Tutte le domande e le risposte per Leucociti alti nelle urine: cause e pericoli
  1. Anonimo

    Buongiorno dottore, sono in gravidanza e mi hanno trovato tracce di leucociti nelle urine. Il ginecologo mi ha detto di non preoccuparmi, ma io vorrei fare un’urinocoltura. Cosa ne dice?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non farei esami non prescritti; il ginecologo ha sicuramente valutato la situazione nel complesso (altri esami, sintomi, …).

  2. Anonimo

    Durante un esame di routine mi hanno trovato leucociti alti nelle urine, ma non ho nessun sintomo, il medico mi prescriverà un antibiotico? Devo preoccuparmi?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente le consiglierà semplicemente di bere di più, o magari nemmeno; in alcuni casi questi rilievi (in assenza di sintomi) sono legati a qualche errore nel prelievo del campione o temporanee fluttuazioni prive di significato. Raccomando comunque di verificare con il medico.

  3. Anonimo

    Tracce di sangue nelle urine è preoccupante? È un tumore?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è necessariamente preoccupante, ma va indagato con il medico; difficile fare ipotesi senza ulteriori dettagli (età, sintomi, …).

  4. Anonimo

    Sono state trovate tracce di leucociti nelle urine durante un esame di routine. Io non ho sintomi particolari, ma effettivamente ho scoperto solo dopo che avrei dovuto eseguire un’accurata igiene intima prima di raccogliere il campione, potrebbe essere questa la causa dell’alterazione?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ultima parola al medico ma sì, è possibile.

  5. Anonimo

    Cos’è l’esterasi leucocitaria? È leggermente sopra la norma.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La presenza di globuli bianchi nelle urine è spesso indicativa di infezione delle vie urinarie; l’esame dell’esterasi rileva la presenza dell’omonimo enzima, una proteina rilasciata dai globuli bianchi; è quindi di fatto una sorta di screening per la ricerca e la diagnosi di cistiti ed altre infezioni.

      Anche in questo caso un’eventuale positività non permette da sola una diagnosi, che deve invece sempre essere fondata anche sulla presenza di di sintomi o altri segni.