Canesten e Gynocanesten: uso e controindicazioni

Ultimo Aggiornamento: 2 giorni

Introduzione

Il (nomi commerciale: Canesten, Gynocanesten, Canesten-Unidie, …) è un farmaco antifungino comunemente usato nel trattamento di infezioni micotiche dell’uomo e di altri animali, come

È usato anche nel trattamento del piede d’atleta e del prurito del fantino (tinea cruris).

È compreso nella lista dei farmaci essenziali secondo l’OMS, cioè l’elenco dei farmaci più importanti di cui un sistema sanitario di base deve essere dotato.

La molecola fu scoperta verso la fine degli anni ’60 dalla Bayer e fu messa in commercio pochi anni dopo.

In Italia ed in molti Paesi europei è in vendita come farmaco da banco (OTC, senza bisogno di ricetta medica).

Indicazioni

(Prezzi al pubblico indicativi, 23 luglio 2017)

  • Canesten 1% crema (€ 10.80), spray cutaneo (€ 13.30)
    • Micosi della pelle e delle pieghe cutanee, come pitiriasi versicolore, candidosi cutanea, tinea pedis o piede d’atleta, tinea corporis.
  • Canesten 1% Polvere cutanea (€ 10.65)
    • Trattamento topico delle micosi umide della pelle e delle pieghe cutanee soprattutto se localizzate in zone coperte o scarsamente aerate ( ad esempio: tinea pedis o piede d’atleta, tinea cruris, tinea inguinalis).
  • Gyno Canesten crema vaginale (€ 10.90), compresse vaginali (€ 14.80)
    • Trattamento di sintomi localizzati quali prurito, leucorrea, arrossamento e sensazione di gonfiore della mucosa vaginale, bruciore al passaggio dell’urina qualora tali sintomi siano conseguenti ad infezioni vulvovaginali sostenute da candida precedentemente diagnosticati dal medico.
  • Canesten Unidie crema (€ 12.85)
    • Trattamento delle dermatomicosi sostenute da dermatofiti, da saccaromiceti, da altri funghi patogeni: micosi del piede e della mano, micosi del tronco ( tinea corporis), micosi delle pieghe cutanee ( tinea inguinalis), onicomicosi, pityriasis versicolor, candidosi superficiali.

Modalità di applicazione

Crema

La crema va applicata in piccola quantità 2-3 volte al giorno in corrispondenza della zona affetta, massaggiando leggermente; la crema è utile per il trattamento delle zone cutanee senza peli.

Esiste una formulazione che richiede un’unica applicazione giornaliera (Canesten Unidie).

Spray

Lo spray è utile per il trattamento delle zone cutanee coperte da peli ed in corrispondenza delle pieghe cutanee, nonchè su aree del corpo particolarmente estese (schiena, addome, torace). Canesten spray cutaneo soluzione va nebulizzato uniformemente sulla parte da trattare 2 volte al giorno.

Polvere

La polvere va applicata 2-3 volte al giorno; nel trattamento del piede d’atleta si può cospargere con la polvere anche l’interno delle calze e delle scarpe.

Compresse crema vaginale

Le compresse o la crema vanno introdotte il più profondamente possibile in vagina la sera ed a tale scopo la paziente dovrà assumere la posizione supina a gambe lievemente piegate. Sarebbe preferibile che il trattamento venga iniziato e terminato fra una mestruazione e l’altra.

Durante la terapia si consiglia di evitare i rapporti vaginali, perché l’infezione potrebbe essere trasmessa al partner.

Salvo diversa indicazione medica, la crema si somministra una volta al giorno alla sera per 3-6 giorni consecutivi, introducendo il contenuto di un applicatore profondamente in vagina.

Per quanto riguarda le compresse vaginali si somministra una compressa la sera per sei giorni consecutivi, oppure 2 compresse la sera prima di coricarsi, per 3 giorni consecutivi.

