Ormoni, croce e delizia per le donne

Ultimo Aggiornamento: 1 giorni

Introduzione

Possiamo immaginare gli ormoni sono i messaggeri chimici dell’organismo: viaggiano nel flusso sanguigno ai fino ai tessuti o agli organi bersaglio, dove lavorano lentamente, nel tempo, influenzando molti processi diversi, tra cui

  • crescita e sviluppo,
  • metabolismo (come il corpo ottiene e gestisce l’energia assunta con l’alimentazione),
  • funzionalità sessuale,
  • riproduzione,
  • umore.

La produzione degli ormoni avviene nelle ghiandole endocrine, gruppi speciali di cellule in grado di sintetizzare queste preziose molecole; le principali ghiandole endocrine sono

  • ipofisi,
  • epifisi,
  • timo,
  • tiroide,
  • ghiandole surrenali,
  • pancreas.

Inoltre gli uomini producono ormoni all’interno dei testicoli e le donne nelle ovaie.

Gli ormoni sono molecole potenti, ne è sufficiente anche solo una piccola quantità per innescare grandi cambiamenti a livello cellulare e, di riflesso, a livello dell’organismo; è per questo motivo che anche piccole fluttuazioni rispetto ai livelli normali possono causare problemi importanti.

Nella donna gli ormoni sono fondamentali anche per garantire l’equilibrio fisico e mentale, ma per sfruttare solo i loro benefici bisogna seguire alcune strategie. Pancia piatta, muscoli tonici, linea invidiabile ma non solo: buon umore e serenità, voglia di coccole e di far l’amore sono merito degli ormoni.

Anche se non ci si accorge infatti, queste preziose sostanze lavorano per il nostro benessere in un perfetto gioco di squadra ma attenzione: a volte certi fattori esterni (per esempio stress, alimentazione scorretta, sedentarietà) influenzano negativamente il loro equilibrio, scatenando alcuni noiosi disturbi.

Ecco i più frequenti e i rimedi giusti per riconciliarti con gli ormoni.

Umore a picco per colpa degli estrogeni

Prima dell’arrivo del flusso mestruale ci si sente spesso nervose e di pessimo umore: può essere colpa degli estrogeni, che sono una delle possibili cause della sindrome premestruale.

Sono una sorta di afrodisiaco naturale (stimolano l’eros), ma calano di colpo negli ultimi giorni del ciclo alterando la produzione di serotonina, l’ormone della serenità.

Da un punto di vista fitoterapico si consigliano preparati a base di agnocasto, un estratto vegetale che regolarizza la produzione degli ormoni, associati ad integratori di magnesio (la sua carenza rende irritabili e nervosi), oppure a preparati di olio di borragine, o di oenothera ricchi di grassi polinsaturi, che sono un ricostituente per il vostro sistema nervoso.

Ciclo ballerino, occhio alla prolattina

Se il tuo stile di vita è un vero e proprio tornado di cose da fare, rischi di mettere sotto stress l’organismo; in genere, il primo segnale di questo squilibrio si manifesta attraverso anticipi e ritardi del flusso mestruale.

La spiegazione?

La prolattina (l’ormone dello stress) tende ad alzarsi mandando in tilt l’orologio che regola il ciclo. Farmaci tranquillanti e digestivi possono per esempio far aumentare questo ormone.

Intanto puoi provare a concederti un po’ di relax, magari seguendo un corso di yoga o di meditazione: queste discipline favoriscono una corretta respirazione e, di conseguenza, fanno aumentare serotonina e Dhea, potenti ormoni antidepressivi con effetti antidepressivi.

Se il progesterone prende la mano

Poco prima del flusso ti senti gonfia e il tuo peso aumenta anche di due o tre chili?

Significa che si è alterato l’equilibrio tra estrogeni e progesterone: sono piccole fluttuazioni che trasformano in spugne i tuoi tessuti, assorbono più acqua e tu ti appesantisci a causa della ritenzione idrica.

Una settimana prima del flusso

  • usa poco sale, elimina gli alimenti ricchi di sodio (come salumi, formaggi stagionati, cibi conservati, pizza, pane biscotti e birra)
  • e bevi almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno.

Se prendi la pillola, valuta con il ginecologo se è il caso di passare a formulazioni più leggere o ad anticoncezionali come l’anello o il cerotto, che riducono al minimo la ritenzione idrica.

Quando il testosterone aumenta

I peli crescono più del solito o spuntano in zone insolite (per esempio il viso)?

Può dipendere dal testosterone, ormone maschile che in piccole quote circola anche nell’organismo femminile.

