Tutte le domande e le risposte per Cisti ovariche: sintomi, cause, pericoli, cura
  1. Anonimo

    buona seraa volevo chiedere un informazione io prendo la pillola kipling da 16 giorni x ridurre una cisti alle ovaiee,volevo sapere se ho rapporto libero posso stare tranquilla prendendo questa pillola da poco tempo ??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In generale per diversi motivi consiglio di aspettare almeno di iniziare il secondo blister; in teoria sarebbe già coperta, ma ritengo preferibile attendere la prossima confezione.

  2. Anonimo

    ieri mi hanno diagnosticato una cisti ovarica solida di 4.6cm…stamane ho eseguito le prime analisi richieste…ma le solide sono maligne?scompaiono con una terapia di farmaci oppure dovranno operarmi per toglierla? e le mestruazioni assenti x la prima volta in questo mese mi arriveranno oppure salteranno? ho 35anni…grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non necessariamente sarà maligna, ma le analisi permetteranno di farsi un’idea più precisa sulla natura del problema e sulla terapia da adottare.

    2. Anonimo

      grazie:)

  3. Anonimo

    salve, ho 35 anni e sono tornata da pochi giorni dall’ospedale in cui sono stata ricoverata di urgenza per una grossa colica all’addome e dove mi e’ stata diagnosticata una cisti ovarica di 9 cm… Mi hanno curato con degli antidolorifici e antibiotici e dal prossimo ciclo mestruale dovrò prendere la pillola per vedere se si riassorbe da sola. Nel frattempo mi hanno messo in lista per l’operazione.
    Siccome so che è molto pericoloso che una cisti cosi grande scoppi, vorrei sapere cosa devo evitare per non aumentare il rischio che succeda…
    Tipo:
    – Posso fare sforzi, tipo sollevare pesi ecc.?
    – Posso continuare a fare attivita’ fisica in palestra tipo pilates e aerobica?
    – E’ pericoloso se prendo grosse scosse tipo in macchina o facendo dei salti?
    – I rapporti sessuali possono incrementare il rischio che scoppi la cisti?

    Insomma, per favore, ditemi tutte le controindicazioni che ci sono, anche le più assurde, perché vorrei sapere come comportarmi esattamente in modo che non possa succedermi niente fino all’assorbimento della cisti o all’eventuale operazione per rimuoverla.

    Grazie aspetto notizie, è urgente!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che consiglierei di chiedere anche e sopratutto al ginecologo, personalmente credo che possa fare una vita più o meno normale, evitando semplicemente ciò che non si sente di fare e gli sforzi eccessivi in genere.

    2. Anonimo

      e’ logico che chiedero’ al ginecologo, ma in attesa di avere una visita da lui, volevo comunque avere indicazioni per sapere come comportarmi per evitare problemi.
      Una mia amica tanto tempo fa ha avuto un emorragia interna per colpa dello scoppio di una cisti ovarica e questa è scoppiata durante il rapporto sessuale… è un caso oppure c’è il rischio che succeda?
      Grazie di nuovo

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio parere se evita come detto sforzi eccessivi (e quindi “posizioni” insolite o rapporti eccessivamente passionali) non dovrebbe essere un grosso problema, diversamente glielo avrebbero fatto presente al momento della dimissione.

    4. Anonimo

      la ringrazio… ma è normale che a distanza di una settimana dall’inizio della colica (che poi è durata quasi 2 giorni nonostante gli antidolorifici) mi sento ancora gonfia e a tratti indolenzita nella zona addominale e lombale e non posso mantenere posizioni troppo piegate (tipo accovacciata o seduta in uno scalino troppo basso) per più di 5 minuti perchè altrimenti mi sento tornare un doloretto più forte?
      Quanto pensa che possa durare questo malessere?
      Posso tornare a lavorare domani mattina (sto principalmente seduta)? Il medico ha semplicemente detto di tornarci quando me la sento io… Io non sto male da dover stare a letto per forza, ma non sto neanche bene del tutto… e non so se è preferibile il riposo… e per quanto tempo….

      grazie

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Cisti a parte, la diagnosi in ospedale è stata di colica renale?