Per l’impiego della crema o delle compresse vaginali, leggere il foglietto illustrativo a corredo e seguire questi passi:

  1. Riempire lo speciale applicatore fornito con la crema fino al livello indicato o scartare una compressa, bagnarla con acqua tiepida e metterla nell’applicatore come mostrato nel foglietto illustrativo.
  2. Sdraiarsi sulla schiena con le ginocchia tirate su e divaricate.
  3. Inserire l’applicatore in alto nella vagina (a meno di gravidanza in corso) e spingere lo stantuffo per iniettare il farmaco. Se incinta, inserire l’applicatore con delicatezza. In caso di resistenza (risulta duro da inserire), interrompere l’inserimento e chiamare il medico.
  4. Rimuovere l’applicatore.
  5. Gettare l’applicatore monouso.
  6. Lavarsi subito le mani per evitare di diffondere l’infezione.

La crema o le compresse vaginali andranno applicate quando ci si sdraia per andare a letto. Il farmaco funziona al meglio se non ci si alza di nuovo dopo averlo applicato (fuorché per lavarsi le mani).

È ovviamente possibile ricorrere all’uso di un assorbente durante l’impiego di crema o compresse vaginali per proteggere la biancheria da macchie, a patto di evitare gli assorbenti interni perché capaci di inibire il corretto assorbimento del farmaco.

Non fare la doccia a meno che il medico lo raccomandi.

Altre indicazioni

Se il clotrimazolo (crema, lozione o soluzione per la pelle) è stato acquistato senza prescrizione medica, usarlo per 4 settimane per il piede di atleta e 2 settimane per il prurito del fantino o la tigna. Se i sintomi non migliorano entro tale lasso di tempo, interrompere il medicinale e consultare un farmacista o un medico.

Se la crema o le compresse vaginali del farmaco sono state acquistate senza prescrizione medica ed è la prima volta che si soffre di prurito e fastidio vaginale, consultare un medico prima di iniziare a adoperare il clotrimazolo. Tuttavia, se un’infezione da lievito è già stata diagnosticata in passato e ne ricompaiono i sintomi, usare la crema o le compresse vaginali seguendo il foglietto illustrativo per 3 – 7 giorni consecutivi, di preferenza la sera.

Se i sintomi nel frattempo non migliorano, chiamare il medico.

Consultare il medico anche se i sintomi si ripresentano dopo meno di 2 mesi.

Gravidanza

Esiste un numero limitato di dati sull’uso del clotrimazolo in gravidanza, ma gli studi disponibili non mostrano effetti dannosi.

Come misura precauzionale è opportuno evitare l’uso di clotrimazolo nel primo trimestre di gravidanza, a meno di espressa prescrizione medica.

Personalmente consiglio comunque di evitarne l’uso se non prescritto, perchè in gravidanza ogni infezione vaginale va verificata con il ginecologo e trattata come da sue indicazioni, per evitare di sottovalutarne i possibili effetti.

Bambini e neonati

Canesten viene comunemente prescritta ed utilizzata per le dermatiti da pannolino.

Effetti collaterali

Il clotrimazolo può causare effetti collaterali. Contattare immediatamente il medico a fronte di uno dei seguenti sintomi:

  • prurito,
  • bruciore,
  • irritazione,
  • arrossamento,
  • gonfiore,
  • dolore di stomaco,
  • febbre,
  • perdite maleodoranti se il prodotto è per uso vaginale,
  • fastidio gastrico o vomito con le pastiglie (non in commercio in Italia).

Ulteriori avvertenze

  • Crema, lozione e soluzione di clotrimazolo sono farmaci ad uso esclusivamente esterno e in nessun caso vanno ingerite.
  • Non ingerire le compresse o la crema vaginale.
  • Evitare il contatto con gli occhi.
  • Evitare rapporti sessuali con un’infezione vaginale in corso.
  • La crema contiene un eccipiente che può indebolire alcuni prodotti in lattice come i preservativi o il diaframma; non usare tali dispositivi entro 72 ore dall’uso del farmaco.
  • Indossare mutande pulite di cotone (o con inserti di cotone); non indossare biancheria in tessuto sintetico.

