Tutte le domande e le risposte per Colonscopia: preparazione, procedura, dolore, …
  1. Anonimo

    E’ dal lontano 2001 che ho problemi con l’intestino. dapprima un intervento chirurgico per l’asportazione della colicisti, poi gastro e colonscopie a gogo… Ora, dopo che mio padre è stato operato d’urgenza per un adenocarcinoma al colon-retto, mi sono trovata a dover chiamare il chirurgo perchè accusavo gli stessi sintomi del papà… Ebbene, mi viene prescritta una colonscopia con regime d’urgenza (vista anche la familiarità) che ho eseguito con tanta paura (e dolore) in aprile u.s.. Successivi esami ematologici e ulteriore visita dal gastroenterologo… Diagnosi… Morbo di Crhon… Adesso, sotto cura, ed una dieta “adeguata” al caso (praticamente non mi è permesso di mangiare quasi nulla) mi ritrovo a dover ripere la colonscopia ai primi di Luglio… Non ho più paura del referto in quanto sono passati solo due mesi, ma ho il terrore di riaccusare gli stessi dolori e soprattutto di ribere quella sostanza “schifosa” che aiuta la pulizia del colon.

  2. Anonimo

    Salve sono una ragazza di 28 anni e da 8 il mio intestino nn sta più bene.Mi hanno detto che ho l’intestino irritabile,ma dopo aver fatto moltissimi esami,moltissime cure e aver cambiato tanti dottori,nn ho avuto miglioramenti.Io ho coliche quasi tutti i giorni,con fortissimi dolori all’addome seguiti da diarrea.Adesso ho l’appuntamento x fare la colonscopia.Volevo solo sapere se c’era qualche altra diagnosi che porta gli stessi sintomi del colon irritabile.Grazie mille.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esistono altre malattie infiammatorie del tratto intestinale che hanno sintomi simili.

    2. Anonimo

      ma sono curabili queste altre malattie?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In alcuni casi sono curabili, in altri l’obiettivo è di tenere sotto controllo i sintomi, come per esempio nei casi di colite nervosa.

  3. Anonimo

    Soffro di stipsi cronica ho piccole evacuazioni ogni 30 / 40 giorni dopo diverse occlusioni intestinali devo fare la colonscopia ho paura di non riuscire a fare questo esame poiche non evacuo neanche con il selg

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Eventualmente valuti con il medico di associare al Selg Esse anche un clistere di pulizia.

  4. Anonimo

    ho sempre sofferto di perdita notevole di sangue a motivo di un ragade anale e di un fastidioso prolasso fino all’età di 50 anni spesso soffrivo parecchio da circa 10 anni quindi compiuti i 60 anni e scomparso ogni traccia di sangue e fastidi di ogni genere anche se a volte ma sporadicamente trovo qualche traccia di sangue molto rosso nelle feci. cosa mi consiglia di fare? GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Data l’età potrebbe valere la pena valutare con il suo medico la ricerca di sangue occulto e, eventualmente, una colonscopia.

  5. Anonimo

    salve ho avuto problemi di pancia gonfiore,dolori alla parte sinistra della pancia,difficolta nel scaricare,la settimana scorsa sono andata due volte al pronto soccorso e con un clistere mi sono un po sistemata.I dottori mi hanno detto che molto probabilmente soffro di diverticolite e bisognerebbe fare una colonscopia.Ho paura spero di trovare un ospedale che la facci con la sedazione.

  6. Anonimo

    Buongiorno,con il progetto salute lombardia ho effettuato l’esame delle feci e mi hanno riscontrato sangue occulto,quindi l’11/10/2010 mi hanno dato l’appuntamento per la colonscopia presso l’ospedale di Rho.Ho una fifa terribile non per l’esame ma per il risultato…non ho nessun disturbo,sto benissimo,non sono mai stata stitica,anzo sono un orologio,secondo lei cosa potrebbe mai essere? ogni tanto mi sanguinano le gengive,potrebbe essere anche una cosa del genere o per forza deve essere un polipo?grazie mille Roberta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Molto probabilmente sarà una sciocchezza: un piccolo capillare rotto, un emorroide oppure un po’ di infiammazione. Mi tenga al corrente e per ora, davvero, non ha motivo di preoccuparsi.

  7. Anonimo

    Salve mi chiamo Vale, è da 3 anni che soffro di dolori allo stomaco, in particolare la parte alta a sinistra. Il dolore è associato da continua aria, sembra che l`aria rimanga sempre nella parte alta di sinistra e addirittura sento come un formicolio dietro la schiena sulla stessa direzione dello stomaco.Il dolore aumenta se sto a digiuno e se mangio troppo, addirittura spesso non riesco a respirare, infatti in passato sono andato in iperventilazione a causa di panico.Ho fatto di tutto, gastroscopia, tac, ecografia, ma non hanno trovato niente. Dicevano che era ansia e nervosismo.
    Sinceramente mi sono curato, o diciamo o voluto provare con antidepressivo, ma la situazione non è cambiata. Non so più cosa fare! cosa potrei provare ancora? grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Che antidepressivo ha assunto? E’ stressata? Mangia velocemente?

  8. Anonimo

    soffro di colite ulcerosa.
    A novembre dovro’ effettuare nuovamente una colonscopia, vorrei tranquillizzare
    tutti, non preoccuoatevi non c’e dolore. Ho aspettato 2 anni prima di farla , soffrendo
    inutilmente. Quello che temo sono i 4litri di acqua con purgativo che devo ingerire il
    giorno prima. Non c’e alternativa?
    Grazie dell’ attenzione
    Saluti Dario

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non c’è alternativa, i prodotti sono 2-3, forse con aromi leggermente diversi, ma la quantità di acqua è costante.

  9. Anonimo

    Salve, ho 33 anni, da circa una settimana (la settimana scorsa i sintomi si sono manifestati durante una vacanza al mare) avverto prurito nella zona anale, soffro di stipsi e alla defecazione sento come pungere soprattutto dal lato sinistro. Inoltre sento a volte anche una sensazione di gonfiore. Esternamente però tutto mi sembra normale. A cosa può essere attribuito l’insieme di sintomi? Non sapendo che prodotti applicare mi sono limitata a mettere della pasta di fissan per alleviare il prurito ma temo si tratti di emorroidi.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Credo che, in prima battuta, la sua diagnosi sia corretta; consiglio quindi abbondante idratazione, alimentazione ricca di fibra ed eventualmente rimedi locali (creme) specifici.

  10. Anonimo

    La ringrazio. In questo modo i sintomi regrediranno? Le creme devono essere prescritte dal medico di famiglia? Con abbondante idratazione intende bere molta acqua giusto?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esatto, bere è fondamentale per ammorbidire le feci; questo ha il duplice vantaggio di rendere più semplice l’evacuazione e renderla meno irritante/dolorosa per l’emorroide.
      Per la crema può rivolgersi in farmacia, essenziale è poi la dieta

      http://etlc.info/emorroidi/emorroidi-alimentazione-e-cura/

      Se non dovesse essere sufficiente esistono farmaci da prendere per bocca, ma se non avesse avuto miglioramenti consiglierei a quel punto un parere del medico per verificare la diagnosi; ricordo infatti che la mia è solo un’ipotesi.