    6. Anonimo

      renale??? ma quando mai l’ho nominata? Sono stata ricoverata in ginecologia… la diagnosi è cisti ovarica di 9 cm che si estende dall’ovaio sinistro fino sopra alla vescica…. cisti a parte (come lei ha chiesto) non ho nient’altro……

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi deve scusare la domanda ma, parlando genericamente di colica, a distanza sarebbe un errore grave dare per scontato qualsiasi cosa.
      In ogni caso consiglio davvero di sentire il suo ginecologo, potrà essere molto più preciso di me nel rispondere ai suoi legittimi dubbi.

    8. Anonimo

      le ho già detto che sto aspettando la visita dal ginecologo ma nel frattempo la vita continua… e volevo sapere come comportarmi e quando e se preoccuparmi… non è che posso tornare a lavorare tra 20 giorni quando avrò visto il ginecologo, le pare? chiedevo a chi senz’altro ne sa più di me, apposta per sapere come muovermi…

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La mia opinione gliel’ho data, ma non posso per ovvi motivi prendermi la responsabilità di scendere nel dettaglio, a maggior ragione in un campo in cui non mi sento sicuro e per una paziente che non conosco.
      Le indicazioni generali gliel’ho descritte, ma comprendo la sua insofferenza nel non ricevere maggiori dettagli (benchè il parere del medico di tornare quando se la sente mi sembra ragionevole); potrebbe eventualmente provare a contattare i ginecologi di medicitalia.it,

      http://www.medicitalia.it/

      che essendo specialisti potranno probabilmente esserle maggiormente d’aiuto rispetto a quel poco che ho fatto, anche se a mio parere una telefonata (adesso non le serve una visita, ma solo qualche risposta) al suo medico rimane la scelta migliore.

  4. Anonimo

    ma se dovessi esser operata è possibile che mi venga tolta anche l ovaio sinistro visto che è lì la cisti di 4.6cm?ma le solide possono regredire?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo sono davvero ignorante in questo campo, quindi prenda le mie parole come ipotesi e non come certezze; in genere si prova prima con la pillola anticoncezionale per vedere se la cisti regredisce, se non si risolve si prende in considerazione l’intervento che non necessariamente comporterà l’asportazione dell’ovaio.

  5. Anonimo

    figurati:)io nn nè ho la più pallida idea! ti ringrazio tanto:)ciao

  6. Anonimo

    ho fatto ecografia pelvica circa 7 mesi anno detto che sono follicoli 17 ,18 mm adesso ho un dolore forte in ambele parti ,ciclo regolare ,la pancia mi la sento piena non ho preso nesun farmaco ,quando ho queste dolori mi se inturmentisce anche le gambe che poso fare grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Consiglio senza dubbio una nuova visita.

  7. Anonimo

    salve, sono una ragazza di 21 anni da quanto ho 12 anni mi hanno diagnosticato microcisti ovariche, in entrambe le ovaie, ho fatto diverse cure con la pillola contracettiva “DIANE” non ho avuto mai un risultato positivo internamente perchè esternamente mi causano acne alle spalle e seno e dopo un paio di mesi iniziavano a scomparire. circa sei mesi fa mi hanno fatto sospendere e diane e mi hanno dato le YAZ a mio parere mi hanno rovinata… ho fatto solo due mesi di cura perchè ho avuto molti problemi: inizio depressione, aumento del peso forte nervosismo, ma la cosa più brutto non ho più il desiderio sessuale. come ho già detto ho fatto solo due mesi, ne sono passati altri quattro e come mai il desiderio non ritorna? ne ho parlato con il ginecologo ha detto “è un fattore psicologico, vada da un psicologo!” come può essere un fattore psicologico? con il mio problema, delle migliaia di microcisti e nassun desiderio e voglia, potrò avere una gravidanza? grazie per avermi dedicato un pò di tempo aspetto una sua risposta… arrivederci

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il mancato ritorno del desiderio in effetti è possibile che sia a questo punto solo psicologico, perchè in genere terminata l’assunzione della pillola questo fastidioso effetto collaterale scompare; quello che non condivido è invece l’atteggiamento infastidito del ginecologo, perchè la sua rabbia e la sua preoccupazione sono più che motivate.

