Tutte le domande e le risposte per Dieta e pancreatite: cosa mangiare?
  1. Anonimo

    Mi perdoni la domanda sciocca, ma il pancreas è a destra o a sinistra?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tendenzialmente al centro; nell’articolo trova un’immagine esplicativa.

  2. Anonimo

    Buonasera volevo sapere se una pancreatite cronica iniziale è curabile. Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, se è cronica significa che dura da tempo, non ha senso parlare di stadio iniziale; è curabile attraverso una corretta dieta e le terapie relative ai possibili problemi che può creare, tipo il diabete, dipende molto dal caso in particolare.

  3. Anonimo

    La ringrazio molto.

  4. Anonimo

    Salve, sono stata operata un mese fa per il colicisti e ho avuto pancreatite acuta, le prime due settimane ero a digiuno perche il lipasi era molto alto quasi 1600 dopo e arrivato 160 e ho fatto la dieta leggera per 3 settimane finche arrivato 50, adesso non so cosa posso mangiare e quale sono le cose che devo evitare esattamente. Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, deve evitare l’alcol e i cibi molto grassi, con condimenti pesanti; dovrà ovviamente farsi rivalutare dal medico, piano piano tornerà a seguire una dieta normale.

  5. Anonimo

    Salve ho dà due giorni un dolore ha parte sinistra sotto le costole non so che devo fare e possibile che si tratta di pancreas??? grazie cordiali saluti

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non è detto, solitamente il dolore da pancreatite o comunque di pertinenza pancreatica si presenta posteriormente, lungo la schiena, descritto come dolore “a barra”. Le consiglio di farsi visitare, le cause di dolore addominale sono molteplici, nel suo caso data la posizione penserei allo stomaco o anche a colon e rene, ma ripeto serve una valutazione. Saluti.

  6. Anonimo

    Gentile Dottore
    Mia madre sta accusando da qualche giorno una pancreatite (anche se i medici non sono stati del tutto chiari nel confermarla). Tutto ciò che abbiamo appreso è che tramite un’ecografia è stato individuato nel pancreas una cisti di 3 cm, inoltre il potassio era totalmente azzerato e il glucosio era altissimo. E’ stata ricoverata al pronto soccorso per alcuni giorni, in attesa di fare una Tac tra qualche giorno, oggi l’hanno fatta rientrare a casa. Volevo qualche suggerimento, dato che avevo chiesto in ospedale qualche indicazione sul tipo di dieta da seguire (dato che durante i giorni di complicazione non riusciva a digerire neanche il riso in bianco con un cucchiaio di olio in crudo) ma si sono limitati ad un “cibo leggero”. Premesso che in famiglia siamo tutti astemi e non ci sono problemi di diabete. Seguirò sicuramente la dieta qui proposta, però volevo sapere se si può fare uno strappo alla regola come ad esempio le uova, è un problema il loro consumo con la pancreatite? e inoltre volevo chiederle cosa si intende nello specifico per frutta non acida? mele (anche cotte) e pere vanno bene?
    la ringrazio in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, al momento nessuno strappo, almeno finchè non si sarà chiarita la situazione.
      Al momento eviterei la frutta per il contenuto zuccherino.

    2. Anonimo

      Grazie della risposta repentina.
      Cordiali Saluti.

  7. Anonimo

    salve. sono stato operato di pancreatite acuta emoragica nel 2009 a san donato milanese . cerco una dieta in grado di poter sopportare il lavoro stressante che faccio. lei mi puo idirizzare un dietologo . grazte. greggio

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo no, mi dispiace.

  8. Anonimo

    UN DOLORE FISSO NELLA PARTE ALTA A DESTRA DELL’ADDOME COSA PUò ESSERE?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sono troppe le possibilità per poter fare una diagnosi di questo tipo; rivolgendosi al medico potrà invece visitarla e chiarire più facilmente il dubbio.