Se aumenta, come ad esempio nel caso della sindrome dell’ovaio policistico, sono guai:

  • peluria in eccesso,
  • ciclo ballerino,
  • acne
  • e capelli improvvisamente grassi e untuosi.

Anche in questo caso serve l’aiuto del ginecologo che prescriverà un esame del sangue per valutare tra l’altro i livelli del testosterone: l’aumento di questo ormone infatti può essere la spia di cisti microscopiche dell’ovaio (il cosiddetto ovaio policistico) ed in questo caso l’attività fisica associata alla perdita di peso è la prima cura.

Muovendoti, tieni a bada le alterazioni del metabolismo degli zuccheri che facilitano la formazione di nuove cisti, inoltre il ginecologo può prescriverti una pillola anticoncezionale specifica che riduce la produzione di testosterone e dei suoi effetti negativi.

Maggy senior

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    vorremmo avere figli io ho preso primolut per 20 giorni poi ho fatto esami e fsh mi ha dato 36.90 ma io ho 36 anni e prima era 12 amh 0.04
    per il resto endometro a posto abbiamo qualche possibilità

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      L’FSH in che periodo del ciclo è stato dosato? il valore dell’AMH è piuttosto basso, purtroppo non sembra una situazione molto favorevole per una gravidanza naturale, ma spetta al ginecologo la valutazione del quadro clinico generale.

  2. Anonimo

    Salve dottore! Tra qualche giorno avevo programmato di fare delle analisi di routine tra cui aggiungere anche degli esami relativi ad alcuni ormoni ( prescritti dal mio ginecologo ). La mia domanda è : allo stato attuale sono influenzata , tale condizione comporterebbe un risultato falsato di alcuni valori ? Se si , quanti giorni mi consiglia di aspettare ?.. consideri che non lo farò comunque prima di sabato ..grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se è influenzata alcuni risultati come l’emocromo e aspecifici indici infiammatori ( ves e pcr) potrebbero essere alterati. Per cui se non ha urgenza conviene aspettare almeno una settimana da quando si è ristabilita. saluti

  3. Anonimo

    Salve dottore il mio uomo dice che non ho nessun odore ne sapore nella parte bassa po essere che non ho abbastanza ormoni ed in più faccio fatica ad avere un orgasmo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non è una situazione usuale, bisogna valutare se ha altri sintomi che potrebbero essere relativi a deficit ormonali, consiglierei una visita ginecologica, anche il problema dell’anorgasmia può avere molte cause.

  4. Anonimo

    Salve, vorrei sapere se, pur avendo un ciclo regolarissimo,si può avere il progesterone basso. Grazie!

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sì è possibile, va ovviamente verificato col ginecologo, dopo opportuni dosaggi.

    2. Anonimo

      La ginecologa dice che col ciclo regolare il progesterone non può essere basso…. Quindi se non mi prescrive lei i dosaggi, posso chiederglieli, vero? Io temo di avere il progesterone basso perché negli ultimi mesi prima della mestruazione non avverto più dolore al seno come prima… Può essere un’osservazione giusta?

    3. Anonimo

      Lo spotting per quanti giorni? Io ho subito ciclo rosso, al massimo qualche macchiolina beige il pomeriggio precedente il giorno in cui arrivano….

    4. Anonimo

      Allora posso dire che non ho spotting, visto che al massimo vedo qualche macchiolina il giorno prima (una sola volta mi é capitato di vederle due giorni prima, ma cmq macchie ridicole) ? Io conto sempre 15 giorni tra il giorno in cui vedo molto muco filante (questo giorno non lo conto tra i 15) e il primo giorno del flusso (anche questo fuori dal calcolo dei 15 giorni). É sempre cosi! Infatti io so quando mi arriva il flusso proprio perché conto sempre lo stesso numero dei giorni. É una fase luteale giusta? La ginecologa dice di si ma io sto cercando di capire cosa c’è che non va in me visto che non rimango incinta! Sono passati ormai tre anni da un aborto spontaneo avuto alla settima settimana… Tanti controlli sia io che mio marito per sentirmi dire : É tutto ok… Ma ora mi sono fissata col progesterone… Ci sarà per forza un motivo vero?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Il progesterone sembra non destare dubbi.
      2. In alcune coppia si parla di infertilità sine causa, ossia senza causa apparente.

    6. Anonimo

      Ho capito. Ma esiste un elenco di tutti i controlli che si devono fare? Non vorrei che la ginecologa si fosse dimenticata di qualche controllo…. La ringrazio molto! Buona serata.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Esami ormonali, tiroide, isterosalpingografia, … oltre ovviamente all’esame dello sperma; è improbabile che si sia dimenticata qualcosa, sono protocolli abbastanza standardizzati (ed abbiamo inoltre una precedente gravidanza, anche non andata a buon fine).

