Ovaio policistico: gravidanza, sintomi, dieta e cura

Introduzione

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS oppure sindrome dell’ovaio micropolicistico) è la causa più comune di infertilità femminile relazionata all’assenza di ovulazione (chiamata infertilità anovulatoria).

PUBBLICITA'

Molte donne non sanno di soffrire di ovaio policistico finché non si trovano a cercare una gravidanza senza successo.

Le ricerche hanno dimostrato che molte caratteristiche e alcuni sintomi della PCOS sono già presenti prima che un’adolescente abbia il (la prima mestruazione) e che l’impatto della PCOS trascende l’infertilità.

Il termine “policistosi ovarica” o PCOS si riferisce alle molteplici cisti (sacche riempite di fluido)  che crescono in una o in entrambe le ovaie; molte donne interessate da policistosi ovarica avvertono i sintomi della PCOS, ma le cisti non devono necessariamente essere presenti per una diagnosi di ovaio policistico.

I sintomi caratteristici dell’ovaio policistico sono variabili da donna a donna e possono comprendere:

Poiché molte donne non prendono in considerazione questi problemi e non li considerano “sintomi”, spesso non ne parlano con il proprio medico, la conseguenza è che molte sindromi da ovaio policistico non vengono diagnosticate finché non vengono scoperte cisti alla ovaie.

L’esatta definizione diagnostica di PCOS è ancora in fase di dibattito, di conseguenza il numero preciso di donne affette è sconosciuto; le stime suggeriscono che fra il 5% e il 10% delle donne appartenenti a una fascia di età compresa fra i 18 e i 44 anni potrebbero essere affette da ovaio micropolicistico.

Le donne affetta da ovaio policistico hanno un rischio maggiore di sviluppare

La sindrome è più comune nelle donne obese, o che hanno parenti strette affette dalla condizione.

Per la diagnosi in genere si ricorre a

Non esiste cura, ma il ricorso a una dieta corretta, alla regolare pratica di esercizio fisico ed eventualmente farmaci possono aiutare a controllare i sintomi.

iStock.com/magicmine

Causa

Al momento non si conoscono con precisione le cause dell’ovaio policistico; il fatto che sia presente una certa famigliarità della sindrome è indice della presenza di una possibile componente genetica anche se, per come può cambiare la sintomatologia da una generazione alla successiva, sicuramente esistono altre influenze rilevanti.

È evidente quindi che la sindrome è il risultato di una combinazione di fattori, compresi geni e caratteristiche ambientali.

La gravità dei sintomi riconducibili alla PCOS sembra tuttavia essere largamente determinata da fattori come l’obesità, tanto che la sindrome manifesta alcuni aspetti caratteristici delle malattie metaboliche (tanto che i suoi sintomi sono in parte reversibili, per esempio recuperando il peso forma).

Dal punto di vista pratico è il livello degli androgeni (ormoni maschili) più alto rispetto a quello considerato normale a causare la maggior parte dei sintomi della PCOS.

Le ovaie producono ormoni, sostanze chimiche che controllano il funzionamento del corpo. Uno degli ormoni che viene prodotto dalle ovaie è l’estrogeno, alcune volte chiamato indicato come “ormone femminile” perché le donne ne necessitano grandi quantità rispetto agli uomini in condizione di salute normale. Le ovaie producono anche androgeni, alcune volte chiamati “ormoni maschili” perché gli uomini ne necessitano grandi quantità rispetto alle donne in condizioni di salute normale.

Sia gli uomini che le donne richiedono specifici livelli di ambedue questi ormoni per una salute normale, livelli che risultano squilibrati nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico: manifestano concentrazioni più alte del normale di androgeni e possono mostrare livelli più bassi del normale di estrogeni. L’alto livello di androgeni può:

Sintomi

Oltre alle tre caratteristiche utilizzate per la diagnosi della sindrome dell’ovaio policistico:

la sindrome può causare la comparsa di numerosi altri segni e sintomi, alcuni dei quali apparentemente non correlati tra loro:

Infertilità

Molte donne affette da ovaio policistico soffrono di infertilità, definita come:

Molte donne che sono affette da infertilità causata alla PCOS possono ragionevolmente aspettarsi di riuscire, con l’aiuto del ginecologo, a rimanere incinta e portare a termine la gravidanza, nonostante una maggior predisposizione allo sviluppo di complicazioni durante i nove mesi di gestazione.

Irregolarità mestruali e di ovulazione

Problemi con le mestruazioni e l’ovulazione sono comuni nella PCOS e la maggior parte delle donne affette manifesta disturbi del ciclo mestruale:

Eccessiva crescita di peluria e/o acne

Si tratta di sintomi fortemente correlati all’eccessiva produzione di ormoni maschili.

Diagnosi

La definizione esatta della PCOS è ancora materia di discussione, ma una donna che presenti due delle seguenti caratteristiche potrebbe esserne affetta:

Le donne a cui viene diagnosticato l’ovaio policistico possono accusare i sintomi caratteristici, ma non avere cisti nelle loro ovaie. In egual modo, alcune donne che hanno cisti alle ovaie, non accusano i sintomi della PCOS.