      Per quanto riguarda la gravidanza direi che può ragionevolmente sperare di esaudire il desiderio quando lo deciderà; potrebbe non rivelarsi facile, ma si stupirebbe sapendo quante mamme (sicuramente anche attorno a lei) soffrono del suo stesso problema.

      A questo punto io non posso fare molto, se non lasciare alcuni suggerimenti:
      1. Se non fosse più o meno nel suo pesoforma, perdere peso potrebbe essere significativamente importante per migliorare il problema.
      2. Alcune donne con ovaio policistico traggono beneficio riducendo sensibilmente l’apporto di zucchero e dolci (perchè spesso c’è associata una condizione di squilibrio insulinico).
      3. Se il suo ginecologo ha esaurito le idee provi a sentire un altro ginecologo od anche un endocrinologo.

      Segnalo infine che qui

      https://www.farmacoecura.it/donna/ovaio-policistico-sintomi-terapia-gravidanza/

      può trovare una panoramica del problema ed in fondo alcune esperienze.

    2. Anonimo

      grazie, io sinceramente non credo che sia un problema psicologico, io non ho parlato con nessuno di questo problema solo con il ginocologo che non mi ha concesso nemmeno 2 minuti di tempo (abbiamo parlato nel corridoio),sono molto timida,sto parlando con lei adesso perschè non è davanti a me, è una cosa che mi vergona molto, grazie a Dio sono fortunata il mio ragazzo mi sta capendo, sa perchè non credo che sia un fattore psicologico? perchè avrei dovuto avere dei problemi con il mio ragazzo, ho avrei dovuto avere qualche problema del tipo sessuale. non so mi dia un consiglio. ci sarebbe uno psicologo come fa lei a dare consigli attraverso un sito?

    3. Anonimo

      no il mio peso è nella norma sono alta 1.65 cm è peso 58 kg, non mangio molti dolci

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ipotizzo (ma chiaramente è solo un’ipotesi) che sia un problema psicologico non pensando a problemi con il partner, ma perchè la situazione è diventata molto stressante e la paura di non venirne fuori (non recuperare il desiderio, non risolvere il problema, non poter in futuro aspirare ad una gravidanza, …) fa il resto.
      Secondo il mio parere, inoltre, non ha bisogno di nessuno psicologo, ma solo di ritrovare un po’ di serenità e di tranquillità.

      In ogni caso un ottimo servizio di risposte mediche lo trova presso il sito medicitalia, dove tra l’altro trova specialisti molto più competenti di me (sono farmacista).

      Mi tenga al corrente.

  8. Anonimo

    grazie mille spero di rivolvere il mio problema al più presto. Le farò sapere ancora mille grazie…

  9. Anonimo

    Volevo sapere se c’è differenza tra microcisti e micropolicisti, grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nel parlato comune credo che non ci sia differenza, l’aggiunga del prefisso “poli” rende l’idea della numerosità ed è quindi probabilmente più corretto dal punto di vista medico.

  10. Anonimo

    salve io gia sono stata operata di cisti con l asportazione di un ovaia ora ho il ciclo sballato e mi sento la pancia gonfia e mi fa male in piu il freddo che sento di sopra vorrei sapere se dovrei sospettare di una ciste o andare in ospedale per fare un ecografia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di andare in ospedale sentirei per telefono il ginecologo.