      In ogni caso dopo 3 anni inizierei a valutare una qualche forma di aiuto.

    8. Anonimo

      Non mi ha fatto fare l’isterosalpingografia! Come mai mi chiedo… Dopo l’aborto ho avuto 2/3 episodi di candida (che ho sempre curato) … E se si fossero chiuse le tube per colpa della candida? Potrebbe essere?

    9. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Anche se non sembrano esserci problemi rilevanti , se dopo tre anni di tentativi mirati non riesce a rimanere incinta ( aborto a parte) , è consigliabile andare in un centro specializzato. saluti

  5. Anonimo

    Salve Dottore sono in attesa di 7settimane da lunedì ho avuto perdite di sangue sono stata dal ginecologa che mi ha fatto la visita dicendomi che il feto sta bene e ho un ematoma nel utero e questa la causa delle perdite e mi ha scritto il progesterone da prendere 2 la mattina 2 il pomeriggio e 2 la sera hanno come dose 100mg l uno lo uso come piccole capsule vaginali , ma secondo lei la dose è troppa o può essere normale, aspetto una sua risp grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, segua la prescrizione del ginecologo che l’ha visitata e conosce la situazione, non si preoccupi.

  6. Anonimo

    La ringrazio dottore.
    Mi da un cosiglio? Se ci proviamo domenica al 11giorno alla mattina presto,e poi ancora il giorno 12 allattina presto.. Dobbiamo astenerci il venerdì e il sabato?
    Nel senso farlo 2 volte di seguito è meglio astenersi 1/2 g prima?? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente no, non è di alcuna utilità l’astensione.

  7. Anonimo

    Ah, il dottore mi aveva detto che ho l’utero pulito, che e’ tutto normale, anche cosi’ potrei avere un fibroma?… Ne avevo parlato di ciste e lui ha detto di no, forse anche ho chiesto del fibroma (mia suocera pensava di si’ visto io aver sempre la pancia da incinta…) ma se non mi sbaglio lui ha scartato la possibilita’… Ha detto che potrei avere anche qualcosa, ma non c’entra con la ginecologia…
    Grazie ancora.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non faccia pasticci e segua scrupolosamente e con fiducia le indicazioni del ginecologo.

    2. Anonimo

      Salve, Dottore.
      Mi scusi ma non ho capito…
      Voglio dire… La mia suocera, ora in pensione, e’ infermiere e guardandomi mi ha detto “Secondo me, ha un fibroma…”… Sia lei che mio marito, questa volta, mi dicevando di farmi vedere… Insomma, sono andata… Li’, ne ho parlato col dottore… Lui mi ha visitata e ha finito dicendomi piu’ o meno “Qualcosa lei potra’ avere, certo, ma non di competenza ginecologica”.
      Concludo: Non faccia pasticci e segua scrupolosamente e con fiducia le indicazioni del ginecologo.
      – Qual’e’ l’indicazione del ginecologo?…
      Non riesco a capire visto lui non mi sembrare aver detto qualcosa da fare…
      Mi scusi se insisto…
      Potra’ essere di parlare con il mio dottore di base, cosa che ho gia’ fatto e dico che sto monitorando se ho delle perdite, ma per ora niente… Ah, ora mi e’ venuto in mente che ho detto di sta usando il Dufaston, forse e’ questo che Lei si riferisce al “pasticcio”… Comunque, continuo… Sto monitorandomi e di perdite anomale non ne ho, ringraziando DIO! E cosi’, la prossima settimana ricontattero’ il mio medico per dire com’e’ stata questa settimana… Cosi’ lui vedra’ se mi fara’ fare un’altro tampone oppure cosa fare… Ora mi ricordo anche che il dottore mi aveva detto di prendere una medicina (forse e’ antimicotico come mi hanno detto in farmacia) per una “possibile” necessita’, ma il mio dottore di base mi ha detto di aspettare… Non solo perche’ c’era la possibilita’ di gravidanza, ma, secondo me, lui preferisce vedere se necessario… Ossia, se c’e’ un problema si cura, altrimenti, no… Il dottore mi aveva detto “Se lei avesse qualcosa, eliminerebbe…”, ma rimanendo nel “se”, penso il dottore di base non ha voluto “rischiare” visto la possibilita’ di gravidanza e l’inutilita’ di un sempre farmaco…
      Per quanto riguarda il Dufaston, e’ stato datomi da due dottori diversi, per regularizzare il ciclo o farlo venire, anche accettato da quest’ultimo quando sono andata per la seconda ecografia dopo il secondo raschiamento (questo fatto da lui) assente da ogni perdita… e gliene ho detto che nella visita di controllo dopo l’intervento la dottoressa mi aveva detto di prenderlo… Certo, e’ stata una mia iniziativa ora e me lo auguro di non sbagliare…
      La chiedo scusa per le miei tante domande e spero di non disturbarLa tanto.
      Cordiali Saluti.

