Leucociti alti nelle urine: cause e pericoli

Cosa sono i leucociti

I leucociti, anche conosciuti come globuli bianchi (o WBC secondo il nome inglese White Blood Cells), sono cellule del sangue la cui funzione principale è quella di proteggere l’organismo dall’aggressione di microrganismi patogeni:

PUBBLICITA'

Esistono globuli bianchi di diverso tipo, ognuno con caratteristiche e funzioni specifiche:

Semplificando al massimo il concetto, quando l’organismo deve difendersi da una minaccia può aumentare la produzione di queste cellule “soldato”, quindi conoscerne la quantità nel sangue ed eventualmente nelle urine permette di verificare quando il sistema immunitario si attiva verso una qualche minaccia.

iStock.com/BaltzarDK

Valori normali

I valori normali possono cambiare leggermente da un laboratorio all’altro, ma a titolo indicativo possiamo dire che nelle urine di norma i leucociti dovrebbero essere assenti, o presenti solo in tracce.

Leucociti alti

Una presenza significativa di leucociti nelle urine è in genere dovuta a

La presenza di infezione è sicuramente l’ipotesi più comune (cistite, per esempio, ma l’infezione può colpire anche reni, ureteri o uretra).

Purtroppo il riscontro positivo non è indicativo

Sintomi

La presenza di leucociti nelle urine di per sé non è associata ad alcun sintomo, ma in caso di infezione delle vie urinarie possono comparire:

Un’ostruzione delle vie urinarie ha sintomi variabili in base alla situazione, nella maggior parte dei casi la presenza di calcoli è associata a dolore (anche molto forte, che si sviluppa nel basso addome e/o a livello inguinale), su un lato o su entrambi; possono poi comparire

In caso di prostatite possono comparire uno o più dei seguenti sintomi:

  • sangue nello sperma,
  • sangue nelle urine,
  • dolore a livello genitale e/o lombare,
  • dolore durante l’evacuazione,
  • dolore durante l’eiaculazione
  • difficoltà di vario genere con la minzione.

Gravidanza

I leucociti alti in gravidanza sono sempre valutati con grande attenzione, perchè un’eventuale infezione urinaria trascurata può diventare causa di pericolose complicazioni.

È molto importante sottolineare che in assenza di sintomi (o di altri esami positivi, come la presenza significativa di globuli rossi nelle urine), una moderata presenza di globuli bianchi potrebbe anche non essere considerata patologica, in quanto in gravidanza (soprattutto nelle epoche più avanzate) i reni vengono stressati in modo rilevante dovendo lavorare anche per le necessità del feto, quindi un lieve aumento della presenza di cellule e proteine nelle urine potrebbe essere considerato fisiologico.

Alla luce di tutto questo si raccomanda di:

Si sottolinea infine l’importanza di una corretta raccolta del campione di urina, in quanto molto spesso anche piccoli errori in questa fase possono causare falsi positivi.

Quando viene richiesto

L’esame viene comunemente richiesto come controllo di routine, ma può ovviamente venire prescritto in caso di sintomi o condizioni specifiche che possano instillare il dubbio di un problema all’apparato urinario.

In gravidanza è un esame che viene prescritto periodicamente, per rilevare rapidamente eventuali problemi e avere tempo per intervenire con efficacia.

La conta leucocitaria fa in genere parte dell’esame microscopico delle urine, insieme ad altri parametri:

Come raccogliere il campione

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.