Il primo passo per la diagnosi della PCOS è escludere altre disfunzioni che possono provocare sintomi simili. Alcune di queste condizioni comprendono:

Una volta escluse queste ed altre disfunzioni, il medico farà quanto segue per arrivare alla diagnosi:

  1. Procederà a un’accurata anamnesi, ossia valuta le condizioni mediche dei parenti più prossimi, segni e sintomi presenti nella paziente, stato di salute, storia clinica, …
  2. Verificare le condizioni di salute generale (esame obiettivo).
  3. Esami del sangue.
  4. Ecografia vaginale.

Complicazioni

Le ricerche più recenti mostrano che le donne affette da sindrome da ovaio micropolicistico sono più soggette ad altre disfunzioni, non considerabili prettamente sintomi:

La maggior parte de queste altre condizioni necessità di trattamenti propri, eventualmente in combinazione alla terapia per PCOS.

Un  condotto su circa 80000 donne, seguite per più di 10 anni, ha confermato che la presenza di ovaio policistico è un fattore di rischio per lo sviluppo di diabete di tipo 2; la diagnosi è stata formulata in otto donne ogni mille all’anno fra quelle colpite da PCOS, contro le due donne ogni mille all’anno nel gruppo di pazienti non affette dalla sindrome. Anche l’età media di diagnosi è risultata più bassa (31 contro 35). Gli autori dell’imponente studio confermano la necessità di isolare con maggior precisione fattori come il peso corporeo, ma le conclusioni confermano comunque la necessità di adottare uno stile di vita adeguato per abbattere il rischio di sviluppo di diabete e relative complicazioni.

Cura e rimedi

Purtroppo non esiste ad oggi cura definitiva per la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e, anche dopo la menopausa, le pazienti che ne sono affette spesso continuano a mostrare livelli elevati di androgeni e insulino-resistenza. Questo significa che i rischi per la salute associati alla PCOS sono permanenti.

Alla luce della presenza di numerosi possibili sintomi, anche molto diversi tra loro, spesso è necessario ricorrere a un approccio combinato per trattare il problema.

Punto fermo di qualsiasi trattamento per l’ovaio policistico è correggere lo stile di vita:

La perdita di peso e uno stile di vita più attivo possono minimizzare molti sintomi della PCOS e le relative condizioni, addirittura per molte donne queste due sole strategie possono significare risolvere completamente la condizione;

Attualmente, nessuna dieta o attività è universalmente accettata come più efficace di altre, quindi ogni caso viene valutato singolarmente; tra quelle su cui la maggior parte della comunità scientifica si trova concorde ricordiamo per esempio la dieta mediterranea.

Le pazienti devono poi valutare i rischi delle cure scelte: a tutti i trattamenti sono collegati diversi potenziali effetti collaterali, alcuni dei quali molto gravi (e alcuni fattori relativi allo stile di vita, come il fumo, possono aumentare i rischi).

Alcune delle cure più comuni volte a ridurre gli effetti dell’alto livello degli androgeni (per esempio, cicli irregolari, acne o irsutismo) sono:

Ovaio policistico e gravidanza

Cura

Anche se la PCOS è una delle principali cause di sterilità femminile, è una condizione curabile nella maggior parte dei casi. La paziente con ovaio policistico può ancora ragionevolmente aspirare a una gravidanza, a volte naturalmente, a volte con aiuto.

I cambiamenti dello stile di vita, come perdere peso, sono in grado di attivare i cambiamenti del corpo che migliorano le possibilità di gravidanza. Per molte donne con PCOS che desiderano avere una gravidanza il ginecologo dovrebbe consigliare di dimagrire e cambiare lo stile di vita prima di assumere farmaci, per vedere se si possa avere un pieno recupero della fertilità e della possibilità di rimanere incinta naturalmente. Numerosi studi dimostrano che i cambiamenti dello stile di vita ripristinano l’ovulazione e aumentano la probabilità di gravidanza.

Il ginecologo potrebbe prescrivere uno dei seguenti farmaci per aiutare le donne affette da PCOS a rimanere incinta:

Le donne con PCOS possono avvalersi anche di altre forme di tecnologia assistita per la riproduzione, come la donazione di ovuli e la fecondazione in vitro, ma ad oggi ci sono pochi studi in merito all’efficacia di questi metodi nelle donne con PCOS.

Una procedura chirurgica denominata drilling ovarico è stata utilizzata in passato per iniziare a regolare l’ovulazione o per aumentare la probabilità di gravidanza, ma non è però ancora chiaro se una tale procedura sia più efficace rispetto ai farmaci; è stato tuttavia dimostrato che risulta efficace nel ripristino dell’ovulazione.

Complicazioni

Purtroppo le donne con ovaio policistico hanno un maggior rischio di complicazioni durante la gravidanza.

Molte di queste complicanze sono simili a quelle tipiche delle donne con diabete, probabilmente a causa della maggiore incidenza del diabete in donne con PCOS.

Tra le possibili complicazioni ricordiamo:

Fonti e bibliografia

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, . Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
steroid-pharm.com

http://www.farm-pump-ua.com

http://biceps-ua.com/