      Per quanto riguarda il D

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le ha detto che non è di competenza ginecologica, quindi le ha suggerito di cercare altrove la causa dei disturbi; faccia il punto con il medico come programmato, senza fretta e senza ascoltare mille pareri diversi, che non fanno altro che creare confusione.

  8. Anonimo

    Grazie, Dottore.
    Non saprei come fare… Lei dice che i fibromi non si vedono con un’ecografia?… Insomma, non capisco bene, ma ho fatto una il 23 settembre e il mio ciclo in teoria, l’ultimo, era venuto il 12… Il dottore mi ha detto che avevo gia’ ovulato ed avevo il “corpo luteo” per questo ho fatto l’esame del progesterone, ossia, avevo la possibilita’ di essere incinta visto aver avuto rapporti nella settimana dopo il “cilco”…
    Comunque, vedo come sto in questa settimana, ossia, mio ciclo (o perdite ematiche visto essere poche) non c’e’ piu’ da ieri e noto da oggi che c’e’ qualche perdita trasparente, molto sotile, pero’, ossia, non elastica…Ho sempre ovulato molto vicino alla fine del ciclo, ossia, ho sempre avuto un ciclo di massimo 26gg e per tutte le miei gravidanze, sia quella di otto anni fa’, che e’ nata la mia figlia di 7 anni, sia per le altre due andate a male, in meno di 28gg sapevo gia’ di essere incinta… Dopo i raschiamenti, pero’, tutto e’ cambiato (ci sara’ anche qualcosa a che vedere con l’eta’, ma penso di piu’ con il secondo raschiamento) e non capisco piu’ nulla… Insomma, controllo se ho qualche perdita strana in questi giorni, anche ematiche e ne parlero’ con il mio dottore di base… Lui mi ha detto di fare cosi’, ossia, dopo il ciclo, di vedere se fare un altro tampone o cose del genere…
    Ah, da ieri ho anche iniziato a prendere il dufaston… Praticamente ho deciso da sola di finire la confezione che ho a casa visto che nell’ultima visita il dottore ne ha parlato di usare della pillola per regolarizzarmi il ciclo… Ormai sono due giorni e penso di prendere per 7gg o 10gg come mi e’ stato prescritto le altre due volte… Anche se, all’epoca, mi mancava il ciclo e non al contrario…
    Puo’ darsi io stia sbagliando, ma, ormai ho gia’ iniziato…
    Poi, Vi faccio sapere…
    Grazie ancora.
    Buona Giornata!

