1. Anonimo

    Salve dottore, da alcuni mesi ho un problema imbarazzante, ho lo stomaco dilatato e gonfio, molta flatulenza e aerofagia.. veramente imbarazzante!! L’alimentazione è sana, senza grassi, ho fatto il test per l’intolleranza alimentare e non assumo più latticini e derivati, evito le bevande gasate, nonostante tutto il problema non si risolve…..cosa può essere la causa ? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Che tipo di test ha fatto?

    2. Anonimo

      Mi scusi …. ho fatto il test da un naturopata per le intolleranze alimentari (ha usato una elettrodo da applicare al dito )…… ed uscito che sono intollerante ai latticini e derivati .. questo risale a 2 mesi fa .. pensavamo fosse la causa del mio problema.. ma non è così… Cosa posso prendere per eliminare questa flatulenza ? Andare dal mio medico ed esporre il problema mi imbarazza da morire… Grazie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Il test fatto è privo di qualsiasi fondamento scientifico ed il consiglio deriva dal semplice buon senso (possibile intolleranza al lattosio, comune alla maggior parte degli adulti). Curarsi in modo naturale è possibile, non mi fraintenda, semplicemente il problema intolleranze/allergie è diverso da come le è stato posto.
      2. Non c’è motivo di vergognarsi, non è un problema differente da un raffreddore, da una pressione alta od altro.
      3. Piuttosto senta un gastroenterologo.

  2. Anonimo

    Salve, sono una ragazzo di 29anni e da un pò di tempo mi ritrovo ad avere, pancia gonfia, con dolori anche al fianco dx, feci molli e meteorismo, oh a volte anche stitichezza per un giorno due, ma poi ritorna nuovamente con questi problemi, mesi fa di solito curavo il tutto con una semplice enterogermina e passava tutto, stavolta nulla, mi hanno consigliato di prendere del cloruro di magnesio in polvere e della spirulina associata ad una dieta di minimo una settimana senza pasta, ma con legumi, cereali, frutta…il problema è che qui per una visita fanno passare dei mesi, e non si può aspettare così tanto, quindi cerco una soluzione nell’immediato, dato che sono un disoccupato e non posso pagare un medico specialista…
    Mi dica Lei cosa posso fare per risolvere questo problema.
    Grazie Infinite per l’attenzione,
    cordialissimi saluti, andrea.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non condivido i consigli prescritti, perchè il magnesio potrebbe causarle dissenteria e togliere la pasta per inserire i legumi avrebbe a mio avviso poco senso.

      Sarei più per una dieta molto leggera nell’attesa di sentire il suo medico, che in prima battuta è assolutamente in grado di gestire la situazione.

  3. Anonimo

    prendo madopar 200+50 compresse divisibili un quarto di compressa al giorno per 5 somministrazioni, ho un parkinsonismo giovanile. Ho una risposta eccezionale e ho risolto in parte il problema, riesco ad avere una vita normale. Mi capita di avere dei disturbi dell’intestino, flautolenza, gonfiore e a volte dolori addominali. Prendo dei fermenti lattici e mangio più leggero e passa. La cosa che vorrei capire è, xchè quando ho disturbi intestinali, automaticamente faccio più fatica ad avere la risposta della levodopa? fino ad avere meno risposta muscolare e addirittura un irriggidimento degli arti inferiori. Le due cose possono essere collegate, e in che modo?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente i disturbi intestinali causano un’importante riduzione dell’assorbimento del farmaco, con conseguente riduzione dell’effetto: in altre parole l’intestino è irritato e riesce ad assorbire meno farmaco.

    2. Anonimo

      lo immaginavo.posso contattare il mio neurologo e nel caso integrare con una dose + alta?

    3. Anonimo

      SI riduce l’assorbimento della levodopa anche quando prendo esomeprazolo x il reflusso? Avverto la differenza .

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è possibile che in quanto antiacido riduca l’assorbimento; in questi casi l’obiettivo è però migliorare l’assorbimento riducendo le interazioni e sopratutto i disturbi intestinali (che tra l’altro possono essere peggiorati dall’esomeprazolo), non modificando la dose del farmaco.

  4. Anonimo

    ho la ferritina bassa,prendo ferrocento e mag 2 durante la mestruazione ,.quando ci sono problemi intestinali ci possono essere delle controindicazioni? grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Entrambi i prodotti possono accentuare la diarrea e, purtroppo, la diarrea a sua volta può accentuare le carenze di magnesio e ferro.

  5. Anonimo

    la ringrazio molto x le sue risposte. Quando dice , migliorare l’assorbimento della levodopa, senza modificare il dosaggio, riducendo le interazioni e i disturbi intestinali, che accentuano il dìsagio,cosa dovrei fare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Capire il perchè dei problemi intestinali e risolvere la causa: in alcuni casi non si riesce ad arrivare ad una vera e propria diagnosi, ma con un po’ di attenzione alla dieta si riesce a raggiungere un certo equilibrio.

  6. Anonimo

    Salve Dott.Cimurro, le scrivo per dirle che ho problemi di aria dentro lo stomaco (Senza gonfiore e ne dolore) ma che deve uscire per forza dal retto, non riesco a bloccare l’aria che vuole uscire dal retto, se sono ad una riunione o con amici, quindi è molto imbarazzante,in quanto l’odore è sgradevole!!!o provato del carbone vegetale, o provato a mangiare riso bianco con olio e formaggio e qualche mela…puo darmi qualche consiglio!??Non ce la faccio piu’la cosa che mi fa innervosire è che non riesco a chiudere l’ano nel momento di fuoriuscita.Nell’attesa di una sua risposta porgo Ottimi saluti, e complimenti per il suo sito.è davvero interessante

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Bisogna capire le cause: soffre di stress? Le capita con qualunque cosa mangi? Consuma latte?

