Tutte le domande e le risposte per Ansia e depressione: sintomi e cure
  1. Anonimo

    Lo xanax può peggiorare i disturbi dell’attenzione? E’ esatto dire che questo farmaco può costituire un valido aiuto sia nel caso della depressione che nel caso dell’ansia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nasce come ansiolitico, ma è spesso usato in caso di depressione in associazione eventualmente ad altri farmaci; ad alte dosi potrebbe peggiorare l’attenzione e la capacità di concentrazione.

  2. Anonimo

    prima di tutto grazie per aver creato questo sito. mi chiamo daniela e da poco ho perso il mio compagno,con il quale soprattutto nell’ultimo anno non avevo un rapporto idilliaco in quanto alcoolista.ora pero’ preferirei averlo ancora qui,in vita, ma non e’ cosi’. il neurologo mi ha consigliato 10 gocce di ansiolin e poi all’occorrenza altre. 10 gocce sono troppe per me, preferisco poche alla volta. sto avendo un sostegno da uno psicoterapeuta di psicosintesi,che al momento mi libera un po’ dalla malinconia, ma vorrei sapere da voi perche’ la mattina e’ molto complicata, anche se sono tornata gia’ al lavoro, e il pomeriggio sto’ un po’ meglio. ho letto nei post precedenti di un farmaco che si chiama entact, e vorrei sapere se potrebbe fare al mio caso. grazie veramente.daniela

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Entact è un vero e proprio antidepressivo, ma deve essere prescritto da un medico; come tutti i farmaci può avere effetti collaterali, quindi al momento mi limiterei ad Ansiolin.
      Assuma le gocce che si sente, al limite aumenti di 1 goccia per volta se fosse sufficiente.
      Al mattino probabilmente è più duro perchè si ritrova “di colpo”, dopo la notte, di fronte alla realtà.

  3. Anonimo

    Ciao,
    sono all’ultimo anno di Medicina e chirurgia, hoi 28 anni..
    Sono stata un anno erasmus e tornata a casa mi sento un pesce fuor d’acqua.
    Mi sento ansiosa e sostenere un esame è quasi un ostacolo insormontabile, dato che non riesco a studiare serenamente, con la mente sgombra da ogni pensiero.
    i miei si sono separati che avevo 15 anni, mio fratello ne aveva 11.
    La loro separazione è stata violenta, con noi usati e messi in mezzo e a me portata fino in tribunale.
    Poi entrambi i miei genitori si sojo rifatti una vita.
    Noi figli stavamo con mio padre, quando la sua nuova compagna con la figlioletta mia sorella, ha deciso che non eravamo in condizioni di vivere tutti insieme e si sono trasferiti in un altra casa del paese d’origine di lei.
    cos noi viviamo soli, il che non è un problema dato che ora siamo più che grandi.
    Sono una person matura responsabile, ma ora che mio frat è partito erasmus praticamente vivo sola. mio padre viene tutti i giorni a pranzo ma la sera sono sola.
    Le notti e i risvegli sono i più difficili. Sono piacente e anche simpatica ed estroversa, quindi conosciuta da tutti in paese e non esagero se dico che si è sparsa una voce su di me, una notizia, che mi debilita molto, sul mio campo universitario, sono per lo più infamie. anche se un fondo di verità c’è, ma nulla di tanto grave. solo che io sono sempre stata estranea a questo mondo di pettegolezzi e adesso che mi semnto al centro, mi sento morire. si forse è questo il punto. Mi sento sola e abbandonata. Non esco più tanto e quando esco, chi si avvicina a me e mi fa domande poco discrete mi destabilizza. Ma quando torno a casa non ho messuno che mi consoli. Mia madre vive per i fatti suoi e i nostri rapporti non sono idilliaci. Sono stanca,, vorrei solo riuscire a studiare e sentire che c’è qualcuno che crede in me. Laurearmi e avere il 10 che merito dalla vita in una scala da uno a dieci.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Valuterei la possibilità di assumere per qualche tempo un leggero antidepressivo, senza andare sulle classiche molecole che conoscerà meglio di me, potrebbe bastare anche dell’ademetionina (Samyr).
      A mio parere le basta davvero poco per uscirne più forte di prima, ma complice anche lo stress accademico direi che un piccolo aiuto (diciamo metà placebo e metà reale…) è la cosa migliore.
      In secondo luogo, per qualche tempo, si faccia qualche regalo: se in questo momento non c’è nessuno che la coccoli come meriterebbe, qualche piccola concessione fuori dall’ordinario (un massaggio rilassante, un week-end al mare oppure da suo fratello, un vestito nuovo, …) potrebbe a mio parere aiutarla a stare meglio.