  9. Anonimo

    Salve!
    Ultimamente sto “girando” per trovare l’argomento giusto per il mio caso…
    Insomma, dalla gravidanza a cicli che non arrivano e ciste, aborti… Insomma, ora vorrei capire da Voi un risultato dell’ultimo esame del sangue…
    Siccome dopo il secondo aborto con raschiamento sono stata 3 mesi senza ciclo, ho usato poi Dufaston e dopo circa 4 mesi di nuovo sono stato altri 2 mesi senza e di nuovo Dufasto con cicli allungati… Poi sono passata a cicli vicinissimi! non capisco piu’ cosa fare… HO 41 anni e ora mi dicono “utero fibromatoso”, 5% di possibilita’ di rimanere incinta naturalmente, sarebbe una cosa occasionale… Poi, che non si puo’ fare tanto per i cicli cosi’ avvicinnati… Ossia, circa ogni 15gg con anche perdite prima dell’arrivo… Ma cicli non abbondanti… Tra l’altro di colore chiaro (due volte cosi’) tipo rosso chiaro, salmone… e non innodore… Perdite strane come di colore giallo, griggio o bianco non ne ho (mi hanno gia’ chiesto)… ma ho un fastidio come se mi pizzicasse… non so, magari come fosse infiammato…
    Ultimamente cercavo di lavarmi di meno e senza usare sempre detergente antibatterico come mi hanno detto visto non avere problemi, ma poi, sembra che dopo che non ho piu’ usato, mi sia venuto qualcosa…
    L’ultimo tampone e’ stato a gennaio ed era tutto nella norma, anche se la flora di lattobacillus era “riddota” … Cosi’ il mio dottore di base mi ha detto di usare (se io volessi) il FEMI per rafforzare questa flora buona… L’ho fatto, ma anche qui, sembra che non mi abbia aiutato, ma al contrario… O e’ tutto questione di coincidenza?!…
    Ora, con il mio dottore di base, valuteremo se fare un nuovo tampone…
    Ho fatto emocromo, tutto a posto, tranne MCV CHE ERA 94,20 invece del limite 94,00 (non so se perche’ ero un po’ raffreddata o se perche’ ne mangio poca carne rossa… Il dottore mi ha spiegato un po’… non so se ho capito bene, pero’… Me ne ha parlato anche di qulacosa come mancanza di acido folico, ma sto usando 400… da tanto… non sapre… ) S-Proteina C reattiva <5 mg/L e progesterone 1,68 ng/mL dopo il corpo luteo (ma non saprei quanto tempo dopo)… Questi risultati, principalmente del progesterone in fase luteale quasi al limite minimo, cosa mi puo' dire? Insomma, se ci fosse stata una gravidanza, non andrebbe avanti se io non prendessi altri progesterone, giusto?…
    Per quanto riguarda la prolattina, che non so se ho gia' controllato, e' bene che lo faccio, giusto, visto il mio ciclo tanto vicino… Sarebbe anche utile controllare il testosterone?
    L'altra cosa, e' possibile, caso io non abbia nessun problema, che l'odore che ho sentito ultimamente negli ultimi due cicli "rosso chiaro"… Il primo dopo un giorno e mezzo circa e' sparito e iniziato a venire "rosso piu' scuro", gia' il secondo dopo sparito l'odore, ha continuato chiaro e sempro poco, con qualche perditine di coagolo… Sarebbe possibile una questione di mancanza di vitamine? Non so se ho gia' letto qualcosa del genere… Il magnesio e altre sarebbero importante per regolarizzare in questo senso?
    Grazie Mille e scusatemi per la lunghezza…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Senza sapere i giorni passati dall’ovulazione temo il valore del progesterone sia poco utile.
      2. A mio avviso serve un approccio più ragionato al problema, fare analisi un po’ a caso non aiuterà a risolvere la situazione.
      3. No, non credo che possa essere una carenza vitaminica.

      Farei il punto con un endocrinologo, anche se le confermo che i fibromi possono spiegare gran parte dei problemi descritti.

  10. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    Assumo regolarmente la pillola anticoncezionale Naomi da otto mesi, oggi all’improvviso mi è arrivato il ciclo mestruale dopo dieci giorni dall’ultima mestruazione. Mi devo preoccupare? Non ho mai avuto irregolarità di questo tipo.

    1. Anonimo

      Ho effettuato ecografia e pap test a fine luglio e non è stato riscontrato alcun problema, se non uno stato infiammatorio dovuto a una candidosi recidiva che ormai mi è passata, insieme all’infiammazione… Mi sto curando con Flukimex 200 una volta alla settimana per mantenimento.

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Può succedere, ne parlerei comunque col ginecologo per tranquillità. Saluti.

  11. Anonimo

    Salve dott. avrei bisogno se mi spiegare per piacere le analisi che ho fatto la cosa che mi e sembrata piu strana questo ormone:
    TESTOSTERONE Elettrochemiluminescenza 0,025 ng/ml (il val. normale dovrebbe essere 0,084 – 0,481) voglio precisare che ho fatto le analisi al 3 gg di mestruazioni…io ho 28 anni peso 60kg e sono alta 1.71….
    Attendo vostre grazie molto gentile

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra un po’ basso; per quale motivo è stato richiesto?

    2. Anonimo

      Grazie mille per la risposta…beh a dire la verità stiamo cercando un bebè pero le analisi del mio marito sono un po più grave ora stiamo facendo a lui più analisi che a me…pero questo ormone dopo l’ovulazione oppure nel tempo del ciclo si alza ? Sarebbe un problemi cosi basso? Al 3 giorni di mestrazionui non so cosa pensare se e basso e dopo diventa normale oppure rimane cosi..
      Attendo vostre grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In assenza di altre variazioni significative non credo che sarà considerato un problema.

    4. Anonimo

      Grazie mille dott… e stato molto gentile.
      Vi auguro una buona giornata

    5. Anonimo

      Vorrei un consiglio su cosa fare mia figlia 37anni soffre di ritensione al punto che un giorno gli si stingono gli abiti il giorno dopo sono larghi mani viso fatto esami ma non le trovano nulla allora perché si ginfia?grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.