla.
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il fatto che si verifichi sempre in coincidenza del ciclo non lascia praticamente spazio a dubbi; bisognerebbe ora cercare di capire, magari per tentativi, cosa potrebbe essere più utile tra i diversi rimedi, ai cui estremi troviamo rispettivamente magnesio e pillola anticoncezionale (con diverse possibilità intermedie).

    2. Anonimo

      Salve, io ho 26 anni. Il problema più grande per me sono sempre state le crisi di pianto e l’irritabilità. Ma anche io ho provato alcune volte questa stessa sensazione di “iniziale perdita dei sensi” durante i pasti. Solo di recente mi sono accorta che può esserci un collegamento con la sindrome premestruale, infatti in questi ultimi tempi mi è capitato per due sere consecutive, a tavola, proprio nei 2 giorni che hanno preceduto l’arrivo del ciclo. Farò attenzione ad annotare la data, la prossima volta che capiterà, per avere una coferma…

  4. Anonimo

    Salve,ho 27 anni per la prima volta il mio compagno durante il primo giorno di ciclo mi è venuto dentro.Il flusso era abbondante ma il mio ciclo è durato poco e poi nei giorni precedenti avevo delle perdite!Ho avuto Un ciclo posticipato e strano e oggi al 18 giorno da quando mi arrivarono il 3 marzo continuo ad avere i dolori di pancia, sono normali perchè ho un’ovulazione quindi non sono incinta?
    La mia ginecologa mi ha detto che non dovevo preoccuparmi e non mi ha voluto dare la pillola del giorno dopo perchè disse che il ciclo lo avevo già, ma io non sono tranquilla.
    Se domani faccio il test mi dirà la varità..?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      La probabilità di gravidanza è prossima allo zero, anche se comunque io consiglierei maggior prudenza. Il test può già farlo essendo passati 17 giorni.

    2. Anonimo

      La ringrazio molto per la risposta così repentina considerando che è domenica!
      Grazie infinite e seguirò il consiglio!

  5. Anonimo

    Ho scoperto di soffrire di sindrome premestruale da alcuni mesi, perché avendo avuto forti squilibri ormonali per un lungo periodo, non me ne ero accorta. Ho accusato tutti i sintomi sopra descritti. Ho iniziato ad usare gli integratori di sali minerali più l’agnocasto e mi sento decisamente meglio. Era orribile sentirsi spinta da attacchi di fame molto selettiva (cibi salati, dolci, piccanti, birra, vino, cioccolata), gonfiarmi enormemente, essere fortemente irritabile e depressa, insomma uno stato francamente insopportabile.
    Consiglio vivamente le donne che soffrono di questi disturbi di integrare la loro dieta con i sali minerali e l’agnocasto perché i risultati sono sorprendenti ed i rischi, per chi non sopporta la pillola, nulli!

  6. Anonimo

    Soffro di sindrome premestruale sin dal primo ciclo,ma andando avanti con gli anni (ho 41 anni e due gravidanze)la situazione è drasticamente peggiorata,partendo da circa 15gg prima dell’arrivo del ciclo compaiono i sintomi:gonfiore(una taglia in più),dolori muscolari,dolori alla schiena,gonfiore al seno,fame sopratutto notturna e il più debilitanta tra tutti un terrificante mal di testa che non diminuisci con nessun rimedio,da aggiungere a tutto ciò il ciclo mi dura 8/10gg.Come posso curarmi oltre che augurarmi l’arrivo della menopausa?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Magnesio, integratori specifici (a base di magnesio, calcio ed estratti vegetali in genere contenenti fitoestrogeni) oppure la pillola anticoncezionale (per esempio Yaz è molto usata per questo problema); citati in ordine di efficacia (inversamente proporzionale alla possibilità di effetti collaterali). Ricordo che per la pillola serve la ricetta e, in ogni caso, data la gravità dei sintomi un parere del ginecologo sarebbe comunque preferibile.

  7. Anonimo

    Grazie mille. Ritiene quindi che il dolore e l aumento di seno dal 17 giorno ( e Mai avuto nei cicli precedenti) possa essere uno sbalzo ormonale o simile? Ho fatto settimane di cura di ansiolitici naturali come l hypericum. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      E’ possibile, ma comunque non possiamo escludere una gravidanza.

  8. Anonimo

    La ringrazio. Quindi un rapporto non protetto ma assolutamente non completo avuto il 15 giorno dall inizio del ciclo può essere a rischio? Oggi il 28esimo giorno ho fatto un test ed e’ negativo. Cosa ne pensa? Dato il ciclo molto irregolare , non ho parametri di quando potrebbero essere. L unica cosa , da due gg dopo il rapporto il seno e’ gonfio e fa molto male. Le sembra presto per la comparsa dei sintomi di una gravidanza oppure e’ plausibile?grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Un rapporto non protetto è per sua stessa definizione a rischio, anche se non completo; fatta questa importante e doverosa premessa, per sottolineare che il coito interrotto non è un metodo sicuro, il 15esimo giorno può essere decisamente a rischio e purtroppo essendo passati solo 13 giorni il test potrebbe non essere ancora sufficientemente affidabile.
      Consiglio quindi di ripetere il test fra qualche giorno, magari venerdì; sicuramente le probabilità di gravidanza sono basse, ma non nulle.

  9. Anonimo

    Salve una domanda. Con un ciclo irregolare di circa 30/40 giorni, l ovulazione avviene sempre al 14/15 giorno oppure potrebbe allungarsi oltre tipo al 18/19? E’ una possibilità? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Molto probabilmente cade in un giorno compreso nell’intervallo che va dal 16esimo giorno (30 giorni meno 14) al 26esimo giorno; in linea di massima cioè l’ovulazione avviene sempre 14 giorni prima della comparsa del ciclo, che coincide con 14esimo giorno solo nel caso di cicli di 28 giorni.

  10. Anonimo

    Salve,
    Mi chiamo Stefania ed ho 34 anni. Ho appena letto il vostro post qui sopra, e adesso piu’ di prima mi rendo conto di soffrire della sindrome premenstruale.
    Il mio problema e’ che vivo all’estero esattamente in Corea del sud, qui vivo da ormai 11 anni, ho due bimbi di rispettivamente 7 e 11 anni. Da un bel po’ di mesi soffro di sbalzi di umore precisamente due settimane prima del ciclo, e la maggior parte delle volte a causa del mio cattivo umore cuso problemi in casa, non solo ai bambini ma anche a me stessa, piango spesso e sono letteralmente depressa. Secondo voi dovrei rivolgermi a questo punto al mio ginecologo e chiedere un aiuto? magari con una terapia piu’ accurata? oppure devo lasciare che i disturbi vadano via da soli.
    Vi ringrazio per la risposta anticipatamente.
    Stefania.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi pare di capire che il problema influisca significativamente sulla sua vita famigliare, quindi vale senza dubbio la pena di provare ad intervenire, tanto più che probabilmente verranno inizialmente proposti rimedi molto blandi, privi di effetti collaterali, come il magnesio.