1. Anonimo

    Gentile Dottore, volevo un suo parere su dei farmaci prescritti a mia figlia di 7 anni da due diversi specialisti in materia, per una dermatite atopica sul mento, all’attaccatura delle orecchie e all’incavo di un gomito. Decortil AD crema da comparare con A-Derma sensiphase crema lenitiva leggera e Advantan emulsione da comparare con Bidien crema. Secondo lei potrei usare uno dei due prodotti (sia nel primo caso che nel secondo) indifferentemente? A cosa serve Bifiderm bustine? La ringrazio tanto

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono due associazioni simili, provi magari prima una coppia poi l’altra; nel caso di dermatite atopica ogni paziente deve trovare la propria combinazione di farmaci.

      Bifiderm credo che siano semplicemente fermenti lattici.

    2. Anonimo

      Gentile Dottore La ringrazio tantissimo. Questo accade generalmente perchè agli specialisti non è mai possibile domandare spiegazioni su ciò che prescrivono e magari comparare alcuni farmaci che uno può possedere…in modo da poter valutare il tutto. La crema Bidien e l’emulsione Advantan sono dei cortisonici, sono molto timorosa sull’uso di tali farmaci dato che il cortisone “tampona” bene i sintomi della DA ma a fine trattamento si peggiora anche più di prima dell’utilizzo del cortisone..e si rimane “prigionieri” di tale farmaco e uscirne è poi molto difficile.
      Lei cosa ne pensa, sono molto preoccupata e spero possa capire la mia inquietudine. Grazie ancora, aspetto sue notizie e buona giornata.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Comprendo perfettamente il suo stato d’animo, ma purtroppo non esistono alternative di pari efficacia per i periodi acuti; possono però confermarle che entrambi i cortisonici NON sono sicuramente fra i più aggressivi.

  2. Anonimo

    salve dottore ho provato il nuovo farmaco allergie blok è molto caro e a me non fa nessun effetto credo che sia una forma x spillarci qualche soldo delle case farmaceutiche.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Grazie per la sua esperienza.

  3. Anonimo

    salve dottore vorrei chiederle un’informazione
    sono unaa ragazza di 22 anni e oggi ho finito l’antistaminico per allergiaa al polline e acari
    potrebbe essere utile allo stesso modo usare actigrip giorno e notte, la compressa blu la quale so che contiene antistamico
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non ha modo di recuperare l’antistaminico che usa di solito sì, può tamponare, ma potrebbe non essere sufficiente.

    2. Anonimo

      si certo grazie

  4. Anonimo

    Gentile dottore sono un ragazzo di 30 anni e da lo scorso agosto ho scoperto di essere un soggetto allergico.
    Tutto è iniziato mangiando delle noccioline ( che per altro ho sempre mangiato tranquillamente), che mi hanno causato un forte prurito in gola, rigonfiamento delle labbra ( durato un paio di giorni) e senso di soffocamento. All’inizio non sapevo di cosa si trattasse ma poi, parlando con la pediatra di mia figlia, ho capito che si trattava di allergia. I prik test hanno rivelato allergia alla nocciola, al nocciolo ( 2 crocette) e soprattutto alla betulla ( 3 crocette).
    Ora è da gennaio che assumo antistaminico giornalmente
    ( FRISTAMIN), datomi dal medico di famiglia in quanto l’allergologo mi ha detto che qualsiasi antistaminico sarebbe andato bene. Adesso sembra che le cose , nonostante assuma ogni sera antistaminico, siano un pò peggiorate. Sono ormai 1/2 mesi che soffro di continue (anche se leggere) tracheiti, e soprattutto un continuo pizzicore in gola e lungo la trachea, quest’ultimo si manifesta soprattutto dopo aver starnutito o dopo qualche colpo di tosse. Mi capita spesso anche di svegliarmi la mattina con tono di voce rauco. Inoltre capita di avere anche delle scariche di diarrea e/o sensazioni di nausea.
    Tutto questo può essere correlato all’allergia? E soprattutto l’antistaminico che stò prendendo va bene per il mio tipo di allergia o dovrei cambiarlo? Va bene prenderlo alla sera?
    Grazie per l’attenzione e buona giornata!!!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. L’antistaminico va bene, ma eventualmente ce ne sono anche di più nuovi se questo non fosse più sufficiente.
      2. Non sarei così sicuro che i nuovi sintomi comparsi siano da attribuire all’allergia.

    2. Anonimo

      devi semplicemente evitare gli alimenti a cui sei allergico,
      a questo punto non avrai più bisogno di nessun antistaminico.
      Ogni farmaco ha i suoi effetti collaterali, antistaminici compresi.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido tutto, ma in questi il problema è spesso correlato (anche) ad allergie non alimentari.

  5. Anonimo

    Quindi anche il pizzichio in gola e lungo la trachea non sono legati all’allergia???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quelli è più probabile, ma voce rauca, nausea e dissenteria non credo; soffre di problemi di stomaco?

  6. Anonimo

    No di stomaco non direi, prima che smettessi di fumare si anche di continui mal di testa. La cosa più fastidiosa però è questo senso di pizzicore in gola e lungo la trachea che si manifesta dopo aver starnutito o dopo qualche attacco di tosse.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Eventualmente valuti con il medico di provare un diverso antistaminico, per vedere se trova una copertura maggiore.