  7. Anonimo

    Si certo con il riso credo che: (un po ma di poco calmi), ma diciamo capita con cio’ che mangio, latte non ne consumo, la mattina bevo solo caffè senza mangiare, per quanto riguarda latte, nella pasta o nel riso preferisco fare il bis o tris di fromaggio grattato se magari puo’ essere il lattosio del formaggio(scusi la mia ignoranza).Puo consigliarmi qualche dieta adatta per il pranzo e cena e cosa prendere eventualmente come farmaco?e se al posto del caffè è buono prendere del thè con delle fette biscottate(per quanto riguarda la colazione).Grazie sempre per la sua risposta…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La strada più semplice sarebbe provare a fare il test di intolleranza al lattosio, ma può provare ad eliminarlo completamente dalla dieta per 2-3 settimane e vede come va.
      Passato questo periodo può passare ad un’altra verifica se non avesse sortito risultati, per esempio eliminando completamente il glutine.
      Poi potrebbe, in caso di assenza di risultati, passare ad eliminare i cibi controindicati in caso di colon irritabile, e così via.

      L’importante è fare una prova alla volta, sempre con scrupolo e per almeno 2-3 settimane.

  8. Anonimo

    Grazie molto per i suoi preziosissimi consigli.Cerchero’ di adottare qualche consiglio, ho visto una pubblic che fanno vedere un farmaco con carbone e riporta la scritta control gas, chissa’…magari piu in la’..provarlo…
    Grazie sempre e per la tempestivita’ delle sue risposte.
    Giovanni

  9. Anonimo

    salve dottore soffro di colon irritabile che mi sta provocando 1 prolasso mucoso interno ancora agli inizi (nel 2008 fui operato di emorroidi )adesso ho sempre pancia gonfia sul lato destro dell’addome difficoltà ad espellere sia feci morbide che dure,nausea eruttazioni,palpitazioni.da 1 po di giorni sonnolenza che mi costringe ad addormentarmi verso mezzanotte(io prima ero abituato ad andare a letto a tarda notte)per svegliarmi sempre verso le 4 e mezza con mal di pancia vado in bagno sforzandomi evacuo feci sfatte molli sia formate che dopo non..ma ne rimangono ancora tantè che devo aiutarmi io manualmente.(settimane addietro invece ho passato notti completamente insonne)fatto sta che ho sempre il lato destro gonfio ho provato mylicon,gasdep ma nulla..adesso cercando su internet ho letto di mintoil adatto per i miei sintomi mi sembra però potrebbe creare problemi per chi soffre di reflusso è vero?e inoltre volevo capire la differenza con endofit.aggiungo sono sotto peso (49 kg x 1,70,28 anni)e non riesco a mangiare ne tanto meno a bere molto per via di pancia gonfia che mi fa stare in apnea e mi porta nausea.grazie per le sue indicazioni che mi fornirà..cordiali saluti..

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È già stata esclusa la celiachia?

    2. Anonimo

      si,ho fatto 2 volte gli esami di sangue in anni differenti l’ultima a novembre..hanno escluso la celiachia..poi non so se sono intollerante al glutine o allergico..ma ho pure provato per 2 giorni a non assumere pane e pasta usando quelli per celiaco..ma l’aria rimane sempre..cosa potrebbe essere?riguardo al mintoil e a endofit che mi dice?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Due giorni sono pochi, proverei per almeno due settimane.
      2. Relativamente ai due integratori può provarli, ma per un caso come il suo non mi aspetto miracoli; Mintoil può creare problemi di reflusso per il suo contenuto in menta.

    4. Anonimo

      i dottori che mi hanno seguito hanno escluso la celiachia..io proverei pure a non assumere glutine..ma non mangio altro..oltre al pane,biscotti,pasta..non posso mangiare tutto il giorno frutta anche perchè mi viene fame e non mi sazio con la sola frutta e non ho prodotti senza glutine in casa.

  10. Anonimo

    buon giorno dottore ho 57 anni il mio problema è quello di avere molto gas nella pancia che non riesco ad espellere in nessuna maniera accompagnato da bruciori di stomaco e con conseguente forti dolori di testa ,ho preso delle compresse di carbone con pochi risultati e per i bruciori ho preso malox ,ma il mal di testa una volta preso non va via .la mia dieta è a base di riso con una spruzzata di limone e un pò di parmigiano non so altro che mangiare .Mi aiuti dottore grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Da quanto tempo?

    2. Anonimo

      salve dottore questi sintomi si sono presentati già da una settimana ,mi sono dimenticato di dirle che hon preso anche enterorgermina e novalgina per la testa ma niente ,io posso seguitare a mangiare riso ma vorrei anche qualcosaltro dopo ma non so che.grazie

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Valuterei con il medico un rimedo più incisivo per il bruciore di stomaco e, eventualmente, per facilitare la digestione; purtroppo non posso prescrivere farmaci, ma ritengo che questa linea potrebbe aiutarla a superare il problema del gas.