  4. Anonimo

    grazie di cuore e certamente seguirò il suo consiglio. Cmq non avevo pensato alla privacy mettendo il mio nome per intero…se possibile cancellarlo in modo che digitando su google non compaia. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Fatto; servirà qualche giorno prima che Google aggiorni la cache, ma sul sito non è più presente fin d’ora.

  5. Anonimo

    purtroppo compare ancora su people.it sempre digitando su google il mio nome e cognome. cavolini di bruxells!forse meglio cancellarlo:) scusi il disturbo ma è importante!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo ora non dipende più da me, ma se è più tranquilla elimino comunque il messaggio; servirà qualche giorno che people.com aggiorni la cache.

    2. Anonimo

      Ok grazie!!

  6. Anonimo

    Salve e’ la prima volta che espongo il mio problema ma non riesco a trovare una soluzione, da natale non riesco ad avere l’erezione di prima devo essere sempre al 100% altrimenti non riesco, mentre prima ad ogni minimo accenno ero sempre pronto, ho notato che la mattina non ho nemmenno un’accenno anche se mi scappa di andare in bagno infatti me ne accorgo peggio del bisogno di urinare, mentre prima quasi tutte le volte che mi scappava ero accompagnato da un’erezione parziale o completa.
    Ho 27 anni spero ci sia una soluzione naturale, grazie tante.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono state vacanze stressanti? Stanchezza?
      Altezza e peso?
      Problemi di salute?

  7. Anonimo

    Buonasera,
    da fine novembre a causa di un forte stress lavorativo sono finita in depressione.
    Sono sempre stata una ragazza forte e allegra piena di voglia di fare e adesso faccio fatica a fare qualsiasi cosa non ho appetito e ho continue crisi di pianto per la paura di non farcela. Io vorrei tornare come prima.
    2 settimane fa sono stata da uno pscichiatra che mi ha prescritto entact + obispax.
    Sono arrivata a prendere 5 gocce di entact ma non ho ancora avuto miglioramenti, umore a terra e inappetenza. Dovro’ arrivare a 10 gg. Quando si faranno vedere i primi effetti? Non ce la faccio più a stare in questa situazione. a Giugno mi dovro’ sposare e ho paura di non farcela.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per arrivare all’effetto massimo di Entact potrebbero servire fino 3-4 settimane, ma vedrà che già tra qualche giorno comincerà ad avvertirne i primi benefici.

    2. Anonimo

      Mi scusi la domanda…ma secondo lei per Giugno posso farcela?Posso godermi il momento più bello della mia vita con il sorriso?Ho tanta paura di non farcela.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può farcela anche per molto prima, a patto che il matrimonio non sia (consciamente o meno) fonte a sua volta di paura od eccessivo stress.

    4. Anonimo

      …Non ho mai avuto paura di sposarmi…anzi l’idea è partita da me perchè all’età di 31 anni mi sentivo pronta per raggiungere la mia indipendenza…ero felicissima…ora pero’ da quando mi è successa quella crisi ogni cosa mi fa paura…ho paura di non farcela…di non guarire…forse lo stress per il matrimonio puo’ influire…ma non so più cosa fare per ritrovare la mia serenità…la mia gioia….

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Si dia tempo e non si faccia prendere dal panico di non riuscire ad uscire; con il tempo Entact l’aiuterà sensibilmente e l’arrivo della primavera (più ancora l’estate) farà il resto.

  8. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    ho iniziato a prendere 10 gocce di entact da venerdì 10, l’umore un pochino meglio ma tanta stanchezza e inappetenza. Mi chiedo se col tempo mi tornerà l’appettito. E’ davvero brutto mangiare senza avere fame.
    La ringrazio.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo questi farmaci richiedono fino a 30 giorni prima di arrivare all’effetto massimo, quindi è necessario avere ancora un po’ di pazienza.