  7. Anonimo

    Salve dottore,
    E’ possibile che l uso di nasonex spray causi problemi allo stomaco con pesantezza nella parte alta dell addome e conseguente lentissima digestione?E’ una sensazione che ho avvertito anche con gli antistaminici. Mi dia un consiglio.grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo escluderei sicuramente per Nasonex, ed anche per gli antistaminici lo ritengo poco probabile.

    2. Anonimo

      La ringrazio per la risposta tempestiva. Ho pensato anche a qualche intolleranza alimentare.Nel caso quale e’ il test alimentare più affidabile? Grazie ancora.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nessuno! 😉

      Le uniche intolleranze alimentari riconosciute sono celiachia e lattosio, che hanno i test specifici, tutte le altre sono oggetto di dibattito e quantomeno dubbie.

      Esistono poi le allergie, ma sono un’altra cosa.

      La mia sensazione è che sia più banalmente un problema di digestione (rallentato svuotamento gastrico?) e/o un problema di stomaco (gastrite? reflusso?).

      Ne ha già parlato con il medico?

    4. Anonimo

      Si, il problema nasce da una mia sensazione di respirare male che era accentutata dal problema di setto deviato e turbinati gonfi operati un mese fa parzialemente risolta perche ‘ dal naso adesso l aria passa.Anche dopo l operazione avverto sempre un po ‘ di pesantezza e digestione lenta accompagnato da una sensazione di non respirare bene. Questi sintomi allo stomaco si presentano con i farmaci nasonex sin da subito il trattamento (che mi e’ stato dato dal chirurgo che mi ha operato) e aerius dopo alcuni mesi di somministrazione.Purtroppo se nn prendo farmaci inizio a starnutire in continuazione essendo allergico perenne a polvere e muffe ma non si presentano questi sintomi. Non so veramente che fare:-(.. forse ho bisogno di un protettore gastrico.. la ringrazio ancora per la pazienza!

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ha già provato a parlarne con il medico?

    6. Anonimo

      Conosceva le mie condizioni prima dell intervento, tuttavia i sintomi legati alla respirazione sono migliorati ma non del tutto. ci dovro’ andare grazie ancora per la disponibilita’!:-)

  8. Anonimo

    sono la mamma di un ragazzo di 15 anni sofferente di asma bronchiale e dermatite atopica dall’età di 3 anni è allergico ad acari, parietaria, olivo, graminacee, pomodori, kiwi ecc. assume da quando appunto aveva 3 anni Seretide 25/50 mg Zirtec Broncovaleas al bisogno. Soffre di rinite ma soprattutto la dermatosi con forte prurito che poi sfocia in impettigine non lo lascia vivere. Le sue mani sono proprio malandate e solo al mare guarisce. purtroppo non viviamo sul mare e il dermatologo gli ha prescritto il Pafinur e sembrava andare meglio ma dopo 10 giorni il prurito è ricomparso con il rossore e altro.
    Abbiamo già usato tutte le creme possibili ed immaginabili abbiamo fatto cure omeopatiche senza nessun risultato. Tollera la crema per le mani della Roche Posay e la Ceramol e i tagli di notte guariscono se indossa i guanti dell’Alpetrec che sono fantastici e gli chiudono le ferite, ma la secchezza e il prurito diurno non lo lasciano vivere. Ora il dermatologo gli ha dato il Robilas. Ho letto gli effetti indesiderati e sono un po’ scettica dato che è riuscito a dimagrire dopo anni facendo sport e soffre di cefalee e andando a scuola non vorrei che ne risentisse l’attenzione aspetto sua risposta e grazie e tantissimo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È un antistaminico molto recente, sui cui ho ancora poca esperienza, ma sembra essere davvero efficace; vale la pena provare.
      Lo somministri lontano dai pasti.

  9. Anonimo

    Buonasera mio figlio da inizio mese ha iniziato terapia con Montelukast (+alifluss) per diagnosi di asma.
    Dopo una settimana dall’assunzione delle medicina sono iniziato comportamenti aggressivi all’asilo (morde i compagni, urla e butta per aria giocattoli, risponde in malo modo), mentre a casa è tranquillo e a reazioni “esagerate” solo quando è molto stanco.
    Può esserci qualche relazione??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, potrebbe causato da montelukast, che tra gli effetti collaterali riporta:

      “irritabilità, ansia, irrequietezza, agitazione comprendente comportamento aggressivo o ostilità”.

    2. Anonimo

      Nel caso la pediatra non riconoscesse tale collegamento come posso comportarmi?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Starà a lei valutare se provare a sentire eventualmente un secondo parere; il problema grosso è che non ci sono reali alternative al farmaco, che in alcuni casi è peraltro davvero efficace.

  10. Anonimo

    Buonasera.
    due settimane fa mi hanno operata per rimuovere una cisti ovarica ed essendo un soggetto allergico la mattina stessa dell’intervento mi hanno fatto un’iniezione di antistaminico sul gluteo.
    L’iniezione è stata stranamente molto dolorosa e da allora ho quella parte del gluteo insensibile al tatto. Inoltre sento un dolore acuto e formicolio quando mi alzo, mi siedo e mi sdraio.
    Secondo Lei cosa potrebbe essere?

    Grazie per la consueta attenzione. Cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il formicolio ed il dolore “corrono” lungo la gamba?

    2. Anonimo

      No Dottore, sono circoscritti al gluteo, e sono molto intensi. Il dolore lo sento proprio nel punto dove è stata fatta l’iniezione. Non ho lividi nè gonfiori……

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente è comunque un nervo infiammato; nulla di cui preoccuparsi, ma valuti con il medico un aiuto farmacologico per velocizzare la guarigione.