Fonti principali:

  • , licenza 

Adattamento a cura della Dr.ssa Greppi Barbara

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Salve dottore. Ho 30 anni. Ho fatto un pap test in privato,e mi hanno chiamato x dirmi che non è uscito giusto. Mi hanno prescritto di prendere Gynocanesten vaginale.
    È possibile che il test esca sballato essendo sieropositiva??
    Cè rischio che abbia una tumore vaginale??
    Grazie della risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Data la prescrizione è solo stata trovata una candida, quindi nulla di preoccupante.

      Le hanno detto che sarà da ripetere il PAP-test dopo la cura?

    2. Anonimo

      Si me hanno detto di usare la medicina x 6 sere. E poi ripetere il test. Ma sono preoccupata😞😞

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi, semplicemente non è stato possibile portare a termine l’interpretazione dell’esame a causa di un po’ di candida.

  2. Anonimo

    Salve dottore. Mi sono dimenticata di dirvi che io non ho fatto un semplice pap test.
    Nel senso che ho avuto problemi con il cilco nei ultimi 2 mesi,molto scarso e ho voluto fare una visita ginecologica.
    Il ginecologo mi ha visitata e non ha visto nessuna anomalia,anzi mi ha detto che il prox ciclo verra normalmente perche non si vede nulla dalla ecografia interna.
    In questi 2 mesi mi aveva prescritto la Yaz. E quindi al momento che ha finito la visita ginecologica,ho chiesto di fare anche un papa tes,ma x altri motivi,di solito ogni 2 anni lo faccio,e siccome ero già lì ho voluto farlo.
    E dopo circa 3 settimane mi chiama dicendomi che gli hanno riferito che dal pap rest risulta una infezione..

    Ho già messo 2 sere Gynocanesten,e oggi ho avuto delle piccole perdite rosse,non abbondanti ma visibili.. il ciclo l’ho avuto il 19 aprile.. non saprei….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi, come spiegato sopra c’è probabilmente solo un po’ di candida.

  3. Anonimo

    Gentile Dottore, siamo una coppia che cerca gravidanza da tempo. Fra le altre, recentemente a lei è stata prescritta una cura con Gyno-Canestren vaginale, applicabile a giorni alterni per 29 giorni complessivi. Non ci è stata data controindicazione per rapporti durante le applicazioni, ma nemmeno specificato se possa avere, questa crema, effetti di sorta sullo sperma. Il bugiardino non ne fa menzione alcuna. Possiamo chiederLe se, in caso di rapporti e considerati gli effetti della cura in corso con la crema medesima, siano noti effetti negativi di qualsivoglia natura su di un eventuale concepimento? Grazie. M&M

  4. Anonimo

    salve dottore, i primi di luglio ho curato una vaginosi batterica della durata di 5 anni.
    vorrei sapere se sono riuscita a debellarla. ho visto in televisione la pubblicità del test di gynocanesten. siccome è immediata e costa meno del tampone (dal quale è emerso solo vaginosi batterica) potrei usarlo come soluzione alternativa?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, non conosco bene questo test, ho visto che può distinguere tra infezione e non infezione e non dà grosse indicazioni su una eventuale terapia. Onestamente non credo che un tampone vaginale classico costi poi tanto di più, però permette di sapere se c’è infezione e quale microorganismo sia in causa. Per cui io consiglierei di fare il tampone classico.Saluti

  5. Anonimo

    Buonasera da circa 1 anno sto usando la spirale Mirena. Da oggi ho un forte prurito e fastidio vaginale e in farmacia mi hanno dato Gyno Canestren. Vorrei sapere se l’utilizzo della “siringa” va a toccare la spirale ed eventualmente spostarla. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, perchè la spirale si trova nell’utero, mentre la crema viene applicata in vagina.