    2. Anonimo

      Ma ho iniziato con la cura il 14 gennaio partendo da 1 goccia, è già passato 1 mese.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, avevo capito da venerdì 10, invece forse intendeva che da quel giorno è arrivata ad assumerne 10 gtt; sono previsti ulteriori aumenti oppure è arrivata alla dose obiettivo della cura?

    4. Anonimo

      sono arrivata alla dose obbiettivo della cura.

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, allora a breve dovremmo arrivare all’effetto massimo; se entro 1-2 settimane lo sentisse non sufficiente provi a sentire il medico e valutare con lui se elevare ulteriormente la dose.

    6. Anonimo

      Buonasera Dottore,
      ho sentito lo psichiatra e mi ha consigliato di fare delle inizioni di Samyr 400 per 20 gg, non so cosa fare, cosa mi consiglia? Ho paura di prendere troppi medicinali.

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Samyr è un farmaco che per certi versi, se mi passa il termine, adoro: è praticamente privo di effetti collaterali (si usa anche in gravidanza), è efficace ed abbastanza rapido nell’agire, non dà alcuna dipendenza.

      Raramente mi espongo, ma in questo caso consiglio senza dubbio di provare.

    8. Anonimo

      Dottore dopo un ciclo di 20 inizioni di Samyr, il mio dottore me ne ha prescritte altre 10. Non sono troppe?
      La ringrazio

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non deve preoccuparsi, è un farmaco virtualmente privo di effetti collaterali; probabilmente il suo medico ha visto miglioramenti importanti e ritiene che sia opportuno proseguire per non perderli proprio adesso.

    10. Anonimo

      Buongiorno Dottore,
      ho fatto la cura con Samyr 400 iniezioni e sono stata bene, ora che ho smesso sono tornata nuovamente triste e senza speranze.
      Il mio medico mi aveva detto di aumentare le gocce di entact da 10 a 15 ma non l’ho fatto perchè vedevo che stavo meglio e non volevo prendere altri farmaci.
      ora non ho scelta spero solo che il farmaco mi aiuti a reagire perchè ne ho proprio bisogno in questo periodo, visto che a metà giugno mi devo sposare e ho un sacco di cose da ultimare.
      La ringrazio

    11. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Eventualmente valuti con il medico di ripetere Samyr e, la prossima volta, non lo interrompa bruscamente ma lo scali pian-piano.

  9. Anonimo

    buon giorno da 5 anni ho problemi di depressione o iniziato a assumere ciprolex e sono stato meglio poi o tolto la cura e dopo sei messi sono ricominciati i problemi poi ho ricominciato la cura e sono stato abbastanza bene dopo 2 anni o smesso e sono passati 7 messi e i propblemi ricominciano volevo sapere ma e una cura a vita o 34 anni e o iniziato a 28 anni

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ possibile che nel suo caso debba periodicamente ripetere la cura, anche se ovviamente non posso che avere una visione molto superficiale della sua situazione.

    2. Anonimo

      dottore mi scusi io riesco a gestirla xo quando o dolori vado in anzia e ci ricado da stamattina o un fastidio al braccio sinistro o delle fitte che vanno e vengono e mi tira il mignolo che puo essere grazzie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ansia; la depressione e l’ansia possono manifestarsi anche sotto forma di dolori fisici, che la stessa ansia può aumentare entrando così in un circolo vizioso.

  10. Anonimo

    a ragione e propio cosi dott un suo consiglio la devo rifare la cura o poi spariscono questi dolori sto anche praticando un po di attivita fisica non fumo piu da 5 anni xo questi dolori mi fanno sempre pensare al cuore pur sapendo che non o problemi cardiaci grazie x il suo supporto dott

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Benissimo, l’attività fisica è un’ottima scelta sotto ogni punto di vista (è stato dimostrato che è anche in grado di ridurre la frequenza e la gravità degli episodi di depressione).
      Valuti in ogni caso con il suo medico se rifare la cura, ma a mio avviso non ci sono controindicazioni.