1. Anonimo

    Grazie

    1. Anonimo

      Se ti chiedi se sono stanca, SÌ, lo sono, tantissimo. Ma tengo troppo alla vita per rinunciare a lottare. Io ho 13 anni di malattia alle spalle, pensavo di esserne uscita e invece ci sono ricaduta. Non sono fra quelle che dicono che sarà il tuo punto debole per sempre, io non voglio pensare che questo problema sarà da tenere a bada per sempre: VOGLIO credere che se ne possa uscire definitivamente, essere libera da tutto questo grigiore. Bisogna provare e riprovare….magari lo specialista scelto non era quello giusto o magari tu non eri pronta…

    2. Anonimo

      ….una relazione, per me, sì basa sulla sincerità. Il tuo fidanzato dovrebbe sapere la verità, anche perché per iniziare a guarire bisogna ammettere a se stessi e alle persone care di avere una dipendenza da cibo.

  2. Anonimo

    anche per me e stato sempre un rincorrersi di alti e bassi. Secondo me una probabilità di uscirne sarebbe un cambiameto radicale di vita ma questo non è quasi mai possible, quindi quando siamo nella::: fase per così dire più felice bisogna preparare le strategie per la possima crisi che è sempre in agguato. Senti ch parla: nonostante questa consapevolezza ci sono ricaduta anch’io per l’ennesima volta. Spero solo di riprendermi e di stare meglio. chissà che sia la volta buona: Lo auguro anche e te C. aNOnima

  3. Anonimo

    a Silvia buonanotte ricambio l’abbraccio dell’altra sera

    1. Anonimo

      Grazie….sono esausta oggi avevo bisogno di sentire qualcuno accanto. Notte Laiv

  4. Anonimo

    Lottare e non arrendersi mai.
    Grazie davvero per la vostra attenzione. Io sono considereta dalle persone che ho accanto come una ragazza forte e intelligente, ma io nn sono cosí xk ho tante insicurezze che ormai sono diventate il mio abito permanente…. Cmq so che devo lottare e innanzitutto devo partire ammettendolo a me stessa e a chi amo.
    Grazie davvero!

  5. Anonimo

    Ciao
    Sono distrutta e disperata. Soffro di bulimia da 3 anni. Sono arrivata al punto che non ne posso più, sto male, ho mille dolori e sono a pezzi, ma nonostante tutto non riesco a smettere o almeno fare una pausa, saltare ogni tanto. Mi sto rovinando ogni giorno di più. Sono fidanzata, ma lui non sa niente. Cerco di nascondermi e ultimamente, mi vergogno a dirlo, ma vado a rubare in cucina per poi nascondermi in camera.
    Non so cosa fare, non ho il coraggio di parlarne con qualcuno. Mi dico sempre, da domani non lo faccio più, ma sto domani lo rimando da 3 anni.

  6. Anonimo

    Mi sento molto sola…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Parlarne qui in Rete potrebbe essere stato il primo passo; non c’è nessuno che lo sa attorno a lei?

  7. Anonimo

    E no, non ho parlato con nessuno e non credo che riuscirò mai a farlo. Mi vergogno troppo.
    Non so cosa fare. Vorrei tanto uscirne, vorrei sparire.
    Spesso mi auguro il peggio,un male incurabile con la speranza di un cambiamento.
    Sto impazzendo….

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È perchè invece non voler stare meglio anzichè voler sparire? So che sembra una domanda retorica, ma è davvero da qui che deve partire, deve desiderare stare bene per poterne uscire.

  8. Anonimo

    Magari,però ormai credo che ci voglia un miracolo..

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I miracoli accadono, basta crederci davvero.

      Trovi la forza di parlarne con qualcuno, non importa se la mamma, una sorella, un’amico, il medico o chiunque altro, ma inizi a togliersi questo enorme peso che la sta schiacciando.

  9. Anonimo

    Grazie mille per il consiglio.sarà difficile,spero di riusire a farlo.
    Comunque adesso ho un grande problema,imenso problema.la prossima settimana devo affrontare un viaggio, una vacanza con il mio fidanzato e dovremmo andare a trovare i suoi genitori.
    Sono fuori di me,non so come fare,non so cosa inventarmi per non partire.vi prego datemi un consiglio, cosa devo fare??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E se fosse l’occasione invece per parlargliene?

  10. Anonimo

    Io credo soltanto che non dobbiate mollare mai raga’!;))))* (co”nosco in prima persona troppo bene il problema ,+ la famosa serie d costellazioni familiari intorno a me..)..Amate!amate quanto +possibile la cita tutt’intorno a voi,le persone ,gli sguardi della gente intorno,tutto!!e amate voi stesse!Assaporate la gioia d stare con gli altri e sentite come QUESTA riempie tutte le cose x)))*!!!e si ricomincia a vivere x)!!!manteniamo sempre ad ogni kosto queste direttrici di pensiero ;))) con impegno,sempre <3#!vvbene !spero ce la facciate!!;))