    2. Anonimo

      Grazie. Inoltre lo scorso mese ho avuto delle perdite abbondanti che ormai non avevo più da quando ho la spirale. Potrebbe essere successo qualcosa alla spirale o un caso?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La spirale ormonale agisce come una pillola, inibendo i normali meccanismi ormonali; può essere che le perdite che manifestava fossero dovute a ovulazione, quindi sono scomparse dall’inserimento del dispositivo.

    4. Anonimo

      Ma la spirale la ho ormai da più di un anno e il flusso abbondante è successo lo scorso mese

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Variazioni del flusso possono capitare indipendentemente dal metodo contraccettivo; se però nota altri cambiamenti nel ciclo è bene farsi controllare dal ginecologo. Saluti.

  6. Anonimo

    Grazie. Lo scorso ciclo è stato super abbondante e lungo. Cosa che ormai non mi succedeva più da quando ho la spirale. Può essere successo qualcosa o solo un caso??

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe essere solo un episodio, nel caso noti qualcosa di anomalo successivamente consulti in ginecologo, saluti.

  7. Anonimo

    Salve a tutti io ho fatto una cura di antibiotici e di conseguenza mi ha portato disturbi intimi tra cui pruriti e bruciori…in farmacia mi hanno dato Gino canesten e con oggi sono 3 gg ke faccio questa cura ma nn ho notato miglioramenti anzi….come potrei proseguire??? È normale ke solo dopo tre gg i bruciori d pruriti nn danno segno di andar via? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, probabilmente la cura solo locale non è sufficiente o non adatta. Dovrebbe andare dal medico o dal ginecologo per una eventuale nuova terapia. Forse è opportuno far un tampone. Saluti

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno. Per questo fastidioso problema possono essere usate polveri o soluzioni cutanee a base di terbinafina o di fenticonazolo ( es. lamisilmono) da applicare direttamente sui piedi. saluti

  8. Anonimo

    È ormai un anno e mezzo che soffro di bruciore e prurito intimo ho provato di tutto.
    Gynocanesten
    Ovuli vagginali
    Ho fatto il pap test è risultata una candida
    Ma il problema persiste con tutte le cure cho ho fatto
    La mia paura è che questa candida si sia allargata negli organi interni della vagina…
    Cosa posso fare di più
    Sono disperata😩😩

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve continuare a collaborare con il ginecologo fino a risoluzione, purtroppo può succedere di imbattersi in ceppi particolarmente resistenti; non sono mai state prescritte terapie per bocca?

  9. Anonimo

    Salve, la scorsa settimana ho cominciato ad avere forte prurito e dolore interno ho usato gynocanesten (che in precedenza aveva fatto effetto) per 4 giorni consecutivi ma non ho avuto risultati. Per di più al quinto giorno ho avuto mestruazioni e febbre dovuta probabilmente a un colpo di vento. Sto cominciando a pensare che probabilmente l’infezione non è dovuta a candida e ho saputo che in farmacia ci sono dei test per sapere se una certa infezione è data da candida o no. Quindi vorrei sapere se dopo la fine del ciclo posso continuare gynocanesten e per quanto tempo, o se per sicurezza mi conviene fare questo test per sapere se effettivamente sia candida…non so cosa pensare. Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La scelta migliore è sempre il ginecologo, in certi casi anche tardare la corretta diagnosi può essere un problema.

  10. Anonimo

    Salve,
    Sono abbastanza stressata a causa di una candida scoppiatami dopo aver assunto un forte antibiotico. Inizialmente la ginecologa mi ha prescritto un ovulo di lonernil e lavande floragyn, ma il problema non si è risolto. Ultimamente mi ha fatto fare un ciclo di 12 giorni ( non consecutivi ma 6 e 6) di macmiror e lavande, più fluconazolo per 4 giorni. Ho finito la terapia da 4 giorni, e ad oggi ho ancora perdite e bruciore, sono esausta 🙁 Mi sapreste dire se è consigliabile una nuova cura con queste compresse della gynocanesten? Grazie mille.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, dal momento che ha ancora sintomi nonostante una terapia sia locale che orale adeguata, onestamente eviterei di fare ulteriori cure senza prime rivalutare la situazione eventualmente con qualche esame colturale. Senta la ginecologa. Saluti

  11. Anonimo

    Salve qualche mese fa ho fatto il pap test che è risultato irregolare e mi è stato prescritto l esame dell hpv. Però ancora non l ho fatto. Non ho compreso bene se questo tampone devo farlo x accertarne la presenza o per sapere quale sia il ceppo. Da due giorni ho prurito intimo con presenza vaginale di sostanza biancastra lattigginosa. Posso curarla come candida o in è potrebbe dipendere da questo hpv e se si come devo procedere?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si, verosimilmente le è stato prescritto l’esame per l’ hpv per sapere se c’è, ed eventualmente quale sottotipo. Invece le perdite bianche ,dense e presenza di prurito, possono far pensare effettivamente una infezione da candida. Saluti

  12. Anonimo

    Buona sera, ho la candida vaginale volevo sapere se è sufficiente applicare solo la gynocanesten oppure è necessario associare qualche altro farmaco.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se i sintomi sono leggeri può provare solo con la crema, se non passasse entro qualche giorno potrebbe servire qualcosa (ma diventerebbe di competenza del medico).

  13. Anonimo

    Buongiorno dottore. Io e il mio compagno abbiamo la candida. Io la curero’ all arrivo del prossimi ciclo, perche.sperando in un ( tra l altro improbabilissimo) concepimento, il ginecologo mi ha detto di aspettare le mestruazioni. Ma il mio compagno vorrebbe usare una crema tipo gynocanesten gia da oggi.. il problema e che lunedi 31/10 lui dovra’ fare spermiogramma e spermiocoltura. Se iniziasse il gynocanesten oggi e lo smettese venerdi, gli esami dello sperma del lunedi successivo potrrebbero essere inficiati dall uso topico della crema. Grazie buona domenica

  14. Anonimo

    Salve , uso Gynocanesten ma sembra che il prurito sia aumentato … appena metto la crema aumenta … come mai ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, la usa sotto prescrizione medica o è una sua idea? se la diagnosi è errata può darsi che la terapia non sia adatta.

  15. Anonimo

    salve buonasera
    volevo chiedere se per una candida è più efficace il vagisil e il gyno canasten
    e poi se oltre la crema occorre qualcos’altro tipo sapone specifico ( la saugella può andare o meglio qualcos’altro )
    grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non è prevedibile, dipende da altri fattori, anche la soggettività individuale, oltre alle caratteristiche dell’infezione stessa, e sono tutte situazioni che dovrebbe giudicare il ginecologo.

  16. Anonimo

    Salve, sono una ragazza. Premetto che non ho fatto nessuna visita dal ginecologo,ma devo andarci. Uso il gynocanesten per una presunta micosi (candida) per curarla, sono due giorni che la uso e accuso dei dolori come da ciclo alla parte bassa della pancia e il bruciore non scompare… sono preoccupata..non so che fare.
    Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Inizierei a sentire il medico curante per accorciare i tempi.

  17. Anonimo

    Ciao di volevo chiedere ho la candida da diversi mesi da luglio ho fatto una terapia di 5 giorni con bactrim poi ogni mese declafon fino ad oggi il dolore va e viene che posso usare grazie

  18. Anonimo

    Salve, sono in gravidanza di 8 settimane ho dei pruriti la mia ginecologa ha detto di usare gynocanesten ma non ha detto per quanti gironi. C’è qualque risco in gravidanza questa crema?
    Grazie
    Deby

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      No, non c’è rischio, chieda alla ginecologa per quanto deve durare il trattamento.

La sezione commenti è attualmente chiusa.